Come Trattare una Frattura Esposta Durante il Primo Soccorso

Una frattura è una rottura o una crepa di un osso. Basta il semplice suono di questa frase per provocare brividi lungo la schiena. Di solito, questa lesione inizia con uno schiocco udibile e poi un dolore acuto. La peggiore tra queste ferite è la terribile frattura esposta, in quanto consiste in un taglio aperto e, spesso, in un osso sporgente; ma fortunatamente si può trattare durante il primo soccorso con un piccolo sforzo e molta attenzione.

Passaggi

  1. Se sospetti che ci sia un osso rotto, soprattutto nella testa, collo, schiena, anca o coscia, vedi una grave emorragia oppure è evidente un osso che sporge dalla pelle, chiama i servizi di emergenza immediatamente. Se il paziente sta sanguinando molto e vuoi lasciarlo per chiamare i soccorsi, assicurati prima che sia tutto sotto controllo. O, meglio ancora, manda qualcun altro a chiedere aiuto.
  2. Impara a riconoscere i segni e i sintomi di una frattura. Questo è il primo passo, prima ancora di iniziare qualsiasi altro intervento. Non puoi iniziare un trattamento se non sai quale sia il problema. Questi elencati sotto sono i segni e i sintomi di un paziente cosciente.
    • Schiocco udibile che è stato sentito e percepito. Quando il paziente spiega le dinamiche dell'incidente, dove è avvenuto e riporta di avere sentito uno schiocco, ci sono ben poche possibilità che si tratti di qualcos’altro che non sia una frattura.
    • Il paziente è in grado di individuare la posizione esatta del dolore e del gonfiore; non è in grado di muovere quella zona come poteva fare prima dell'incidente.
    • Il paziente può riferirti inoltre di sentire le ossa che sfregano tra loro; si chiama "crepitio". Anche questo è un altro chiaro segno che si tratta di una frattura.
    • Nella zona lesionata potrebbero anche verificarsi dei movimenti anomali. Questi potrebbero dare l’idea di un "secondo gomito" o una caviglia che non dovrebbe muoversi affatto in quel modo.
  3. Rimuovi o taglia gli abiti del paziente intorno alla zona della ferita. Tieni in considerazione la privacy e la dignità della vittima, togliendo solo ciò che è necessario.
  4. Se il soggetto sta sanguinando molto, soprattutto se il sangue è zampillante, ferma l'emorragia come faresti per qualsiasi altro tipo di ferita, in genere premendo con forza con un panno o, al limite, anche con la mano. Se non c'è una perdita pericolosa di sangue, non mettere pressione sulla frattura esposta, in quanto potresti causare più danni di quelli che stai cercando di risolvere.
  5. Evita di lavare la ferita, di tastarla o palparla. Se è ovviamente dolente al tatto, gonfia e pigmentata, oltre agli altri segni e sintomi sopraelencati, considera che si tratta di una frattura, quindi porta la vittima in ospedale.
  6. Copri l'intera ferita con una grande fasciatura sterile (o la più pulita possibile), con una garza o un tampone se un pezzo di osso sporge attraverso la pelle.
  7. Chiama il 118 o trasporta tu stesso il paziente all’ospedale più vicino.
    • L’arto leso andrebbe mosso il meno possibile. Se l’infortunio è grave, l’ideale sarebbe un'ambulanza, al fine di evitare un peggioramento e avere qualcuno a disposizione per qualsiasi complicazione possa insorgere.

Consigli

  • Gestisci e controlla l’emorragia prima di trattare la ferita o lesione. Non importa quello che fai per l'osso rotto e sporgente della vittima, è tutto inutile se sanguina fino a morire. Ferma prima l'emorragia.

Avvertenze

  • Non mettere mai il dito o un oggetto in una ferita dove l'osso è sporgente.
  • Non tentare di rimettere l'osso al suo posto o di regolarlo manualmente.
  • Non tentare mai di rimettere a posto i frammenti ossei mancanti.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.