Come Cucire un Orlo a Mano

La macchina da cucire non funziona? Sei in vacanza e hai solo ago e filo a portata di mano? Sapere come aggiustare un orlo a mano è un'abilità senza pari: non sarà difficile una volta che avrai imparato. Inoltre, un orlo cucito a mano può essere praticamente invisibile e, quindi, è una soluzione ideale che ti permette di realizzare una rifinitura impeccabile sui tuoi capi.

Formare l'Orlo

  1. Stira il capo che devi sistemare. È importante eliminare qualsiasi piega e irregolarità presenti nel tessuto, in modo che resti ben teso e sia possibile cucire un orlo accurato.
  2. Misura l'orlo. Indossa l'indumento di fronte a uno specchio e decidi il punto in cui desideri realizzare il nuovo orlo. Segna la lunghezza con il gesso o gli spilli.
    • Chiedi a un amico di aiutarti a portare a termine questa operazione.
    • Per determinare la lunghezza dell'orlo è consigliabile indossare le scarpe scelte per quel determinato capo, perché assicurano una maggiore accuratezza nel risultato finale.
  3. Decidi l'altezza dell'orlo. È raccomandabile fare un orlo di circa 2,5 cm per i pantaloni e di 1,3 cm per una camicetta.
  4. Taglia il tessuto alla lunghezza adeguata sotto il segno del gesso o la linea degli spilli. È necessario avere abbastanza stoffa per fare la piega. Ad esempio, se vuoi creare un orlo di 1,3 cm, piega all'interno 1,3 cm. Ti serve un'altezza sufficiente per piegare l'orlo, ma tieni conto che troppa stoffa può appesantirne l'aspetto.
  5. Ripiega l'orlo. La maggior parte delle volte basta piegare il dritto all'interno.
    • Il "rovescio" del tessuto è il lato interno del capo, ovvero quello che non si vede. Il "dritto" è il lato esterno visibile da fuori.

Scegliere il Punto con cui Cucire

  1. Usa il punto sopraggitto se non hai molto tempo a disposizione. È il più facile, ma quello che dura di meno perché il filo è esposto e, quindi, si può sfilacciare facilmente. Sul rovescio del tessuto produce punti obliqui, mentre sul dritto i punti sono piccoli e appena visibili.
    • Nascondi il nodo e fai passare il filo nella parte inferiore della piega.
    • Muovendoti da destra a sinistra (o da sinistra a destra, se sei mancino), passa il filo diagonalmente e raccogli un po' di tessuto (quale filo della trama) sopra la piega. Orienta l'ago nella direzione in cui stai lavorando.
    • Fai passare l'ago all'interno e all'esterno della piega.
  2. Prova il punto incrociato per ottenere maggiore elasticità e resistenza. Il punto incrociato crea un leggero effetto intrecciato sul rovescio e piccoli punti, quasi invisibili, sul dritto. Tieni conto che si muove in direzione opposta a quella in cui normalmente lavori. Le persone destrorse andranno da sinistra a destra, mentre i mancini da destra a sinistra.
    • Nascondi il nodo infilando l'ago da sotto la piega.
    • Orienta l'ago nella direzione opposta a quella in cui stai lavorando. Raccogli un po' di tessuto (qualche filo della trama) appena sopra l'orlo e inserisci l'ago nella stoffa.
    • A questo punto, prendi un po' di tessuto dell'orlo e fai passare l'ago, sempre rivolto nella direzione opposta.
  3. Prova il punto scivolato per ottenere una cucitura quasi invisibile. Questa tecnica produce punti netti e piccoli su entrambi i lati, dritto e rovescio, dando alla cucitura un aspetto pulito. Prende il nome dai punti che scivolano attraverso la piega dell'orlo. Le persone destrorse lavoreranno da destra a sinistra con l'ago puntato a sinistra, mentre i mancini da sinistra a destra tenendo l'ago direzionato a destra.
    • Inizia con un piccolo punto nella parte superiore dell'orlo, sul rovescio dell'indumento. Fai in modo che sia lungo da 5 mm a 1 cm. L'ago non deve passare all'esterno del capo, ma carezzare orizzontalmente la parte interna della piega.
    • Quando fai uscire l'ago dalla piega, raccogli un po' di tessuto (qualche filo della trama) appena al di sopra.
    • Fai passare il filo e reinserisci l'ago nella piega, appena sotto la fine del punto precedente.
  4. Prova il punto morto per ottenere un orlo di lunga durata. Si tratta di un punto molto robusto, ma molto evidente perché lascia una fila di punti diagonali sul dritto. Se hai a che fare con il tessuto piuttosto doppio, prova a usare questo metodo, senza far passare l'ago da una parte all'altra della stoffa, così i punti non saranno visibili all'esterno. Le persone destrorse lavoreranno da destra a sinistra con l'ago rivolto verso sinistra, mentre i mancini da sinistra a destra con l'ago rivolto a destra.
    • Nascondi il nodo, inserendo l'ago all'interno della parte superiore dell’orlo.
    • Fallo uscire dal tessuto lungo il bordo dell'orlo, dando un punto lungo circa 6-13 mm. Termina facendo passare l'ago nella trama lungo la parte superiore della piega.
    • Inizia il punto successivo proprio sopra la fine di quello precedente.

