Come Trattare la Frattura di Colles

La frattura di Colles si verifica quando si rompe la parte del polso più vicina alla mano (la parte distale). Questa è una delle lesioni più comuni che si può subire negli arti superiori (cioè le braccia) e di solito accade quando si cerca di "fermarsi" durante una caduta. Se ti sei ferito il polso, continua a leggere per sapere come trattare questa lesione.

Steccare il Polso Prima di Recarsi in Ospedale

  1. Non muovere il polso appena si verifica l’infortunio. Se sei caduto o è successo qualcos’altro che ti fa pensare di avere fratturato il polso, è importante evitare di muoverti troppo. Non devi necessariamente recarti dal medico il giorno stesso, se il dolore non è troppo forte e il polso non sembra deforme; dovresti comunque andarci il giorno successivo. Nel frattempo, però, devi assolutamente fare attenzione a non usare il polso o spostarlo più di quanto dovuto.
    • Se il dolore è forte o il polso appare deformato (l'osso fuoriesce o pensi che potrebbe essere fratturato in più punti), devi recarti in ospedale immediatamente.
  2. Trova una stecca che puoi usare per tenere il polso immobile. Deve essere qualcosa che possa tenere bloccato il polso e deve essere lungo quanto l'avambraccio, il polso e la mano. Se non riesci a procurarti una vera e propria stecca medica a casa (o in qualunque luogo ti trovi quando si verifica l'infortunio), puoi usare altri oggetti che siano larghi, piatti e della lunghezza giusta.
    • Per esempio, se hai un righello della stessa lunghezza della mano, del polso e della maggior parte dell’avambraccio, puoi usarlo come stecca.
  3. Posiziona il braccio sulla stecca. Non cercare di raddrizzare il polso quando lo appoggi sulla stecca; dovresti tenerlo nella stessa angolazione che si è formata dopo l'infortunio. Se cerchi di raddrizzarlo, potresti peggiorare la frattura. Lascia invece che il polso e il braccio restino adagiati sulla stecca.
  4. Avvolgi la stecca e il polso. Fascia l’avambraccio e il polso con una garza o benda elastica. Dovresti legarla abbastanza stretta in modo che non si muova, ma non al punto da bloccare la circolazione del sangue.
    • Se non hai una garza o un bendaggio elastico a portata di mano, puoi prendere una sciarpa o una bandana per tenere il polso in posizione.
  5. Applica del ghiaccio. Metti un impacco freddo o un sacchetto di ghiaccio sulla zona lesionata. Posizionalo sulla parte superiore del polso, facendo in modo che il ghiaccio copra la frattura. Il ghiaccio contribuisce a ridurre il gonfiore ed evita che peggiori ulteriormente.
    • Non mettere il ghiaccio direttamente sulla pelle. Dovresti avere già il polso fasciato, quindi questo non dovrebbe essere un problema.
  6. Prendi dei farmaci da banco contro il dolore. Puoi assumere del paracetamolo per trattare il dolore causato dalla frattura. Eventualmente puoi anche prendere dell’ibuprofene e del paracetamolo insieme per combattere il dolore e il gonfiore allo stesso tempo.

Farsi Curare in Ospedale

  1. Tieni ancora fermo il polso mentre vai in ospedale. Durante il viaggio, dovresti tenere il braccio al petto per evitare che si sposti mentre sei in macchina. Se hai una tracolla, mettila al braccio, in modo da essere sicuro che il polso non si muova.
    • Puoi anche fare tu stesso una tracolla usando una sciarpa o un altro capo di abbigliamento.
  2. Fai una radiografia al polso. Quando arrivi in ospedale, il medico ti sottoporrà a una radiografia per stabilire l’entità della frattura. Se la frattura è piccola, che viene indicata come superficiale, il medico molto probabilmente ti metterà un tutore per permettere al polso di guarire.
  3. Preparati per una riduzione chiusa. Se il polso è fratturato in modo che le estremità dell’osso si sovrappongono o sono un po' disallineate, il medico probabilmente effettuerà una riduzione chiusa. Questa procedura consiste nel mettere al polso l’opposta pressione che ha causato la frattura. In altre parole, il medico farà trazione per tirare le due estremità dell'osso, e riallinearle.
    • Se è necessario questo tipo di intervento, ti faranno una anestesia. Tuttavia, sappi che questa procedura non richiede un’operazione chirurgica; il medico si limita a rimettere il polso nella sua posizione originale.
    • Potrebbe essere necessario indossare un tutore per un paio di giorni per trattare il gonfiore al polso prima di mettere un vero e proprio gesso.
  4. Tieni presente che può essere necessaria la chirurgia se l’osso è gravemente fratturato. Se il polso è stato davvero sottoposto a un duro colpo e si frattura gravemente, potresti essere sottoposto a un intervento di chirurgia ortopedica per riposizionare correttamente l’arto. Durante l'operazione, sarai addormentato (in anestesia generale) e ti verranno raddrizzate le ossa, posizionate correttamente e fissate con perni, piastre e/o viti specificamente progettate per la chirurgia. Dopo l'intervento ti verrà messo al polso una stecca o un gesso per evitare che si muova. Questo tipo di chirurgia deve essere eseguito:
    • Se la frattura coinvolge le articolazioni del polso.
    • Se l'osso fratturato rompe la pelle.
    • Se l'osso è fratturato o rotto in molti punti.
    • Se la lesione coinvolge anche i legamenti strappati.

