Come Chiudere una Relazione

Neil Sedaka, nel celebre singolo “Breaking Up Is Hard To Do” (conosciuto in Italia come “Tu non lo sai”), sosteneva una verità assoluta per moltissime persone: “Difficile è lasciarsi”. La decisione di interrompere una relazione può essere logorante e complicata per entrambe le parti. Tuttavia, se rifletti attentamente su quale sia la decisione giusta da prendere e se chiudi la relazione in maniera equilibrata, rispettosa e pacifica, potrai limitare la sofferenza e rendere definitiva la separazione.

Prendere una Decisione

  1. Evita di prendere una decisione affrettata. È fondamentale decidere in uno stato di tranquillità d’animo e con la mente libera da altri pensieri. In questo modo, potrai evitare di fare scelte avventate di cui potresti pentirti o che potrebbero ferire l’altra persona.
    • In uno stato di sconvolgimento emotivo, è più difficile gestire le difficoltà e si rischia di fare delle scelte irrazionali.
  2. Chiarisci il motivo che ti spinge a desiderare una rottura. È importante fare chiarezza sulle ragioni che ti spingono a voler interrompere la tua relazione. Solo così riuscirai a distinguere fra quelle che sono le normali difficoltà di un rapporto di coppia e i problemi più seri e irrisolti.
    • Solo tu puoi stabilire quali sono le problematiche che si possono superare e quali quelle per cui non esiste una soluzione. Ad esempio, se il tuo compagno non si comporta bene con gli altri oppure non vuole avere dei figli, è improbabile che possa cambiare. Al contrario, la sua inclinazione a contribuire nell’economia domestica è un aspetto su cui si può lavorare.
    • Tutte le coppie litigano, ma se le discussioni sono frequenti e spiacevoli potrebbero denotare una vostra incompatibilità, oltre alla presenza di problemi più gravi.
    • Normalmente, se una relazione ti danneggia dal punto di vista fisico ed emotivo, la decisione più ovvia da prendere è quella di interromperla.
  3. Scrivi una lista di pro e di contro. Elenca i motivi per i quali desideri porre fine alla tua relazione. Non dimenticare di includere gli aspetti positivi e quelli negativi sia del tuo compagno che del vostro rapporto.
    • Vedere scritti sulla carta tutti gli aspetti positivi del rapporto ti consentirà di focalizzare l’attenzione su ciò che ti rende felice piuttosto che sulle sensazioni negative che accompagnano lo stato d'animo del momento.
    • Inoltre, un elenco di questo tipo ti impedirà di chiudere una relazione basandoti soltanto sulla “sensazione” che sia la cosa giusta da fare.
    • Ricorda che qualsiasi tipo di abuso da parte del partner è una motivazione oggettiva per interrompere la relazione.
    • Mentre osservi la lista e la esamini attentamente, domandati se questa relazione sta cambiando la tua vita in meglio o in peggio.
  4. Decidi se la situazione può cambiare. Se provi solo rabbia nei confronti del tuo compagno, domandati se c’è un modo di cambiare la dinamica del vostro rapporto. Prima di prendere una decisione risolutiva, potresti cercare di risolvere i problemi ed evitare di chiudere una relazione senza aver considerato altre opzioni. Se vuoi provare a cambiare la realtà, accertati che anche l’altra persona sia disposta a farlo e che ne sia capace.
    • Se il problema è stato già affrontato ma senza alcun miglioramento e se continui a sentirti oggetto di insoddisfazione, dolore o tradimento, la rottura potrebbe essere l'unico modo per porre fine a questo meccanismo.
