Come Capire se il Polso è Slogato

Una distorsione del polso è un infortunio piuttosto comune, soprattutto tra gli atleti, e avviene quando i legamenti dell'articolazione vengono sottoposti a un'eccessiva trazione che può lacerarli parzialmente o completamente. Tale trauma provoca dolore, infiammazione e a volte anche un ematoma, a seconda della gravità (che viene classificata di grado 1, 2 o 3). A volte, può essere difficile distinguere una brutta slogatura da una frattura ossea, può essere di aiuto quindi essere ben informato per riconoscere i due tipi di lesione. Tuttavia, se per qualche motivo sospetti che si tratti di una frattura, vai al pronto soccorso per le cure opportune.

Riconoscere i Sintomi di una Slogatura del Polso

  1. Aspettati di provare dolore quando lo muovi. Una distorsione al polso può essere più o meno grave a seconda del grado di stiramento e/o strappo che ha interessato i legamenti. Una slogatura lieve (di grado 1) prevede un allungamento del legamento che non comporta una lacerazione significativa; quando è moderata (di grado 2) alcune fibre dei legamenti si sono strappate (fino al 50%); quando è grave (di grado 3) vuol dire che il legamento si è lacerato in maniera considerevole o si è rotto completamente. Di conseguenza, con una distorsione di grado 1 e 2 i movimenti sono relativamente normali, anche se dolorosi; una slogatura di grado 3 porta invece all'instabilità articolare (eccessiva mobilità) durante i movimenti, perché il legamento coinvolto non è collegato correttamente all'osso del polso (carpale). Diversamente, quando c'è una frattura, il movimento è in genere molto più ridotto e si percepisce uno stridore o una sensazione di attrito durante il movimento.
    • La slogatura di grado 1 causa un leggero dolore, che viene descritto in genere come una dolenzia che si acutizza con il movimento.
    • Una distorsione di grado 2 provoca un dolore moderato-grave, in base al tipo di lacerazione; è più acuto rispetto a quello associato all'infortunio di grado 1 e a volte è pulsante a causa dell'infiammazione.
    • Una distorsione di grado 3 all'inizio causa spesso meno dolore rispetto agli infortuni di secondo grado, perché il legamento è completamente reciso e non irrita molto i nervi circostanti. Tuttavia, con questa lesione si manifesta una sofferenza pulsante a causa delle sostanze infiammatorie che si accumulano.
  2. Controlla l'infiammazione (gonfiore). È un sintomo tipico della distorsione del polso, così come della frattura, ma può variare molto in base alla gravità della lesione. Generalmente, i traumi di primo grado prevedono meno gonfiore, che è invece decisamente più grave nelle distorsioni di grado 3; il gonfiore rende l'articolazione più grossa e "paffuta" rispetto alla controparte illesa. La risposta infiammatoria dell'organismo, soprattutto in caso di distorsioni, tende in genere a essere esagerata, perché anticipa una situazione ben peggiore: una ferita aperta più suscettibile alle infezioni. Dovresti quindi cercare di limitare la flogosi indotta dalla slogatura attraverso la terapia del freddo, impacchi freddi e/o farmaci antinfiammatori, in modo da ridurre il dolore e conservare l'ampiezza di movimento del polso.
    • Il gonfiore dovuto all'infiammazione non provoca un eccessivo cambiamento di colore della pelle, se non un po' di arrossamento dovuto a tutti i fluidi caldi che "scorrono" sottopelle.
