Come Lavorare allo Zoo

I guardiani dello zoo sono professionisti che lavorano per informare le persone e per prendersi cura degli animali negli zoo, acquari o bioparchi. Si tratta di individui che provengono da esperienze lavorative pregresse e formazioni molto differenti, quindi non esiste un solo modo garantito per intraprendere questa carriera. Un buon curriculum scolastico, molta esperienza e determinazione ti aiuteranno a diventare guardiano dello zoo.

Documentarsi

  1. Informati sulla carriera di lavoratore dello zoo. Prima di iniziare il percorso formativo per diventare un guardiano di bioparco, devi capire in cosa consiste il lavoro. Si tratta di un impiego molto faticoso, sia fisicamente sia emotivamente e devi essere certo che si tratti della carriera che fa per te.
    • Occuparsi degli animali richiede molto impegno fisico. Non è una mansione particolarmente eccitante e tornerai a casa sporco, sudato e stanco. Inoltre devi essere forte e flessibile, in grado di sollevare almeno 25 kg di peso.
    • L'orario di un guardiano dello zoo è quanto meno irregolare. I turni cambiano ogni settimana e dovrai lavorare anche durante i giorni di festa.
    • Se sei un appassionato di animali, si tratta di una carriera che riserva molte soddisfazioni. Da un punto di vista salariale, però, non è remunerata tanto quanto altre professioni dello stesso settore. In media, un guardiano dello zoo guadagna circa 27.000 euro lordi all'anno, ma la retribuzione varia in base all'esperienza e al costo della vita della regione in cui si trova lo zoo.
    • Un addetto allo zoo esegue mansioni molto diverse ogni giorno. Oltre a nutrire gli animali, pulire le gabbie e le zone dove il pubblico può osservare gli esemplari, supervisionare e informare i clienti, un guardiano deve anche sbrigare un po' di lavoro d'ufficio. È necessario che prenda appunti e annoti tutto quello che accade durante la giornata, proponga delle idee, soluzioni ai vari problemi e intrattenga gli ospiti del parco, oltre a comunicare con gli altri addetti.
  2. Conosci le alternative a questa carriera. Molte persone amano l'idea di lavorare allo zoo, ma sono scoraggiate dalla sola idea della quantità di lavoro fisico e dell'imprevedibilità dell'orario di lavoro. Tuttavia, sappi che ci sono molte altre posizioni disponibili indispensabili per far "funzionare" un bioparco.
    • I direttori, i responsabili e i coordinatori occupano delle posizioni amministrative. Chi svolge queste mansioni supervisiona i progetti in corso, pianifica e si assicura che vengano rispettati i regolamenti del parco, assume e gestisce il personale e i volontari, contribuisce a prendere le decisioni in merito al futuro dello zoo.
    • I curatori decidono quali specie animali faranno parte dello zoo e si occupano di procurarli. I curatori generali e quelli degli animali gestiscono tutti gli esemplari presenti nel parco, mentre i responsabili dell'esposizione e della formazione creano grafici e studiano dei programmi educativi da offrire ai visitatori dello zoo.
    • Gli addetti al marketing e alla raccolta di fondi hanno il compito di trovare il denaro per la gestione dello zoo, si occupano delle vendite, della promozione del parco e creano campagne pubblicitarie e annunci di pubblica utilità a favore del bioparco.
    • Gli zoologi e i biologi fanno parte dello staff di un parco e forniscono assistenza tecnica e scientifica in merito al mantenimento dell'ambiente in cui vivono gli animali. Si occupano anche di condurre ricerche su determinate specie.
    • Anche i veterinari e i loro assistenti trovano lavoro nello zoo e si occupano delle esigenze di salute degli esemplari.
  3. Segui un corso di studi. Non esiste una qualifica o un percorso di studi specifico per diventare guardiano dello zoo e i requisiti di selezione variano per i vari parchi. Tuttavia, maggiore è la tua formazione scolastica correlata alla fauna, alla biologia e alla natura, maggiori saranno le tue possibilità di lavoro.
    • Se sei uno studente delle scuole superiori, puoi fare del volontariato e apprendistato presso qualche bioparco o zoo locale. Puoi chiedere informazioni alla segreteria della tua scuola, perché a volte esistono delle convenzioni e degli accordi. In alternativa, puoi controllare il sito web del parco che ti interessa.
    • Se hai deciso di proseguire gli studi dopo le superiori, allora dovresti valutare delle facoltà come quella di zoologia, biologia, scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali oppure veterinaria. In alcuni casi puoi ottenere una laurea breve in tre anni.
    • Fai una ricerca online per valutare quale percorso è più adatto alle tue esigenze e quali facoltà sono disponibili nella tua zona. Se vuoi fare un'esperienza di studio all'estero, puoi conseguire un diploma di laurea triennale negli Stati Uniti in "zoo science", "zoo management" e "zoo education".
    • Se presso la tua università non ci sono corsi specifici, puoi sempre studiare zoologia, biologia, scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura oppure scienze e tecnologie agrarie e forestali. Tutte queste facoltà aumentano le tue possibilità di lavorare in uno zoo.

