Come Sentirsi Meglio Dopo il Vomito

Vomito e nausea ti fanno sentire completamente frastornato, debole e abbattuto. In alcuni casi, la sensazione di malessere rimane anche dopo che la maggior parte dei sintomi sono scomparsi, quindi alzarti dal letto per riprendere le normali attività quotidiane potrebbe essere molto faticoso. Per porre fine alle sofferenze causate dal vomito è importante sapere come prenderti cura del tuo organismo, ma anche della tua casa; solo così tornerai a sentirti meglio ed eviterai il rischio di stare male di nuovo.

Prendersi Cura di Se Stessi

  1. Prenditi il tempo necessario. Pretendere di tornare attivo in tempi rapidi è il modo migliore per stare di nuovo male. Molto probabilmente, hai molte cose da fare e sei stato costretto a saltare la scuola o il lavoro, ma quando il corpo si ammala è estremamente importante lasciargli il tempo di recuperare. Cerca di non fare sforzi fino alla completa scomparsa dei sintomi. Finché non ti sentirai di nuovo in forma, rilassarti e dormire a lungo dovrebbero essere le tue uniche priorità.
    • Una persona adulta in buona salute ha bisogno di dormire circa 7-9 ore per notte, ma durante la malattia le ore di sonno necessarie aumentano notevolmente. Assicurati che il tuo organismo abbia tutto il tempo di riposare che gli serve, anche se questo implica doverti assentare dalla scuola o dal lavoro, annullare programmi e/o andare a letto presto.
  2. Mantieni il corpo idratato. Vomitare è un'esperienza sfiancante che ti toglie tutte le energie sia fisiche sia mentali. Assumendo molti liquidi aiuterai il corpo a riprendersi più velocemente. Ricordati di bere un bicchiere d'acqua (da 250 ml) ogni 2 o 3 ore per ripristinare i liquidi persi a causa del vomito. Preparati anche delle bevande ricche di nutrienti, per esempio una spremuta di arancia o una tazza di brodo, da bere più volte al giorno fin quando non ti senti di nuovo bene.
  3. Mangia in modo sano. Quando si ha la nausea o il vomito, la sola idea del cibo potrebbe essere piuttosto ripugnante. Ciononostante, è molto importante rivitalizzare l'organismo con i nutrienti necessari per aiutarlo a guarire. Se sei reduce da un'influenza intestinale, con buona probabilità negli ultimi giorni avrai mangiato solo cibi secchi o del brodo, è quindi giunto il momento di iniziare a reintrodurre nella dieta degli ingredienti più completi e nutrienti. Ecco alcuni suggerimenti:
    • Evita gli alimenti pesanti o ricchi di grassi.
    • Fai diversi spuntini leggeri anziché i soliti tre pasti abbondanti.
    • Una volta al giorno, preparati un frullato di frutta fresca per fare il pieno di nutrienti e vitamine, che sono la chiave per tornare in forma.
    • Le zuppe ti aiutano a reintrodurre verdure e proteine nella dieta, preparale tu stesso con ingredienti freschi e naturali.
