Come Studiare per un Compito in Classe

I compiti in classe sembrano spuntare come funghi, vero? Appena ne hai fatto uno, un altro appare dietro l’angolo. Dimostra loro chi è che comanda e ben presto otterrai solo buoni voti!

Impostare una Routine di Studio Efficiente

  1. Crea un programma di studio. La gestione del tempo è la chiave quando devi prepararti per un test o un esame. Se organizzi la giornata, ti sentirai meno sotto pressione, meno di fretta ed eviterai di passare la notte prima a studiare. Pianifica tutta la settimana precedente al compito in classe per sfruttare al meglio il tuo tempo.
    • Cerca di studiare durante tutta la settimana e non solo l’ultima sera. Ripassare più volte le informazioni ti permette di “spostarle” dalla memoria a breve termine (che si dissolve in poco tempo) a quella a lungo termine (dalla quale potrai attingere anche in futuro). In teoria dovresti studiare la materia un po’ ogni giorno.
  2. Comincia il prima possibile. Se inizi per tempo, non dovrai mai preoccuparti di recuperare all’ultimo momento. Leggi i capitoli che sono stati assegnati, fai i compiti a casa e segui le lezioni. Lo studio che dovrai fare per conto tuo sarà decisamente più semplice.
    • Organizza il quaderno per gli appunti e il raccoglitore per le lezioni. Mantieni tutti i tuoi fogli in ordine così saprai ritrovarli quando ti serviranno tre mesi dopo. Tieni il programma del corso a portata di mano in modo da poterlo usare come linea guida delle lezioni. Non dimenticare di studiare la materia ogni giorno, non lasciare tutto all’ultimo minuto!
  3. Chiedi al tuo insegnante quali sono le parti che desidera che tu studi. Ricorda che ogni piccolo dettaglio può diventare una domanda nel compito!
  4. Dormi. È importante dormire bene invece di cambiare il proprio ciclo di sonno/veglia per studiare e interrompere così la fase REM. Cerca di riposare almeno 8 ore ogni notte. I tuoi voti (e i tuoi genitori) ti ringrazieranno per questo.
    • Tuttavia, prima di andare a letto, accertati di avere studiato i concetti più difficili. Così quando andrai a dormire il cervello avrà a disposizione molte ore per assimilarli. Le informazioni meno complicate puoi destinarle al pomeriggio, consenti invece a quelle più ostiche di “sedimentare” per tutta la notte, così le ricorderai meglio.
  5. Fai colazione. La ricerca ha dimostrato che gli studenti che fanno colazione prima di un esame, ottengono risultati migliori di coloro che la saltano. Tuttavia mangia qualcosa di sano e leggero; non è facile concentrarsi con una massa di uova, pancetta e formaggio nello stomaco. Scegli invece della frutta, verdura, cereali integrali e dei latticini magri.
    • Infatti gli studi dimostrano che la dieta che segui nella settimana precedente il compito in classe, influenza la tua performance. Coloro che consumano alimenti ricchi di grassi e di carboidrati ottengono risultati peggiori di coloro che mangiano frutta, verdura e cereali integrali complessi. Fai un favore al tuo corpo e alla tua mente con un’alimentazione sana.
  6. Evita le maratone di studio all’ultimo minuto. Concentrare tutta la preparazione nella notte precedente rende ancora più difficile il compito in classe: sarai poco riposato, intontito e la mente non sarà completamente attiva. Non puoi memorizzare quantità enormi di informazioni in una notte, è fisicamente impossibile. Se stai sveglio tutta la notte, otterrai risultati peggiori.
    • Se non credi alla logica, fidati della scienza. Le statistiche dimostrano che gli studenti che si affidano alla “sgobbata” dell’ultimo minuto raggiungono, mediamente, dei voti appena sufficienti. Se desideri qualcosa di più di un semplice ‘6’ allora evita questo comportamento.
  7. Studia alla mattina, appena alzato e poco prima di andare a letto. Al mattino la mente è fresca e attiva. Anche se non lo diresti mai, la mente sembra avere ‘più spazio’ per immagazzinare le informazioni appena ti svegli. Di notte, il cervello rilascia delle sostanze chimiche che fissano le informazioni nella memoria, quindi studiare prima di andare a letto (e appena svegli) è la soluzione migliore. Quando conosci i meccanismi del cervello, puoi sfruttarli a tuo vantaggio!
    • Le ricerche dimostrano che più le informazioni sono recepite vicino al momento di coricarsi e meglio vengono memorizzate. Quindi è opportuno ripassare poco prima di andare a dormire! Inoltre, sembra che una buona notte di riposo permetta di assorbire ancora meglio le nozioni. Proprio per questo motivo si sconsiglia di studiare tutto all’ultimo minuto.

