Come Assicurarsi il Copyright di un Libro scritto con uno Pseudonimo

Gli scrittori hanno spesso utilizzato pseudonimi per nascondere la loro identità. L’hanno fatto per varie ragioni: per nascondere il loro vero sesso (Alice Sheldon si è firmata come James Tiptree, Jr.), per nascondere i loro lavori in altre aree (Isaac Asimov ha scritto racconti di fantascienza per adolescenti sotto il nome di Paul French), per nascondere le reali dimensioni dei propri lavori (Robert Heinlein ha scritto libri con il nome di Anson McDonald e sotto altri pseudonimi), o semplicemente per nascondere il fatto di essere scrittori (Michael Crichton ha scritto opere con il nome di Jeffrey Hudson). Pseudonimi sono stati creati in alcuni casi anche dalle case editrici per riunire, sotto un unico autore, serie di libri, come nel caso di “Franklin W. Dixon” e “Carolyn Keene” per la serie di romanzi gialli degli Hardy Boys e di Nancy Drew, e “Kenneth Robeson” per la serie di Doc Savage e di Avenger. A prescindere da quale sia la ragione per cui gli autori scrivono sotto pseudonimo, negli Stati Uniti, l’US Copyright Office (Ufficio per i diritti d’autore statunitense) offre protezione agli scrittori per i libri scritti sotto pseudonimo. Qui di seguito spieghiamo come assicurarsi il copyright negli USA a favore di un libro scritto sotto pseudonimo.

