Come Comportarti con un Fratello Minore

Hai un fratellino che entra in continuazione nella tua stanza senza bussare e che ruba le tue cose? Ripete tutto quello che esce dalla tua bocca, anche le parole che non dovrebbe dire? Lo hai mai preso a schiaffi o sgridato e sei finito nei guai? Cerca di comportarti in maniera tranquilla e rispettosa nei suoi confronti, così eviterai i classici problemi che si creano tra fratelli e sorelle.

Passaggi

  1. Sii gentile nei suoi confronti.
  2. Cerca di non litigarci a causa delle vostre differenze in fatto di gusti o idee.
  3. Prova a farti coinvolgere dal suo gioco o libro preferito. Vedrai che è più facile di quello che pensi.
  4. Cerca di avere un approccio gentile. Mai rivolgerti bruscamente a lui: lo ferirai e incrinerai il rapporto.
  5. Trattalo come vorresti essere trattato, e questo vale per tutti. Solo perché è più piccolo di te, merita comunque di essere rispettato.
  6. Se avete comunque dei problemi, prendilo da parte e cerca di parlarne in maniera sincera, ma non farlo piangere. Usa il tuo solito tono di voce, e ricorda anche di non farlo agitare. Sarebbe meglio sedervi e discutere di quello che vi infastidisce. Fai una lista dei comportamenti che preferiresti avesse, e chiedigli di scrivere un elenco di quello che non sopporta di te. Entrambi dovreste fare del vostro meglio per soddisfare le esigenze che avete.
  7. Se fa rumori antipatici o smorfie mentre parli, alzati e digli in maniera calma “Ho provato a spiegarti la situazione, ma a quanto pare non vuoi saperne niente”. Vai via.
  8. Se dopo il tentativo fallimentare di spiegargli cosa c'è che non va ti richiama, guardalo (senza dire niente) e aspetta che inizi a parlare. A questo punto, siediti di fronte a lui. Cerca di non fissare la televisione o il computer, guardalo negli occhi.
  9. Ascolta tutto quello che ha da dire per dimostrargli che hai a cuore quello che pensa. Una volta che avrà finito, abbraccialo e digli che ti dispiace (per quanto tu non abbia fatto niente di male). In questo modo, crederà di aver vinto la battaglia.
  10. Ripeti questi passaggi qualora dovesse continuare a comportarsi male.
  11. Usa delle frasi dirette quando gli parli. Di' “Ci tenevo a dirti che mi stai infastidendo parecchio. Per favore, puoi smetterla?”. Se è troppo formale per te, puoi dire “Ok, basta, mi stai dando fastidio, me ne vado”.
  12. Se ti segue, ignoralo, e non coinvolgere i vostri genitori, soprattutto se si tratta di un patrigno o di una matrigna. Digli che non vuoi parlare con lui, altrimenti ti sfuggerebbero parole antipatiche.
  13. Se pensi di essere sul punto di urlare e di sgridarlo, di': “Non ho intenzione di litigare con te per una cosa così ridicola” o “Non voglio litigare con te”. In questo modo, nessuno vincerà o perderà. Capirà che le tue parole hanno senso.
  14. Ogni tanto, lascialo vincere. Fai in modo che pensi di aver vinto una battaglia qualche volta. Lascia correre, per quanto tu abbia ragione.
  15. Se ti ha fatto davvero infuriare, allontanati e digli che è meglio che si mantenga a debita distanza, altrimenti non risponderai delle tue azioni. Digli che non hai voglia di litigare, anche perché questo ti causerà ulteriori problemi con i vostri genitori. Non funziona nessuno di questi passaggi? Cerca di avere pazienza, prima o poi crescerà.

Consigli

  • Se avete litigato ed è ancora di pessimo umore, dagli spazio e tempo, così potrà calmarsi.
  • Vuoi fare pratica per diventare babysitter? Dovresti avere tanta pazienza, soprattutto perché ti tratterà come sempre visto che sei sua sorella.
  • Se dovesse sentire la tua mancanza perché starai fuori per una notte, coccolalo prima di andare via e digli che lo chiamerai per dargli la buonanotte.
  • Prepara un pomeriggio di giochi, coccole e letture se ultimamente non avete trascorso molto tempo insieme.
  • Se ti infastidisce e ti dà sui nervi, non sgridarlo. Spiegagli tranquillamente che vorresti la smettesse. Non lo fa? Non corromperlo. Proponigli un gioco o un libro e, dopo due o tre minuti, esci dalla sua stanza e finisci di fare i compiti o quello a cui ti stavi dedicando.

Avvertenze

  • Presta attenzione e non raccontare pettegolezzi sui tuoi amici davanti a lui, perché potrebbe spifferarli alla persona sbagliata. Se però in genere dici tutto al tuo fratellino, assicurati di chiedergli educatamente di non farlo sapere a nessuno. Qualora dovesse farlo, spiegagli che una situazione del genere non dovrebbe ripetersi, ma non usare un tono di voce violento o minaccioso. Probabilmente ti chiederà scusa e non lo farà più; se dovesse commettere lo stesso errore, tieni per te quello che non puoi dire a nessuno.

Cose che ti Serviranno

  • Giochi divertenti
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.