Come Disintossicare il Colon

Avere un colon sano influisce enormemente sulla salute generale del corpo. Il colon, noto anche con il nome di intestino crasso, è l'ultimo organo percorso dai prodotti alimentari e dalle tossine. Fattori quali stress, costipazione, alimentazione scorretta e medicinali possono renderlo poco efficiente. Quando il colon non funziona in modo corretto, anziché venire espulse, le tossine si accumulano nel corpo. Per migliorare la sua salute, gli esperti di medicina naturale consigliano di eseguirne una pulizia periodica. Prosegui nella lettura dell'articolo per saperne di più.

Disintossicare il Colon Attraverso la Dieta

  1. Evita alcuni alimenti. Il modo migliore per iniziare a disintossicare il colon è quello di eliminare i cibi che causano disturbi. Inizia evitando tutti quegli alimenti che costringono il fegato e il colon a un lavoro eccessivo: caffè, zucchero bianco, farine raffinate, latticini e alcool.
    • Smetti di mangiare i dolci confezionati, sono composti prevalentemente da zucchero bianco e farine raffinate. Inoltre non esagerare con le quantità di formaggio e di gelato.
  2. Mangia gli alimenti che ti aiutano a disintossicarti. Alcune varietà di cibo contribuiscono a purificare il corpo. Le verdure che appartengono alla famiglia dei cavoli, come broccoli, cavolfiori, cavolini di Bruxelles e lo stesso cavolo, contengono molteplici nutrienti e complessi specifici noti con il nome di sulforafani, ottimi alleati nella disintossicazione del corpo.
    • Fai anche il pieno di fibre. Gli alimenti ricchi di fibre raschiano le pareti del colon e consentono un'espulsione più rapida delle scorie. Tra i cibi maggiormente consigliati ci sono: verdure a foglia verde, mele, frutti di bosco e riso integrale.
    • Un'alimentazione ricca di fibre consente di migliorare la salute del colon perché favorisce l'espulsione degli accumuli di scorie e tossine.
  3. Evita gli alimenti che sono causa di allergie e intolleranze. Se non ti sei mai sottoposto a un test per le intolleranze alimentari, potrebbe essere giunta l'ora di rivolgerti al tuo medico, o a un naturopata, per imparare a conoscerti meglio. Assumere un alimento a cui il tuo corpo è intollerante significa ostacolare la funzionalità del colon e incrementare le probabilità di infiammazioni intestinali.
  4. Riduci le tossine con i cibi ricchi di clorofilla. Alcuni alimenti sono in grado di ridurre la percentuale di tossine nel sangue. La ricerca ha dimostrato che la clorofilla ostacola l'assorbimento delle tossine e ne favorisce l'espulsione. Le verdure a foglia verse sono ricche di questa sostanza preziosa, quindi aumenta il consumo di spinaci, cavolo verde, cavolo nero, prezzemolo, gramigna dei medici e alghe.
    • Prova a incorporare questi alimenti in ogni tuo pasto. Per esempio, appoggia le uova su un letto di foglie di cavolo cotte al vapore o aggiungi qualche alga ai tuoi frullati. Nei negozi di prodotti biologici puoi trovare le alghe anche sotto forma di golosi snack.
  5. Assumi i probiotici. I probiotici contribuiscono a migliorare la salute generale del colon, in particolare aiutandolo a disintossicarsi. La loro funzione è quella di ridurre un enzima che costringe il colon a trattenere le tossine anziché espellerle. È buona regola assumere regolarmente una o due compresse di probiotici e, durante la disintossicazione del colon, è consigliabile aumentare ulteriormente la dose portandole a tre o quattro al giorno.
    • Alcuni alimenti, come lo yogurt, sono valide fonti di probiotici.
  6. Bevi più acqua, il corpo ne ha bisogno in grandi quantità per riuscire a eliminare le tossine. Affinché il tuo intestino funzioni correttamente, dovresti bere un quantitativo di acqua in once (1 oncia = 30 millilitri) pari alla metà del tuo peso corporeo espresso in libbre (1 libbra = 450 grammi). Ciò significa, per esempio, che se pesi 140 libbre (63 chili), dovresti bere 70 once (2,1 litri) di acqua al giorno, in special modo se intendi migliorare lo stato di salute del tuo colon.
    • Potrebbe sembrarti un traguardo difficile da raggiungere, ma semplicemente bevendo un bicchiere d'acqua ogni ora, dopo 8 ore ne avrai già bevuta due litri. Non cercare di berla tutta in una volta, potresti avvertire dei disturbi anche gravi.
    • Quando si aumenta il consumo di fibre, attraverso l'alimentazione o l'assunzione di un integratore, è di estrema importanza bere anche molta più acqua per consentirne una corretta digestione.

