Come Fare i Tartufi al Cioccolato

I tartufi al cioccolato (chiamati così per la loro somiglianza al tartufo, un fungo ricoperto di terra) sono un ottimo modo per deliziare una persona speciale (compreso te stesso!). Seguendo queste istruzioni, potrai prepararli tranquillamente nella tua cucina e gustare il sapore ricco e fresco dei tartufi al cioccolato fatti in casa.

Passaggi

  1. Prepara una pentola a bagnomaria. Metti una pentola di dimensioni medie sul fornello e versaci circa un litro di acqua. Porta l’acqua a ebollizione tenendo la fiamma bassa.
  2. Metti la stecca di cioccolato su un tagliere e tagliala o rompila fino a formare piccoli cubetti. Solitamente, basta seguire le linee della stecca di cioccolato, a meno che questa non sia suddivisa in pezzi troppo grandi.
  3. Aggiungi due cucchiaini di acqua nella pentola (perché il cioccolato si sciolga più facilmente – questo passaggio è a tua discrezione, dato che alcuni pensano che ciò possa rovinarlo, come descritto nella sezione "Avvertenze") e infine aggiungi i cubetti di cioccolato.
  4. Metti la pentola di medie dimensioni con dentro il cioccolato nella pentola più grande (che contiene acqua bollente). Fai in modo che il fondo della pentola piccola non si trovi a diretto contatto con l’acqua nella pentola più grande.
  5. Continua a mescolare mentre il cioccolato si scioglie. Questo procedimento dovrebbe impiegare circa 8 minuti.
  6. Aggiungi delicatamente la panna e mescola in modo da ottenere una crema ganache o crema parigina. Non togliere la pentola dal fornello; mantienila a una temperatura adeguata per lo scioglimento e continua a mescolare finché la panna e il cioccolato non formeranno una miscela uniforme.
  7. Togli la pentola dal fornello e lasciala raffreddare.
  8. Aggiungi il burro.
    • Porta nuovamente l’acqua a ebollizione tenendo la fiamma bassa e metti la pentola con la crema parigina a scaldare nuovamente.
    • Aggiungi il burro e mescola finché non si scioglie completamente. Una volta terminato, spegni il fornello e togli la pentola.
  9. Rovescia la crema parigina in una ciotola abbastanza grande utilizzando una spatola per svuotare completamente la pentola. Liscia la superficie della crema con un foglio di pellicola trasparente (questo impedisce la formazione di uno strato superficiale). Metti la ciotola nel frigorifero finché la miscela non sarà solidificata (circa un’ora).
  10. Prepara i tartufi.
    • Tira fuori la ciotola dal frigorifero e sistemala sulla superficie su cui lavorerai.
    • Versa il cacao in polvere in una ciotola di medie dimensioni.
    • Utilizza uno scavino rotondo, un cucchiaio da gelataio o un cucchiaino da tè per formare piccole palline di crema parigina.
    • Forma piccole palline, facendole rotolare sul palmo della mano il più velocemente possibile prima che si sciolgano.
    • Mettile nella ciotola contenente il cacao in polvere e falle rotolare fino a ricoprirle completamente di cacao.
    • Sistema i tartufi in un vassoio per servirli.

Ingredienti

  • 250 g di Cioccolato fondente o qualsiasi altro tipo di cioccolato (vedi la sezione "Consigli")
  • 150 g di Panna
  • 40 g di Burro non salato
  • 75 g di Cacao amaro in polvere
  • 2 cucchiaini di Acqua

