Come Come Cucinare Spaghetti e Noodles

Gli spaghetti, siano essi italiani, giapponesi o cinesi (noodles), possono essere un contorno perfetto o un piatto delizioso. Puoi cuocerli in cinque minuti e gustarli con burro e formaggio, oppure insaporirli con una salsa particolare quando hai ospiti a cena. Sono anche un’ottima aggiunta a zuppe e stufati. Tipi di spaghetti differenti richiedono tempi di cottura diversi, ma sono sempre facili da cucinare. Leggi le istruzioni riportate di seguito e scopri come cucinare spaghetti di grano duro o fatti con pasta all’uovo, spaghetti di riso o di fagioli mungo, oppure quelli di grano saraceno, i cosiddetti “soba”.

Spaghetti di Grano Duro o fatti con Pasta all’Uovo

  1. Fai bollire una pentola d’acqua a fuoco alto.
  2. Aggiungi un pizzico di sale all’acqua. Questo insaporirà gli spaghetti e farà bollire l’acqua a una temperatura ancora più alta, riducendo i tempi di cottura.
  3. Versa gli spaghetti nell’acqua bollente. Potresti doverli rompere a metà se sono troppo lunghi per la pentola.
    • Non versare gli spaghetti finché l’acqua non inizia a bollire o saranno mollicci a fine cottura.
    • Versali con attenzione in modo da non far schizzare l’acqua bollente.
  4. Lasciali bollire. I tempi di cottura, solitamente tra i 5 e i 12 minuti, variano a seconda dello spessore degli spaghetti. Leggi le istruzioni sulla confezione.
  5. Assaggia. Aiutandoti con una forchetta o un cucchiaio, togli uno spaghetto dall’acqua e assaggialo. Dovrebbe essere abbastanza tenero da poterlo masticare, ma sempre al dente. Ci sono anche altri modi per sapere se gli spaghetti sono cotti:
    • Tira uno spaghetto contro la parete. Se rimane appiccicato, è cotto.
    • Se gli spaghetti sono un po’ chiari alle estremità, la cottura non è ancora ultimata.
    • Se gli spaghetti si avvolgono facilmente intorno a una forchetta, sono cotti.
  6. Togli gli spaghetti dal fuoco e scolali. Versali in uno scolapasta per eliminare l’acqua.
  7. Versa gli spaghetti in una ciotola e aggiungi un filo d’olio, abbastanza da non farli attaccare l’un l’altro.
  8. Condiscili oppure usali per completare un altro piatto. Questi spaghetti sono deliziosi conditi con burro, olio d’oliva, sale e pepe. Ma puoi anche aggiungerli a uno stufato o a una zuppa, oppure gustarli con salsa di pomodoro.

Spaghetti di Riso

  1. Lascia gli spaghetti di riso in ammollo per 30 minuti. Questo li ammorbidirà e li preparerà per la cottura.
    • Se stai usando degli spaghetti freschi, puoi ignorare questo passaggio.
  2. Scola gli spaghetti.
  3. Fai bollire una pentola d’acqua.
  4. Versa gli spaghetti nell’acqua. I tempi di cottura variano a seconda del tipo di spaghetti. Solitamente, però, cuociono molto rapidamente: non appena diventano soffici, sono pronti.
    • Gli spaghetti di riso che solitamente trovi in commercio devono bollire per circa 5 minuti.
    • I vermicelli sono cotti dopo soli 2 minuti.
  5. Scola gli spaghetti. Versali in uno scolapasta per eliminare l’acqua.
  6. Servi in tavola. Usa gli spaghetti di riso per completare insalate o zuppe, oppure friggili e servili dando loro la forma di un nido d’uccello.

Spaghetti di Fagioli Mungo

  1. Fai bollire una pentola d’acqua.
  2. Togli l’acqua dal fuoco e lasciala raffreddare un poco. Gli spaghetti di fagioli mungo non devono bollire ma solo restare in ammollo in acqua calda.
  3. Versa gli spaghetti nell’acqua calda e falli riposare per 15-20 minuti, finché non sono teneri.
  4. Scola gli spaghetti. Versali in uno scolapasta per eliminare l’acqua.
  5. Usa gli spaghetti di fagioli mungo per completare zuppe, stufati o piatti a base di carne, verdure o tofu saltati in padella.

Spaghetti di Grano Saraceno (Soba)

  1. Fai bollire una pentola d’acqua aggiungendo un pizzico di sale.
  2. Versa gli spaghetti nell’acqua bollente.
  3. Aspetta finché l’acqua non torna a bollire.
  4. Versa 230 ml di acqua fredda nella pentola. Questo impedirà agli spaghetti di stracuocere.
  5. Cuoci gli spaghetti per circa 5-7 minuti. Dovrebbero essere molto teneri ma non mollicci. Fai attenzione a non lasciarli bollire troppo, si scuociono molto in fretta.
  6. Scola gli spaghetti.
  7. Risciacquali velocemente con acqua fredda per interrompere la cottura.
  8. Servili caldi o freddi. In estate i giapponesi li amano serviti con del brodo freddo, mentre in inverno sono solitamente consumati con brodo caldo. Sono deliziosi quando sono cucinati con una salsa piccante a base di burro d’arachidi, pesce e verdure grigliate.

Consigli

  • Puoi comprare questo tipo di pasta al supermercato, in un negozio di cibo asiatico oppure in rete.

Cose che ti Serviranno

  • Una pentola
  • Uno scolapasta
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.