Come Costruire un Sito di eCommerce

Nell’era di internet, l’eCommerce attrae sempre più clienti. Gestire uno shop online è diventato un elemento cruciale per qualsiasi impresa, ma iniziare da zero potrebbe sembrare un compito monumentale. Quest’articolo illustrerà qualche semplice passaggio per costruire il proprio shop online funzionante in pochissimo tempo.

Passaggi

  1. Decidi di che cosa ti occuperai. Cerca di restringere i tuoi obiettivi in modo da catturare un mercato di nicchia, ma cerca anche di non limitarti troppo, o potrebbe essere anche più difficile trovare dei clienti. Per esempio, se hai intenzione di vendere dei libri, occuparti di libri vintage potrebbe rappesentare un’opzione più definita. D’altra parte vendere soltanto storie della Mongolia del diciassettesimo secolo, probabilmente, non ti porterà molto lontano. Se hai intenzioni serie per il tuo negozio online probabilmente ti troverai a passare molto tempo costruendo e modificando il tuo sito, ma soprattutto pubblicizzandolo, quindi scegli qualcosa di tuo interesse.
  2. Scegli il tipo di negozio di cui hai bisogno. Cerca di capire di che tipo di shop online ti piacerebbe servirti. Ci sono tantissime opzioni fra cui scegliere, quindi prima di decidere rifletti attentamente sulle caratteristiche che vuoi e quelle che non vuoi. Principalmente è possibile scegliere fra 3 tipologie di sito, ad esempio:
    • Se stai cercando qualcosa facile da gestire e non vuoi avere la seccatura di rifornire il tuo inventario e inviare personalmente le merci, diversi grandi rivenditori online (come Amazon.com) ti permettono di aprire un negozio specializzato, rivendendo i loro prodotti per una commissione.
    • Se vuoi rifornire personalmente il tuo inventario e sei disponibile a pagare una tariffa mensile, un sito come Yahoo! Merchant Solutions è una strada molto popolare. Questo portale mette a disposizione tonnellate di opzioni; si inizia con una spesa mensile di 40 $ (circa 35 €) più una tariffa di apertura di 50 $ (circa 44 €), con delle tariffe di transazione all’1,5 % circa. Se hai scegli di pagare una tariffa mensile, però, assicurati però di fare molte ricerche in merito. Controlla che il sito sia facile da usare e da gestire, perché qualora dovessi cambiare gestore in un secondo momento sprecheresti parecchi soldi. Inoltre, se scegli un sito che prevede delle spese di transazione, valuta il tuo margine di profitto, dato che queste si basano sul prezzo totale dell’oggetto, non sui tuoi guadagni netti.
    • Se vuoi rifornire personalmente il tuo inventario e non vuoi pagare una tariffa mensile, o vuoi provare a fare esperienza prima di affidarti a un programma mensile, potresti cercare un sito gratis al 100% (senza tariffe mensili, di transazione o costi nascosti) con la possibilità di un upgrade successivo. In questo modo potrai provare a creare e gestire il tuo negozio, guadagnare qualcosa ed abituarti al sito prima di dover pagare per le opzioni extra. È una situazione conveniente sotto ogni punto di vista perché, qualora decidessi di non volere mai pagare, non saresti obbligato; se invece dovessi capire che hai bisogno di usare anche le funzioni extra, non dovresti cambiare gestore, con tutte le difficoltà che questo comporta. Un esempio di questo tipo di sito è MiiDuu.com, che offre la possibilità di aprire un negozio standard completamente gratuito, oppure un negozio professionale per circa 30 $ al mese (circa 26 €). Il negozio standard è ricco di funzioni e molto facile da usare, quindi questo portale rappresenta un’ottima soluzione per iniziare ad esplorare il mondo dell’eCommerce.
  3. Crea il tuo negozio. Da questo momento dovrai iniziare a fare il lavoro vero e proprio. Dovrai raccogliere tutte le tue informazioni personali e riempire tutti i campi necessari. Tutti i siti sopracitati sono piuttosto facili da usare e non richiedono un’esperienza tecnica particolare. Inserisci per prima cosa i tuoi prodotti, le opzioni di pagamento, le opzioni di spedizione, le tasse applicabili etc. Controlla più di una volta: il sito potrà essere bello quanto vuoi, ma non servirà a niente se i clienti non potranno utilizzarlo. In ogni caso, tuttavia, l’aspetto del sito è estremamente importante. Dovrai ovviamente assicurarti che sia professionale e gradevole esteticamente, ma dovrai anche cercare di renderlo facile da esplorare e fare in modo che i clienti possano trovare facilmente i prodotti che cercano. Dovresti organizzare tutti i prodotti in categorie e sottocategorie intuitive. Se il tuo sito di hosting prevede opzioni come “prodotti in evidenza” o “prodotti più venduti”, potresti impostare anche queste categorie. Visita spesso il tuo negozio e cerca di esplorarlo in prima persona durante il processo di impostazione. Fallo inoltre testare ad amici e parenti, in modo da raccogliere opinioni esterne su eventuali problemi con il layout o con il processo di checkout.
  4. Pubblicizza il tuo negozio. In giro ce ne sono tantissimi, quindi dovrai assicurarti di fargli pubblicità, tanta, tanta pubblicità. Un negozio online è diverso da uno fisico, a cui la gente passa accanto per caso anche senza che sia stato pubblicizzato. Dovrai assicurarti di usare molte parole chiave nel testo del negozio e di creare diversi backlink (ossia collegamenti che portino al tuo negozio partendo da altri siti) in modo da stimolare il traffico di utenti e risalire nelle classifiche dei motori di ricerca. Innanzi tutto valuta le parole chiave da usare cercandole su Google o Yahoo! o nel motore di ricerca che preferisci, in modo da analizzarne la portata. Se una parola ottiene milioni di click in .25 secondi sarà difficile risalire la classifica e aumentare la visibilità del tuo negozio. Al tempo stesso, se ottiene solo 4 click sarà difficile attirare un buon giro di affari: l’importante è scegliere il giusto compromesso. Una volta selezionate le tue parole chiave, assicurati di usarle! Tenere un blog è un ottimo modo per farlo, soprattutto se pubblicherai post rilevanti e interessanti e non solo pubblicità. Per esempio, se possiedi un negozio di libri vintage, potresti tenere un blog in cui discuti i passaggi interessanti o le notizie e gli articoli più rilevanti sui quest’argomento, inserendo dei collegamenti che riportino al tuo negozio. Assicurati di usare spesso le parole chiave all’interno del blog. Inoltre dovresti cercare di avere il maggior numero di iscritti possibile e farti fare pubblicità dagli utenti stessi.
  5. Gestisci il tuo sito. Ora che hai impostato il tuo negozio e hai un flusso costante di clienti, assicurati di mantenerli! Ovviamente è consigliabile che i tuoi clienti continuino a tornare, quindi aggiorna regolarmente la tua offerta e i prodotti in evidenza. Aggiorna inoltre le parole chiave, per renderle più efficaci. Per farlo potresti iscriverti ad un servizio come Google Analytics, in modo da capire quello che le persone hanno cercato per arrivare al tuo sito. Da lì potrai vedere quali parole chiave funzionano e quali no e modificarle di conseguenza!

Avvertenze

  • Assicurati di leggere nei dettagli il contratto, quando scegli un sito di hosting, in modo da sapere esattamente che costi dovrai affrontare e come, quello che è incluso nel prezzo e quello che invece non lo è e come evitare di incorrere in spese nascoste.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.