Come Pentirsi Secondo la Bibbia

La Bibbia ci invita a pentirci. Oggi ci viene detto che Dio ora ordina a tutti gli uomini (e donne) di pentirsi, ovunque essi siano. Il pentimento è un processo che porta a un rapporto col divino. Atti 3:19: Ravvedetevi dunque e convertitevi, affinché i vostri peccati siano cancellati, e perché vengano dei tempi di refrigerio dalla presenza del Signore. Il pentimento (“metànoia” in greco) porta alla metamorfosi. La decisione della larva di costruire una crisalide porta alla nuova creazione miracolosa della farfalla. Per le persone è uguale: il miracoloso esito del pentimento è diventare una nuova creazione (2Corinzi 5:17).

Passaggi

  1. Ascolta i predicatori: le prime parole registrate di Giovanni Battista (Matteo 3:2) furono: “Da quel tempo Gesù cominciò a predicare e a dire: Ravvedetevi, perché il regno dei cieli è vicino!” (Matteo 4:17, Marco 1:15) e fu ribadito da Pietro dopo la Pentecoste (Atti 2:38).
  2. Trova il significato: pentirsi nel Nuovo Testamento implica sempre il cambiamento di pensiero, e mai sentirsi meramente dispiaciuti, che è un significato moderno non biblico.
  3. Cambiamento: pentirsi riguarda l’abbandono del vecchio verso il nuovo. Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua (Matteo 16:24).
  4. Pentirsi porta a credere: Gesù disse "Convertitevi e credete al Vangelo" (Marco 1:15).
  5. Riconosci le tue mancanze: che tu sia giovane o vecchio e che tu sia stato una “buona” o una “cattiva” persona, riconosci l’impossibilità di equipararsi alla Gloria di Dio. Come Giobbe (nel Vecchio Testamento) abbiamo smarrito la via e dobbiamo riconoscere le nostre mancanze. Poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio (Romani 3:23).
  6. Pena divina: la pena può portare al pentimento (decidere di fare le cose come vuole Dio) o alla delusione (Corinzi 7:10): Poiché, la tristezza secondo Dio produce un ravvedimento che mena alla salvezza, e del quale non c’è mai da pentirsi; ma la tristezza del mondo produce la morte. La pena divina porta al pentimento.
  7. Sii umile: pentirsi comprenderà anche ammettere d’avere torto a proposito di ciò che riguarda Dio: Dio resiste ai superbi e dà grazia agli umili (Giacomo 4:6).
  8. Non essere passivo: Voi m'invocherete, verrete a pregarmi e io vi esaudirò. Voi mi cercherete e mi troverete, perché mi cercherete con tutto il vostro cuore (Geremia 29:12-13).
  9. Aspettati una ricompensa: Ora senza fede è impossibile piacergli, perché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, e che egli è il rimuneratore di quelli che lo cercano (Ebrei 11:6).
  10. Preparati al battesimo: il battesimo è un segno esteriore della preparazione di una persona ad ascoltare la parola di Dio ed eseguirla. Quelli dunque che ricevettero la sua parola lietamente furono battezzati (Atti 2:41). E tutto il popolo che l’ha udito, ed anche i pubblicani, hanno reso giustizia a Dio, facendosi battezzare del battesimo di Giovanni; ma i Farisei e i dottori della legge hanno reso vano per loro stessi il consiglio di Dio, non facendosi battezzare da lui (Luca 7:29-30).
  11. Chiedi e Cerca e Bussa: è il volere di Dio. Mentre ci pentiamo a ciò che vuole Gesù e facciamo come dice, soprattutto preoccupandoci di ricevere lo Spirito Santo. Io altresì vi dico: Chiedete, e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate, e vi sarà aperto. Poiché chiunque chiede riceve, chi cerca trova, e sarà aperto a chi bussa. E chi è quel padre tra voi che, se il figliuolo gli chiede un pane, gli dà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli dà invece una serpe? Oppure anche se gli chiede un uovo, gli dà uno scorpione? Se voi dunque, che siete malvagi, sapete dare buoni doni ai vostri figliuoli, quanto più il vostro Padre celeste donerà lo Spirito Santo a coloro che glielo domandano! (Luca 11:9-13).
  12. Continua a seguire Gesù: una volta che il tuo pentimento sarà accettato da Dio, continua a essere umile e a seguire Gesù (Pietro 4:11).

Consigli

  • Cammina nell’amore – dicendo agli altri che “C’è un solo mediatore per noi, Nostro Signore Gesù Cristo, figlio di Dio, che è il Padre e Salvatore di chiunque creda, si penta e lo segua, e riceva lo Spirito Santo”.“Seguire Gesù Cristo”, tramite le assemblee cristiane con persone della stessa fede, essere battezzato, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, come segno d’accettazione della tua nuova vita nel nome di Gesù, pregare Dio, andare d’accordo, leggere la Bibbia e mostrare l’amore di Dio con la gentilezza, il perdono, la pace, avere una relazione amorevole coi credenti .
  • In Romani 10:9 si dice: “Confessi con la tua bocca il Signore Gesù”. Qui “confessare” significa dire la stessa cosa o essere d’accordo. Ti stai pentendo nel momento in cui metti da parte le tue idee e concordi con la parola di Gesù.
  • Pentirsi davanti a Dio non è un’esperienza a senso unico. Quando il pentimento è autentico puoi aspettarti che Dio risponda in modi meravigliosi.
  • Se anche non fossi sicuro di Dio, puoi comunque chiedere il suo aiuto. Egli dice di volere che tutti si pentano ed è in grado di aiutare. Invocami e io ti risponderò, e ti annunzierò cose grandi e impenetrabili che tu non conosci (Geremia 33:3).
  • Non devi capire tutto della Bibbia, devi solo voler cambiare e lasciare che sia Dio a cambiarti.
  • Non arrenderti prima di ricevere la risposta della Bibbia tramite lo Spirito Santo, poi saprai che Dio ha accettato il tuo pentimento (Atti 11:15-18).
  • Credere nel Vangelo di Cristo o nella Buona Novella significa credere nel potere che Dio ha per trasformare miracolosamente la tua vita (Romani 1:16, Atti 1:8, Corinzi 2:5).
  • L’umiltà è la chiave. Accettando di non sapere tutto, ma che Dio invece è onnisciente, è un buon inizio.
  • Le idee religiose e la Bibbia non vanno sempre d’accordo, perciò cerca di dimenticare le tue vecchie idee religiose.

Avvertenze

  • Non tutti coloro che dicono di essere cristiani si sono pentiti, perciò credi in Dio, non nelle persone (Geremia 17:5).
  • Se credi di esserti pentito ma non hai bisogno di essere battezzato con lo Spirito Santo, non è vero pentimento, è contro il piano di Dio (Giovanni 3:5, 6:63, Romani 8:2, 8:9, Corinzi 3:6, Tito 3:5).
  • Il pentimento non è facoltativo. Gesù disse: "No, vi dico; ma se non vi ravvedete, tutti similmente perirete" (Luca 13:3).
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.