Fare Esperienza

  1. Lavora come volontario. L'esperienza è molto importante in ogni professione, ma è vitale in quei lavori dove sono necessarie delle abilità specifiche, proprio come nella manutenzione del bioparco. Il volontariato è un ottimo punto di partenza che può aprirti le porte verso un apprendistato o un'assunzione.
    • Gli zoo in genere organizzano dei corsi di formazione per i volontari. La sicurezza è uno degli aspetti principali quando si lavora con gli animali selvatici; sappi quindi che il percorso formativo previsto da un bioparco sarà ben più dettagliato rispetto a quello organizzato da altre istituzioni che fanno affidamento sul volontariato.
    • Gli orari in genere sono flessibili. Puoi prestare la tua opera con un orario fisso pianificato su due settimane o anche su due mesi oppure puoi lavorare solo durante eventi speciali, ad esempio durante il monitoraggio delle gravidanze o l'introduzione di nuovi esemplari.
    • Cerca di sfruttare al massimo l'esperienza come volontario. Poni domande e parla con gli altri guardiani per capire come hanno raggiunto la loro posizione. Fai amicizia e crea una rete sociale che potrebbe aiutarti a lavorare in uno zoo in futuro.
  2. Svolgi l'apprendistato nello zoo. Si tratta di un dettaglio importante da aggiungere sul tuo curriculum e ti offre la possibilità di fare esperienza diretta sul campo. Sebbene l'apprendistato sia importante per ogni tipo di carriera, se hai intenzione di lavorare in uno zoo è ancora più vitale.
    • In questo caso dovrai recarti personalmente nei vari zoo e chiedere di poter accedere come apprendista. Se stai frequentando una facoltà affine, potresti prestare il tuo tirocinio in un parco grazie ai contatti con l'università. Se invece hai deciso di studiare all'estero, in particolare negli Stati Uniti, sappi che The American Association of Zoo Keepers pubblica sul suo sito una serie di istituzioni dove puoi svolgere il tuo apprendistato. Il loro database è un perfetto punto di partenza.
    • Sappi che l'apprendistato sarà molto impegnativo. Anche se la maggior parte dei tirocini è part-time, quello che si svolge presso uno zoo prevede un orario di lavoro di 40 ore settimanali. Preparati a dover lavorare anche nei fine settimana.
    • In genere questa forma di collaborazione non è retribuita, ma potresti avere un piccolo rimborso spese o vitto e alloggio.
    • Questo periodo di tirocinio dura tre mesi e spesso gli studenti universitari e liceali approfittano delle vacanze estive per svolgerlo.
  3. Ottieni delle certificazioni e acquisisci conoscenze tecniche. Per lavorare come guardiano dello zoo devi possedere una combinazione di abilità manuali e tecniche. Migliora il tuo curriculum ottenendo la certificazione di primo soccorso e rianimazione cardiopolmonare, impara a usare molti programmi di gestione informatica.
    • Puoi iscriverti a dei corsi per ottenere il certificato di primo soccorso e rianimazione cardiopolmonare. Un guardiano dello zoo deve essere pronto alle emergenze e questo certificato ti distinguerà dagli altri candidati, quando presenterai domanda di lavoro. Gli istituti che organizzano tale corso al termine rilasciano un certificato a dimostrazione che l'hai frequentato con profitto; cerca di iscriverti a questo tipo di lezioni perché non solo guadagnerai dei crediti universitari, ma ti aiuterà a migliorare le tue abilità professionali.
    • Come guardiano dello zoo, dovrai scrivere ogni giorno lunghi rapporti, prendere nota dei comportamenti degli animali e di tanto in tanto fare delle presentazioni agli altri membri dello staff o ai visitatori del parco. Per questo motivo una buona conoscenza dei programmi del pacchetto Microsoft Office come Word, Excel e PowerPoint rappresenta un grande valore aggiunto nel tuo curriculum. Puoi iscriverti a dei corsi di informatica oppure provare da autodidatta.

