Come Ballare il Cha Cha Cha

Il Cha cha cha è un popolare ballo afrocubano che viene danzato spesso in discoteche latinoamericane. La musica cha cha cha è scrita in tempo 4/4 a 30 battute al minuto (120 pulsazioni al minuto) con un ritmo medio-veloce molto sincopato. Il cha-cha è in genere un ballo per due, che significa che chi guida (tradizionalmente, anche se non necessariamente l’uomo) controlla l’incedere della danza, guidando il compagno e decidendo gli schemi, mentre chi segue (tradizionalmente la donna) cercherà di seguire il tempo e i movimenti di chi guida.

Passaggi

  1. Questo è lo schema di base, anche conosciuto come Side Basic o Close Basic. Questo schema è descritto dalla prospettiva del cavaliere (la parte del compagno è quasi identica; la differenza più ovvia è che chi segue si inclina all’indietro quando chi guida si inclina in avanti e vice-versa). Nota che altri schemi cha-cha rimpiazzano alcuni o tutti gli elementi del Basic con elementi più eleganti. Il cha-cha base si conta così: 2-3-cha cha cha o 2-3-4 e 1 se sai contare la musica.
  2. Rock step in avanti col piede sinistro. Il rock step è un passo in cui si fa un passo in qualsiasi direzione (in questo caso in avanti), portando tutto il peso corporeo sul piede che si muove, SENZA però alzare o muovere l’altro piede, e poi riportando il peso sull’altro piede (in questo caso il piede destro). Vediamolo nel dettaglio:
    • Piccolo passo in avanti col piede sinistro durante la pulsazione numero DUE del conto.
    • Riportiamo il peso sul piede destro quando contiamo il TRE.
  3. Chasse a sinistra, ovvero cha-cha-cha a sinistra. Un chasse è un passo in cui si uniscono i piedi portando il peso sul piede appena mosso, facendo poi un terzo passo col piede di partenza. Dunque, il passo si suddivide in questa maniera: passo, piedi uniti, passo – come se i piedi si stessero inseguendo. Nota che “uniti” significa che i piedi devono toccarsi fisicamente. In questo caso, dovremo fare un chasse a sinistra, che consiste dunque di tre passi veloci in cui chi guida si porta alla sinistra in due battute. Analizziamoli:
    • Fai un piccolo passo a sinistra con il piede sinistro durante la pulsazione numero QUATTRO (ovvero il primo “cha” in “cha-cha-cha”).
    • Porta il piede destro vicino al piede sinistro e sposta il peso corporeo sul piede destro; fai ciò sulla mezza pulsazione tra quattro e uno (ovvero il secondo “cha”).
    • Fai un passettino a sinistra con il piede sinistro durante la pulsazione UNO della musica. Questo è il terzo e ultimo “cha” in “cha-cha-cha”. Questo passo può essere leggermente più ampio degli altri, riflettendo esteticamente l’enfasi della prima pulsazione, anche se non deve essere necessariamente enfatizzato.
  4. Rock step indietro col piede destro. Questo passo è come il rock step in avanti, eccetto per il fatto che dovremo questa volta andare indietro col piede opposto. Esaminiamolo:
    • Piccolo passo indietro col piede destro, sulla pulsazione DUE della musica. Come per il rock step in avanti, poggia il peso corporeo tutto su questo piede, ma non alzare l’altro piede dal pavimento (il tacco sinistro può alzarsi, ma non muovere il resto del piede)
    • Sposta il peso in avanti sul piede sinistro sulla terza pulsazione.
  5. Chasse a destra. Questo passo è praticamente uguale allo chasse a sinistra, solo che va fatto a destra.
    • Passettino a destra col piede destro, sulla quarta pulsazione.
    • Unisci i piedi destro e sinistro (devono toccarsi) e sposta il peso corporeo sul piede sinistro. Questo passo va eseguito sulla mezza pulsazione tra quattro e uno.
    • Passo a destra sulla pulsazione UNO della musica.
  6. Ripeti a partire da “Rock step in avanti col piede sinistro”. A questo punto, il tuo piede sinistro è, si spera, in grado di eseguire il rock step in avanti, dopodiché dovrai rieseguire nuovamente lo chasse a sinistra, ecc.