  5. Esprimi la tua frustrazione. Prima di optare per una rottura definitiva, comunica al tuo partner le tue frustrazioni e i tuoi pensieri. Concedigli la possibilità di cambiare in meglio la situazione. In questo modo, anche se alla fine deciderai di interrompere comunque il vostro rapporto, il processo risulterà meno drastico e il colpo meno doloroso perché avrai già espresso quello che pensi.
    • Spesso, tenersi dentro sentimenti e frustrazioni spinge le persone a esplodere o a esprimere le proprie emozioni in modo inappropriato.
    • Prova a spiegare con calma e rispetto tutto quello che ti dà fastidio. Evita di alzare il tono della voce, di aggredire o accusare l’altra persona.
    • Se il tuo partner ti ha tradito o ti ha arrecato danno in qualche modo, potresti avere già gli elementi di cui hai bisogno per lasciarlo e per i quali non vale neanche la pena esprimere la tua frustrazione o concedere una seconda possibilità.
  6. Stabilisci delle scadenze entro le quali determinati cambiamenti devono verificarsi. È meglio non innescare quel meccanismo infinito secondo il quale la speranza che avvenga un cambiamento nel partner non viene mai appagata. Stabilire un limite temporale entro il quale il partner deve cambiare ti consentirà di poter prendere, a lungo andare, una decisione più facilmente.
    • Puoi decidere se informare o meno il tuo partner di questo limite di tempo. Con gli “ultimatum”, come ad esempio “Possiamo stare insieme se smetti di fumare entro il mese prossimo”, non otterrai molto perché l’altra persona rispetterà i patti per un tempo limitato e presto tornerà alle vecchie abitudini.
    • Elabora un ultimatum efficace. Nella maggior parte dei casi, questi espedienti non funzionano. Tuttavia, la tua relazione potrebbe averne bisogno per sopravvivere. Ad esempio, potresti dire: “Per andare avanti, ho bisogno di vedere che ti impegni a smettere di fumare o che riduci drasticamente il numero delle sigarette”. Intimando al tuo partner di avere un figlio con te, oltre a non ottenere il risultato sperato, causerai il suo dolore e senso di colpa.
    • Alcune persone hanno bisogno di molto tempo per cambiare degli atteggiamenti profondamente radicati. Ad esempio, un fumatore potrebbe impiegare mesi o anni per riuscire a smettere con le sigarette. Un conto è cambiare perché lo desiderano gli altri, un altro è farlo per se stessi.
  7. Confidati con una persona di fiducia. Se non riesci a fare chiarezza nei tuoi sentimenti, parlane con una persona di cui puoi fidarti. In questo modo potrai analizzare nel dettaglio quello che provi e rendere più chiara la tua posizione. Il tuo confidente potrebbe addirittura esprimere il suo punto di vista verso il tuo atteggiamento e quello dell’altra persona.
    • Questa persona può essere un amico, un familiare, un consulente o un medico.
    • Assicurati che non tradisca la tua fiducia e non discuta dei tuoi problemi con gli altri. Inoltre, devi impedire a questa persona di trattare il tuo compagno in modo diverso.
  8. Emetti la tua sentenza. Dopo aver considerato le dinamiche interne alla tua relazione, dopo averne discusso con il tuo partner e dopo aver concesso al vostro rapporto, eventualmente, una seconda possibilità, prendi una decisione definitiva sul destino di questa storia. In questo modo potrai attuare una separazione fondata sul rispetto e sulla sincerità oppure impegnarti a ricomporre i pezzi del vostro rapporto a partire da questo momento.
    • Ricorda che la tua decisione deve basarsi su ciò che è meglio per te e non su ciò che è meglio per qualcun altro.

