Come Eseguire la Cancellazione della Cache DNS

La maggior parte dei computer collegati a internet utilizza la funzione chiamata DNS caching grazie alla quale gli indirizzi relativi alle pagine web che visiti più di frequente vengono memorizzati nella cache del tuo computer, per velocizzare la navigazione web abituale. Nel caso l'indirizzo IP di uno dei siti web che visiti regolarmente dovesse cambiare, prima di poter memorizzare nella cache gli aggiornamenti, potresti non riuscire a visualizzarne correttamente i contenuti. Se la voce '404 Page Not Found' ti appare di frequente, e se sei certo che la tua connessione a internet funzioni correttamente, prova ad eseguire quello che viene chiamato flushing della cache DNS, in maniera che il tuo computer possa aggiornare le informazioni.

Windows

  1. Apri il prompt dei comandi. La procedura di cancellazione della cache DNS si esegue attraverso il prompt dei comandi. La procedura di accesso alla finestra del prompt dei comandi differisce leggermente in base alla versione di Windows utilizzata:
    • Windows 8 – premi contemporaneamente i tasti 'Windows + X', dopodiché seleziona la voce 'Prompt dei comandi (amministratore)'.
    • Windows 7/Vista – accedi al menu 'Start' e digita nel campo di ricerca il comando 'cmd'. Seleziona l'icona del prompt dei comandi con il tasto destro del mouse e scegli la voce 'Esegui come amministratore' dal menu contestuale apparso.
    • Windows XP – accedi al menu 'Start' e seleziona la voce 'Esegui'. All'interno del campo 'Apri', digita il comando 'cmd' e premi il tasto 'Invio'.
  2. Esegui il comando 'Flush DNS'. All'interno della finestra del prompt dei comandi, digita il seguente comando: ipconfig /flushdns, dopodiché premi il tasto invio. Verrà visualizzato il messaggio 'Configurazione IP di Windows Cache del resolver DNS svuotata'.
  3. Chiudi la finestra del prompt dei comandi. Per farlo digita semplicemente il comando exit e premi il tasto invio.

Mac OS X

  1. Apri la finestra 'Terminale'. Troverai l'applicazione terminale all'interno della cartella 'Utility', posta nella tua cartella 'Applicazioni'.
  2. Digita il comando per cancellare la cache DNS. In base alla versione del sistema operativo, il comando da utilizzare varia leggermente.
    • 10.5 e versioni successive - dscacheutil -flushcache per eseguire il flush dei DNS, dopodiché digita il comando sudo killall -HUP mDNSResponder per riavviare il servizio DNS.
    • 10.4 e versioni precedenti - lookupd -flushcache per eseguire il flush dei DNS, dopodiché digita il comando sudo killall -HUP mDNSResponder per riavviare il servizio DNS.
  3. Digita la password. Molto probabilmente sarà necessario digitare la password di amministrazione per poter eseguire la procedura di cancellazione della cache DNS.

Linux

  1. Apri la finestra 'Terminale'. Accedi alla finestra terminale come utente 'root', oppure digita il seguente comando sudo prima di procedere al 'flushing' dei DNS.
  2. All'interno della finestra terminale, digita il seguente comando /etc/init.d/nscd restart, dopodiché premi 'Invio'. La cache DNS del tuo Mac verrà cancellata.

Consigli

  • In Windows puoi disabilitare il caching del server DNS, bloccando il relativo servizio. Nella casella di ricerca del menù Start, digita 'service.msc'. Quando la finestra con l'elenco dei servizi apparirà, cerca il servizio 'DNS Client', e selezionalo con un doppio click. Seleziona il pulsante 'Arresta'. Per riavviare il caching dei DNS, esegui la stessa procedura e seleziona il pulsante 'Avvia' anziché 'Arresta'.
  • Se stai usando un sistema operativo Windows, puoi disabilitare temporaneamente il caching dei DNS tramite il prompt dei comandi digitando il seguente comando: 'net stop dnscache' e premendo successivamente invio. Questo comando interromperà il caching dei DNS fino al prossimo riavvio del computer.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.