Come Spegnere un Incendio nelle Fasi Iniziali

Quando un incendio è nelle prime fasi, può essere ancora abbastanza limitato da riuscire a spegnerlo con una coperta antincendio o un estintore a portata di mano. Se riesci a riconoscere rapidamente il tipo di fuoco con cui hai a che fare, hai una maggiore possibilità non solo di spegnerlo, ma anche di farlo senza rischiare infortuni. Tuttavia, ricordati che la cosa più importante in assoluto è la sicurezza di tutti coloro che sono nelle vicinanze, compreso te stesso. Se il fuoco si sta diffondendo rapidamente, si forma molto fumo o vedi che sono necessari più di cinque secondi per spegnerlo con un estintore, allora devi evacuare l'edificio e chiamare il 115.

Spegnere un Incendio di Origine Elettrica

  1. Evita a monte che possa verificarsi un incendio. La maggior parte degli incendi causati da guasti elettrici deriva da un cablaggio difettoso o da una cattiva manutenzione degli impianti. Per fermare questo tipo d’incendio prima che si sviluppi, non devi sovraccaricare le prese elettriche e devi essere certo che i lavori elettrici siano stati eseguiti a norma da un elettricista professionista.
    • Evita anche che gli impianti elettrici si riempiano di polvere, spazzatura e ragnatele, se vuoi che non si inneschino degli incendi.
    • Può essere di aiuto anche cercare di usare interruttori salvavita e fusibili il più spesso possibile, dato che si tratta di accortezze semplici ma che possono fermare sul nascere un possibile incendio provocato da un aumento di potenza.
  2. Spegni l’impianto elettrico. Se un impianto inizia a produrre scintille o inizia un incendio da un filo, un elettrodomestico o una presa, interrompere l'alimentazione dell’impianto è il primo e migliore gesto da compiere. Se la sorgente sta solo facendo scintille e la fiamma non è ancora completamente diffusa, questo solo passo può essere sufficiente a evitare le fiamme.
    • Devi togliere l’elettricità al quadro elettrico anziché spegnere l'interruttore alla parete collegato alla presa.
    • Se il problema deriva dal cablaggio o da un elettrodomestico, non devi semplicemente staccare la spina del dispositivo. Il problema elettrico che si verifica potrebbe benissimo causare anche una folgorazione.
  3. Usa un estintore di classe C se non riesci a eliminare a monte la causa dell’incendio. Il tipo di estintore adatto in questa situazione dipende completamente dalla possibilità di interrompere o meno l’elettricità che causa l’incendio. Se non sai dove si trova l'interruttore, il quadro elettrico è bloccato o noti che accedervi richiede troppo tempo, devi usare un estintore di classe C. Questo tipo di estintore può essere sia a base di biossido di carbonio (CO2) che a secco e deve riportare chiaramente sull’etichetta che si tratta di "classe C".
    • Per usare l'estintore, togli la sicura che impedisce di premere la maniglia, punta l’erogatore alla base del fuoco e tieni premuta la maniglia. Quando vedi che le fiamme si ritirano un po’, puoi avvicinarti e continuare a spruzzare finché il fuoco si spegne completamente.
    • Se non riesci a spegnerlo con l'estintore entro cinque secondi, allora l'incendio è troppo grande. In questo caso allontanati in un luogo sicuro e chiama i vigili del fuoco (115).
    • Dato che in questo caso il cablaggio difettoso è ancora alimentato, il fuoco potrebbe riaccendersi. La cosa migliore sarebbe togliere la tensione alla fonte il prima possibile.
    • È importante usare un estintore di classe C perché contiene sostanze non conduttive. Uno di classe A contiene solo acqua altamente pressurizzata, che conduce l'elettricità e può generare rischi di folgorazione.
    • Un altro modo per riconoscere gli estintori a CO2 e a polvere chimica è dato dal loro colore rosso (quelli ad acqua generalmente sono di colore argento). Quelli a CO2 hanno anche un erogatore duro sulla punta invece di un semplice tubo e non hanno un manometro.
  4. Usa un estintore di classe A o a polvere se l’energia elettrica è scollegata. Se riesci a interrompere completamente la corrente elettrica alla fonte, di fatto hai modificato la classe del fuoco dalla C alla tipologia standard. In questo caso, puoi usare un estintore ad acqua di classe A oltre a quelli indicati precedentemente.
    • Gli estintori di classe A e quelli polivalenti a polvere, in effetti, sono più consigliati in questo contesto, perché quelli a CO2 corrono un rischio più elevato che il fuoco possa continuare a bruciare e riaccendersi una volta che l’anidride carbonica si è dissipata. Inoltre, gli estintori a CO2 possono causare problemi di respirazione negli ambienti ristretti come le case o i piccoli uffici.
  5. Usa una coperta antincendio per soffocare il fuoco. In alternativa agli estintori, va bene anche una coperta antincendio per smorzare le fiamme, ma puoi usarla solo se sei in grado di disattivare completamente l'alimentazione elettrica alla sorgente. Anche se la lana (la maggior parte delle coperte antincendio è di lana trattata chimicamente) è un buon isolante dall’energia elettrica, non devi avvicinarti troppo all’origine delle fiamme: rischi di essere folgorato se la corrente elettrica è rimasta attivata.
    • Per usare una coperta antincendio, toglila dalla sua confezione, aprila bene davanti a te proteggendoti le mani e il corpo restandovi dietro e stendila sulle piccole fiamme. Non lanciarla sul fuoco.
    • Non solo è molto efficace quando l’incendio è ancora nelle fasi iniziali, ma non provoca danni nell’area o a oggetti circostanti.
  6. Usa l'acqua per spegnere il fuoco. Se non hai a disposizione nessun tipo di estintore né una coperta antincendio, usa l'acqua; tuttavia, usala solo se sei certo al 100% di avere spento il contatore elettrico generale. Altrimenti rischi non solo di rimanere folgorato, ma anche di diffondere ovunque l'elettricità, che può estendere ancora più velocemente l'incendio. Getta l'acqua alla base delle fiamme.
    • L’acqua che riesci a prelevare dal lavandino è efficace solo se il fuoco è molto piccolo e contenuto. In caso contrario, tieni presente che si può diffondere più velocemente di quanto sei in grado di spegnere.
  7. Chiama il 115. Anche se sei riuscito a smorzare il fuoco è importante chiamare i pompieri, in quanto alcuni oggetti ridotti a braci potrebbero riaccendere le fiamme, mentre il servizio di soccorso è in grado di isolare ed eliminare completamente tutti i rischi.