Chiudere la Relazione

  1. Decidi quando comunicare al tuo partner di voler porre fine alla vostra relazione. Chiudere una relazione e discuterne i motivi di persona è la cosa migliore e più corretta da fare. Decidere di farlo al momento opportuno e in un luogo tranquillo e riservato renderà questa delicata operazione più semplice, oltre a limitare il rischio di subire delle spiacevoli interruzioni.
    • Cerca di trovare un momento nel fine settimana, in modo che l'altra persona abbia tutto il tempo di elaborare in privato il dispiacere della rottura senza dover affrontare immediatamente il mondo esterno.
    • È meglio anticipare al partner o al coniuge la natura del vostro incontro affinché si prepari psicologicamente e non si senta preso alla sprovvista. Potresti fornire qualche indizio in questo modo: “Vorrei discutere dello stato della nostra relazione con calma e in maniera pacifica”.
  2. Scegli un luogo adeguato per comunicare al tuo partner la fine della vostra relazione. È meglio affrontare questa conversazione in privato per evitare di mettere in imbarazzo entrambi. Assicurati anche di scegliere un posto da cui poter andar via facilmente ed evitare, così, di impelagarti in una conversazione lunga e tortuosa.
    • Se non ti senti al sicuro quando sei con il tuo compagno, cerca di affrontare la conversazione in un luogo pubblico o chiedi a qualcuno di accompagnarti, purché sappia intervenire in maniera discreta.
    • Se vivete insieme, la separazione può essere particolarmente complicata e difficile. Dipende da te la decisione di trasferirti subito o dopo qualche tempo.
    • Se non ti senti al sicuro o se ti mette a disagio condividere la stessa casa, assicurati di avere un altro posto in cui stare. Puoi portare via le tue cose quando il partner non è in casa, quindi comunicare il desiderio di separazione al suo rientro oppure decidere di chiudere la relazione, andare via con parte delle tue cose, quindi tornare a prendere il resto una volta ristabilita la calma.
  3. Decidi come vuoi comunicare al tuo partner la fine della vostra relazione. Esamina il messaggio che vuoi lasciare. Pianificare la conversazione ti aiuterà a controllare la tua emotività e ti consentirà di muoverti nella giusta direzione. Inoltre, ti permetterà di non ferire l'altra persona oltre il necessario.
    • Nella realtà, la conversazione che dovrete affrontare sulla vostra separazione potrebbe durare molto più a lungo, specialmente se la controparte è distrutta o assolutamente stupita dalla tua decisione. Molte conversazioni di questo tipo ruotano continuamente sugli stessi concetti, quindi stabilisci un limite orario.
    • Parla con sincerità, ma evita espressioni meschine o brutali. Potresti rivelare all’altra persona le ragioni dell’attrazione iniziale o esaltarne i pregi anche se stai esponendo i motivi che ti spingono a lasciarla.
    • Una frase esemplificativa potrebbe essere questa: “Inizialmente, il tuo carattere estroverso e la tua gentilezza mi hanno realmente conquistato, ma temo che i nostri obiettivi siano talmente diversi da non poter procedere sulla stessa strada”.
  4. Chiudi una relazione di persona. Per quanto sia più semplice chiudere una relazione senza dover guardare negli occhi l’altra persona, porre fine a un rapporto di coppia al telefono, per messaggio o per e-mail è un gesto freddo e scorretto. A meno che non si tratti di un rapporto a distanza che ti impedisce di attendere un futuro incontro o l’altra persona non rappresenti per te una minaccia, devi avere rispetto per il tuo partner e la vostra storia passata.
    • Chiudere una relazione di persona, inoltre, permetterà all’altro di avvertire la serietà delle tue intenzioni.
  5. Mantieni un atteggiamento composto e rispettoso. Siediti accanto al tuo compagno e informalo della tua decisione di porre fine alla vostra relazione. Affronta l’argomento con la massima calma, educazione e con un tono risoluto, in modo da rendere la situazione leggermente meno sgradevole e catastrofica.
    • Evita di insultare l’altra persona e non dire cose di cui potresti pentirti. Ricorda che queste parole possono pesare sulla tua coscienza e farti del male, a lungo andare. Sarebbe meglio non esprimere concetti di questo tipo: “Ritengo che la tua igiene personale sia terribile e mi fa schifo stare con te”. Cerca piuttosto di avere tatto: “Penso che il nostro stile di vita sia talmente diverso da non renderci compatibili”.
    • Se ci riesci, evita di lasciarti andare all’emotività. In questo modo, limiterai il senso di colpa e rimarrai fedele alla decisione presa.
    • Potresti dire: “Ti reputo una persona stupenda i cui numerosi pregi renderanno felice qualcuno, ma che non sono compatibili con la mia idea di relazione”.
  6. Concentrati sui problemi della vostra relazione, non del partner. Parla di ciò che non funziona nel vostro rapporto, piuttosto che elencare gli aspetti negativi del suo carattere. Offendere il partner significa peggiorare una situazione già di per sé devastante.
    • Ad esempio, anziché dire “Sei appiccicoso e insicuro”, prova a dire una cosa simile: “Ho bisogno di indipendenza e libertà nelle mie relazioni”.