Disintossicare il Colon con gli Integratori

  1. Chiedi consiglio al tuo medico. In commercio esistono molteplici prodotti che permettono di disintossicare il colon. Alcuni sono destinati a favorire l'espulsione delle tossine intestinali, mentre altri intendono sostenere l'organismo durante la fase di disintossicazione. Prima di assumere un qualsiasi integratore, dovresti parlare con il tuo medico per essere certo di non pregiudicare il tuo stato di salute.
  2. Usa i lassativi. La funzione dei lassativi è quella di stimolare il colon a lavorare più rapidamente per eliminare ciò che contiene. Sii molto cauto nell'assumerli, se presi in dosi eccessive possono causare dissenteria e crampi dolorosi. Tra gli ulteriori possibili effetti collaterali è bene nominare: eruttazioni, gonfiori, flatulenza e crampi allo stomaco. Alcuni tra i prodotti più noti sono: Pursennid, Portolac e Dulcolax.
    • Un uso prolungato o regolare dei lassativi può causare una dipendenza da parte del colon, pertanto utilizzali solo raramente e per non più di qualche giorno.
    • Se preferisci un lassativo meno invasivo, prova ad assumere una tisana contro la stitichezza, di norma sarà sufficiente a favorire la disintossicazione del colon. Chiedi consiglio nella tua erboristeria di fiducia e bevi la tua tisana durante le ore serali. Dopo circa 6-8 ore dovresti andare di corpo in modo naturale.
  3. Assumi un integratore di fibre. Oltre agli alimenti che ne sono ricchi, gli integratori di fibre si fissano alle tossine e ne favoriscono l'espulsione da parte del colon. Anche in questo caso chiedi consiglio in erboristeria. Crusca d'avena o di riso e psyllium sono tra i prodotti più noti. Un ottimo modo per assumerli è aggiungerli ai cereali del mattino o a un frullato.
    • Assicurati di bere molta acqua quando fai uso di un integratore di fibre. In caso contrario potresti soffrire di costipazione o causare una pericolosa occlusione intestinale.
    • In commercio esistono anche degli integratori di fibre solubili, tra cui Benefiber e Metamucil.
  4. Prova il magnesio. La sua azione è quella di attrarre acqua nel colon e provocare un leggero effetto lassativo. A differenza dei normali lassativi, medicinali o naturali, il magnesio non provoca dipendenza anche in caso di un uso prolungato.
    • Assumi quotidianamente da 300 a 600 mg di magnesio citrato. Non eccedere mai la dose di 900 mg al giorno altrimenti potresti mettere a rischio la tua salute.
    • Il magnesio citrato è disponibile anche in forma liquida. Anche in questo caso assicurati di non superare la dose di 900 mg al giorno.
  5. Raccogli informazioni sulla n-acetil-cisteina o NAC. Si tratta di un precursore del glutatione, ovvero una delle sostanze corporee con il maggiore potere disintossicante. La NAC è contenuta in numerosi alimenti naturali, tra cui alcuni tipi di yogurt e di carne di pollame; inoltre, può essere assunta sotto forma di integratore durante il processo di disintossicazione del colon. Una volta assunta, il corpo la trasforma in glutatione, favorendo una pulizia intestinale più rapida ed efficace.
    • Durante la disintossicazione del colon, assumi da 500 a 1.500 mg di NAC al giorno in forma di capsule. Chiedi consiglio al tuo farmacista.

