Come Trattare le Tube di Falloppio Ostruite

Nelle donne sane le tube di Falloppio svolgono la funzione di portare gli ovuli dalle ovaie all'utero. Affinché una donna possa restare incinta, almeno una delle tube deve restare aperta; se si verifica un'ostruzione, gli spermatozoi e l'ovulo non riescono a incontrarsi nelle tube, dove di solito si verifica il concepimento. L'ostruzione delle tube di Falloppio è un problema che coinvolge il 40% dei casi di infertilità nelle donne, pertanto è molto importante riuscire a riconoscerlo e a trattarlo.

Trattamenti Medici

  1. Chiedi informazioni al ginecologo in merito ai farmaci contro l'infertilità. Se solo una delle due tube è chiusa e sei una donna sostanzialmente sana, il medico potrà indicarti una terapia per la fertilità a base di farmaci come Clomid, Serophene, Follistim, Gonal-F, Fertinex, Ovitrelle, Lupron o Pergonal. Queste medicine facilitano il rilascio da parte della ghiandola pituitaria dell'ormone follicolo-stimolante (FSH) e dell'ormone luteinizzante (LH), aumentando così le probabilità di ovulare e di rimanere incinta (sfruttando la tuba di Fallopio aperta).
    • Tieni presente che questi farmaci non sono efficaci se entrambe le tube sono ostruite. Se questo è il tuo caso, dovrai trovare dei trattamenti più invasivi.
    • I rischi più comuni quando si assumono i farmaci per la fertilità sono la gravidanza multipla e la sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS); quest'ultima si verifica quando le ovaie si riempiono troppo di liquido.
  2. Considera la possibilità di un intervento in laparoscopia. Se il medico ritiene che puoi sottoporti a questa operazione, potrà consigliartela per aprire le tube bloccate e rimuovere ogni traccia di tessuto cicatriziale presente. Non sempre però questo metodo funziona; il successo dipende dall'età della donna, dalla causa che ha provocato l'ostruzione e dalla sua estensione.
    • Se il blocco è relativamente piccolo, hai il 20-40% di probabilità di restare incinta dopo l'intervento.
    • La procedura non è dolorosa, perché viene eseguita in anestesia generale. Tra i rischi di questa operazione ci può essere un'infezione della vescica e l'irritazione della pelle attorno al sito della chirurgia.
    • Se hai un blocco specifico delle tube di Falloppio, conosciuto con il nome di idrosalpinge (nel quale le tube si riempiono di liquido), non dovresti sottoporti alla chirurgia. In questo caso valuta con il ginecologo altre possibili opzioni.
    • Questo tipo di intervento chirurgico aumenta il rischio di future gravidanze ectopiche. Se rimani incinta dopo l'operazione in laparoscopia, il medico dovrà monitorare attentamente l'avanzare della gestazione per accertarsi che non si manifestino segni di ostruzione delle tube.
  3. Discuti con il ginecologo la possibilità di una salpingectomia. Questo intervento consiste nella rimozione di una parte della tuba di Falloppio, che si effettua in caso di idrosalpinge, cioè un accumulo di liquido nella tuba stessa. L'operazione viene fatta prima di tentare una fecondazione in vitro.
    • Se il fluido blocca la parte finale della tuba, verrà eseguita una salpingostomia. Viene creata un'apertura nella tuba vicino all'ovaia. A seguito dell'intervento è abbastanza comune che la tuba si occluda ancora a causa del tessuto cicatriziale.
  4. Valuta l'incannulamento tubarico selettivo. Se l'ostruzione è vicina all'utero, questa è la procedura più indicata. Il chirurgo inserirà una cannula attraverso la cervice, l'utero e la tuba di Falloppio con lo scopo di aprire la parte bloccata di quest'ultima.
    • Tale procedura viene eseguita in regime ambulatoriale o di day-hospital ed è meno invasiva rispetto alla chirurgia laparoscopica. In base al caso specifico, verrai sottoposta ad anestesia generale o locale.
    • Questo tipo di intervento non è consigliato se soffri di altre patologie, come la tubercolosi genitale, se in passato hai subito altri interventi alle tube di Falloppio o se le tube sono molto danneggiate o piene di tessuto cicatriziale.
    • Tra i rischi potenziali di questa procedura ci sono la lacerazione della tuba, la peritonite (infezione dei tessuti attorno all'organo) oppure un mancato recupero della funzionalità della tuba.
  5. Opta per la fecondazione in vitro. Se i trattamenti non portano ai risultati sperati (o il ginecologo ritiene che non siano adatti per il tuo caso specifico), hai altre possibilità di restare incinta. La tecnica più diffusa è la fecondazione in vitro (FIVET), nella quale il medico feconda un ovulo con lo spermatozoo all'esterno del corpo e poi inserisce l'embrione nell'utero. In questo modo le tube di Falloppio bloccate non rappresentano più un problema.
    • Il successo di questo tipo di procedura dipende da diversi fattori, tra cui l'età e la causa della tua infertilità. Tieni presente che si tratta di una tecnica che richiede molto impegno in termini di tempo ed è molto costosa.
    • Tra i rischi considera una gravidanza ectopica, parto plurimo, parto prematuro e peso ridotto alla nascita, sindrome da iperstimolazione ovarica, aborto spontaneo, oltre allo stress dovuto al peso emotivo, mentale e finanziario.

