Come Sciogliere un Nodo alla Spalla

Le contratture muscolari, a volte chiamate "nodi", possono formarsi nelle spalle degli atleti, così come in quelle della gente sedentaria. I movimenti ripetitivi (come lanciare una palla) possono causare l'irrigidimento delle fibre dei muscoli, che si percepiscono sotto la pelle come dei nodi grandi quanto un pollice. I muscoli della spalla, in particolare quelli che si collegano al collo (come il trapezio), sono particolarmente suscettibili a questo disturbo, che si scatena per una postura accasciata mantenuta per troppo tempo (ad esempio davanti a un computer) oppure per lo stress eccessivo. A prescindere dalla causa, una contrattura ai muscoli della spalla più essere trattata con cure casalinghe specifiche oppure con l'aiuto di un ortopedico.

Trattare i Nodi alla Spalla a Casa

  1. Esegui qualche esercizio leggero di allungamento. Le contratture muscolari sono, in pratica, il risultato dell'affaticamento cronico causato da movimenti ripetitivi o da posture che contraggono le fibre dei muscoli per troppo tempo. I muscoli sono pensati per contrarsi per un breve periodo per poi rilassarsi completamente. Tuttavia, se si eseguono continuamente dei movimenti uguali (durante lo sport, il sollevamento pesi, le pulizie domestiche e così via) oppure si mantengono determinate posizioni al lavoro, si affaticano le fibre muscolari che restano contratte. Per questa ragione, i "nodi" rispondono bene a degli esercizi leggeri di stretching che alleviano la tensione, migliorano la circolazione sanguigna e aumentano la flessibilità. Come regola generale, mantieni la posizione di allungamento per 30 secondi senza molleggiarti ed esegui lo stretching almeno tre volte al giorno, finché la contrattura non sparisce.
    • Stando in piedi o seduto con la schiena dritta, porta un braccio davanti al corpo e afferrane il gomito con la mano opposta. Applica una leggera trazione al gomito verso il petto finché non provi un piacevole allungamento alla spalla corrispondente. Ricorda di allontanare la spalla dall'orecchio (non sollevarla). Questo esercizio è perfetto per i muscoli esterni e posteriori dell'articolazione.
    • Mettiti in piedi o seduto in posizione eretta, porta un braccio dietro la schiena e afferra il polso dell'altra mano (corrispondente alla spalla con la contrattura). Tira delicatamente il polso verso il basso finché non percepisci un certo allungamento alla spalla dolente. Questo esercizio è molto utile per allungare i muscoli che si collegano al collo. Per aumentare l'allungamento, inclina il capo nella direzione opposta.
  2. Usa un massaggiatore manuale. Non è difficile percepire i nodi nei muscoli grandi come quelli della spalla. Le contratture si sentono come delle aree dure circondate da tessuti molli e sono dolenti alla pressione. Diversamente dalle gravi lesioni muscolari, non manifestano evidenti segni di infiammazione, gonfiore o arrossamento. Per tale motivo, tasta la spalla e individua la contrattura, cioè il punto che innesca il dolore. Una volta che hai percepito il nodo, puoi usare un massaggiatore vibrante manuale per 10 minuti, per capire se scioglie le fibre contratte. Per ottenere dei risultati evidenti, potrebbe essere necessario applicare una pressione maggiore per più tempo.
    • In farmacia puoi trovare questi dispositivi manuali a un prezzo abbordabile; tuttavia, puoi utilizzare anche un massaggiatore in legno per sciogliere i nodi. Questo strumento in genere richiede un po' più di lavoro, ma costa meno.
  3. Usa una palla da tennis. Se il nodo non si trova vicino alla scapola e hai difficoltà a raggiungerlo, allora puoi usare una palla da tennis su cui rotolare. Appoggiala proprio sul nodo e sdraiati su di essa per cinque minuti circa. Questa posizione all'inizio potrebbe essere scomoda, ma dovresti percepire che la contrattura svanisce lentamente.
