Come Scegliere il Miglior Metodo di Depurazione dell'Acqua

Il mercato è letteralmente invaso da prodotti per la depurazione dell'acqua. I sistemi a osmosi inversa, il carbone attivo granulare, i filtri a blocchi di carbone solidi e tutti i distillatori promettono acqua pulita e gassata, ma come scoprire qual è davvero il migliore? Con alcune ricerche puoi scoprire il sistema di depurazione ideale per te.

Passaggi

  1. Scopri da che fonte arriva l'acqua nella tua abitazione. Se ti procuri l'acqua con un pozzo sulla tua proprietà invece che dall'acquedotto municipale, le tue necessità saranno molto diverse.
  2. Il tuo pozzo è depurato (con aggiunta di cloro) o non trattato? Il cloro eliminerà tutti i batteri e i virus - poi potrà essere rimosso completamente con un buon sistema di pre-filtraggio domestico o un impianto idraulico che possa rimuovere il cloro nei bagni, accoppiato con un sistema per l'acqua potabile con filtro a carbone attivo per il rubinetto della cucina.
  3. Utilizzare il cloro come sistema di depurazione è una soluzione poco costosa; tutto il tuo impianto idraulico sarà pulito e libero dalle alghe, dai batteri e altre sostanze contaminanti. (Quanto detto non vale per i sistemi di depurazioni a raggi ultravioletti (UV). Gli UV sono un sistema costoso da acquistare e mantenere e disinfettano solo per una breve lunghezza del tubo sotto la luce.)
  4. Il tuo pozzo o la tua fonte sono torbidi o contengono sporco o altra materia organica? Installa un sistema di pre-filtraggio da 10-15 micron per rimuovere questi grandi pezzi di materiale prima che l'acqua arrivi ai rubinetti di casa.
  5. L'osmosi inversa e la distillazione, da sole, non rimuovono i batteri, i virus e alcune sostanze chimiche; tutte le unità depuranti di questo tipo devono essere abbinate con un buon filtraggio al carbone, preferibilmente a blocchi di carbone, per garantire la rimozione delle sostanze contaminanti.
  6. Impara a conoscere le sostanze contaminanti presenti nell'acqua della tua zona. Puoi trovare molte di queste informazioni grazie agli enti governativi. Usare un filtro che rimuova più contaminanti possibili però, ti garantirà la protezione, a prescindere dalle sostanze presenti.
  7. Scopri se nella tua zona vengono usati pesticidi chimici. Tutte le zone agricole sono soggette alla contaminazione sotterranea dovuta a pesticidi, erbicidi e derivati della fertilizzazione.
  8. Informati se la tua città riceve la sua fornitura d'acqua da acque superficiale o sotterranee. Le falde acquifere sotterranee sono molto più pulite generalmente, e potrebbero aver bisogno di essere depurate solo con un filtro domestico. I pozzi poco profondi o scavati però, potrebbero contenere pesticidi, fuoriuscite di petrolio ed escrementi animali. In entrambi i casi, gli agenti contaminanti possono essere rimossi con la giusta tecnologia.
  9. Scopri se nella tua zona l'acqua viene trattata con il fluoro. I fluoruri possono essere particolarmente dannosi per gli anziani, e sono stati collegati a casi di morbo di Alzheimer. Se la rimozione totale dei fluoruri è una preoccupazione per te, considera la tecnologia a osmosi inversa con blocchi di carbone solido, per garantire un'acqua priva di queste sostanze.
  10. Valuta le necessità della tua famiglia. Se qualcuno della tua famiglia ha la tendenza a soffrire di asma o malattie respiratorie, dovrai ridurre i fumi di cloro nella tua casa, utilizzando un sistema di pre-filtraggio per tutta la casa che possa rimuovere più dell'80% del cloro che entrerà nei tuoi tubi, oppure installando un soffione della doccia head in grado di rimuovere il cloro in ogni bagno.
  11. Impara a conoscere l'impianto idraulico della tua casa. Molte case costruite prima del 1998 contengono piombo nei tubi, che può corrodersi e contaminare l'acqua potabile. Se hai dei tubi di piombo, avrai certamente bisogno di un sistema di depurazione certificato dall'NSF [1] che possa rimuovere tutto il piombo presente nell’acqua.
  12. Tieni presente che alcune persone ritengono che la distillazione è l'unico metodo che permette di depurare l'acqua. Questo pensiero deriva dalla convinzione che l'unica definizione di acqua pura è "H20", con la completa assenza di qualunque contaminante. La distillazione imita il ciclo idrologico di evaporazione (ebollizione), precipitazione (precipitazione in un apparato, normalmente una bobina di condensazione), e condensazione che porta a pioggia (l'acqua viene raffreddata, solitamente da un ventilatore, e cade a goccia in un contenitore sterile.
  13. Il problema è che la distillazione da sola non rimuove tutto l'inquinamento chimico. Alcune sostanze evaporano e ricondensano, proprio come l'acqua, e vengono trasferite all'acqua pura. Tutti i distillatori degni di questo nome hanno dei buoni filtri a carbone a valle del sistema, ad esempio a blocchi di carbone, per purificare completamente l'acqua che esce dall'unità.
  14. L'altro problema dell'acqua distillata è che l'acqua di questo tipo non ha uno ione, e si lega aggressivamente al calcio e agli altri minerali del corpo, e li espelle. Come agente purificante a breve termine per l'organismo, in caso di problemi di salute, l'acqua distillata può andare bene. Ma come bevanda da bere tutti i giorni, per tutta la vita, l'acqua distillata fa male alla salute, e può avere un effetto negativo sui denti, sulle ossa e sugli altri processi dell'organismo che dipendono da minerali. Come minimo, dovrai prendere un integratore di minerali per contrastare questo fattore.
  15. Considera tutti gli aspetti descritti in precedenza quando fai le tue ricerche e acquisti un sistema di depurazione. Se hai un pozzo, l'EPA consiglia di testare le sue acque ogni anno per la presenza di batteri e altre impurità. Ricorda che non usi l'acqua solo per berla, ma anche per lavarti i denti, lavare la frutta, la verdura e i piatti.
  16. Le analisi chimiche sono l'unico metodo per capire se la tua acqua è potabile e adatta ad altri utilizzi. Puoi far fare l'esame da un chimico o da un laboratorio autorizzato.
  17. Ricorda che gli esami ti permettono solo di conoscere la qualità dell'acqua al momento in cui hai raccolto il campione. Un giorno, una settimana o un mese dopo, potrebbe essere contaminata da fonti sconosciute. Anche se gli esami sono utili, è meglio investire il tuo denaro in un sistema di filtraggio certificato dall'NSF.