Recupero Dopo il Trattamento

  1. Indossa il tutore/gesso per il tempo necessario. La maggior parte dei pazienti deve tenerlo per 4-6 settimane, a seconda dell’entità del danno e di quanto velocemente guarisce. Durante il periodo di convalescenza, il medico ti darà le istruzioni per facilitare il recupero e ti fornirà una tracolla. Le istruzioni di base sono elencate in questa sezione.
  2. Mantieni il polso elevato e assicurati di tenerlo a riposo almeno una settimana quando metti il tutore. Dovrebbe rimanere a un livello più elevato del cuore. Riposare il polso significa evitare esercizi impegnativi o attività in cui si usa il polso.
    • Puoi metterti seduto su una sedia e sollevare il polso con dei cuscini. Le sedie a sdraio sono ideali, ma va bene qualunque sedia o divano.
  3. Non bagnare l’ortesi. L'acqua danneggia il gesso e potrebbe filtrare fino al braccio, favorendo condizioni che possono portare a un’infezione, soprattutto se hai subito un intervento chirurgico e hai avuto un'incisione. Se fai la doccia o il bagno, metti un sacchetto di plastica in modo sicuro sul gesso e chiudi con del nastro le estremità del sacchetto in modo che l'acqua non possa entrare. L’ideale sarebbe di evitare completamente che il gesso si bagni durante il bagno.
    • Alcuni medici consigliano di mettere un asciugamano sopra il sacchetto di plastica come ulteriore precauzione.
    • Puoi chiedere a un familiare o un amico di aiutarti a fare il bagno o la doccia.
  4. Evita di svolgere attività che potrebbero nuocere al polso. Dovresti evitare di muoverlo il più possibile. Ciò significa non svolgere attività che implicano il suo uso. Devi anche evitare situazioni in cui qualcuno potrebbe colpire la zona infortunata.
    • Come ulteriore protezione, indossa sempre la tracolla quando ti trovi in pubblico, perché ti impedisce di muovere il polso quando cammini e contestualmente avvisa gli altri che hai una lesione e che devono evitare di colpirti.
  5. Cerca il più possibile di non inserire nel gesso dei bastoncini o legnetti per grattare il prurito. Dopo un paio di giorni, il braccio chiuso nel tutore potrebbe diventare pruriginoso. Il prurito di solito è dovuto alla crescita dei peli, a lievi irritazioni della pelle o alle cellule morte che solitamente si disperdono, ma ora non possono perché c'è il gesso che le blocca.
  6. Fai dei controlli regolari con il tuo medico. Egli probabilmente ti chiederà di sottoporti a regolari controlli durante tutto il periodo di recupero. Potrà richiedere delle radiografie per accertarsi che il polso stia guarendo correttamente. In questo caso probabilmente ti darà un gesso più piccolo (che può anche essere lo stesso tagliato nelle estremità), rendendoti così più facile fare il bagno e grattarti quei pruriti che hai sempre sognato di alleviare.
  7. Una volta tolto definitivamente il gesso, fatti visitare da un fisioterapista. Quando hai eliminato il tutore, ti verrà indicato di recarti da un fisioterapista che ti aiuterà a eseguire gli esercizi idonei per ritrovare la forza nel polso e nei muscoli circostanti, così da riguadagnare la normale funzione dell'arto. La terapia fisica di solito dura un mese, con 3-4 sedute ogni settimana.
    • Il terapeuta ti indicherà anche degli esercizi che puoi eseguire a casa. Più pratichi gli esercizi come indicati dal terapeuta e più velocemente potrai ritrovare la funzione del polso.

Consigli

  • Fatti visitare da un medico il prima possibile quando subisci una frattura. Se non puoi andarci il giorno stesso, stecca il polso come indicato in questo articolo.

Avvertenze

  • Se un osso esce dalla pelle, o pensi che possa essere fratturato più di un osso, recati subito in ospedale.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.