Come Preparare l'Okra

Quando le persone pensano all'okra (conosciuta anche come "dita di donna") spesso fanno un riferimento mentale ad un vegetale dalla consistenza viscida e difficile da mangiare, tendendo quindi ad evitarla. Sebbene sia vero che l'okra abbia una consistenza leggermente viscida, chi sa prepararla nel modo corretto sarà pronto a dirvi che si tratta di un alimento davvero favoloso. Molti cuochi scelgono di non addentrarsi nel complesso mondo dell'okra a causa di qualche brutta esperienza passata o a causa di informazioni errate. Leggi la guida e impara a cucinare l'okra; vedrai che il tuo pensiero e la tua opinione si trasformeranno al primo assaggio.

Passaggi

  1. Procurati l'okra. Puoi trovarla in molti negozi di frutta e verdura, assicurati che sia fresca.
    • Sebbene coltivare l'okra in autonomia possa non essere semplice, si tratta di una pratica fattibile e molto economica.
  2. Scegli dell'okra di un bel verde uniforme e di una lunghezza di circa 5-10 cm. Evita quella di dimensioni maggiori perché potrebbe avere poco sapore ed essere troppo dura. Lascia stare anche quella troppo piccola perché sarebbe difficile da cuocere.
    • Non acquistare okra raggrinzita o morbida al tatto.
    • L'okra dovrebbe essere più rigida che elastica.

Preparazione base dell'okra

  1. Spuntane l'estremità superiore. Fai attenzione però a non tagliare anche il baccello. Se preferisci elimina con cura, e con le dita, la parte conica dello stelo. In questo modo avrai un risultato completamente edibile, sappi però che ci vorrà del tempo per spuntare ogni vegetale.
  2. Rimuovi la peluria. Se la tua okra è giovane non sarà necessario rimuoverne la peluria prima della cottura. Ecco come procedere se la tua okra è più vecchia:
    • Mettila sotto l'acqua corrente. Strofina i baccelli con delicatezza usando una spugna in nylon, della carta da cucina o una spazzola per verdure.
    • Tampona l'okra con un telo da cucina o lasciala asciugare all'aria.
  3. Evita che l'okra assuma una consistenza viscida durante la cottura. Puoi farlo sottoponendola, con il giusto anticipo, ad un trattamento nell'aceto.
    • Versa in una zuppiera circa 125 ml di aceto ogni 500 g di okra.
    • Copri tutta l'okra presente nella zuppiera.
    • Lasciala in ammollo per 30 minuti.
    • Rimuovi l'okra dall'aceto e sciacquala bene. Asciugala ed usala come suggerito nella ricetta.
  4. Impara a preparare l'okra per piatti differenti. Ecco come procedere.
    • Se vuoi preparare uno stufato in stile Cajun o Creolo (ad es. il gumbo) tagliala in pezzi uniformi dopo averla cimata.
    • Se vuoi farla fritta affettala o lasciala intera (vedi sotto).
    • Lasciala intera (ma pulita e cimata) per incorporarla agli stufati o alle preparazioni a lenta cottura. Quando l'okra viene cotta intera non è in grado di rilasciare la sua sostanza gelatinosa.
    • Se la vuoi usare per inspessire un piatto inizia col sbollentarla. Affettala e aggiungila alla preparazione 10 minuti prima del termine della cottura.
  5. Abbina l'okra all'aglio e alle spezie. L'okra è ottima anche con le melanzane, le cipolle, i peperoni e i pomodori.

Okra fritta

  1. Elimina i gambi. Sono duri e poco saporiti, segui le istruzioni di base.
  2. Affettala in pezzi di circa 1 cm. Non tagliarla troppo spessa altrimenti sarà necessario cuocerla più a lungo.
  3. Immergi i pezzi nell'uovo sbattuto per circa 5 - 10 minuti.
  4. Nel frattempo versa della farina di mais in un piatto e condiscila con sale e pepe. Non usare la farina classica perché otterresti un risultato molliccio.
  5. Scola leggermente l'okra dall'uovo e poi immergila nella farina rivestendola in modo uniforme.
  6. In una padella fai scaldare dell'olio di semi su una fiamma medio alta.
  7. Quando l'olio è caldo versa l'okra in padella con attenzione.
  8. Mescola continuamente per evitare che bruci. Quando l'okra è ben dorata toglila dalla padella e lasciala scolare su della carta da cucina. Buon appetito.
  9. Finito.

Okra in padella

  1. Lava l'okra; spuntala e tagliala a rondelle grosse.
  2. Prepara un soffritto di cipolla e aggiungi quindi l'okra nella padella.
  3. L'okra dovrà cuocere per circa 15 minuti. Se si asciuga troppo, aggiungere un poco di acqua; servirà ad ammorbidirla. Nel frattempo speziare con sale (o meglio mezzo dado vegetale), pepe, curcuma, peperoncino e altre spezie a piacere.
  4. Versa del pomodoro fresco a pezzi negli ultimi tre minuti di cottura. Aggiungerà al tutto una nota acidula, un sapore fresco, morbidezza e cremosità.
  5. Servire in una ciotola con del riso basmati o altro riso a chicco lungo, bulgur, o del cous-cous.

Ingredienti

  • Okra
  • Uova
  • Sale
  • Pepe
  • Farina di mais

Consigli

  • Prima di provare altre ricette prepara l'okra fritta seguendo le indicazioni dell'articolo. Questo metodo di cucinare l'okra è ottimo per imparare a conoscerne la consistenza ed è spesso il miglior modo per cuocerla.
  • L'okra può essere aggiunta alle zuppe.
  • Le cime possono essere legnose, se l'okra non è stata raccolta nel modo corretto. Se la mangi intera puoi impugnarla dalla cima, morderla appena sotto e poi gettare il rimanente.
  • L'okra è un ingrediente usato in molte cucine, ad esempio Creola, Cajun, Indiana, Caraibica, del Sud Est Asiatico e Mediorientale.

Avvertenze

  • Quando versi l'okra nell'olio bollente fai attenzione. Potrebbe schizzare e bruciarti.
  • Maneggia l'okra con delicatezza.

Cose che ti Serviranno

  • Padella o pentola per friggere
  • Coltello e tagliere da cucina
  • Carta da cucina
  • Guanti da forno e ramaiola
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.