Come Convincere il Tuo Padrone di Casa ad Accettare il Tuo Gatto

Non tutte le persone che danno in affitto una casa approvano la presenza di animali domestici e spesso, laddove non è concesso, molti inquilini devono prendere in esame la dolorosa scelta tra cercare un posto in cui gli animali sono accettati e chiedere a qualcun altro di prendersi cura del proprio cucciolo. Nel caso di un gatto, magari vale la pena chiedere, nonostante vi siano regole che stabiliscono esplicitamente il divieto di tenere animali. Tuttavia, dalla tua parte esistono argomenti che puoi utilizzare per portare il padrone di casa ad accettarti come inquilino nonostante il tuo gatto.

Passaggi

  1. Presentati come un buon inquilino. Assicurati di avere ottime referenze e una posizione creditizia sana in relazione al pagamento del canone di locazione; dimostra di essere un inquilino che paga ogni volta in tempo. All'interno delle referenze fai in modo che il tuo attuale proprietario di casa e quelli precedenti inseriscano commenti positivi sul comportamento del gatto e su quello del suo padrone.
  2. Se la transazione avviene tramite un agente immobiliare, cerca di organizzare un incontro per discutere delle esigenze relative al tuo animale domestico. Molti agenti apprezzano il valore di un inquilino che si presenta bene, ha ottime referenze ed è un pagatore puntuale, oltre che un padrone di animali responsabile. Se riesci a portare l'agente immobiliare dalla tua parte, è probabile che questi convincerà il proprietario della casa a considerarti come una soluzione sicura nonostante il tuo gatto.
  3. Sii pronto a esibire i documenti che testimoniano lo stato di salute del tuo gatto. Ti comporterà dimostrare che il libretto sanitario è aggiornato, i controlli e le vaccinazioni avvengono regolarmente, e che non esistono problemi di salute rilevanti. Tieni conto che il proprietario di un immobile si preoccupa perlopiù dei danni che un animale potrebbe causare in casa graffiando, vomitando e grattando, oltre a eventuali rumori che potrebbero tenere svegli i vicini. È meglio (e più saggio) se il gatto è castrato o sterilizzato: è improbabile accattivarsi le simpatie di un padrone di casa se il proprio gatto può riprodursi o azzuffarsi con gli altri animali del vicinato, oltre che marcare il territorio!
    • Restando nell'ambito dei vari problemi, spiega come mantieni le pulci sotto controllo. Il proprietario dell'appartamento potrebbe preoccuparsi all'idea di un'infestazione di pulci all'interno del proprio immobile. Pertanto, può essere utile dimostrargli che il tuo gatto segue una profilassi regolare contro questi parassiti.
  4. Evita di cercare posti in cui la presenza di gatti è proibita dal condominio di un complesso, un parco o un'unità immobiliare. Non riuscirai a far cambiare idea. Se stai alla larga dai posti in cui è inverosimile modificare le regole, avrai una maggiore probabilità di convincere il padrone di casa.
    • Guarda nei posti giusti per trovare la casa giusta. Controlla su internet gli immobili in affitto in cui vengono accettati gli animali, usando i siti delle agenzie immobiliari che si rivolgono ai proprietari di animali domestici, ma cerca o informati sugli affitti di case anche nei rifugi per animali domestici, presso gli studi veterinari, i negozi di animali e le associazioni di proprietari di animali domestici.
  5. Sii diretto. Per informare che hai un gatto, non aspettare di chiudere l'affare e firmare il contratto. Devi avvertire in fase di valutazione da parte del proprietario che hai intenzione di vivere con un gatto nella casa che prenderai in affitto. Ti basterà dire qualcosa come:
    • "Mi piace questo appartamento e sono disponibile a trasferirmi immediatamente. Ho un gatto educato e i documenti del veterinario dimostrano che è in buona salute. Inoltre, ho le referenze prodotte da altri proprietari di casa per dimostrare che è si è comportato bene negli altri posti in cui ho abitato. Pago in tempo e sono un inquilino pulito, ordinato e molto attento che vorrebbe avere la possibilità di vivere qui e prendersi cura di questo posto come se fosse il suo".
  6. Proponi al padrone di casa di conoscere il tuo gatto. Se il proprietario ha la possibilità di vedere quanto è pulito, educato, ben nutrito e contento il tuo piccolo amico e rendersi conto anche della sicurezza con cui si fa prendere e toccare, potrai convincerlo del fatto che nel tuo caso può fare uno strappo alla regola.
  7. Aspettati la possibilità di ulteriori obblighi e condizioni. Se il padrone di casa è convinto che tu sia un inquilino affidabile e sicuro nonostante il gatto, forse andrai incontro alla possibilità di pagare un extra che copra eventuali danni che il tuo animale domestico potrebbe causare e di essere soggetto a clausole specifiche riguardo alla presenza del gatto. Dipende dalle leggi in vigore e dai desideri del padrone di casa. Valuta se i costi e le condizioni aggiuntive valgono la pena a fronte di non prendere in affitto la casa o non vivere con il tuo piccolo amico.
    • Preparati, indipendentemente dalle condizioni aggiuntive presenti nel contratto, a offrirti di rimuovere tutte le tracce della presenza del gatto dalla casa quando dovrai lasciarla. Offriti di pagare la pulizia che andrà eventualmente a coprire la rimozione di pulci e peli e di sostituire tutto ciò che può essere stato graffiato o masticato.
    • Se hai chiesto, e ottenuto, il diritto di includere una gattaiola, offriti di ripristinare la porta della finestra al suo stato originale quando dovrai andartene, facendo installare, ad esempio, un nuovo vetro.
    • Proponi un leggero aumento di affitto affinché il tuo gatto abbia il permesso di vivere con te, se puoi permettertelo. In questo modo, potresti facilitare l'affare.

Consigli

  • Fai sapere al padrone di casa come prevedi di evitare i danni dovuti ai graffi, ad esempio procurandoti un adeguato tiragraffi.
  • Metti al corrente il proprietario sui vantaggi che avrebbe dando in affitto l'immobile a un inquilino che possiede un animale: innanzitutto, chi ha un animale domestico ha meno probabilità di andarsene prima, perché l'animale si abitua al posto quanto il suo padrone.
  • Considera di cercare un appartamento non arredato. Un gatto che graffia l'arredamento del suo padrone è infinitamente più auspicabile di uno che graffi i mobili del proprietario di casa!
  • Renditi conto che probabilmente alcuni proprietari di immobili hanno avuto brutte esperienze con gli animali domestici (è difficile che considerino le differenze tra i vari tipi) e che sono stati esasperati dal comportamento irresponsabile di chi viveva con un animale. Inoltre, è costoso riparare i danni e, se possono evitarlo, sceglieranno di non andare incontro a questa eventualità. Prova a tranquillizzare il padrone di casa facendogli capire che i gatti non hanno bisogno di molte cure, sono puliti e non si comportano come i cani!
  • Assicurati di avere molto tempo a disposizione da dedicare alla ricerca dell'immobile adatto. In questo modo non ti sentirai spinto a prendere una casa che ritieni poco opportuna o costretto a decidere di dare via il tuo piccolo amico.

Avvertenze

  • Ricorda che alcuni proprietari non saranno nella posizione di dire di sì, in quanto soggetti alle regole del condominio o a eventuali condizioni di locazione sottostanti una determinata situazione.
  • Non cedere alla tentazione di intrufolare il gatto all'insaputa del padrone di casa. In un modo o in un altro verrai scoperto e, da inquilino, non vivrai una situazione molto felice.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.