Trovare un Lavoro

  1. Scrivi il curriculum. Un buon curriculum è indubbiamente il primo passo per trovare la posizione di lavoro perfetta e, in qualità di aspirante guardiano dello zoo, devi sottolineare le tue esperienze sul campo, le tue referenze e il tuo percorso scolastico.
    • Devi utilizzare un carattere tipografico leggibile e dall'aspetto moderno. Evita quelli troppo arzigogolati, in corsivo e scegli una dimensione compresa fra 10 e 12.
    • Sebbene un buon curriculum debba essere relativamente semplice, la scelta di un colore gradevole, la grafica e un margine particolare ti permettono di distinguerti dalla massa. Prova a inserire un monogramma con le tue iniziali nell'angolo superiore oppure usa colori diversi per i titoli delle varie sezioni. Non strafare, però, e non scegliere colori accesi. Limitati alle tonalità di blu scuro o viola e fai in modo che le lettere siano comunque leggibili.
    • Includi solo le informazioni che sono rilevanti per il tipo di lavoro a cui ti candidi. Al direttore dello zoo non interessa sapere che hai lavorato in un bar per pagare l'affitto durante gli studi universitari, ma vorrà avere più dettagli del tuo lavoro di volontario presso la fattoria locale durante i fine settimana quando eri all'ultimo anno di facoltà.
    • Scrivi il curriculum rispettando un ordine cronologico inverso. Inizia dalle esperienze più recenti e procedi a ritroso. In genere si consiglia di scrivere l'esperienza più importante "sopra la piega" della pagina. In questo modo si potrà leggere subito, perché si trova nella prima metà del foglio piegato. In altre parole, cerca di annotare il lavoro più importante che hai svolto nella parte alta della pagina.
    • Chiedi a un'altra persona di controllare il tuo curriculum, come a un professore, un ex-impiegato oppure un amico o familiare. Costoro non solo ti offriranno dei suggerimenti per ritoccare l'ordine e la formattazione, ma potranno anche controllare eventuali errori ortografici o di grammatica. Molte persone non sono in grado di vedere i propri errori ortografici quando lavorano su un documento per molto tempo.
  2. Sappi dove trovare un lavoro. La ricerca di un impiego può davvero sopraffarti e molte persone non sanno dove cercare. Pianifica una strategia per trovare delle posizioni aperte.
    • Se hai deciso di seguire un percorso scolastico negli Stati Uniti, allora The American Association of Zoo Keepers è probabilmente il miglior punto di partenza. L'associazione dispone di una lista completa dei posti vacanti che viene aggiornata tutto l'anno. In alternativa presentati ai vari zoo di interesse per depositare il tuo curriculum e chiedere di parlare con un responsabile.
    • Parla con gli ex dipendenti. Se hai svolto l'apprendistato o hai fatto del volontariato presso uno zoo, allora dovresti contattare gli altri guardiani e chiedere loro se sono previste assunzioni. Anche se non fosse disponibile alcuna posizione, per il momento, potrebbero contattarti in futuro.
    • Contatta i bioparchi della tua zona e verifica se stanno cercando personale. Invia il tuo curriculum, anche se non ti viene chiesto, e informali che stai cercando lavoro. Anche se non ci fosse nulla al momento, potrebbero archiviare la tua richiesta e riconsiderarla in caso di selezioni future.
  3. Sii flessibile nella ricerca. Probabilmente non troverai immediatamente il posto di lavoro che desideri. Devi essere disposto ad affrontare cambiamenti e situazioni poco favorevoli. Ogni lavoro ti permette di migliorare il curriculum e di accumulare esperienza diretta.
    • I guardiani dello zoo svolgono turni di lavoro piuttosto lunghi e devono lavorare durante le feste. Se ti viene offerto un impiego, sii pronto a lavorare sodo.
    • Ci sono zoo su tutto il territorio nazionale, quindi dovresti ampliare il tuo raggio di ricerca e non limitarti alla zona di residenza. Forse dovrai trasferirti per lavorare. Sii preparato a questo sia finanziariamente sia emotivamente.
    • Sappi che all'inizio il salario sarà piuttosto basso. I guardiani dei bioparchi non guadagnano molto, soprattutto nei primi anni di carriera. Devi essere disposto a gestire un budget limitato e a lavorare per pochi soldi.

Consigli

  • I guardiani dello zoo devono avere una grande forza fisica per lavorare con gli animali. Dovresti impegnarti ad allenarti e curare la tua forma fisica, se vuoi provare a intraprendere questa carriera.
  • Molte persone decidono di lavorare con gli animali perché sono timide e si sentono a disagio con la gente; tuttavia, il contatto sociale è vitale nell'attività di guardiano dello zoo, così come in qualunque altro lavoro. Dovrai relazionarti con gli altri individui che lavorano nel tuo stesso settore per poter fare carriera, quindi esci dalla tua "zona di comfort" sociale e cerca di interagire con chi ti circonda.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.