Come Accendere il Fuoco in un Caminetto o in una Stufa a Legna

Di solito accendere il fuoco in un caminetto o in una stufa a legna è considerato generalmente un compito semplice. Per questo motivo alcuni dimenticano i pochi passaggi fondamentali che sono utili per godersi al meglio il fuoco, con il risultato che quella che poteva essere una piacevole serata vicino al fuoco potrebbe diventare presto una stanza piena di fumo. Questo articolo illustra un metodo raccomandato che, se messo in atto, può aiutare a rendere il tuo fuoco gradevole fin dall'inizio.

Accendere il Fuoco con la Griglia

  1. Controlla che la valvola di tiraggio sia aperta. È un dispositivo che regola il flusso d'aria che passa nella canna fumaria. Questa è il passaggio o il condotto per il fumo costituito da un tubo della stufa e dalla canna fumaria. Ci dovrebbe essere una leva che dovresti cercare di muovere in una direzione e nell'altra. Da una parte si chiude la valvola, dall'altra si apre - verifica che la valvola sia aperta, altrimenti il fumo si riversa all'interno della stanza. Si tratta di una operazione che è meglio fare prima di accendere il fuoco. Una volta che hai verificato che la valvola di tiraggio è aperta, sei pronto per cominciare.
  2. Se il tuo caminetto o stufa a legna hanno la porta di vetro, aprila circa 30 minuti prima di accendere il fuoco. Così l'interno della camera di combustione ha il tempo per raggiungere la temperatura ambiente. L'aria fredda è più pesante di quella calda, quindi se all'esterno è troppo freddo, si può creare un flusso di aria fredda che scende all'interno della canna fumaria fin dentro la camera di combustione, e questa aria fredda resta intrappolata dalla porta di vetro. Aprendola si permette ad un po' di aria calda di risalire dalla stanza attraverso il caminetto o la stufa nella canna fumaria, e questo dovrebbe essere sufficiente per dare il via ad un movimento d'aria verso l'alto.
  3. Verifica gli spifferi. Accendi un fiammifero vicino all'apertura della canna fumaria e vedi se lo spiffero d'aria scende verso il basso o sale verso l'alto. Se sta ancora scendendo, dovresti trovare un modo per invertire questo flusso verso l'alto. Non è possibile in nessun modo accendere il fuoco con il flusso d'aria che scende verso il basso. Uno dei modi possibili da utilizzare in questo caso è l'utilizzo di un accendi-fuoco (la Diavolina è un tipo - staccane un cubetto), o di tronchetti di cera che si trovano in commercio. Si accendono e restano accesi, creando un po' di tepore all'interno della camera di combustione e favorendo l'inversione del flusso d'aria dal basso verso l'alto, inoltre bruciano sensza produrre troppo fumo:
    • Chiudi la valvola di tiraggio. Così si ferma l'aria che scende e si spinge all'interno della stanza. Molti caminetti o stufe, oltre alla valvola di tiraggio, hanno uno sfiato che regola il flusso d'aria in ingresso all'interno della camera di combustione, e si può usare questo sfiato al posto della valvola di tiraggio per controllare il flusso d'aria.
    • Metti il cubetto sul retro della paletta da camino, accendilo e posizionalo all'interno della camera di combustione, vicino all'apertura della canna fumaria. Così cerchi di scaldare la parte superiore della camera di combustione.
    • Quando l'hai scaldata (avrai bisogno di fare un po' di pratica per determinare quanto tempo ci vuole), apri lentamente la valvola di tiraggio e con un po' di fortuna e abilità vedrai che la fiamma e il calore dal cubetto spingono l'aria in alto verso la canna fumaria. Quando il flusso si è invertito completamente (dovresti sentire l'aria che risucchia la fiamma e il calore dell'accendi-fuoco), potrai accendere il fuoco senza correre rischi.
  4. Prepara la base del fuoco con un po' di carta di giornale e altre esche. Le esche o la carta di giornale aiutano ad accendere il fuoco dal momento che creano fiamme vive fin dall'inizio.
    • Accartoccia quattro o cinque pagine di giornale e appoggiale sulla griglia del camino o della stufa per fare la base. Non ne usare troppa, altrimenti otterrai molto fumo inutilmente.
    • Se non hai carta di giornale, puoi usare altre esche. Sono materiali leggeri e secchi, come muschio secco, paglia, piccoli stecchi, o giornali che danno l'ispirazione. Le esche si accendono subito e bruciano molto velocemente. L'elemento chiave è mettere abbastanza esca sotto i ramoscelli per farli iniziare a bruciare.
  5. Fai una pila con i ramoscelli sopra l'esca sulla griglia, e crea una base stabile per la legna più grande. I ramoscelli prendono fuoco più facilmente dei grossi ceppi, aiutando a creare all'inizio una fiamma più grande e alimentando il fuoco per un periodo di tempo più lungo.