Studiare in Maniera Efficace

  1. Forma un gruppo di studio. Secondo la Duke University, i gruppi di studio più efficienti sono quelli composti da 3-4 persone. Una di queste deve essere riconosciuta come leader che tiene unito e guida il gruppo. Porta alcuni spuntini sani, della musica e fai in modo che i partecipanti siano d’accordo sull’argomento da studiare. Parlare delle nozioni da studiare significa leggere il libro di testo, vedere le informazioni scritte, ascoltarle e discuterne con gli altri membri del gruppo, tutto ciò aiuta a memorizzarle.
    • Vale la pena passare la prima parte della sessione di studio lavorando sui concetti. Questi spesso sono ignorati. Intavola una discussione sui concetti della settimana o sugli argomenti più rilevanti del compito in classe. Una volta che ne hai parlato con gli altri membri del gruppo, ti accorgerai che la materia sarà più interessante e semplice da ricordare. Poi lavora sui problemi specifici. Una volta che i concetti sono stati analizzati, i problemi da risolvere saranno più semplici.
  2. Scegli pochi posti diversi dove studiare. Recentemente la ricerca ha dimostrato che la memoria migliora se le nozioni vengono apprese in ambienti differenti. Anche se il motivo non è chiaro, sembra che arricchire i concetti con ambienti differenti sia uno stimolo a sviluppare le associazioni mentali e quindi a rendere l’apprendimento più profondo. Puoi studiare a casa o in biblioteca!
    • Se puoi studiare nell’aula dove si svolgerà l’esame, tanto meglio. Se hai già sentito parlare della ‘memoria dipendente dal contesto’, sai a cosa stiamo facendo riferimento. Il cervello ha più possibilità di ricordare le informazioni se ti trovi nel luogo in cui le hai apprese. Quindi riunisciti con il gruppo nell’aula della scuola.
  3. Fai delle pause mentre studi. Che tu studi a casa o a scuola, prenditi del tempo per alzare lo sguardo dagli appunti. Bevi un bicchiere d’acqua, fai una passeggiata o mangia uno spuntino. Fai però soste di soli 5-10 minuti, se sono troppo lunghe non riuscirai a riprendere la concentrazione e lo studio!
    • Ricorda che devi fare delle pause per concedere al cervello il tempo necessario per “digerire” le informazioni. In questo modo migliori l’attenzione e la capacità di memorizzare. Non stai perdendo tempo, ma stai solo studiando nella maniera più efficiente per il tuo cervello.
  4. Scegli alimenti nutrienti. Recenti studi hanno dimostrato che il cacao è un “super alimento” per il cervello. Il cioccolato fondente ha un effetto simile, ma scegli quello con almeno il 70% di cacao. Prendi una tazza di cioccolata o quella tavoletta che spunta dalla dispensa senza sensi di colpa!
    • Per quanto riguarda il caffè e il tè, sappi che un po’ di caffeina (con moderazione) non fa male. Essere energici fa parte del processo di interiorizzazione delle informazioni. Solo, non esagerare altrimenti avrai un crollo dopo poche ore.
    • Il pesce, la frutta secca e l’olio di oliva (tutti alimenti che contengono gli acidi grassi omega-3) sono molto nutrienti per il cervello. Cerca di consumare un pasto con questi cibi prima dell’esame così il cervello sarà pronto e impaziente di entrare in azione.
  5. Rendi lo studio divertente. Scrivi le nozioni sulle flashcard e decorale. Accertati solo di non mettere troppe informazioni o saranno difficili da decifrare. Puoi testare ciò che hai imparato oppure mettere alla prova gli altri membri del gruppo di studio e lavorare con loro mentre aspettate l’autobus, mentre andate in aula o solo per passare il tempo.
    • Hai maggiori probabilità di ricordare le cose se le associ a una storia strana. Stai cercando di ricordarti che l’invasione alla Baia dei Porci è avvenuta durante la presidenza di John F. Kennedy? Allora puoi immaginarti il presidente che nuota nell’oceano circondato da maialini che grugniscono.
    • I grafici e le immagini sono più semplici da ricordare rispetto alle lunghe frasi noiose. Se puoi rendere lo studio più interattivo e piacevole alla vista, fallo.
    • Usa i trucchi per memorizzare. Sembra che il cervello sia in grado di ricordare solo un certo numero di informazioni (probabilmente 7), quindi se puoi raggruppare molte nozioni in una sola parola, allora sfrutti al massimo le sue capacità.
  6. Separa gli argomenti in parti. Il metodo più semplice per farlo è quello di usare gli evidenziatori. Usa il giallo per i vocaboli da non dimenticare, il rosa per le date e il blu per le statistiche. Quando stai studiando, prenditi tutto il tempo per ripassare queste informazioni così il cervello non si “ingolfa” con numeri, date e altri concetti difficili da memorizzare. Non puoi allenarti a calcio in modo completo esercitandoti solo con i rigori, giusto?
    • Allo stesso modo, quando studi, è più facile imparare i concetti ampi invece che i piccoli dettagli. Per questo motivo, durante il ripasso concentrati solo sugli argomenti più grandi. Quando devi studiare minuziosamente, analizza anche i dettagli.
    • Studiare con materiale differente in una sola sessione ha dimostrato che lascia un’impronta più profonda e durevole nella memoria. Il motivo è lo stesso per cui un musicista, quando si esercita, prova delle scale, dei pezzi e si concentra sul ritmo o un atleta si allena con esercizi di forza, di velocità e di destrezza. Quindi, nel pomeriggio, usa tutti i colori a disposizione!

