Come Migliorare la Tua Autostima

Da molti anni, autostima è sinonimo di buona immagine di sé, ma questo non è il vero significato di autostima. Una immagine di sé positiva è importante - significa prendersi cura di te e vederti come un individuo unico e speciale semplicemente per le tue qualità di essere umano. L'autostima è una sensazione positiva riguardo al proprio valore basata su reali azioni meritevoli - è una sensazione che ottieni quando hai ottenuto dei risultati, ed è bellissima. Anche tu puoi migliorare la tua autostima grazie al pensiero positivo e agendo con umiltà, e aiutando gli altri ad accrescere la loro nel processo.

Passaggi

  1. Compi azioni e vivi la vita in modo da impressionarti. C'è solo un modo per migliorare la tua autostima - guadagnare il tuo rispetto. Molte volte cerchiamo di impressionare gli altri, ma stiamo solo perdendo tempo. La persona che devi veramente impressionare è te stesso. Cerca sempre di migliorarti secondo i tuoi obiettivi e le tue aspettative, non quelle degli altri.
    • Smetti di cercare di conquistare il rispetto degli altri. Vivi la vita con integrità e autodeterminazione, sulla base di ciò che impressiona te, e anche le altre persone ti rispetteranno.
    • Quando possibile, allontanati dalle persone che non ti rispettano. Quando non puoi farlo, non abbassarti al loro livello. Può essere difficile, ma con la pratica ci riuscirai. E' già un ottimo obiettivo imparare a non abbassarli al livello delle persone che non ti rispettano. Cerca di capire che potrebbero avere una ragione generica per mancarti di rispetto, come un pregiudizio, o potrebbero avere un carattere maligno. Se si tratta di un'incomprensione, cerca di risolverla - quando un bugiardo diffonde notizie false su di te può essere difficile risolvere la situazione e far valere la tua verità, ma se non lo facessi rischieresti che persone che avevano un'idea positiva di te inizino a non rispettarti più. Una volta ristabilita la tua immagine ricorda di non fidarti mai più di chi ha sparso voci false su di te.
    • Anche se non dovresti ignorare le opinioni e le idee delle altre persone, non vivere la tua vita secondo questi canoni. Ascolta e segui ciò che ti sembra giusto, ma acquisisci come valore interiore solo ciò che può migliorarti o che hai scelto in prima persona.
  2. Poniti degli obiettivi e lavora per raggiungerli. Non dovranno essere estremamente ambiziosi, ma ad esempio miglioramenti graduali. Potresti decidere di imparare a suonare la chitarra, ad esempio. Inizia a risparmiare per acquistare una chitarra, poi impara un accordo alla volta fino a saperli tutti alla perfezione. Procurati dei libri di chitarra e degli spartiti da una libreria e impara una canzone alla volta, oppure suona a orecchio. Oppure potresti imparare a disegnare leggendo dei libri di arte, e facendo pratica ogni giorno con una matita e un quaderno. Un esempio diverso: immagina di avere la media del 6,5 a scuola. Cerca di aumentare la tua media di almeno mezzo punto entro la fine del semestre. Inizia a studiare di più, entra in gruppo di studio o fatti aiutare da un compagno. Quando inizierai ad avere più padronanza delle materie scolastiche e vedrai la tua media salire fino al 7, proverai un forte senso di soddisfazione - e la tua autostima ne beneficerà. Sia i successi quotidiani "Oggi ho studiato" che quelli esterni "Sono abbastanza bravo a suonare la chitarra da poter suonare a una festa senza che nessuno rida di me", sono tipi diversi di autostima.
