Come Preparare della Birra di Sorgo Fatta in Casa Senza Glutine

Le persone celiache devono evitare gli alimenti e le bevande che contengono glutine. Il glutine è presente nell'orzo, nel grano e nella segale. La birra perciò deve essere solitamente evitata dai celiaci, perché è realizzata quasi sempre con l'orzo. Le birre di grano sono realizzate con orzo e grano. Puoi però realizzare in modo relativamente semplice delle birre senza glutine con dello sciroppo di sorgo. Il sorgo è un cereale nutriente simile al miglio, usato in Africa per realizzare bevande fermentate tradizionali. Esiste anche una versione nigeriana della Guinness Stout prodotta con il sorgo. La birra di sorgo Redbridge beer[1], prodotta dalla Anheuser- Busch, è realizzata con sciroppo di sorgo. Puoi modificare i metodi di distillazione secondo l'equipaggiamento disponibile, per produrre la birra di sorgo in cucina o all'aperto.

Passaggi

  1. Procurati gli ingredienti. Per ogni 25 litri di birra, ti serviranno circa 3-3,5 kg di sciroppo di sorgo, circa 30-60 grammi di luppolo e un pacchetto di lievito di birra secco senza glutine. Spesso vengono utilizzate altre fonti senza glutine di zucchero, come miele, sciroppo di riso, succo di frutta e zucchero candito belga. Generalmente, è meglio aggiungere solo mezzo chilo di zuccheri aggiunti. Questo perché un alto contenuto di zucchero richiede tipi di lieviti speciali che producono una concentrazione alcolica più alta e più zucchero comporta un processo di fermentazione più lungo.
    • Il luppolo è disponibile come piccoli pellet compressi o come "fiori" secchi interi. Solitamente è più facile usare i pellet perché dovresti filtrare il luppolo intero usando un grande filtro sterilizzato. Diversi luppoli contengono quantità diverse di agenti amari chiamati acidi alfa. 30 grammi di luppolo con un contenuto di acidi alfa del 4% darà alla birra l'amarezza che puoi gustare in una normale Budweiser® se bollita per 60 minuti. Usa più luppolo o luppoli con un contenuto più alto di acidi alfa per una birra di sorgo più amara. Puoi aumentare il livello di amarezza anche facendo bollire la birra per più tempo. Aggiungi altro luppolo subito prima del termine della bollitura, o quando è appena terminata, per dare alla birra un sapore e un aroma di luppolo più pronunciato senza aggiungere amarezza.
  2. Pulisci e disinfetta l'attrezzatura di distillazione. È particolarmente importante disinfettare gli strumenti come la damigiana (il contenitore di fermentazione) o il secchio di fermentazione che entreranno in contatto con la birra dopo che questa è stata bollita e raffreddata (come descritto nei passaggi seguenti). Disinfetta anche il gorgogliatore e il tappo di gomma in cui è inserito che userai per sigillare la damigiana. Inoltre userai un tubo o un imbuto per trasferire il liquido nella damigiana che dovrà essere a sua volta sterilizzato. Non serve sterilizzare la pentola che usi per bollire, perché viene già riscaldata per 20 minuti. Usa un disinfettante a base di iodio, o di altro tipo, come uno a base di acidi. Puoi trovarli nei consorzi.
    • Lascia in ammollo per 2 minuti nella soluzione sterilizzante le attrezzature, poi lasciale asciugare all'aria. Aggiungi una o due misure di disinfettante con iodio concentrato a 25 litri d'acqua per ottenere la soluzione.
    • Riempi completamente una damigiana da 30 l con la soluzione sterilizzante. Potrebbe essere necessario usare un tubo di gomma sterilizzato al rubinetto della cucina per riempire la damigiana senza contaminarla.
    • Scola il disinfettante, conservandolo se vuoi riutilizzarlo. Rovescia la damigiana per svuotarla completamente.
  3. Prepara dell'acqua per riempire la damigiana se necessario. Se stai usando una piccola pentola con una capacità inferiore a 40 l, probabilmente dovrai aggiungere altra acqua pura alla damigiana per portare il volume finale a circa 25 l. Fai bollire e lascia raffreddare la quantità d'acqua necessario, o usa acqua di fonte. Non usare acqua distillata, perché il lievito che deve fermentare la soluzione di sorgo ha bisogno dei minerali che si trovano nell'acqua.