  4. Elimina i dolori muscolari. Per tornare a sentirti in forma, non devi curare solo lo stomaco: crampi e dolori muscolari sono infatti tra i principali sintomi del vomito. Il bruciore alla gola potrebbe essersi placato, ma la schiena potrebbe farti male a causa degli sforzi fatti per vomitare. Il modo migliore per alleviare il dolore e i crampi è quello di utilizzare il calore; per esempio:
    • Rilassati a lungo nella vasca da bagno. Aggiungi all'acqua una tazza di sali di Epsom o qualche goccia di un olio essenziale dalle proprietà rilassanti e antinfiammatorie, come quello di eucalipto, menta piperita o lavanda: ti aiuteranno a guarire più rapidamente.
    • Usa una compressa calda per alleviare il dolore in un punto specifico. Per esempio, se a causa di un virus intestinale hai dei crampi nella parte inferiore dell'addome, puoi preparare una borsa dell'acqua calda e posizionarla direttamente sulla parte infiammata per trovare sollievo.
    • Massaggia una crema antidolorifica sulla parte del corpo che ti fa male, per esempio il balsamo di tigre. Esattamente come le compresse calde, anche queste pomate possono aiutarti a ridurre i dolori localizzati; in caso di mal di testa, per esempio, puoi applicare la crema direttamente sulle tempie. Ricordati di lavarti le mani dopo l'uso perché i principi alla base di questi prodotti sono molto potenti e causano un aumento della temperatura cutanea in qualunque punto del corpo con cui vengono a contatto.
  5. Fai attività fisica, ma a un livello moderato. Alzarti dal letto e muoverti dopo essere stato male ti aiuta a riattivare la circolazione del sangue e favorisce quindi l'espulsione delle tossine dall'organismo. Prima di ricominciare a fare esercizio fisico dovresti tuttavia aspettare di essere completamente guarito; inoltre, è meglio attendere due o tre settimane prima di tornare ad allenarti in modo intenso. Riprendi gli allenamenti in modo lento e graduale, concedendoti una settimana di semi-riposo prima di tornare a esercitarti a un livello moderato, per esempio camminando o correndo per brevi distanze. Puoi agevolare il ritorno alla normalità con una lezione di bikram yoga, che si esegue in una stanza dove la temperatura è molto alta; sudare ti aiuterà infatti a espellere le tossine e le sostanze congestionanti residue. Specialmente in quest'ultimo caso, ricordati di bere molta acqua per mantenerti idratato!
  6. Idrata la pelle. La malattia può interferire negativamente anche con il tuo stato esteriore. Spesso, l'influenza porta con sé anche tosse e raffreddore, condizioni che possono irritare e seccare la pelle. Oltre a prenderti cura della parte interna dell'organismo, dovrai rivolgere un po' di attenzioni anche al tuo aspetto esteriore. Acquista una crema idratante che contenga la lanolina, quindi applicala sull'area che circonda il naso e la bocca per dare un immediato sollievo alla pelle secca e infiammata. Puoi usare anche un burro cacao arricchito con ingredienti naturali, come l'olio di cocco o di argan che sono ottimi rimedi in caso di labbra screpolate.