Passaggi

  1. Decidi se vuoi rivelare il tuo vero nome al Copyright Office. Non è necessario che tu fornisca il tuo vero nome (il nome legale) al Copyright Office per assicurarti il copyright su una tua opera. Se decidi di non rivelare il tuo vero nome quando registri la tua opera, essa riceve una protezione di copyright per 95 anni da quando è pubblicata oppure per 120 anni da quando è stata realizzata, per il periodo dei due che termina prima. Se decidi di rivelare il tuo nome, esso rimane nei registri del Copyright Office e la tua decisione non può essere successivamente modificata. Comunque, il periodo per cui ricevi la protezione del copyright, è della stessa durata che se registri l’opera sotto il tuo vero nome, ovvero la vita dell’autore più ulteriori 70 anni.
    • Se scegli di non fornire il tuo vero nome al Copyright Office quando registri il tuo copyright, puoi modificare la tua scelta successivamente. Se registri un successivo lavoro usando il tuo vero nome e lo pseudonimo, al precedente lavoro registrato sotto pseudonimo viene assegnata una protezione di copyright per la durata della vita dell’autore più ulteriori 70 anni.
  2. Valuta di pre-registrare il tuo lavoro. La pre-registrazione non sostituisce la registrazione, ma ti permette di fare causa per violazione di copyright nel frattempo che stai ancora lavorando alla tua opera, se pensi che ci sia la volontà di qualcuno di violare il copyright prima che la tua opera sia finita. (Questo tipo di protezione è particolarmente adatto se stai scrivendo un libro in un genere reso popolare dal fenomenale successo di una specifica opera, come avvenuto ad esempio nel caso di Harry Potter o la serie di Twilight). La preregistrazione è fattibile anche per lavori musicali, registrazioni, software per computer, film e fotografie usate nel marketing e nella pubblicità.
    • Puoi pre-registrare un lavoro online, inviando al Copyright Office una descrizione di non più di 2000 caratteri (circa 330 parole) e pagando una tassa di registrazione, anche tramite carta di credito, attraverso il network della Automated Clearing House (ACH, Stanze di Compensazione Automatizzate) o attraverso un account precedentemente aperto con il Copyright Office. (Non devi includere il lavoro stesso). Per più informazioni sulla pre-registrazione, consulta questo link (in inglese): http://www.copyright.gov/prereg/help.html#how_to.
    • Non appena il Copyright Office processa la tua richiesta di pre-registrazione, ti invia una email. L’email contiene le informazioni che hai inviato, un numero di pre-registrazione, e la data dalla quale la pre-registrazione è attiva. Puoi ottenere una copia certificata della notifica presso la Certifications and Documents Section (Sezione Certificazioni e Documenti) del Copyright Office.
    • Una volta che pre-registri il tuo lavoro, devi poi registrare il copyright sull’opera stessa entro tre mesi dalla pubblicazione o entro un mese da quando hai saputo che qualcuno ha violato il tuo copyright, Se non registri il copyright entro questo periodo, potresti non essere in grado di intentare un’azione legale contro il violatore del copyright prima di due mesi dalla data di pubblicazione del tuo lavoro.
  3. Registra il tuo lavoro con il Copyright Office. Puoi fare ciò in 3 modi: usando l’eCO (Online Electronic Copyright Office, Ufficio di Copyright Elettronico Online), scaricando il formulario CO e completandolo con i tuoi dati personali sul tuo PC, oppure ottenendo un formulario di registrazione cartacea dal Copyright Office. Indipendentemente dal metodo che usi, devi compilare lo spazio per il “Copyright Claimant” (ossia la “persona che richiede il copyright”), e controllare anche lo spazio “Pseudonymous” (ossia “pseudonimo”) per indicare che stai usando, appunto, uno pseudonimo. Al formulario devi poi allegare copia dell’avvenuto pagamento di quanto richiesto.
    • Se scegli l’opzione di registrazione via internet, scegli “Electronic Copyright Office” dal sito internet del Copyright Office (http://www.copyright.gov/). Ti sarà richiesto se vuoi inviare una copia elettronica o cartacea del tuo lavoro (puoi infatti inviare o la copia elettronica o la copia cartacea di un’opera da te realizzata non ancora pubblicata). La registrazione online è meno costosa delle altre opzioni, ti assicura un più veloce tempo di gestione, ti garantisce la possibilità di pagare per via elettronica, ti fornisce un riscontro email della tua richiesta di registrazione e ti consente la tracciatura online dello status della tua richiesta.
    • Nel caso invece di registrazioni cartacee il “Form CO” può essere ottenuto nella sezione “Forms” del sito internet del Copyright office http://www.copyright.gov/. Questo form include un codice a barre che permette al Copyright Office di processare il documento con i propri scanner: dal momento che ogni codice a bare è unico per ogni registrazione, puoi usare quel determinato “Form CO” solo per quel determinato lavoro per cui l’hai richiesto. Dopo averlo compilato sul tuo computer, stampalo.
    • Le richieste in via cartacea devono essere indirizzate alla Library of Congress, U.S. Copyright Office-TX, 101 Independence Avenue SE, Washington, DC 20559-6221. (Il form da usare per un libro è il Form TX). Usa lo stesso indirizzo per inviare la richiesta di registrazione del copyright e il pagamento via posta; anche il Form CO completato deve essere inviato a questo indirizzo. (Puoi anche stampare il tuo form di registrazione elettronico e inviarlo per posta ordinaria, ma in questo caso dovrai pagare una tassa più alta corrispondente ad una gestione non elettronica).
  4. Deposita una copia del tuo lavoro presso il Copyright Office. Se il tuo lavoro non è ancora stato pubblicato, è richiesta una copia integrale del tuo lavoro. Se il tuo lavoro è stato pubblicato dopo il 1978, il Copyright Office richiede due copie complete della migliore edizione. (Se invece è stato pubblicato prima del 1978, la richiesta è di due copie della prima edizione).
    • Se invece hai inoltrato la tua richiesta elettronicamente, il Copyright Office ti invierà uno “Shipping Slip” (ossia un documento/tagliando di spedizione) che dovrà essere allegato al momento dell’invio della copia del tuo lavoro. Tale shipping slip è valido solo per il lavoro per cui hai fatto richiesta.

Avvertenze

  • Usare uno pseudonimo può complicare la vendita dei diritti sussidiari e di riproduzione del tuo lavoro, il processo di ottenimento dei diritti provenienti dalla tua opera da parte dei tuoi eredi, e soprattutto la riscossione dei tuoi pagamenti e delle tue royalty. Prima di usare uno pseudonimo, consulta il tuo legale perché ti assista nell’evitare questi problemi.
  • Non usare uno pseudonimo per trarre vantaggio dalla fama di un altro scrittore, per provare ad eludere la clausola di “First Look” (ossia il diritto di prima pubblicazione) con il tuo attuale editore, evitare una causa per diffamazione, o evitare di pagare le tasse sui propri profitti.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.