Ridurre l’Ansia

  1. Fai una simulazione di esame. Questa è utile per due ragioni: A) sarai meno nervoso durante il compito vero e proprio (cosa che potrebbe influire sul risultato) e B) farai meglio il test. Uno studio recente dell’Università della California Berkeley ha dimostrato che gli studenti che si sono sottoposti a un pre-test su ciò che hanno imparato hanno ottenuto risultati migliori rispetto a coloro a cui era stato chiesto di provare cosa hanno studiato.
    • Per questa ragione, prepara una simulazione del compito e chiedi a un amico di fare lo stesso. Potrete valutarvi reciprocamente e trarne mutuo vantaggio. Se riesci a organizzare un test di gruppo, tanto meglio. Più la simulazione è simile al vero e proprio esame e più ti sentirai preparato (e lo sarai) nel fatidico giorno.
  2. Durante la mattina del compito ripassa, se ti aiuta a calmarti. Questa è una buona pratica per le stesse due ragioni che abbiamo indicato in precedenza. Devi essere calmo e rilassato, ripassare poco prima ti aiuta a raggiungere questo obiettivo. Inoltre il ripasso mattutino ti aiuta a fissare le informazioni (ricordi che il cervello è più ricettivo appena sveglio?). Quindi, durante il tragitto per andare a lezione, rivedi le flashcard per l’ultima volta.
    • Rivedi solo gli argomenti più semplici. Cercare di ripassare i concetti più complessi e vasti quando hai solo dieci minuti di tempo non è affatto utile. Riuscirai solo a spaventarti e ad agitarti, proprio quello che non desideri! Devi solo preparare il cervello al contenuto del compito in classe.
  3. Entra nello stato d’animo giusto prima di andare in classe. Alcune persone praticano la meditazione, altre lo yoga. Qualunque cosa ti aiuti a calmare la respirazione e a predisporti nel giusto stato d’animo è utile. Che cosa ti prepara e ti fa stare bene?
    • Valuta di ascoltare musica classica. Sebbene non ti renderà più intelligente (come molte persone credono), la musica classica aiuta però la memoria. Se vuoi essere particolarmente scientifico nella scelta della musica, ascolta quella con 60 battute al minuto, dato che sembra la più indicata in queste circostanze.
  4. Presentati presto il giorno dell’esame. Se sei di corsa e in ritardo, sarai stressato anche se conosci bene la materia del compito. Quindi preparati per tempo, raccogli tutto il materiale necessario, poni delle domande ai tuoi amici (e lascia che loro facciano lo stesso), mastica una gomma e preparati. È giunto il momento di affrontare il compito.
  5. Comincia dalle domande semplici. Il modo migliore per stressarsi e perdere l’autocontrollo è quello di concentrarsi sulle domande a cui non sai rispondere. Comincerai a preoccuparti del tempo che passa e a convincerti di non avere studiato abbastanza. Non cadere in questa trappola, passa ai problemi che sai risolvere, affronterai le altre domande in un secondo momento.
    • Più tempo trascorri su una domanda e più corri il rischio di “tirare a indovinare” la risposta. Devi fidarti del tuo intuito, hai studiato sodo! Non dubitare di te stesso. Ritorna sul problema in un secondo momento e avrai la mente più libera.