Prendersi Cura della Propria Casa

  1. Cambia le lenzuola. Se sei malato, trascorrerai buona parte della giornata a letto, quindi la prima cosa da fare sarà lavare le lenzuola sporche. Quando non stai bene, il tuo corpo suda molto più del normale trasformando il tessuto in un covo di germi pericolosi per la salute. Non aspettare oltre, lava le lenzuola per ucciderli! Disfa completamente il letto, incluse le federe, quindi lava tutto in acqua molto calda aggiungendo della candeggina delicata sui colori. Se noti delle macchie, trattale con lo smacchiatore prima di mettere le lenzuola in lavatrice. Fai prendere aria al materasso per qualche ora prima di rifare il letto con la biancheria pulita.
  2. Pulisci accuratamente il bagno. Qualunque fosse il tipo di influenza, è probabile che tu abbia trascorso molto tempo nella toilette per far fronte ai sintomi della malattia. Sia che le tue visite servissero solo a prendere degli altri fazzoletti o che abbia trascorso diverse ore sul pavimento a causa del vomito, dare una bella pulita al bagno deve essere un'altra delle tue priorità. Ecco alcuni suggerimenti utili per igienizzare correttamente la toilette:
    • Lava l'accappatoio, gli asciugamani, gli stracci e tutti gli altri oggetti in tessuto in acqua molto calda con l'aggiunta di un po' di candeggina delicata sui colori.
    • Disinfetta tutte le superfici, concentrandoti principalmente sui piani di appoggio e sulla tazza del gabinetto. Puoi acquistare un detergente che contiene candeggina oppure puoi creare tu stesso una miscela disinfettante con una parte di acqua e una parte di alcool o di aceto di vino.
    • Svuota e disinfetta il cestino dei rifiuti.
    • Sostituisci lo spazzolino da denti con uno nuovo oppure metti le setole a bagno nell'acqua ossigenata per mezzora per uccidere tutti i batteri.
    • Se hai pulito usando una spugna, gettala subito dopo aver terminato. Se invece hai utilizzato un panno in tessuto, lavalo in lavatrice ad alta temperatura.
  3. Disinfetta la cucina. Mentre eri malato, potresti anche non averla usata molto, ma pur preparandoti semplicemente una tazza di tè potresti aver lasciato delle tracce di germi che potrebbero infettare gli altri occupanti della casa. Disinfetta la cucina usando delle salviette disinfettanti, un detergente che contiene candeggina o una miscela igienizzante preparata in casa con una parte di acqua e una parte di alcool o di aceto di vino. I punti della cucina che non devi trascurare di pulire a fondo sono:
    • Piani di lavoro;
    • Maniglia del frigorifero;
    • Rubinetti;
    • Maniglie della dispensa, degli armadietti e dei cassetti;
    • Tutte le stoviglie che hai usato.
  4. Igienizza tutti gli altri punti con cui sei entrato in contatto. Non è facile ricordarti quali sono le cose che hai toccato mentre eri malato, ma fai del tuo meglio per cercare di disinfettare tutto ciò con cui sei entrato in contatto. Questo passaggio può realmente contribuire a farti rimanere sano e ridurre le probabilità di fare ammalare qualcun altro. Assicurati di scegliere il detergente adeguato per ogni oggetto per non rischiare di rovinarne la superficie, in particolar modo quando pulisci i dispositivi elettronici. Oltre alle aree che hai già pulito, le cose con cui è più probabile che tu sia entrato in contatto includono:
    • Termometro;
    • Maniglie degli armadietti e dei cassetti del bagno;
    • Maniglie delle porte;
    • Interruttori, incluse le placche che li circondano;
    • Dispositivi elettronici, come computer, cellulari, telefono fisso, telecomandi, mouse e tastiere.
  5. Lava tutti gli abiti che hai indossato mentre eri malato. Ora che letto, bagno, cucina e tutte le superfici con cui sei entrato in contatto sono perfettamente disinfettati, devi eliminare l'ultimo rifugio dei germi della malattia: i tuoi vestiti. Metti in lavatrice tutti i pigiami, i maglioni e gli abiti che ti hanno fatto sentire caldo e comodo durante i giorni passati, quindi lavali con l'acqua molto calda aggiungendo un po' di candeggina delicata sui colori; in questo modo sarai certo di aver ucciso tutti i batteri possibili e di trovarti in un ambiente sicuro e pulito.
  6. Arieggia le stanze della casa. Dopo giorni trascorsi stando chiuso in casa con le finestre sigillate e le tende tirate, è sicuramente molto utile fare entrare luce e aria pulita. Apri tutte le finestre, quindi lascia che un po' di vento porti dell'aria fresca e pulita. Rimpiazzare l'aria stantia e piena di batteri volatili con altra ricca di ossigeno ti farà sentire rinvigorito e ristorato. Se il clima è freddo, apri le finestre solo per uno o due minuti; altrimenti, lasciale aperte per il tempo desiderato.

Consigli

  • Non fare sforzi nelle settimane che seguono la malattia. Se i segnali inviati dal corpo ti suggeriscono di rallentare, ascoltali. Solo perché ti senti un po' meglio non significa che sei già del tutto guarito!
  • Bere molta acqua e mangiare degli alimenti ricchi di vitamine e nutrienti non solo ti aiuta a guarire rapidamente, ti protegge dal rischio di ammalarti nuovamente in futuro.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.