Consigli

  • Alcune ricette tradizionali non utilizzano il burro. Per provarle, segui i passaggi elencati in precedenza, apportando alcune modifiche:
    • Taglia il cioccolato in cubetti più piccoli, ancora meglio in piccole scaglie.
    • Fai bollire la panna prima di aggiungerla al cioccolato.
  • Utilizza il cioccolato migliore che si trova in commercio. Se vuoi preparare dei buoni tartufi al cioccolato, non andare al risparmio comprando marche di cioccolato sottoprezzo o troppo zuccherate. Solitamente, le stecche di cioccolato che costano poco hanno molti zuccheri in eccesso e la crema parigina potrebbe risultare granulosa. Le marche migliori che vale la pena acquistare sono: Michel Cluizel, Perugina, Wedel, Domori, Amedei, Valrhona, Neuhaus, Marcolini, Lindt, Felchlin, Guittard, Scharffen Berger, Santander, Malagasy, Weiss, El Rey, Theo, Bonnat, Pralus, Castelain, Slitti, Dagoba, Green and Black's, Schokinag, Calletbaut e Ghirardelli.
  • Puoi sperimentare diversi gusti e rivestimenti.
    • Puoi aggiungere piccole dosi di aromi (come il liquore) una volta che avrai preparato la crema parigina, ma questo va fatto prima di farla raffreddare nel frigorifero, dopodiché puoi ricoprire i tartufi con vari rivestimenti che non siano cacao in polvere, per esempio noci, cannella, zucchero a velo o farina di cocco.
    • Puoi aggiungere degli aromi alla panna in ebollizione. Sii creativo, utilizza diversi tipi di tè profumato come chai o earl grey, oppure caffè solubile. Puoi anche far bollire della marmellata o aggiungere delle erbe aromatiche alla panna e poi filtrare il tutto prima di aggiungerla al cioccolato.
    • Un altro modo per dare più sapore è mescolare una fragranza con il burro, ma questo funziona solo con prodotti che abbiano la stessa consistenza del burro – come il burro di arachidi.
  • Quando formi le palline di crema parigina con il cucchiaio, lavora velocemente o la crema si riscalderà iniziando ad attaccarsi al cucchiaio e alle tue mani, riducendo la quantità di cioccolato che andrà a formare il tartufo. Se necessario, prepara i tartufi un po’ alla volta, rimettendo la ciotola nel frigorifero ogni volta per farla raffreddare di nuovo.
  • Per fare in modo che il rivestimento dei tartufi sia abbastanza resistente, dovrai imparare a temprare il cioccolato (scaldarlo e raffreddarlo per renderlo più resistente), ma questa è una tecnica avanzata che va ben oltre gli scopi del presente articolo.
  • La quantità di cioccolato in proporzione alla panna dovrebbe essere sempre 2:1.
  • Prima di preparare i tartufi da solo, comprane alcuni in un negozio di alimentari. Sulla confezione sono indicati gli ingredienti e potrai trarne ispirazione.

Avvertenze

  • Se il cioccolato fatica a sciogliersi, prova ad aggiungere qualcosa di liquido (panna o burro fuso) gradualmente, e continua a mescolare con fermezza fino a quando la miscela non diventerà omogenea. A questo punto, la crema parigina dovrebbe essere più o meno pronta per preparare i tartufi: se in proporzione c’è troppo cioccolato liquido, la crema non solidificherà a temperatura ambiente. Se questo dovesse accadere, puoi aggiungere altro liquido alla miscela e farla diventare un gustoso sciroppo al cioccolato. A volte, puoi salvare il cioccolato lasciandolo prima raffreddare, poi ricominciare a farlo sciogliere aggiungendone altri piccoli cubetti.
  • Non mettere mai il cioccolato direttamente sul fornello acceso. Il cioccolato è molto sensibile al calore; per questo si utilizza la tecnica del bagnomaria. La maggior parte del cioccolato fonde a una temperatura tiepida, non calda, al tatto; se mentre mescoli il cioccolato senti che è difficile da mescolare, ma al tempo stesso è molto caldo, toglilo immediatamente dalla fonte di calore altrimenti si guasterà.
  • Non coprire il cioccolato con un coperchio mentre lo stai scaldando. Il vapore rovinerà il cioccolato, che si raggrumerà e diventerà una massa oleosa.

Cose che ti Serviranno

  • 1 Tagliere
  • 1 Pentola di dimensioni medie
  • 1 Pentola di dimensioni piccole
  • 1 Ciotola grande
  • 1 Ciotola media
  • 1 Coltello grande
  • 1 Cucchiaino
  • 1 Spatola
  • 1 Frusta
  • 1 Piccolo vassoio o una ciotola per servire in tavola
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.