    • Accertati di accatastare i ramoscelli orizzontalmente. Ovvero adagiali in piano, non in verticale. Oltre a questo, lascia degli spazi per permettere all'aria di passarci in mezzo. L'aria è come il carburante per il fuoco.
    • Fai una pila a strati incrociati. Impila due o tre ramoscelli più grandi sopra la carta di giornale, e poi altri due o tre sopra i primi perpendicolarmente, creando una specie di griglia. Continua con l'impilare pezzi di ramoscelli più piccoli sopra la griglia, ogni strato perpendicolare al precedente.
  6. Metti uno o due ciocchi di legna più grandi in cima alla pila. A seconda del posizionamento dei tuoi ramoscelli, dovresti poter sistemare senza problemi una coppia di ceppi sopra i tuoi ramoscelli.
    • Di solito è preferibile scegliere ceppi più piccoli sopra quelli più grandi. I ceppi più grandi possono sembrare più belli e ardere meglio, ma in realtà hanno una superficie maggiore che ne comporta una maggiore difficoltà a prendere fuoco. Due ceppi di uguali dimensioni rispetto ad un unico ceppo di solito sono sempre preferibili.
    • Accatasta la legna per una altezza al massimo pari ai due terzi della camera di combustione. Non vorrai mica che il fuoco divampi fuori controllo appena lo accendi?
  7. Prima di tutto dai fuoco alla carta di giornale. Sarà questa ad accendere la catasta. Osserva attentamente il fumo per la prima mezz'ora. Dovrebbe essere appena percettibile se il flusso d'aria è ben diretto verso l'alto nella canna fumaria.
    • Se il fumo diventa nero significa che il fuoco non ha abbastanza ossigeno. Usa un attizzatoio da caminetto per sollevare la legna usando molta attenzione; sollevala appena facendo leva, come quando si solleva un'automobile con il cric. Fai attenzione - tutto quello che devi fare è solo lasciar passare un po' di aria sotto la pila. Se il deposito di cenere sotto la grata del camino è troppo, usa l'attizzatoio per spianarla un po' sotto il fuoco, lasciando almeno cinque centimetri di spazio.
    • Se il fumo è grigio significa che la maggior parte del materiale combustibile sta fuoriuscendo dalla canna fumaria invece di bruciare.
      • Probabilmente non hai acceso il fuoco da sopra.
      • Potresti aver usato legna umida.
      • Il fuoco potrebbe ricevere troppo ossigeno. Sembra una contraddizione ma è così - il fuoco è un delicato equilibrio di aria e combustibile. Quando c'è troppo ossigeno, il fuoco fa troppa fatica per prendere possesso del combustibile, e potrebbe produrre più fumo del normale.
  8. Apri leggermente una finestra. Se ancora hai problemi per ottenere un buon flusso d'aria sul piano del fuoco, e il fumo sta tornando indietro nella stanza, prova ad aprire una finestra per un paio di centimetri. Questo sistema funziona al meglio se la finestra è sulla parete opposta rispetto al caminetto o alla stufa e senza ostruzioni - non dovrebbero esserci persone sedute tra la finestra e il caminetto o la stufa. A volte in questo modo si crea una specie di "blocco di vapore" nella stanza che favorisce la salita del fumo attraverso la canna fumaria.
    • Se ci sono delle persone tra la finestra e il caminetto o la stufa, si congeleranno perché il fuoco comincerà a succhiare aria. Comincerà a tirare con forza l'aria dalla finestra, cosa che crea un flusso d'aria fredda tra la finestra e il caminetto o la stufa.
    • Non ostacolare il flusso d'aria e lascialo andare - a volte se la canna fumaria non è abbastanza lunga, questo è l'unico sistema per permettere al flusso d'aria di muoversi correttamente per portar via il fumo. Il resto della stanza resterà calda - è solo il percorso dello spiffero che sarà un po' più fresco.
  9. Aggiungi ceppi più grossi. Se stai cercando di goderti la serata, ti dovrai assicurare che il fuoco resti vivo senza il bisogno che te ne occupi in continuazione, sistemandolo a dovere. Una volta che il fuoco è partito, dovresti cominciare a vedere qualche brace rossa e scintillante sotto il fuoco.
    • Appena la legna più piccola prende e il fuoco arde, prendi un pezzo di legna più grande. Facendo attenzione mettilo sopra il fuoco, accertandoti per quanto possibile che la pila non si inclini da una parte.
    • Il pezzo di legna più grosso impiegherà più tempo a prendere fuoco, ma una volta preso brucerà a lungo e non dovrai alzarti per muovere o sistemare la legna. La brace accesa terrà tutto al caldo, e così potrai passare un paio d'ore tranquille e al caldo.
  10. Almeno mezz'ora prima di spengere il fuoco scompiglia la legna. Rompila con l'attizzatoio e cerca di sparpagliarla il più possibile su tutto il piano del fuoco. Più la rompi in pezzi piccoli e più velocemente si consumerà. Dopo che il fuoco si è spento controlla che non ci siano ceneri o braci ancora accese. Quindi chiudi la valvola di tiraggio per non disperdere il tepore attraverso la canna fumaria per tutto il tempo.