  4. Applica del calore umido. Come già affermato in precedenza, le contratture sono un tipo di infortunio cronico che non genera un processo flogistico e un dolore acuto, come invece accade per le lesioni muscolari. Per questa ragione, gli impacchi freddi non sono adatti sui nodi muscolari, perché questi hanno bisogno di un apporto maggiore di sangue. Prova invece ad applicare del calore umido alla spalla colpita. Questo tipo di trattamento scalda i tessuti molli (muscoli, tendini e legamenti) aumentando il flusso di sangue, che è molto utile per curare i nodi e i muscoli contratti in maniera cronica. A questo scopo, si rivelano utilissimi i sacchetti di cereali (riso o frumento) riscaldabili al microonde o quelli con erbe e oli essenziali. Scalda il sacchetto nell'elettrodomestico per circa due minuti e poi appoggialo sulla spalla per 15 minuti almeno tre volte al giorno.
    • Esegui questo trattamento prima di fare gli esercizi per ridurre la tensione e il dolore muscolare, oltre che per migliorare la flessibilità dei tessuti.
    • Puoi anche fare un bagno caldo per godere dei medesimi benefici. Aggiungi del sale di Epsom (che è ricco di magnesio) all'acqua della vasca per aumentare l'effetto rilassante.
    • Evita di applicare il calore secco rilasciato dai normali scaldini elettrici, perché disidrata i tessuti molli e aumenta il rischio di ulteriori infortuni.
    • Se nella palestra che frequenti c'è il bagno turco, passa un po' di tempo in questa stanza per rilassarti, perché è un altro modo efficace per esporre i muscoli al calore umido.
  5. Prendi dei medicinali da banco. I miorilassanti (come la ciclobenzaprina) sono molto utili contro gli spasmi e le contratture muscolari, perché rilasciano la tensione. Tuttavia, quando prendi dei farmaci per via orale (cioè per bocca) ricorda che gli effetti non sono localizzati solo all'area problematica. Per questo motivo, i miorilassanti possono generare delle sensazioni strane in alcuni pazienti, perché impediscono la contrazione dei muscoli di tutto il corpo. Se il nodo muscolare è particolarmente dolente, puoi prendere degli antinfiammatori non steroidei (FANS) come l'ibuprofene, il naprossene o l'aspirina, che sono più efficaci e hanno meno effetti collaterali.
    • Alcuni di questi medicinali sono piuttosto aggressivi su stomaco, fegato e reni, quindi è meglio non prenderli per più di due settimane. A prescindere dal farmaco che hai scelto, ricorda di assumerlo sempre a stomaco pieno.
    • Segui sempre le istruzioni riportate sul bugiardino o chiedi al medico quale posologia è più appropriata alla tua situazione.
    • Prova ad applicare delle creme antidolorifiche direttamente sulla spalla, come quelle a base di mentolo, canfora e salicilato di metile.
  6. Prendi in esame la tua postazione di lavoro. Se la contrattura non è chiaramente causata dallo sport che pratichi o dall'allenamento, allora devi valutare come la tua scrivania o la postazione di lavoro possa contribuire al problema. Ad esempio, se il computer, la sedia o la scrivania non sono posizionati correttamente per la tua statura, la postura che assumi potrebbe causare affaticamento a spalle, collo e zona centrale della schiena (fra le scapole). Quando sei seduto alla scrivania e guardi dritto davanti a te, gli occhi dovrebbero allinearsi con la parte alta del monitor del computer, a circa 1/3 dell'altezza; gli avambracci dovrebbero essere quasi paralleli al pavimento, mentre digiti sulla tastiera, sostenuti da dei braccioli stabili; i gomiti dovrebbero trovarsi a pochi centimetri dai fianchi e i piedi devono restare appoggiati a terra.
    • Se il braccio è troppo in alto o in basso perché la scrivania o la sedia non sono ben posizionate, il problema alla spalla potrebbe peggiorare.
    • Per evitare l'affaticamento, riduci al minimo le occasioni in cui devi sollevare dei carichi sopra la testa, avvalendoti di una scala più alta o avvicinandoti al luogo dove devi eseguire la mansione.
    • Non tenere il telefono fra l'orecchio e la spalla, usa una coppia di cuffie o un sistema vivavoce.
    • Se passi molto tempo in auto per andare e tornare dal lavoro, ricorda che questo fattore contribuisce al dolore alla spalla. Cerca di tenere le mani nella parte bassa del volante, con i palmi verso il pavimento.