Consigli

  • Se vivi in un camper o in una roulotte, cura l'igiene del serbatoio dell'acqua e dell'impianto idraulico aggiungendo periodicamente del cloro liquido o granulare (con le giuste proporzioni). Il gorgogliare dell'acqua con il cloro all'interno del serbatoio eliminerà tutte le alghe e i batteri. Quando preleverai l'acqua con il cloro dal serbatoio, disinfetterai i tubi. Potrai a questo punto installare un buon filtro sul rubinetto - uno che possa rimuovere il cloro e il maggior numero possibile di altre sostanze contaminanti.
  • Fai delle ricerche indipendenti su ogni metodo di depurazione dell'acqua. Ogni metodo è pensato per rimuovere sostanze chimiche e contaminanti diverse. Dovresti investire in un dispositivo che possa rimuovere il maggior numero di sostanze contaminanti, che abbia il più basso costo di mantenimento e che abbia la garanzia più estesa.
  • Evita i filtri a caraffa. Non filtrano bene come gli altri sistemi (solitamente sono certificati solo per la rimozione del piombo e del cloro SE VIENE ESEGUITA CORRETTAMENTE LA MANUTENZIONE, ad esempio cambiando i filtri ogni due settimane). Il costo nascosto di questo tipo di filtri e il costo della sostituzione dei filtri - alla fine di un anno, potresti aver affrontato la stessa spesa di un filtro certificato dall'NSF.

Avvertenze

  • I minerali spesso non rappresentano problemi di contaminazione. Se vivi in una zona dove sono presenti minerali pesanti nell’acqua, puoi acquistare un dispositivo per ammorbidirla. Potrai poi aggiungere un sistema di filtraggio a osmosi inversa di alta qualità, con un filtro a blocchi di carbone, per purificare l'acqua potabile e quella che userai in cucina.
  • Non acquistare prodotti di filtraggio acido/alcalino, perché sono inutili e costosi. Si dice che separino l'acqua in parte acida e alcalina, e che per il tuo organismo sia meglio quella alcalina. Non è vero. E' meglio bere acqua pura, con un pH neutro, perché il tuo organismo ha bisogno di acqua acida e alcalina per le sue diverse funzioni. Se vuoi veramente dell'acqua alcalina, ti basterà versare un cucchiaio di bicarbonato di sodio in un bicchier d'acqua una volta al giorno. Se vuoi veramente dell'acqua acida, aggiungi del succo di limone all'acqua e goditela.
  • Le donne incinte dovrebbero fare particolarmente attenzione ai livelli di piombo nell'acqua che bevono. Il piombo provoca gravi ritardi nello sviluppo dei bambini piccoli.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.