Cucire l'Orlo

  1. Misura e taglia il filo. La lunghezza utile dipende dalla circonferenza dell'orlo, ma è sempre meglio avere più filo che poco. Una buona regola consiste nell'utilizzare circa 45 cm di filo, che equivale alla lunghezza di un braccio. Scegli un filo che abbia il colore corrispondente a quello dell'indumento.
  2. Infilalo in un ago sottile. Fai un nodo all'altro capo del filo.
  3. Volta l'indumento al rovescio. Lavora con l'orlo di fronte a te.
  4. Inizia facendo un piccolo punto lungo la linea da cucire sul rovescio dell'orlo. In pratica, fai passare l'ago da dietro il bordo superiore della piega dell'orlo. Non far passare il punto sul dritto dell'indumento.
  5. Cuci lungo una linea predefinita. Continua a cucire attorno all'orlo, lavorando da destra a sinistra o da sinistra a destra (vedi la Parte 2 per i dettagli). Fai piccoli punti, uniformemente distanziati.
    • Anche se la cucitura non deve essere eccessivamente lenta, non tirare troppo i punti.
  6. Annoda il filo, una volta che hai terminato l'orlo. Dai un piccolo punto due volte nello stesso posto sul bordo della piega dell'orlo, ma la seconda volta non tirare tutto il filo. Fai passare per due volte l'ago nell'anellino che verrà a formarsi, poi stringi il nodo tirando il filo.
    • Nascondi il resto del filo, inserendo l'ago orizzontalmente per poco più di 2 cm nella piega dell'orlo. Non farlo uscire dalla parte dritta dell'indumento.
    • Porta l'ago sul rovescio e taglia il filo che avanza.
  7. Indossa il vestito per vedere se gli orli sono uguali. Se hai svolto i passaggi come si deve, l'indumento è pronto per l'uso. In caso contrario, dovrai aggiustare, scucendo e ricucendo tutte le zone che sembrano irregolari.
    • Se hai usato il punto sopraggitto per cucire, ma vuoi che il tuo orlo duri di più, sostituiscilo con un altro metodo presente tra quelli suggeriti, oppure ripassa il bordo a macchina. La bellezza del metodo veloce è che ti permette modifiche rapide e di verificare la lunghezza degli orli, cosa ideale durante un viaggio, una sfilata, un servizio fotografico e circostanze simili.

Consigli

  • Dopo aver tagliato la stoffa dovrai rifinire l'orlo. Alcuni tessuti richiedono più lavoro di altri.
  • Per ottenere un orlo ancora più impeccabile, prova il punto invisibile.
  • Se puoi scegliere tra l'orlo a mano e a macchina, sappi che la macchina ti consente maggiori opzioni e un orlo molto più resistente. Tuttavia, se preferisci usare il punto invisibile o realizzare una rifinitura di alta sartoria, è meglio cucire a mano. Gli orli a macchina danno sempre un aspetto commerciale ai capi d'abbigliamento.
  • Ricordati che si tratta di punti veloci, ma richiedono pazienza. Non andare di fretta.
  • In questo tipo di lavoro sarebbe meglio farsi aiutare da qualcuno che possa giudicare il corretto posizionamento dell'orlo. Se non hai nessuno, usa un manichino della tua altezza.

Avvertenze

  • Rimetti sempre a posto l'ago dopo l'uso per evitare di perderlo o pungerti.
  • Conserva l'ago con almeno 15 cm di filo e un doppio nodo alla fine. In questo modo sarà più facile trovarlo in caso ti cadesse a terra.
  • Il ditale può esserti utile se senti dolore quando spingi l'ago nella stoffa.

Cose che ti Serviranno

  • Ago
  • Filo
  • Forbici
  • Spazio di lavoro comodo e ben illuminato
  • Ferro e asse da stiro
  • Spilli e gesso sartoriale (facoltativi, ma utili)
  • Manichino sartoriale (facoltativo, ma utile)
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.