Cercare Aiuto Professionale per i Nodi alle Spalle

  1. Sottoponiti a un massaggio professionale. Se il dispositivo vibrante o la palla da tennis non portano ai risultati sperati contro il nodo muscolare, puoi considerare l'ipotesi di sottoporti a un massaggio presso un fisioterapista. Un massaggio connettivale profondo è molto utile contro le contratture croniche e i nodi, perché riduce gli spasmi, la tensione, stimola la circolazione del sangue e favorisce nel contempo il rilassamento. Inizia con sessioni da 30 minuti chiedendo al fisioterapista di concentrarsi sulla spalla dolente e sulle zone circostanti (cervicale e zona centrale della schiena). Lascia che il professionista vada in profondità tanto quanto riesci a sopportare.
    • Il terapista potrebbe anche stimolare dei punti speciali premendoli con il pollice o la punta di un gomito per costringere le fibre contratte a rilassarsi. Si tratta di una procedura dolorosa ma efficace, quindi fidati dell'esperienza del massaggiatore.
    • Subito dopo un massaggio, bevi sempre molta acqua per eliminare ogni sottoprodotto dell'infiammazione e l'acido lattico; in caso contrario, soffrirai di un leggero mal di testa e un po' di indolenzimento il giorno successivo.
  2. Valuta l'agopuntura. Si tratta di un'antica tecnica curativa che prevede di inserire degli aghi sottili in punti specifici della cute e dei muscoli, con lo scopo di ridurre il dolore e promuovere la guarigione. Non è una procedura particolarmente dolorosa perché stimola il rilascio di antidolorifici naturali (detti endorfine); per la maggior parte dei problemi muscolo-scheletrici, una sessione dura circa 15-45 minuti. L'agopuntura per gli infortuni alla spalla è molto efficace, soprattutto se viene messa in pratica non appena si notano i sintomi.
    • Una sola sessione non è sufficiente per liberarti della contrattura, quindi considera di fissare almeno tre sedute prima di valutarne l'efficacia.
    • Ricorda che i punti stimolati dall'agopuntura per sciogliere il nodo alla spalla non sono tutti localizzati nella spalla stessa, in certi casi si trovano anche in altre zone del corpo.
    • L'agopuntura viene praticata da molte figure professionali del settore sanitario, come i medici, i chiropratici, i naturopati e i fisioterapisti. Affidati a un professionista abilitato e stimato.
  3. Fissa un appuntamento con un chiropratico. Si tratta di uno specialista dell'apparato muscolo-scheletrico, il cui lavoro si concentra maggiormente sul ristabilire la motilità dei muscoli, delle articolazioni della colonna vertebrale e delle aree correlate, proprio come le spalle. Se il nodo alla spalla si trova vicino alla scapola o al collo, ci sono diverse possibilità che la cervicale o la parte centrale della spina dorsale siano coinvolte nel processo doloroso. Il chiropratico utilizzerà delle tecniche di manipolazione per allungare i muscoli tesi, sciogliere i nodi e allineare le articolazioni colpite. Durante la manipolazione delle articolazioni potresti percepire degli schiocchi o scricchiolii, ma non dovresti provare dolore. Uno degli effetti più interessanti dell'allineamento articolare è il rilassamento quasi immediato dei muscoli coinvolti.
    • Sebbene un solo trattamento chiropratico sia sufficiente per sciogliere completamente un nodo alla spalla, è probabile che siano necessarie alcune sedute per notare dei risultati.
    • Gli altri professionisti della salute che praticano la manipolazione articolare sono gli osteopati, i fisioterapisti e gli ortopedici.
    • Il servizio sanitario nazionale non copre tutti i trattamenti chiropratici e in genere è necessaria la richiesta da parte di un medico specialista. Per tale ragione, è molto probabile che dovrai pagare di tasca tua le sedute.
  4. Vai da un fisioterapista. Se il nodo alla spalla non si risolve né con i trattamenti casalinghi, né con il massaggio terapeutico o i trattamenti chiropratici, allora devi pensare di affidarti a qualche forma di riabilitazione fisica sotto la guida di uno specialista. Il medico di famiglia saprà consigliarti un buon fisioterapista che ti insegnerà degli esercizi specifici di allungamento e rafforzamento per riabilitare i muscoli coinvolti. In certi casi, potrebbero rendersi utili macchinari, pesi liberi o palle svizzere per rinforzare le spalle e sopportare così lo sforzo richiesto dal tuo sport o dalle tue mansioni lavorative.
    • Se necessario, il fisioterapista è in grado di trattare i nodi muscolari con gli ultrasuoni terapeutici o l'elettrostimolazione muscolare.
    • Questo genere di riabilitazione richiede 2-3 sedute settimanali per 4-8 settimane per ridurre in maniera efficace i problemi cronici alle spalle.
    • Le attività che sono in grado di rendere più forti i muscoli delle spalle sono il nuoto, le flessioni, le trazioni alla sbarra e gli esercizi al vogatore.

Consigli

  • Per evitare problemi alla spalla, non portare delle borse che distribuiscono il peso in maniera non uniforme. Cerca di usare un normale zainetto con gli spallacci ben imbottiti.
  • Se il problema alla spalla peggiora e causa un grave dolore, fissa un appuntamento con il medico.
  • Lo yoga può rivelarsi utile per allungare e rilassare i muscoli contratti.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.