Come Montare un'Ancia su un Clarinetto

Prima di poter suonare il clarinetto, bisogna fissare l'ancia sul bocchino. Nel clarinetto, l'ancia è seconda per importanza nella produzione del suono solo al musicista. Essendo una parte delicata e sottile, montarla può essere complicato. Devi fare molta attenzione per assicurarti che venga fissata correttamente e che sia in buone condizioni.

Montare l'Ancia

  1. Assicurati di avere una legatura. Le legature possono essere sia di metallo sia in pelle. Quelle in metallo sono color argento e di solito sono fissate attraverso due viti. Le legature in pelle in genere sono nere e hanno una sola vite, ma sono più costose. Di solito le legature vengono vendute insieme allo strumento, ma possono essere acquistate anche separatamente. Sono universalmente disegnate per i musicisti destri, pertanto la testa della vite sarà rivolta alla tua destra.
    • Legature metalliche — sono più economiche e possono funzionare bene, ma hanno la tendenza a "mordere" l'ancia (creare rientranze nel punto in cui ci sono i morsetti, che rende difficile modificare il posizionamento dell'ancia una volta utilizzata).
    • Legature in pelle — sono più costose, ma permettono di ottenere un suono migliore e non "mordono" l'ancia. il sistema a una vite è più facile e veloce da regolare, e la pressione sull'ancia risulta distribuita in maniera più uniforme. Di solito vengono fornite con gli strumenti più costosi, ma posso essere acquistate separatamente.
  2. Scegli un'ancia. Valuta il colore (un'ancia verdastra non suona bene, al contrario di una gialla o marrone), le condizioni (verifica la presenza di crepe o spaccature) e la venatura del legno (le venature dovrebbero andare tutte nella stessa direzione ed essere abbastanza lisce). Inoltre, assicurati che abbia la resistenza a cui sei abituato oppure, se suoni con ance diverse, che sia adatta a produrre il suono che vuoi ottenere in base al contesto musicale.
  3. Se vuoi inumidire l'ancia, fallo solo con acqua. La saliva contiene acidi che la rovinerebbero. Asciugala costantemente una volta scaldata perché mentre suoni si bagna con la tua saliva. Asciugala facendo scorrere la punta del dito verso la punta, nel senso della lunghezza. L'ancia è sostanzialmente fatta da migliaia di piccole cannucce, quindi passare il dito lungo di essa permette di allineare tutte queste cannucce verso la punta, in maniera che sia più facile suonare.
  4. Fai scorrere la legatura sopra il bocchino fino a portarlo quasi alla sua posizione definitiva, lasciando le viti un po' allentate.
  5. Fai scorrere delicatamente l'ancia bagnata sotto la legatura. Allineala in modo che risulti perfettamente centrata, i bordi siano in linea con le guide sul bocchino e solo un piccolo frammento del bocchino rimanga visibile sopra la punta dell'ancia.
  6. Fai scorrere la legatura quasi fino alla fine dell'ancia e stringi quanto basta per fissare l'ancia, ma senza stringere troppo (cosa che soffocherebbe le vibrazioni dell'ancia) o rompere la legatura. Su molte ance è visibile una linea di vibrazione. Cerca di mantenere il margine superiore della legatura al di sotto di questa linea in modo che l'ancia possa vibrare al massimo del suo potenziale.

Rimuovere l'Ancia

  1. Svita leggermente la legatura e fai scorrere con delicatezza l'ancia sottostante.
  2. Rimuovi l'ancia e, se necessario, asciugala con un panno. Puoi anche lasciarla a mollo in acqua pulita per un po' (questo ne allunga la vita).
  3. Riponi l'ancia nella sua custodia fino al successivo utilizzo. Un porta ance permette di conservarle mentre si asciugano e di trasportarne più di una alla volta.
  4. Riponi il clarinetto nella sua custodia, lasciando le viti della legatura leggermente allentate, in modo che sia più facile montare l'ancia la prossima volta che dovrai utilizzare il tuo clarinetto.

Consigli

  • Esistono ance sintetiche che non richiedono la stessa manutenzione o di essere sostituite frequentemente come quelle standard. Molti clarinettisti ritengono che il suono prodotto da queste ance non sia bello o puro quello prodotto con ance di legno, ma questo dipende dalla tecnica del musicista e dalle preferenze dell'ascoltatore.
  • Non riporre mai il clarinetto nella custodia senza rimuovere l'ancia dal bocchino: rischia di deformarsi e potrebbe formarsi della muffa sul suo lato piatto.
  • Ogni tanto lascia l'ancia immersa in una soluzione di perossido di idrogeno (acqua ossigenata, acquistabile facilmente in farmacia o al supermercato) per una notte. Questo contrasta gli effetti della tua saliva e contribuisce ad allungarne la vita. Sciacquala bene prima di utilizzarla nuovamente.
  • Piega le labbra coprendo i denti inferiori in modo da non mordere l'ancia, altrimenti produrrai un suono sgradevole. Per quanto riguarda i denti superiori, puoi scegliere se piegare il labbro superiore coprendoli o lasciarli appoggiati al bocchino – piegare il labbro è più difficile. Ricorda: ciascuno di noi ha una bocca diversa, quindi non esiste una posizione universale. Inoltre, alcune ance hanno forme inadatte alla bocca di alcuni, cosa che vale anche per i bocchini.
  • Le ance sono classificate con un numero che indica la "durezza". Quelle con un numero più basso richiedono meno sforzo per produrre il suono, le ance con numeri più grandi producono un suono più puro, ma farle vibrare è più difficile. I diversi bocchini hanno caratteristiche di apertura che li rendono più o meno adatti ad ance di forza maggiore o minore.
  • Non esistono ance vecchie: immergila per qualche secondo e suonerà come nuova.
  • Alcune persone mantengono le loro ance in una boccetta da medicinale riempita d'acqua e chiusa con un tappo fino a che non si impregna (e affonda). Questo dovrebbe prolungare la vita dell'ancia, rendendola più facile da suonare e capace di produrre un suono migliore.
  • Riponi sempre le ance che non utilizzi nella loro custodia. In questo modo saranno protette anche da piegature accidentali e potranno asciugarsi. Quando acquisti delle ance, dovrebbero fornirti anche la custodia di protezione.

Avvertenze

  • Quando un'ancia si rompe, gettala. Un'ancia rotta stride; anche una piccola crepa può compromettere irrimediabilmente il tuo suono.
  • Non lasciare mai il tuo clarinetto incustodito senza coprire il bocchino e l'ancia con un cappuccio.

Cose che ti Serviranno

  • Ance da clarinetto (della durezza che preferisci)
  • Clarinetto
  • Una legatura da clarinetto
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.