Spegnere un Incendio Causato da Olio/Liquidi Infiammabili

  1. Interrompi l'alimentazione del combustibile. Dove possibile, la prima cosa da fare quando c’è un incendio che coinvolge liquidi infiammabili è quello di togliere la fonte che innesca le fiamme. Per esempio, se una scarica statica accende della benzina intorno a un distributore, la prima cosa da fare è premere la valvola di emergenza situata vicino a tutte le pompe. In questo modo separi il piccolo fuoco dalla grande fonte di combustibile vicina.
    • In molti casi in cui il liquido infiammabile è l'unica fonte di combustione, il fuoco si spegne non appena ne interrompi la fornitura.
  2. Usa una coperta antincendio per soffocare il fuoco. Puoi usarla anche sugli incendi relativamente piccoli di classe B. Se ne hai una facilmente raggiungibile, questo può essere il metodo più facile e meno dannoso per spegnere le fiamme.
    • Per usare una coperta antincendio, toglila dalla sua confezione, aprila bene davanti a te proteggendoti le mani e il corpo restandovi dietro, e stendila sulle piccole fiamme. Non lanciarla sul fuoco.
    • Assicurati che il fuoco sia abbastanza ridotto da poter essere soffocato dalla coperta. Se, per esempio, prende fuoco dell’olio in una padella, questo è sufficientemente piccolo e la coperta antincendio può coprirlo.
  3. Usa un estintore di classe B. Come per gli incendi originati dall’elettricità, anche per quelli causati da liquidi infiammabili o oli non si devono usare estintori a base d'acqua (classe A). Gli estintori ad anidride carbonica (CO2) e a polvere sono classificati di classe B. Controlla l'etichetta che trovi sull’estintore e assicurati che riporti la dicitura "classe B" prima di usarlo su un fuoco causato da liquido infiammabile.
    • Per usare l'estintore, togli la sicura che impedisce di premere la maniglia, punta l’erogatore alla base del fuoco e tieni premuta la maniglia. Quando vedi che le fiamme si ritirano un po’, puoi avvicinarti e continuare a spruzzare finché il fuoco si spegne completamente.
    • Se non riesci a spegnere il fuoco con l’estintore entro cinque secondi, allora l'incendio è troppo grande. In questo caso allontanati in un luogo sicuro e chiama il 115.
    • L'unica eccezione a questa regola è quando il fuoco derivante da oli vegetali o grassi animali si forma nelle grandi friggitrici commerciali e in altre attrezzature dei ristoranti. Le grandi dimensioni, l’estremo calore e l’abbondanza di combustibile di questi macchinari li fa rientrare nella classificazione per gli estintori di classe K. I ristoranti con questo tipo di apparecchiature sono obbligati per legge a tenere un estintore di classe K.
    • Non gettare acqua sul fuoco provocato da oli o liquidi infiammabili. L'acqua non si mescola con l'olio e quando queste sostanze vengono unite, l'olio rimane sulla superficie dell'acqua. L'acqua bolle e si trasforma in vapore molto rapidamente, rendendo la situazione molto pericolosa. Dato che l'acqua si trova sul fondo della sostanza oleosa, mentre bolle ed evapora schizza ovunque gocce ustionanti di olio. In questo modo diffonde il fuoco molto rapidamente.
  4. Chiama il 115. Anche se sei riuscito a smorzare il fuoco, è importante chiamare i pompieri, in quanto alcuni oggetti infiammati potrebbero riaccendere le fiamme, mentre il servizio di soccorso è in grado di isolare ed eliminare completamente tutti i rischi.