    • Evita anche di focalizzare sul partner le ragioni della rottura. Ad esempio, dire “Meriti di più” consentirà all’altra persona di credere che siete perfetti insieme e che non c'è motivo di lasciarsi. Piuttosto, pronuncia queste parole: “Mi sento come se le strade della nostra vita non possano incontrarsi. Io voglio fare carriera nel mondo accademico e per questo dovrò viaggiare molto e trascorrere lunghi periodi in solitudine”.
  7. Cerca di evitare di creare false speranze. Alcune frasi e parole possono essere interpretate in modi diversi e consentiranno all’altra persona di nutrire false speranze sulla possibilità di tornare insieme. Lasciare una porta aperta può solo accrescere la vostra sofferenza.
    • Espressioni come “ne riparleremo”, “voglio che restiamo amici” o “ti voglio nella mia vita” consentono all’altra persona di sperare in un lieto fine, anche se nella tua mente non è così.
    • Devi comunicare con delicatezza la tua intenzione di interrompere i contatti da quel momento in poi. Dovresti spiegare al partner che è questa l’unica strada verso la guarigione.
    • Nel caso volessi mantenere un rapporto di amicizia, stabilisci delle regole. Potreste rendervi conto entrambi che la separazione è la soluzione migliore per il vostro rapporto. Tuttavia, esponi con la massima chiarezza che cosa ti aspetti da questa amicizia e ciò di cui hai bisogno.
  8. Anticipa le reazioni del tuo partner. Preparati a rispondere alle sue argomentazioni, alle sue reazioni e ai suoi sfoghi. In questo modo, sarà più facile mantenere la posizione presa e limitare il rischio di eventuali manipolazioni da parte sua. Preparati a:
    • Ricevere delle domande. Il tuo partner potrebbe voler approfondire il motivo della tua decisione e sapere se avrebbe potuto fare qualcosa per evitarlo. Rispondi alle sue domande con la massima sincerità.
    • Veder piangere l’altra persona. Il partner potrebbe essere sconvolto e manifestare questo stato d’animo. Puoi offrire il tuo conforto, ma non permettere all’altra persona di manipolarti e farti cambiare idea.
    • Discutere. Il tuo partner potrebbe contestare tutte le tue affermazioni, oltre a esaminare ogni esempio da te riportato per giustificare la decisione presa. Non lasciarti trascinare in una discussione su dettagli inutili che non hanno nulla a che vedere con il quadro generale. Informa l’altra persona che litigare non ti farà cambiare idea. Quando prova a discutere, puoi semplicemente dire: “Non intendo prendere parte a una discussione, anzi me ne vado se non la smetti”.
    • Ascoltare suppliche o richieste di compromesso. Il tuo partner potrebbe promettere di cambiare o di comportarsi in modo diverso per salvare la vostra relazione. Tuttavia, se non è cambiato quando hai sollevato il problema in passato, ormai è troppo tardi per credere che possa farlo davvero.
    • Ricevere delle accuse. Il tuo partner potrebbe offenderti e toccare dei tasti dolenti per sentirsi meglio. Ad esempio, se si rivolge a te con espressioni offensive, limitati ad ascoltare e prosegui per la tua strada. Potresti replicare così: “Mi sembra di capire che sei molto arrabbiato con me, ma non ti permetterò di parlarmi in quel modo, quindi è meglio interrompere qui questa conversazione”. Una minaccia di aggressione o un intensificarsi dei toni sono atteggiamenti da non sottovalutare. Se accade questo, allontanati immediatamente.
  9. Prendi le distanze. Questo è uno degli aspetti più difficili – ma importanti – di una separazione. Cerca di ridimensionare i contatti con il tuo ex e con i suoi amici per limitare il senso di colpa o evitare di dare false speranze.
    • Se avete dei figli, un distacco completo è impensabile. Mantieni un rapporto quanto più civile possibile e metti il benessere dei tuoi figli al primo posto.
    • Cancellare il suo numero di telefono dal tuo cellulare e il suo indirizzo e-mail dal computer sono utili strumenti.
    • Se vivete insieme, lascia la casa al più presto. Se non hai la possibilità di trasferirti definitivamente da qualche altra parte, trova un posto dove tenere le tue cose e un altro dove poter risiedere. Continuare ad avere delle “cose” in comune può rendere il processo ancora più difficile.
    • Dopo qualche tempo, potresti riuscire a instaurare un rapporto di amicizia con il tuo ex. In questo caso, istituisci delle regole per gestire al meglio sia il vostro rapporto che una qualsiasi relazione futura.

Consigli

  • Se hai la certezza di voler chiudere una relazione sentimentale, è meglio non aspettare e farlo il prima possibile. Tuttavia, se il tuo partner ha avuto una giornata difficile, è preferibile trovare un momento migliore. Lasciare una persona che ha già l'umore a terra potrebbe rendere tutto più difficile per entrambi.
  • Non dire mai di voler chiudere una relazione nella foga di un litigio. Se il rapporto è già al capolinea, la situazione non sarà diversa una volta ritrovata la calma. Lasciatevi quando siete entrambi calmi e potete discutere in maniera pacifica. È in questo momento che avrete la possibilità di farlo nel migliore dei modi.

Avvertenze

  • Non sottovalutare le minacce fisiche e le relazioni violente. Tirati fuori da queste situazioni, se puoi, oppure rivolgiti alle autorità competenti in caso di necessità.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.