    • Stabilisci i tuoi obiettivi con saggezza. Osserva i veri obiettivi e gli interessi nella tua vita. Se il tuo obiettivo a lungo termine è diventare un professionista con un buon titolo di studio o di ricevere una borsa di studio per l'università, migliorare la tua media è il primo passo nella lunga strada per il successo personale. Se stai migliorando i tuoi voti dal 7,5 al 9 per soddisfare un genitore critico che si aspetta la perfezione, scegli un obiettivo per la tua autostima che non si basi sulla sua opinione dei tuoi successi, come imparare a disegnare, a suonare la chitarra, creare una collezione, saper dire bene le barzellette o qualunque cosa possa rilassarti. Soprattutto se stai vivendo una carriera di successo che ti mette molta pressione, dovrai dare spazio alle tue vere passioni. Un buon obiettivo è qualcosa che ti piacerebbe fare anche se nessuno lo sapesse, nessuno ti avesse pagato per farla e nessuno ti facesse i complimenti per i tuoi successi in quella attività. Questo è ciò che nutre l'anima.
  3. Ottieni risultati e riconoscimenti. Studia molto. Porta quel 7 e fallo diventare un 10 e lode dedicandoti con passione a quello che studi. Oppure dai il massimo negli sport. Anche se sei un giocatore nella media, se ti allenerai duramente migliorerai, e questo è già un ottimo risultato. Scegli qualcosa in cui eccellere, scegli un obiettivo, e lavora duramente per raggiungerlo - anche impegnarti per migliorare te stesso è qualcosa di meritevole.
    • Sfrutta i tuoi punti di forza. Se corri velocemente ma non sei forte o resistente, probabilmente l'atletica è una scelta migliore del football. Se sei creativo e drammatico, considera il teatro e partecipa ai provini per le recite scolastiche. Se sei bravo in matematica e odi le materie umanistiche, partecipa alle Olimpiadi della matematica e migliora le tue capacità negli ambiti che ti riescono meglio. Rinforza i tuoi talenti naturali. E' una buona idea avere almeno un obiettivo legato alla tua personalità e a ciò che ti riesce meglio.
    • E' una buona idea anche porti degli obiettivi che correggano le tue debolezze. Se sei molto bravo in matematica e informatica, ma riesci a malapena ad arrivare alla sufficienza in italiano e hai paura di parlare con le ragazze, porti l'obiettivo di arrivare al 6,5 di italiano e superare la tua timidezza farà bene alla tua autostima. Qualcuno potrebbe pensare che arrivare al 6,5 di italiano non sia una grande impresa, ma farlo dopo essere partito dal 6-, rischiando di essere rimandato ogni anno è un grande risultato, magari più difficile che passare dal 6,5 al 7.
  4. Dai valore alle imprese nobili. Gli obiettivi accademici, artistici e sportivi sono tradizionali imprese che possono tirar fuori il meglio da una persona, mettendo alla prova i suoi limiti intellettuali e fisici, e premiando gli sforzi individuali e di squadra. Potresti scrivere un romanzo, un brano musicale, creare una graphic novel o dipingere abbastanza bene da creare opere d'arte. Trova dei modi per continuare a perseguire queste passioni nobili nella vita dopo la scuola.
  5. Dai valore alle passioni innocue e gratificanti. Il ricamo, il giardinaggio, l'uncinetto, la falegnameria, la pittura, il collezionismo, il modellismo, la moda, il fai da te, i quiz, i giochi e la lettura sono tutte cose che non provocano alcun danno e danno autostima a chi le pratica. Inoltre ti permetteranno di stringere relazioni con altre persone che condividono i tuoi interessi. Non tutti gli obiettivi che ti porrai dovranno riguardare passioni alte e nobili e i tuoi interessi non dovranno essere tutti remunerativi se possono darti piacere e rilassamento. Molte arti e scienze possono ricadere in questa categoria anche se non ne farai una carriera o non le seguirai a livello professionale - i club scientifici, il teatro amatoriali, il karaoke e la pittura personale sono tutte attività meritevoli anche se decidi di rimanere un dilettante e seguire queste passioni solo perché le ami. Avrai anche una buona base su cui costruire una nuova vita sociale se dovessi decidere di trasferirti. Se non troverai un club nella nuova zona, potrai fondarne uno e fare felici molte persone.