  4. Fai bollire almeno 12 l di acqua del rubinetto, ma non più di circa 37 l. Se stai usando 35 l d'acqua o più, non dovresti aver bisogno di troppa acqua per riempire la damigiana. La quantità d'acqua che puoi riscaldare naturalmente dipende dalla grandezza della pentola, da come intendi scaldarla, da come vuoi lasciarla raffreddare e dalla grandezza della damigiana. Le pentole più piccole possono essere scaldate su un fornello da cucina, mentre quelle più grandi richiedono fornelli da campo a propano. Inoltre, potrai far raffreddare le pentole più piccole in un bagno di ghiaccio nel lavandino, mentre quelle più grandi che non possono essere maneggiate in sicurezza quando sono calde, deve essere raffreddate con un chiller per il mosto (vedi in seguito). È meglio usare una pentola con una capienza di almeno 25 l, e che abbia uno spazio supplementare del 20% per evitare che il liquido trabocchi. Tieni in considerazione il volume che lo sciroppo di sorgo occuperà nella pentola.
    • Durante la bollitura, considera un'evaporazione del 20%. La quantità di liquido evaporato cambierà. Usa più acqua se noti un'evaporazione pronunciata, oppure meno acqua in caso contrario.
    • Una soluzione più diluita assorbirà più l'amaro dei luppoli durante la bollitura, perciò risparmierai sul costo dei luppoli. Sarà però necessaria più energia per far bollire una soluzione più diluita. Alcuni contenitori saranno anche più difficili da sollevare.
      1. Metodo Alternativo Aggiungi 10 l di acqua di fonte filtrata a una pentola da 15 l di acciaio inossidabile. Porta la soluzione a 70 °C e aggiungi il sorgo, i luppoli per il sapore e un terzo dei luppoli aromatici. Fai bollire per circa 10 minuti. Aggiungi il resto dei luppoli aromatici e abbassa la fiamma per far sobbollire l'acqua per 5 minuti. La soluzione è pronta. Versa 10 l e una pinta di acqua di fonte filtrata, più un sacchetto di ghiaccio sterile, in un fermentatore da 25 l (il secchio bianco che vedrai nell'immagine seguente. È semplicemente un contenitore alternativo alla damigiana) Versa la soluzione nel fermentatore insieme all'acqua ghiacciata. La temperatura dovrebbe raggiungere i 27 °C, perfetta per attivare il lievito. Adesso hai un mosto. Metti il coperchio, metti il gorgogliatore e conserva il fermentatore in un luogo buio e fresco per 10-14 giorni.
  5. Aggiungi lo sciroppo di sorgo all'acqua calda.
    • Aggiungi gli zuccheri da fermentare se desideri.
  6. Porta la soluzione (chiamata anche mosto) a ebollizione.
    • La soluzione potrebbe bruciare a questo punto. Tienila d'occhio e spegni la fiamma (o levala dal fuoco) se necessario. Mescolala per ridurre la schiuma che si forma.
  7. Aggiungi i luppoli e porta la soluzione a ebollizione. I luppoli possono far bruciare la soluzione, perciò preparati a mescolare e a spegnere la fiamma.
  8. Continua a far bollire per 60 minuti. In questo tempo, i luppoli daranno alla soluzione l'amarezza caratteristica della birra. Usa meno luppoli o con un contenuto più basso di acidi alfa per una birra meno amara.
  9. Raffredda la soluzione di sciroppo e luppolo. Leva la pentola dal fuoco o spegni la fiamma. Usa un termometro sterilizzato per controllare la temperatura. Il tuo obiettivo sarà portare la temperatura della soluzione tra i 18 e i 27 °C per attivare i lieviti. Se la temperatura sarà troppo alta, i lieviti moriranno. Se la temperatura sarà troppo bassa, non si attiveranno correttamente.
    • Se usi una piccola pentola che puoi maneggiare facilmente, raffreddala in un bagno di ghiaccio nel lavandino o in un grande contenitore. Ti basterà mescolare acqua fredda con del ghiaccio nel lavandino e lasciare ammollo la pentola, facendo attenzione a non schizzarti addosso il liquido caldo.
    • Se usi pentole più grandi che non possono essere spostate, usa uno wort chillerogfrnlvf. Se il chiller è del tipo da inserire nella pentola, dovresti lasciarlo immerso nella soluzione per 20 minuti durante l'ebollizione, per sterilizzarlo.