Disintossicare il Colon con Rimedi Casalinghi e Naturali

  1. Fai degli impacchi con l'olio di ricino. Favoriranno la pulizia e la disintossicazione del colon. Prepara un panno di flanella (in cotone o in lana), della pellicola per alimenti, un asciugamano, una borsa dell'acqua calda (o un termoforo) e dell'olio di ricino. Imbevi il panno con l'olio di ricino, quindi mettilo a contatto diretto con la pelle dell'addome. Avvolgiti la pellicola intorno alla vita per evitare di macchiare i vestiti con l'olio. Ora fai la stessa cosa con l'asciugamano: appoggialo sull'addome, al di sopra della plastica, poi mettici sopra la borsa dell'acqua calda (o il termoforo). Attendi circa 10-30 minuti, quindi rimuovi l'asciugamano, la pellicola e il panno in flanella, che potrai riutilizzare anche nei giorni successivi senza la necessità di lavarlo. Infine lavati per eliminare i residui di olio di ricino.
  2. Prova un clistere. Il suo scopo è quello di favorire i movimenti intestinali durante il processo di disintossicazione del colon. Fare un clistere significa iniettare dei fluidi nel colon al fine di stimolare l'espulsione di impurità attraverso le feci.
    • Come i lassativi, se usati troppo frequentemente, i clisteri possono causare dipendenza; un uso appropriato e a breve termine, per esempio durante la disintossicazione del colon, è però del tutto sano ed efficace.
  3. Consulta un naturopata. Il suo obiettivo principale è quello di aiutare i pazienti a ripulire efficacemente l'organismo. Analizzando la tua cartella clinica e i medicinali assunti, saprà indicarti la procedura di disintossicazione più adatta alle tue esigenze. Potrebbe consigliarti delle irrigazioni intestinali e prescriverti l'uso di erbe, integratori e rimedi casalinghi che ti aiutino a purificare il corpo in modo sicuro e naturale.

Disintossicare il Colon con l'Idrocolonterapia

  1. Raccogli informazioni sull'idrocolonterapia (nota anche come "irrigazione intestinale"). Medici esperti praticano ogni giorno numerose irrigazioni del colon nei propri studi privati. Si tratta di una terapia che potrebbe essere fastidiosa, ma allo stesso tempo molto efficace nel purificare l'intestino. Informati e scegli un professionista altamente qualificato per essere certo che pratichi in modo igenico e sicuro.
  2. Chiedi consiglio al tuo medico. Se soffri di disturbi al colon, ponigli delle domande sull'idrocolonterapia e sui potenziali risultati, inoltre informati in merito allo svolgimento della procedura. Per poter effettuare l'irrigazione del colon il terapista inserisce delicatamente un tubo nel retto del paziente. Il tubo è collegato a una pompa che spinge l'acqua, o un altro liquido, all'interno dell'intestino crasso del paziente. Quando il colon raggiunge la saturazione, il primo tubo viene rimosso e sostituito cautamente da un altro. A questo punto il medico massaggia l'addome della persona per favorire l'espulsione del liquido e delle scorie dall'intestino.
    • Il terapista potrebbe voler ripetere il processo per garantire una completa pulizia del colon. Durante l'irrigazione possono essere pompati ed espulsi fino a circa 65 litri d'acqua.
    • Nelle irrigazioni successive l'acqua può essere addizionata con probiotici, erbe o caffè per favorire ulteriormente l'espulsione delle scorie.
  3. Tieni monitorati i tuoi movimenti intestinali e assicurati di andare di corpo almeno una volta al giorno. Trattenere a lungo le feci nel colon significa dare molto tempo al corpo per riassorbire le tossine. I rimedi suggeriti in questo articolo dovrebbero aiutarti a regolarizzare l'intestino nel caso sia necessario.
    • Se hai iniziato a curare la tua alimentazione e sperimentato i consigli di questo articolo, ma ancora non riesci ad avere un intestino regolare, è consigliabile rivolgerti al tuo medico.
    • Se vai di corpo più di due volte al giorno o se hai frequenti scariche diarroiche, parla con il tuo medico prima di sperimentare i consigli dati.

Consigli

  • Ricorda che prima di assumere un qualsiasi farmaco, integratore o rimedio naturale atto a disintossicare il colon è bene parlarne con il tuo medico.
  • Non sottoporti a una disintossicazione del colon se hai subito da poco un intervento nella regione addominale o se soffri di una qualche patologia grave, tra cui disturbi cardiaci o renali, tumori al sistema digestivo, malattia di Crohn, emorroidi interne o gravi, diverticolite, colite ulcerosa e prolasso rettale.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.