    • A causa dell'accumulo di sostanze infiammatorie, che consistono in fluido linfatico e una varietà di cellule specializzate del sistema immunitario, il polso slogato è più caldo al tatto. Anche la maggior parte delle fratture crea una sensazione di calore dovuto all'infiammazione, ma a volte il polso e la mano possono essere freddi perché la circolazione del sangue è ridotta a causa dei danni ai vasi sanguigni.
  3. Controlla se si forma un livido. Anche se la reazione infiammatoria dell'organismo provoca gonfiore sul sito della lesione, non è la stessa cosa di un'ecchimosi. Questa è causata dal sangue che filtra dai vasi sanguigni lesionati (piccole arterie o vene) ai tessuti circostanti. La slogatura di grado 1 non provoca in genere un livido, a meno che la lesione non sia stata causata da un forte impatto che ha rotto i piccoli vasi sanguigni direttamente sottopelle. La distorsione di grado 2 causa più gonfiore ma, come già detto, non necessariamente comporta un grande livido – questo dipende sostanzialmente da come è avvenuta la lesione. Quando è di grado 3, la distorsione causa molto gonfiore e in genere anche un livido notevole, perché il trauma che deriva da un legamento completamente lacerato è solitamente abbastanza grave da strappare o danneggiare i vasi sanguigni circostanti.
    • Il colore scuro del livido è dovuto al sangue che filtra nei tessuti appena sotto la superficie cutanea. Quando il sangue degrada e viene espulso dai tessuti, l'ecchimosi cambia colore con il tempo (diventa blu scuro, verde e poi gialla).
    • Diversamente da quanto avviene con la distorsione, in caso di frattura c'è quasi sempre un livido al polso, perché è intervenuta una forza maggiore che ha rotto l'osso.
    • La slogatura di grado 3 può portare a una frattura da avulsione, quando il legamento strappa un piccolo frammento osseo; in questo caso, si prova un intenso dolore immediato, si assiste allo sviluppo dell'infiammazione e alla comparsa dell'ecchimosi.
  4. Applica il ghiaccio e presta attenzione se la situazione migliora. Le distorsioni al polso di qualunque grado rispondono bene alla terapia del ghiaccio, perché la bassa temperatura riduce l'infiammazione e intorpidisce le fibre nervose circostanti, responsabili della sensazione dolorosa. La terapia del freddo (impacco di ghiaccio o gel ghiacciato) è particolarmente importante quando la lesione è di grado 2 e 3, perché in questo caso si innesca l'accumulo di una quantità maggiore di sostanze infiammatorie attorno al sito della slogatura. Applicando il ghiaccio al polso per 10-15 minuti ogni una o due ore subito dopo l'incidente, migliora notevolmente la situazione nel giro di un giorno o due, riducendo in maniera significativa l'intensità del dolore e rendendo più facili i movimenti. In caso di frattura, il ghiaccio aiuta comunque a controllare la sofferenza e l'infiammazione, ma i sintomi si ripresentano una volta che la sensazione di intorpidimento si è affievolita. Pertanto, come regola generale, ricorda che la terapia del freddo tende ad apportare più benefici alle distorsioni rispetto alla maggior parte delle fratture.
    • Le microfratture da stress si manifestano con sintomi simili a quelli delle slogature di grado 1 o 2 e rispondono meglio alla terapia del freddo (nel lungo periodo) rispetto alle fratture più gravi.
    • Quando applichi il ghiaccio al polso lesionato, assicurati di avvolgerlo in un panno sottile, per evitare di irritare la pelle e il rischio di geloni.