Consigli

  • Unisci i piedi sullo chasse. “Insieme”. Eseguire un hitch step al posto di uno chasse è da principianti. Incidentalmente, è molto più facile fare ciò se il primo passo dello chasse era molto piccolo. Abbiamo già detto “fare piccoli passi”?
  • La mossa latina è cinque miliardi di volte più facili se eseguita facendo piccoli passi (anche se può essere eseguita con passi più grandi).
  • Il Cha-cha è una delle danze da sala da ballo più complesse. Gli schemi sono complicati, anche se non complicanti come lo Swing della West Coast, e il tempo è veloce, anche se non veloce come il Waltz viennese. In questa guida abbiamo visto le basi, ma è estremamente difficile imparare a danzare solo leggendo delle istruzioni. Cercati un maestro o un corso di ballo. Le lezioni di gruppo potrebbero essere invece un metodo d’introduzione al ballo molto più economico.
  • Pratica! Ci vogliono più di 300 ripetizioni per sviluppare memoria muscolare e ce ne vogliono fino a 10.000 per rendere istintivo il movimento.
  • Piccoli passi, ancora più piccoli. No, più piccoli!
  • Non guardarti i piedi; tieni alzata la testa. Fidati del tuo senso dell’equilibrio per sapere sempre dove sono i tuoi piedi. Se devi proprio guardarti i piedi, usa uno specchio verticale posizionato in modo che tu riesca a vederti i piedi pur mantenendo la testa completamente eretta. Resisti alla tentazione di guardare in basso . Anzi, non rivolgere in basso nemmeno le pupille per tentare di vedere il pavimento, perché facendo ciò muoverai inconsciamente la testa su e in giù.
  • La mossa latina dei fianchi è difficile da padroneggiare, e probabilmente impossibile da imparare tramite istruzioni scritte, ma puoi cominciare dai piedi, che giocano un ruolo importante nella creazione del movimento coi fianchi, e aggiungere le ginocchia una volta aver capito il movimento dei piedi. Per cominciare ad eseguire, coi piedi e le ginocchia, ciò che potrebbe ricordare vagamente l’inizio della mossa, ogni volta che togli il peso da un piede, alza il tacco del piede, piegando il ginocchio ma tenendo la pianta del piede fermamente a contatto col pavimento e fai scivolare il piede nella nuova posizione, con la pianta ancora salda sul pavimento, e abbassa il piede mentre sposti il peso corporeo su di esso e raddrizza il ginocchio, facendo alzare l’altro ginocchio man mano che il peso venga spostato sull’altro piede. In altre parole, devi eseguire il passo con la pianta dei piedi, ma devi abbassare il piede quando sposti il peso corporeo, oppure possiamo dire “pianta-tallone, pianta-tallone, pianta-tallone”, come sentirai dire ad nauseam nelle lezioni di Cha-cha o Rhumba. Il piede su cui poggia il peso corporeo va sempre tenuto piatto sul pavimento col ginocchio dritto, mentre l’altro deve toccare il pavimento con la pianta, il tacco alzato e il ginocchio leggermente piegato. Nessun piede deve mai perdere completamente il contatto con il pavimento.
  • Una volta acquisita padronanza con lo schema Side Basic di cui sopra, comincia a mischiare le mosse per crearne di più avanzate. Nelle istruzioni che seguono diamo per scontato che tu colui che guida, dato che è chi guida che decide lo schema del ballo. Lo schema più facile da descrivere testualmente è probabilmente il Passing Basic, conosciuto anche come Forward-and-Back o Basic progressivo. Per eseguire questo passo, dopo aver eseguirto un rock step all’indietro col piede destro ed essere passato al piede sinistro, fai una mossa cha-cha-cha in avanti (tre passi veloci, destra-sinistra-destra; questo passo va eseguito al posto dello chasse a destra) e poi fai un rock step in avanti col piede sinistro come normale (e ritorna sul piede destro come al solito), cha-cha-cha all’indietro (sinistra-destra-sinistra) invece dello chasse a sinistra, e infine rock step all’indietro sul piede sinistro e cambio piede. Dopodiché, puoi ripetere questo passo o fare uno chasse a destra (tornando nello schema Side basic). Riassumendo, i rock step nel Passing basic sono identici al side basic; l’unica differenza nello schema è che durante la parte del cha-cha-cha dovrai andare in avanti e indietro piuttosto che di lato. Questa tecnica viene chiamata passing basic perché i tuoi piedi si sorpassano durante la mossa del cha-cha-cha piuttosto che essere uniti.
  • Il ruolo del cavaliere e del compagno sono entrambi ruoli che vanno interpretati mantenendo sempre un collegamento saldo con i muscoli di braccia, schiena e spalle del partner. In questo modo i due ballerini sono bloccati insieme in una “cornice” che dà la possibilità a chi guida di muoversi all’unisono col partner. Chi segue non deve nessariamente conoscere in anticipo la prossima mossa del cavaliere.