Spegnere un Incendio di Origine Organica

  1. Usa una coperta antincendio per spegnere il fuoco. Se la fonte di combustibile per il fuoco è un materiale solido infiammabile, come legno, stoffa, carta, gomma, plastica e così via, allora si tratta di fuoco di classe A. L’uso di una coperta antincendio è un modo semplice e veloce per soffocare un fuoco di questo tipo nelle sue fasi iniziali. La coperta infatti priva il fuoco dell’ossigeno, che così non è più in grado di bruciare.
    • Per usare una coperta antincendio, toglila dalla sua confezione, aprila bene davanti a te proteggendoti le mani e il corpo restandovi dietro, e stendila sulle piccole fiamme. Non lanciarla sul fuoco.
  2. Usa un estintore di classe A. Se non hai a disposizione una coperta antincendio, puoi avvalerti di un estintore in classe A. Assicurati che l'etichetta riporti chiaramente la dicitura "classe A".
    • Per usare l'estintore, puntalo alla base delle fiamme e indirizza lo spruzzo avanti e indietro attraverso il fuoco finché si spegne.
    • Se non riesci a spegnere il fuoco con l’estintore entro cinque secondi, allora significa che l'incendio è troppo grande. In questo caso allontanati in un luogo sicuro e chiama il 115.
    • Solo gli estintori di classe A in genere sono di colore argento e hanno un manometro per indicare la pressione dell'acqua all'interno; tuttavia, molti estintori multiuso a polvere sono indicati anche per i fuochi di classe A.
    • Puoi usare un estintore ad anidride carbonica (CO2) per questo tipo di incendio, se è l'unico tipo di estintore che hai, ma non è raccomandato. Gli oggetti che rientrano in questa categoria tendono a bruciare per molto tempo e il fuoco potrebbe riaccendersi facilmente una volta dissipata la CO2.
  3. Usa molta acqua. Un estintore specifico di classe A è costituito sostanzialmente da acqua in pressione, quindi puoi tranquillamente usare grandi quantità di acqua da un lavandino, se è l'unica cosa che hai a disposizione. Ovviamente se vedi che il fuoco si diffonde più velocemente di quanto sei in grado di spegnere o se sta causando troppo fumo e non sei al sicuro, allora devi allontanarti e chiamare i vigili del fuoco.
  4. Chiama il 115. In ogni caso, con qualsiasi tipo di fuoco, puoi chiamare i pompieri, anche se riesci a spegnere le fiamme. I soccorritori intervengono in modo che il fuoco non abbia alcuna possibilità di riaccendersi.

Consigli

  • Se usi una coperta antincendio, assicurati di tenerla sulle fiamme per almeno quindici minuti o finché tutto il calore si è dissipato.
  • Prendi confidenza con i tipi di estintori che hai a casa e in ufficio. Più rapidamente riesci a raggiungere l'estintore adatto per quel tipo di fuoco, maggiori sono le probabilità di spegnerlo nella sua fase iniziale.
  • Prendi familiarità con la posizione del quadro elettrico generale in casa e in ufficio. In caso di incendio, devi essere in grado di raggiungerlo il più rapidamente possibile e spegnere la sorgente dell’alimentazione.
  • Chiama sempre il 115, anche se sei riuscito a spegnere il fuoco con successo.

Avvertenze

  • Questo articolo vuole essere una guida generale per cercare di spegnere incendi molto piccoli nella loro fase iniziale. Segui queste istruzioni a tuo rischio e pericolo e presta la massima attenzione ogni volta che si presenta un incendio.
  • Se sospetti una fuga di gas, evacua l’ambiente e chiama il 115 immediatamente. Il gas naturale è altamente infiammabile e può riempire i locali rapidamente. Se si infiamma, il fuoco provoca un’esplosione e non sarà mai abbastanza limitato da riuscire a gestirlo senza l'intervento dei vigili del fuoco.
  • Ogni volta che non riesci a spegnere il fuoco con l’estintore entro cinque secondi, significa che l'incendio è troppo grande. L'estintore probabilmente si esaurirà prima di riuscire a smorzarlo. Abbandona il luogo, recati in un posto sicuro e chiama i soccorsi.
  • Fai attenzione a non inalare il fumo, in quanto è estremamente pericoloso. Se il fuoco arriva al punto da produrre molto fumo, allontanati immediatamente e chiama il 115.
  • La tua vita è la priorità . Allontanati se il fuoco si è diffuso e ci sono poche probabilità di spegnerlo con mezzi normali e non perdere tempo per recuperare i tuoi averi. È fondamentale essere tempestivi.

Cose che ti Serviranno

  • Acqua (nel caso di un fuoco solo di classe A)
  • Coperta antincendio
  • Estintori chiaramente etichettati e adeguatamente revisionati
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.