Accendere il Fuoco senza la Griglia

  1. Metti paralleli tra loro due grossi ciocchi - più grandi sono e meglio è - ad una distanza l'uno dall'altro di circa 40 cm. Devono essere perpendicolari al vetro chiuso della porta del caminetto o della stufa, o all'apertura del caminetto. Questi grossi ceppi saranno la base del fuoco e conterranno le ceneri che lo alimentano.
  2. Metti una traversa tra i due grossi ceppi. Questo pezzo di legna dovrebbe avere un diametro all'incirca uguale al tuo avambraccio, e dovrebbe rimanere parallelo al vetro della porta o all'apertura del caminetto, vicino a quest'ultima.
    • Questa traversa sosterrà gli altri pezzi di legna e manterrà un costante sfiato d'aria da cui il fuoco potrà prendere aria fresca con cui alimentarsi.
  3. Accartoccia un po' di carta di giornale (non carta patinata) sul piano del fuoco. In alternativa usa altre esche come stecchi secchi o trucioli di legno da usare come base.
  4. Metti un po' di ramoscelli sopra la carta. Ancora non mettere nessun pezzo di legna grosso o combustibile sopra questa base. Cerca di sistemare i ramoscelli come a formare una griglia, lasciando lo spazio per far passare l'aria.
  5. Accendi il fuoco dalla carta o dall'esca. Assicurati che il fuoco cominci a bruciare - dovrai sentire degli scricchiolii.
  6. Metti qualche pezzo di legna in mezzo ai grossi ceppi e sopra la traversa. In questo caso questi pezzi di legna dovrebbero essere del diametro pari a circa la metà di un avambraccio, e vanno messi paralleli alla traversa. Mantieni questa disposizione tutte le volte: due ceppi, una traversa sopra e la legna sostenuta dalla traversa.
  7. Fatto.

Consigli

  • Controlla l'intensità del vento. Se è superiore ai 30 km orari chiudi la porta del caminetto o della stufa. L'aria fredda scenderà nella canna fumaria, permettendo all'aria calda e a quella tiepida di circolare, e impedendo a qualunque fuoco di prendere forza.
  • Assicurati di usare legna ben stagionata per il fuoco. E' difficile bruciare legna umida o non stagionata. (Comunque brucerà anche se a fatica, quindi se si tratta di un'emergenza la puoi ardere anche se è umida.)
  • Un semplice trucco per scaldare la colonna d'aria fredda che riempie il tuo caminetto o la tua stufa a legna, è quello di fare una palla di carta igienica o da cucina grande come un pugno. Mettila su una piastra o su un foglio di alluminio. Versaci un bel po' di alcool e mettila in cima alla pila di legna più vicina possibile alla canna fumaria (usa un paio di molle per evitare di bagnarti le dita con l'alcool). Dalle fuoco e chiudi lo sportello del caminetto o della stufa. Dopo un po', quando la canna fumaria è calda, puoi accendere il fuoco cominciando dal basso della pila usando delle palline di carta fatta con un singolo foglio.
  • Se hai ancora problemi con il flusso d'aria, potrebbe dipendere dal fatto che la tua canna fumaria non è abbastanza lunga. Se è troppo corta prova ad usare un paio di prolunghe - di solito si trovano in vendita nei negozi di accessori per caminetti o di materiali edili. Per attaccare le prolunghe alla canna fumaria pre-esistente, usa i materiali che di solito si usano per rattoppare il tetto. Puoi anche provare a rimuovere il comignolo cattura-scintille - a volte la parte superiore viene montata troppo vicina alla parte chiusa. Sopra l'apertura usa una retina o un tessuto a maglia larga per catturare ceneri e scintille, ma non rimontare il coperchio. Così favorisci anche un flusso d'aria altrimenti difficoltoso.

Avvertenze

  • Prima di accendere il fuoco assicurati che il flusso d'aria sia corretto.
  • Spendi qualcosa per un paio di guanti ignifughi (vanno bene i guanti da saldatore) nel caso in cui un tizzone ardente cadesse e lo dovessi recuperare immediatamente.
  • Assicurati che la manutenzione e la pulizia della canna fumaria siano fatte per bene. Eventuali crepe vanno controllate una volta all'anno per evitare fughe e incendi alla struttura dell'abitazione. Non sarebbe una buona cosa. L'eliminazione del creosoto (fuliggine oleosa) che si accumula all'interno della canna fumaria, evita il rischio che questa prenda fuoco, una cosa terribile - molto difficile da controllare e particolarmente danneggiante.
  • Non lasciare incustodito il fuoco acceso. Può capitare qualunque tipo di evento imprevisto - ci potrebbe essere una sacca di umidità o di linfa in un ceppo che potrebbe scoppiare con il calore. Se scoppia con violenza potrebbe rompere il vetro del caminetto o della stufa, e ti potresti svegliare con un'amara sorpresa.
  • Fai moltissima attenzione quando per accendere il fuoco usi acceleranti della combustione, perché c'è sempre il rischio di una esplosione, di un incendio o di pericoli fisici.

Cose che ti Serviranno

  • Esca, come la carta di giornale
  • Ramoscelli
  • Legna
  • Un dispositivo per accedere il fuoco (fiammiferi, accendino, ecc...)
  • Attrezzi da caminetto (attizzatoio, paletta, molle, ecc...)
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.