  6. Aiuta il prossimo. Fai volontariato in una casa di riposo o in un rifugio per senzatetto. Chiedi informazioni alla tua chiesa su cosa puoi fare per aiutare i malati o i poveri. Dona il tuo tempo e i tuoi servigi a un rifugio per animali. Non c'è niente di più gratificante che offrire il tuo tempo e le tue capacità alle persone che ne hanno bisogno. Uscire dalla tua testa e dal tuo normale circolo di amicizie può farti aprire gli occhi e diventare più umile.
  7. Sii umile. Nessuno ha reso un servizio pubblico più grande di quello di Madre Teresa, che ha aiutato i poveri, i malati e i morenti, e non ha mai abbandonato nessuno. Madre Teresa però era un'anima forte e nobile che sapeva che se non fosse stata lei ad aiutare quelle persone, magari nessuno l'avrebbe fatto. Ha combattuto per tutta la vita contro la depressione cronica e ha vinto, senza mai arrendersi. Ha visto il valore di ogni persona e non si è mai lasciata scoraggiare dal pensiero che il lavoro della sua vita poteva non bastare a cambiare la vita di milioni di persone - nella maggior parte dei casi, lavorava per curare le sofferenze di una persona alla volta. Questa è vera autostima: "Io sono solo una persona, ma posso aiutare queste persone". Questo significa sapere e credere che una persona possa fare la differenza. E fare la differenza una persona alla volta può essere un obiettivo umile, ma estremamente meritevole.
  8. Tramanda le tue capacità e i tuoi talenti a qualcuno. Insegnare a qualcuno la tua specialità ti farà capire quanto sai realmente e quanto hai da offrire. Quando aiuterai un novizio ad apprendere le capacità che tu hai affinato, riceverai la sua ammirazione e il rispetto per la tua impresa. Inoltre, aiuterai qualcuno a sviluppare le stesse capacità, e queste potranno essere tramandate nuovamente.
  9. Permetti che i bambini migliorino la loro autostima onestamente. Solo perché sono bambini non significa che sia stupidi - credi che non si accorgano quando li lasci vincere? La loro autostima non migliorerà se regalerai loro una vittoria. Potrà migliorare solo dopo una vera vittoria. Gioca con tuo figlio a qualcosa finché non diventerà molto bravo - puoi scegliere il gioco che preferisci: domino, scarabeo, Pokemon, un videogioco, briscola - e qualunque cosa tu faccia, non comportarti con attenzioni speciali. Quando vinci, festeggia. Non sminuirlo e non chiamarlo un perdente, limitati a dire "Evviva, ho vinto!". Poi continua "Vediamo, hai fatto degli errori? Magari non è così - hai avuto solo carte sfortunate. Valutiamo la tua partita e vediamo dove potresti migliorare." Aiutalo, mostragli come migliorare, e gioca ancora. Alla fine, riuscirà a batterti. Quando lo farà, digli di salire sul tavolo e fare la danza della vittoria. Guarda il suo viso. Osserva tuo figlio quando sa di essersi guadagnato la vittoria, perché l'ha ottenuta con le sue sole forze. Questo approccio fa una grande differenza, perché fa capire a tuo figlio che ha il potere di vincere, se si impegna con tutto se stesso. Potresti dargli una base che seguirà per il resto della vita. Non lasciarlo vincere. Se lo facessi lo staresti solo privando della possibilità di guadagnarsi onestamente una vittoria.
    • I bambini capiscono la differenza tra una vittoria regalata perché li ami e una vittoria ottenuta in una vera competizione. Non sorprenderti se tuo figlio ti fa vincere, chiediti se sei stato un cattivo perdente se accade.
    • Incoraggia la attività non competitive ed elogia ogni passo verso il successo invece di attenderti la perfezione. Non caricarti di troppe pressioni, per non vivere ogni insuccesso come una catastrofe.