Ottenere una Diagnosi Medica

  1. Rivolgiti al medico di famiglia. Sebbene le informazioni elencate finora possano aiutarti a capire se il polso è effettivamente slogato e determinare anche la gravità della lesione, il medico è molto più qualificato per formulare una diagnosi accurata. In effetti, un rapporto dettagliato della dinamica dell'incidente permette di elaborare una diagnosi specifica nel 70% circa dei casi. Il medico vorrà esaminare il polso ed eseguire alcuni test ortopedici; se la lesione appare grave, ti prescriverà una radiografia per escludere una possibile frattura; tuttavia, i raggi X mostrano solo le ossa e non i tessuti molli, come i legamenti, i tendini, i vasi sanguigni o i nervi. Se c'è una frattura all'osso carpale, soprattutto una microfrattura, può essere difficile vederla ai raggi X, a causa delle sue dimensioni ridotte e dello spazio limitato del polso. Se dalla radiografia non risulta alcuna frattura, ma la lesione è grave ed è necessario un intervento chirurgico, il medico ti prescriverà una tomografia computerizzata o una risonanza magnetica.
    • È molto difficile vedere le microfratture da stress o all'osso carpale (soprattutto all'osso scafoide) attraverso i raggi X finché l'infiammazione non si è completamente risolta; dovresti quindi aspettare una settimana circa e ripetere la radiografia. Questo tipo di lesioni può richiedere ulteriori esami diagnostici per immagini, come la risonanza magnetica, o l'uso di un tutore/stecca, in base alla gravità dei sintomi e alla dinamica del trauma.
    • L'osteoporosi (una malattia caratterizzata da ossa fragili e povere di minerali) è un importante fattore di rischio per le fratture del polso, sebbene non aumenti le probabilità di soffrire di una slogatura.
  2. Fatti prescrivere una risonanza magnetica. Questo tipo di esame o altri test diagnostici ad alta tecnologia non sono necessari per tutte le slogature di primo grado e per la maggior parte di quelle di secondo, dato che si tratta di traumi di breve durata, che tendono a guarire spontaneamente nell'arco di poche settimane senza cure mediche. Tuttavia, in presenza di gravi lesioni ai legamenti (come nelle distorsioni di grado 3) o quando la diagnosi non è chiara, vale la pena sottoporsi a una risonanza magnetica. La procedura prevede l'utilizzo di onde magnetiche che forniscono immagini dettagliate delle strutture interne del corpo, tessuti molli inclusi. La risonanza magnetica è uno strumento eccezionale per vedere quali legamenti sono gravemente lacerati e valutare l'estensione del danno; si tratta di un'informazione preziosa per il chirurgo ortopedico, nel caso fosse necessaria un'operazione.
    • La tendinite, le rotture dei tendini e la borsite del polso (inclusa la sindrome del tunnel carpale) presentano sintomi analoghi a quelli di una distorsione; tuttavia, la risonanza magnetica è in grado di distinguere le varie problematiche.
    • Una risonanza magnetica è utile per quantificare il danno vascolare e nervoso, soprattutto se la lesione causa sintomi alla mano, come intorpidimento, formicolio e/o perdita della normale colorazione.
    • L'osteoartrosi è un'altra causa di dolore al polso che può essere confusa con una slogatura. Tuttavia, tale malattia si presenta con una sofferenza cronica che peggiora lentamente con il passare del tempo e che si accompagna a una sensazione di "attrito" durante i movimenti.
  3. Valuta una tomografia computerizzata. Se l'infortunio è piuttosto grave, non mostra segni di miglioramento e la diagnosi non è ancora ben definita dopo le radiografie e la risonanza magnetica, potrebbero essere necessari degli accertamenti ulteriori, come la tomografia computerizzata. Questa tecnica prevede l'uso di un computer per unire le immagini radiografiche rilevate con diverse angolazioni e creare in questo modo delle immagini trasversali (delle "fette") di tutte le strutture interne del corpo, sia molli sia dure. Queste immagini forniscono informazioni più dettagliate rispetto alle radiografie, ma molto simili a quelle della risonanza magnetica. La tomografia computerizzata si dimostra in genere ottima per individuare le fratture nascoste del polso, sebbene la risonanza magnetica sia più indicata per la valutazione dei danni di tendini e legamenti. Le tomografie sono meno costose delle risonanze magnetiche, questo è il motivo per cui spesso i medici preferiscono prescriverle per prime e solo in caso di dubbi sottopongono il paziente alla MRI.
    • La tomografia computerizzata espone il corpo alle radiazioni ionizzanti, solitamente in quantità maggiori rispetto a una radiografia, ma non al punto da essere considerate pericolose.
    • Il legamento del polso soggetto con maggiore frequenza alle slogature è quello intercarpale interosseo scafo-semilunare che unisce lo scafoide all'osso semilunare.
    • Se tutti gli esami descritti in precedenza danno esito negativo, ma persiste un intenso dolore, il medico potrebbe inviarti presso un ortopedico (lo specialista dell'apparato scheletrico) per un'ulteriore valutazione.

Consigli

  • Le distorsioni al polso sono spesso la conseguenza di cadute, fai quindi attenzione quando cammini su superfici bagnate o scivolose.
  • Lo skateboard è un'attività ad alto rischio per i traumi al polso, per tale ragione indossa sempre le protezioni.
  • Se trascurata, una grave distorsione al polso può aumentare le probabilità di soffrire di osteoartrite in età avanzata.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.