  10. Trasferisci la soluzione raffreddata nella damigiana sterilizzata. Puoi farlo semplicemente versando la soluzione attraverso un imbuto, oppure usando un tubo. Cerca di far schiumare la soluzione durante il trasferimento, per farle prendere aria. I lieviti che aggiungerai richiedono ossigeno per fermentare. È meglio lasciare circa il 10-20 % di spazio la schiuma dei lieviti che si formerà durante la fermentazione. Questa schiuma però potrebbe occupare molto meno spazio ed essere a malapena visibile rispetto alla birra di malto.
    • Rabbocca la damigiana con acqua bollita o acqua in bottiglia per portare il volume finale tra 25 e 30 l.
    • Aggiungi succo di frutto pastorizzato o frutta in scatola intera pastorizzata se desideri. Puoi aggiungere la frutta anche a fermentazione terminata. Se la aggiungerai dopo la fermentazione, la birra assorbirà più sapore. La frutta però provocherà una nuova fermentazione, e dovrà essere lasciata nella damigiana per 1-3 settimane. Tieni presente anche che dal momento che il succo di frutta è una fonte concentrata di zuccheri, aggiungerne troppo potrebbe portare a livelli di zucchero troppo alti. Il lievito potrebbe non essere in grado di fermentare completamente gli zuccheri dell'alcol.
  11. Aggiungi il lievito. Spargi il lievito di birra secco nella soluzione.
  12. Usa un gorgogliatore per chiudere la damigiana. Questo ti garantirà che aria e batteri non possano entrare nel contenitore e rovinare la soluzione. Assicurati di riempire il tappo con un liquido come acqua sterile, soluzione disinfettante o vodka. Il liquido impedisce ai batteri di entrare nella soluzione, ma permette all'anidride carbonica di uscire. Non fermentare mai la birra in un contenitore che non permetta il rilascio della CO2, o esploderà.
  13. Fai fermentare la birra. Lascia fermentare la birra in una stanza calda o a temperatura ambiente (non troppo calda o fredda) e buia finché dal gorgogliatore non escono più bolle. La fermentazione richiederà circa 1 settimana, secondo la concentrazione di zucchero e la temperatura. Puoi far riposare ulteriormente la birra, fino a 3 settimane, per prolungare la fermentazione e farla invecchiare.
  14. Imbottiglia la birra.
    • Per prepararti all'imbottigliamento, pulisci e disinfetta tutte le attrezzature che entreranno in contatto con la birra, e prepara una soluzione bollita di zucchero da imbottigliamento. Lo zucchero sarà convertito dai lieviti che si trovano nella birra in anidride carbonica e una quantità molto piccola di alcol. L'anidride carbonica farà diventare gassata la birra contenuta nelle bottiglie.
    • Se decidi di imbottigliare, prepara mezza tazza o tre quarti di tazza di zucchero mescolandolo con tre tazze d'acqua. Fai bollire questa soluzione per 20 minuti per sterilizzarla. Lasciala raffreddare, poi versa con attenzione la birra in un secchio da imbottigliamento, cercando di non farla schizzare. Aggiungi lo zucchero e mescolalo con un grande cucchiaio. Attacca un tubo di plastica di circa 1,5 m alla spina del secchio e inserisci l'altra parte in una bottiglia.
      • Questo tipo di secchi hanno coperchi con spazio per un gorgogliatore e una spina adatta ai tubi per l'imbottigliamento. Sono adatti anche al processo di fermentazione.
    • Usando il tubo, riempi delle bottiglie di birra sterilizzate e asciugate all'aria, lasciando circa 2 cm di spazio nel collo di ognuna. Il tubo di imbottigliamento rilascerà la birra solo quando entrerà in contatto con la superficie interna del contenitore.
    • Tappa ogni bottiglia usando una macchina apposita, e conservale in un'area buia e calda per 2-3 settimane. Durante questo tempo, diventeranno naturalmente gasate.
  15. Se decidi di trasferire la birra in una botte da 25 litri, prepara un terzo o mezza tazza di zucchero da imbottigliamento mescolandolo con 3 tazze d'acqua. Fai bollire questa soluzione per 20 minuti per sterilizzarla. Lasciala raffreddare, poi versala con attenzione nella botte. Aggiungi la birra. Sigilla la botte e comprimila a 10 PSI con anidride carbonica compressa e un regolatore di gas. Lascia mineralizzare la birra in una zona calda per 2-3 settimane. Puoi mineralizzare più velocemente le botti usando una bottiglie di anidride carbonica compressa. Servi con un rubinetto o una pompa a mano.