Avvertenze

  • Nella sottocultura delle sale da ballo, in genere non si rifiuta di ballare con qualcuno che ti chiede di ballare in un evento sociale, né dovresti essere geloso se qualcuno chiede di ballare con la tua compagnia. All’interno di questa sottocultura, è considerato non solo normale, ma anche educato, per un uomo, ballare con le mogli e fidanzate di tutti i partecipanti al ballo, una dopo l’altra.
  • Esistono un gran numero di varianti culturali e regionali del cha-cha, alcune delle quali posseggono uno stile più da sala da ballo, mentre altre sono più un ballo da strada. Comparare le due diverse varietà di cha-cha va oltre l’intenzione degli autori di questo articolo, così come il tentativo di determinare quale stile sia più autentico o corretto. Questo articolo vuole concentrarsi sullo stile da “sala da ballo” del cha-cha, lo stile americano. Lo stile internazionale è molto simile, almeno nei passi di base. Lo stile Country e Western è meno simile, ma rimane pur sempre un cha-cha.

Cose che ti Serviranno

  • Musica: alcuni bei brani cha-cha sono “Sway” dei Pussycat Dolls (o Dean Martin o Michael Buble o Julie London), “todo, todo, todo” di Daniela Romo (o uno qualsiasi delle decine di artisti che hanno registrato questa canzone), "Let's Get Loud" di Jennifer Lopez, "Save the Last Dance For Me" di Michael Buble. Altrimenti, cerca “cha-cha music” su YouTube.
  • Un partner: anche se è teoricamente possibile imparare i passi da soli, non imparerai mai a guidare o seguire a meno che tu non ti alleni con un partner.
  • Pavimento liscio: l’ideale sarebbe naturalmente un vero pavimento da ballo fatto di parquet, ma ciò non è strettamente necessario. Anche i pavimenti a piastrelle vanno bene, anche se dopo un po’ i piedi potrebbero cominciare a farti male. I tappeti, invece, presentano delle difficoltà nelle girate e inoltre ballare a lungo sul tappeto potrebbe rovinare il tappeto più velocemente di quanto credi (c’è un motivo se in gergo si dice “tagliare il tappeto”).
  • Scarpe lisce con cui scivolare e girarsi facilmente, ad esempio le scarpe a suola liscia. Non hai bisogno per forza di scarpe da ballo; delle scarpe eleganti con suola di pelle vanno bene lo stesso. Le scarpe da ginnastica presentano invece qualche difficoltà (anche se esistono delle scarpe da ginnastica da ballo, ma sono abbastanza costose – inoltre, chi mai vorrebbe presentarsi ad un ballo in scarpe da ginnastica?). Le infradito, ovviamente, sono assolutamente vietate perché volerebbero via.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.