Come Costruire una Fionda a Mano

La fionda a mano è un’arma utilizzata anticamente in ogni parte del mondo. Può essere realizzata con pochi oggetti facilmente reperibili, e per usarla basta affidarsi all’istinto, sebbene la pratica costante affini la tecnica di lancio. Scagliare un proiettile con la fionda è piuttosto semplice, ma farlo con precisione può richiedere anni di allenamento.

Passaggi

  1. Procurati un pezzo di corda. Può trattarsi una sottile corda di nylon o di iuta lunga dai 75 ai 90 cm (a seconda della lunghezza del tuo braccio). Tagliala all’incirca a metà, lasciando una metà più lunga rispetto all’altra di 5 cm circa.
  2. Procurati una sacca. La sacca è la parte più importante della fionda e contiene il proiettile. Il materiale migliore per costruirla è il cuoio, ma possono andar bene anche i tessuti più grezzi (come la tela olona). La stoffa deve essere particolarmente resistente, altrimenti la sacca potrebbe lacerarsi durante il lancio.
  3. Taglia un rettangolo di stoffa della misura di 5x20 cm.
  4. Ricava due fori ai lati della sacca, larghi abbastanza per fissare le corde.
  5. Fissa le cordicelle alla sacca facendo due nodi, preferibilmente due gasse d’amante.
  6. Fai un cappio all’altra estremità della cordicella più lunga (anche qui la gassa d’amante è particolarmente indicata), quella di trattenimento.
  7. Fai un nodo all’estremità dell’altra cordicella, quella di rilascio.
  8. Infila il cappio attorno al dito medio e tieni l’altra estremità tra il pollice e l’indice. Non stringere troppo, cerca piuttosto di pizzicare la corda usando l’estremità del pollice e un lato dell’indice (parliamo qui della prima articolazione).
  9. Metti un sasso nella sacca. Le dimensioni del proiettile dovrebbero essere a metà strada tra quelle di una pallina da golf a quelle di un uovo.
  10. Ci sono diversi metodi di lancio. Uno dei più semplici è quello Apache. Girati di 60 gradi rispetto al bersaglio, col braccio disteso lungo la schiena e il peso del corpo che poggia sul piede posteriore. Porta il braccio in avanti spostando il peso del corpo dalla gamba posteriore a quella anteriore. Il braccio guida la traiettoria del lancio ma è il movimento del corpo a conferire velocità al proiettile. Per liberare il proiettile, lascia semplicemente andare la corda.

Consigli

  • POSIZIONE DEL CORPO: tieni i piedi alla larghezza delle spalle, appoggiando il peso del corpo sul piede posteriore, le anche dovrebbero rimanere in posizione arretrata. Per un lancio effettuato a partire dal fianco, fai roteare la fionda all’indietro, portandola dietro e sopra la testa, poi sposta il peso del corpo e le anche in avanti portando la mano che tiene la fionda in linea retta rispetto al bersaglio, infine rilascia il proiettile. Il lancio sottomano è simile, ma la fionda viene fatta roteare verticalmente.
    • Contrariamente a quanto si pensa, per dare potenza al lancio, la fionda non deve essere fatta roteare a lungo. Puoi far roteare la fionda per prepararti al tiro, ma, in termini di potenza, non c’è alcuna differenza tra un lancio effettuato con un unico movimento e uno fatto con più rotazioni. In fin dei conti, è il movimento a frusta delle anche a fare la differenza.
    • Per dirla tutta, il record di lancio è stato fatto eseguendo un movimento simile a quello eseguito nello stile a una rotazione: questo record è di 500 metri.
  • PROIETTILI: i seguenti tipi di sasso vanno meglio rispetto ad altri.
    • Quelli sferici tendono a viaggiare meglio nell’aria rispetto a quelli spigolosi.
    • I sassi ovoidali raggiungono maggiore velocità, purché venga data loro una particolare rotazione. Posiziona semplicemente la pietra perpendicolarmente rispetto alla sacca e scagliala con la faccia rivolta al bersaglio.
    • Le pietre spigolose tendono a precipitare e non vanno molto lontano.
    • Neanche le pietre piatte vanno lontano.
  • Puoi usare pietre di qualunque dimensione, ma le più grosse vanno più lontano rispetto a quelle più piccole. La dimensione ideale sta a metà strada tra una pallina da golf e un uovo.
  • PER LANCIARE SOTTOMANO O DAL FIANCO:
    • Inserisci il proiettile nella sacca.
    • Girati di 60-70 gradi rispetto al bersaglio.

Avvertenze

  • Le palline da tennis sono eccellenti munizioni per allenarsi.
  • Se vuoi giocare con gli amici, usa delle palline da tennis fessurate o delle palle di neve come munizioni. La storia di Davide e Golia non è un’esagerazione, le chance di vittoria erano dalla parte di Davide fin dal principio!
  • Facendo molti lanci, specialmente agli inizi, potresti poi riscontrare dei dolori alla spalla. Generalmente ciò significa che la tecnica di lancio è scorretta.
  • Ricorda che le pietre possono rimbalzare sull’acqua. Servendosi di una fionda si riesce a far rimbalzare piuttosto bene i sassi sull’acqua.
  • NON MIRARE A PERSONE, FINESTRE O ANIMALI . Allenati in un luogo dove non rischi di far male a nessuno; ricorda che, di fatto, le pietre sono proiettili di grosse dimensioni in grado di spezzare le ossa.
  • Se come bersaglio hai scelto delle bottiglie di vetro, assicurati di rimuovere tutte le schegge dopo aver finito di tirare, dato che qualcuno in futuro potrebbe inavvertitamente ferirsi con esse.

Cose che ti Serviranno

  • Un pezzo di stoffa o cuoio di 5x20 cm
  • Uno spago, una corda o una correggia di 75-90 cm (puoi anche intrecciarlo, se vuoi)
  • Sassi, palline da ping-pong o palline antistress come munizioni
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.