Consigli

  • Molte ricette di distillazione consigliano di "provare" i lieviti prima di aggiungerli alla soluzione. 10 minuti prima di versare i lieviti, mettili in una ciotola sterile con circa 3 cucchiai di zucchero e mezza tazza d'acqua. Tieni la ciotola in un luogo buio e lascia attivare i lieviti. Attivare prima i lieviti ti assicura che siano vivi e sani, in grado di fermentare la tua birra.
  • Le damigiane, i secchi di fermentazione e i fermentatori fatti in caso svolgono tutti lo stesso ruolo. Troverai le immagini di alcuni di essi in questo articolo. Sul mercato ne troverai molti altri tipi.
  • I lieviti sono in realtà funghi che si nutrono degli zuccheri nella soluzione di fermentazione. Ne esistono moltissimi tipi. Si trovano nell'aria e per questo vengono usati da alcuni monaci che fermentano la birra in contenitori aperti. Altri lieviti vengono raccolti da distillazioni precedenti e vengono usati da generazioni. Assicurati che i lieviti siano senza glutine, perché alcuni vengono cresciuti sull'orzo.
  • Puoi produrre una birra più trasparente con una seconda fermentazione. Per farlo, trasferisci la birra fermentata dalla prima damigiana a una seconda. Lascia chiarificare naturalmente la birra per una - tre settimane prima di imbottigliare.
  • Molte persone non fanno bollire la birra per 60 minuti. I tempi ideali sono 7 minuti per l'aroma e 20 minuti per il sapore. [2] Dovrai trovare il tempo migliore secondo la tua ricetta. Meno la soluzione viene lasciata bollire, migliori saranno aroma e sapore.
  • Una buona regola è la "2-2-2". 2 settimane nel fermentatore, 2 settimane in bottiglia, 2 settimane di riposo. Durante il riposo conserva le bottiglie 1 settimana a temperatura ambiente e 1 settimana in frigorifero. La maggior parte delle birre fatte in casa inizieranno a degradarsi dopo 3-4 mesi.

Avvertenze

  • Tieni i disinfettanti e gli altri agenti chimici lontani dalla portata dei bambini e degli animali.
  • Tieni i bambini lontani dai liquidi caldi.
  • Indossa occhiali protettivi e guanti quando maneggi disinfettanti e altre sostanze chimiche, anche dopo averle diluite.
  • Le bottiglie di vetro possono esplodere durante la fermentazione. Tieni lontani da esse i bambini e gli animali.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.