Consigli

  • Credi fermamente di poter fare la differenza, una persona o un obiettivo alla volta. Con il tempo, man mano che i tuoi sforzi porteranno i loro frutti, sentirai una profonda soddisfazione per i tuoi risultati.
  • Tieni un registro scritto dei tuoi progressi verso l'obiettivo, che si tratti dei tuoi punteggi in allenamento, delle ore studiate, delle tue bozze, degli accordi che hai imparato o dei chili persi o guadagnati. I piccoli successi giornalieri sono molto efficaci per la crescita dell'autostima. Non sarà la vittoria nel titolo regionale a darti la vittoria di superare le avversità nella vita, ma tutto l'allenamento che ti ha permesso di entrare a far parte della squadra e tutte le partite che hai giocato.
  • Nessuno può darti autostima. Dovrai guadagnartela da solo.
  • Scopri le limitazioni realistiche dei tuoi comportamenti e delle tue abilità. Passa con grazia dai successi ai fallimenti e impara a perdonare te stesso.
  • Migliora il tuo senso dell'umorismo - soprattutto riguardo a te stesso. Non prenderti troppo sul serio, e guarda sempre le cose dalla giusta prospettiva.
  • Non permettere mai a nessuno di privarti dell'orgoglio.
  • La competizione negli sport e nelle altre attività è sana quando è corretta, nelle tue possibilità e accompagnata dal divertimento e dal rispetto per gli altri. Le competizioni in cui ti paragoni negativamene agli altri e cerchi di essere migliore del prossimo non lo sono. Non puoi mai sapere com'è la vita per le altre persone. Per questo impostare i tuoi standard secondo ciò che fanno o hanno gli altri servirà solo a demoralizzarti e ridurre la tua autostima.
  • Cerca di diventare bravo in uno sport, con uno strumento musicale o nella lingua italiana.
  • La passione per un'artista, della televisione, del cinema o della musica o uno sportivo è un tipo di obiettivo e attività comune ed efficace. Vincere gare di quiz su un argomento che ti appassiona è un'attività leggermente competitiva che migliora la tua autostima e la tua memoria. Non dimenticare che le attività meno formali spesso sono quelle che è possibile seguire senza necessità di risorse o attrezzature. Dei forti interessi possono anche aiutarti a migliorare e mantenere la tua vita sociale una volta terminata la scuola, anche se dovessi trasferirti per motivi di lavoro. Troverai altri fan del tuo artista o sportivo preferito anche nella nuova località.
  • Scegliere almeno un'attività non competitiva è importante, per impegnarsi in qualcosa che non si basa solo sull'opinione di altre persone ed è facile da misurare solo in confronto ai tuoi risultati precedenti. Se vuoi leggere tutte le opere di Leopardi, si tratta di un obiettivo che puoi completare e non susciterà nessuna reazione da parte delle altre persone. Competere invece, anche se non vincerai, può essere esaltante e ti aiuta ad affinare le tue capacità - di conseguenza migliorando la tua autostima. Tra le attività agonistiche, scegli quelle dove sei più bravo o dove puoi ottenere buoni risultati con l'impegno. Sbattere la testa contro al muro partecipando in competizioni dove non puoi ben figurare non ti aiuterà ad accrescere l'autostima, ma solo la frustrazione. Un giovane pensate e robusto può provare a diventare forte e muscoloso, a perdere peso e a entrare nella squadra di basket, ma è improbabile con quella corporatura diventare una stella dell'atletica leggera.

Avvertenze

  • Evita gli obiettivi illegali e autodistruttivi. Chi è riuscito a bere più birra senza vomitare è probabilmente un alcolizzato e ha migliorato solo la sua tolleranza agli alcolici. Entrare in una gang di strada può portarti a un futuro in prigione invece che all'università. Fare sesso con molti partner può portarti a contrarre una malattia venerea e difficilmente a trovare qualcuno che possa amarti per tutta la vita e trattarti con rispetto.
  • Evita la tentazione di trasformare l'autostima in presunzione e arroganza. Le persone con buona autostima sono molto attraenti. Quelle arroganti non lo sono.
  • Pensa al lungo termine e anche al breve. Gli sport che non possono essere praticati facilmente in età avanzata o dove il massimo delle prestazioni viene raggiunto in giovane età possono essere ottime attività se sei così bravo da poter diventare un professionista. Per molte persone però portano a trovarsi seduti su un divano a 40 anni a ricordare i giorni di gloria, piuttosto che immaginare i futuri trionfi sulla pista da bowling o sul campo da tennis. Una media voti altissima può portarti a ricevere una borsa di studia, ma se la tua autostima si basa solo sui voti alti che ricevi, dopo la laurea potresti subire un grande shock. Nel mondo del lavoro non esistono voti esterni con cui potrai misurare i tuoi successi, perciò assicurati che almeno alcuni dei tuoi obiettivi possano sopravvivere all'uscita dal sistema scolastico.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.