Consigli

  • Prepara delle flashcard e usale come se fossero un gioco divertente. Lo studio non deve essere noioso!
  • Ogni fine settimana porta a casa gli appunti di tutte le materie e fanne un riassunto. Quando si avvicina la data del compito sei già pronto con tutte le note per il ripasso.
  • Bevi molta acqua, mangia bene e dormi a sufficienza per avere tutte le energie necessarie per affrontare il test. Uno stomaco che "brontola" distrae.
  • Quando rileggi gli appunti, usa tre colori differenti. Possono essere degli evidenziatori, delle penne, dei pennarelli o delle matite; tuttavia gli evidenziatori sono lo strumento più comodo. Evidenzia i titoli dei vari paragrafi con un colore, le parole chiave o importanti con un altro e le informazioni rilevanti con un terzo. Questo ti aiuta a concentrarti solo su quello che devi sapere.
  • Comincia dall’argomento che ti piace meno, il resto sembrerà più facile.
  • Affronta un concetto per volta, iniziando dal più difficile. Poi metti alla prova le tue conoscenze. Cerca di porti delle domande ben più difficili rispetto a quelle previste nel compito.
  • Riposa bene la notte e sarai fresco e pronto all’esame. Se hai tempo, fatti la doccia, ascolta della musica o ripassa le flashcard. Se non ne hai, ripassa gli appunti. Bevi dell’acqua ed evita i cibi zuccherini altrimenti quando sarà il momento del compito sarai eccitato e avrai problemi di concentrazione.
  • Ogni sera, una volta che hai studiato a sufficienza, premiati. Gioca un po’ con i videogames o concediti un dolcetto.
  • Leggi ad alta voce quando ripassi.
  • Metti la data agli appunti. Riuscire a trovare facilmente le informazioni della lezione dello scorso martedì ti farà risparmiare un sacco di tempo.
  • Non tentare di copiare, studia con impegno e avrai dei buoni voti.

Avvertenze

  • Se sei preoccupato, avrai meno fiducia in te durante il compito. Cerca di non cedere allo stress, è solo un compito, uno fra i tanti!
  • Non aspettare l’ultimo minuto per studiare. Passare la notte prima del test sui libri stanca eccessivamente il cervello e dimenticherai tutte le informazioni entro breve tempo.
  • Cerca di ripassare gli argomenti al mattino presto, appena alzato, così sei sicuro di memorizzare tutto in modo chiaro!
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.