Diagnosi

  1. Sappi che potresti non manifestare sintomi. Sebbene alcune donne con un tipo particolare di blocco alle tube di Falloppio possano manifestare dolore addominale o un aumento delle secrezioni vaginali, la maggior parte non presenta alcun sintomo. Le donne in genere si accorgono di avere questo problema quando cercano di avere un figlio.
  2. Fissa un appuntamento dal ginecologo, se stai cercando di restare incinta da un anno senza successo. Dal punto di vista medico, il termine "infertilità" indica la mancanza di concepimento dopo almeno un anno di rapporti sessuali non protetti. Se questo è il tuo caso, recati dal medico di famiglia o dal ginecologo il prima possibile.
    • Se hai più di 35 anni, non devi aspettare un anno. Fissa un appuntamento dopo sei mesi di regolari rapporti sessuali non protetti.
    • Tieni presente che "infertilità" non è sinonimo di "sterilità". Nel primo caso, puoi ancora restare incinta, con o senza l'intervento medico; non pensare che non potrai mai avere bambini.
  3. Programma una valutazione della fertilità. Il medico probabilmente consiglierà a te e al tuo partner di sottoporvi a un'analisi completa della fertilità. Il partner dovrà fornire un campione di sperma, in modo da escludere dei problemi nella conta e motilità degli spermatozoi. Tu verrai sottoposta a una serie di esami differenti per confermare che i livelli ormonali rientrino nella normalità e che l'ovulazione sia regolare. Se gli esiti di tutti i test sono negativi, il ginecologo ti consiglierà di eseguire un controllo delle tube di Falloppio.
  4. Valuta la sonoisterografia. Il medico potrà consigliarti questa procedura per controllare, attraverso uno strumento a ultrasuoni, l'eventuale presenza di masse nell'utero che potrebbero a volte provocare l'ostruzione delle tube di Falloppio.
  5. Sottoponiti a un'isterosalpingografia. È un esame che consiste nell'iniettare un colorante speciale attraverso la cervice fino alle tube di Falloppio; una radiografia potrà mostrare se le tube sono pervie o ostruite.
    • La procedura viene eseguita senza anestesia e potrai provare solo dei leggeri crampi o un po' di disagio. Tuttavia, può esserti di aiuto prendere dell'ibuprofene un'ora prima dell'esame.
    • L'intervento in genere non richiede più di 15-30 minuti. I potenziali rischi sono un'infezione pelvica o dei danni alle cellule o ai tessuti a causa dell'esposizione ai raggi X.
    • Se il medico ritiene che le tube siano bloccate, durante la procedura potrà usare un colorante oleoso, in quanto a volte l'olio è in grado di rimuovere l'ostruzione.
  6. Informati presso il medico se la laparoscopia è appropriata per il tuo caso specifico. In base ai risultati dei diversi esami, il ginecologo potrà consigliarti un intervento in laparoscopia – una procedura che consiste in una incisione eseguita vicino all'ombelico - per trovare (e in certi casi anche per rimuovere) qualunque tessuto blocchi la tuba.
    • L'intervento di solito viene eseguito solo dopo esserti sottoposta ad altri esami di infertilità; questo anche perché la procedura è piuttosto rischiosa: viene fatta in anestesia generale e quindi comporta tutti i rischi associati a qualunque altro tipo di operazione chirurgica più invasiva.
  7. Ottieni una diagnosi. I vari esami dovranno determinare se il blocco interessa una o entrambe le tube di Falloppio. Chiedi al medico di spiegarti nei dettagli la gravità dell'ostruzione. Ottenere una diagnosi più precisa possibile sarà di aiuto per definire un trattamento.

Conoscere le Cause dell'Ostruzione

  1. Le infezioni sessualmente trasmissibili (IST) possono portare a un blocco delle tube. Conoscere la causa dell'ostruzione può aiutare il medico a definire una terapia efficace. Le infezioni trasmesse sessualmente sono alcune delle principali cause di ostruzione. La clamidia, la gonorrea e altre IST facilitano la formazione di tessuto cicatriziale che blocca le tube e impedisce la gravidanza. Questo problema può restare anche quando l'infezione viene curata e debellata.
  2. Documentati sul ruolo della malattia infiammatoria pelvica (PID) nell'ostruzione delle tube di Falloppio. Questa patologia può essere una conseguenza di un'infezione sessualmente trasmissibile e può provocare l'ostruzione. Se hai (o hai avuto in passato) questa malattia infiammatoria, corri un rischio maggiore di sviluppare un blocco alle tube e quindi di infertilità.
  3. Sii consapevole dei potenziali rischi associati all'endometriosi. Nelle donne che soffrono di questo disturbo, il tessuto uterino cresce oltre la sua sede normale, invadendo le ovaie, le tube e altri organi. Se hai l'endometriosi, sappi che potresti avere le tube ostruite.
  4. Non escludere le infezioni uterine. Con questo tipo di infezione, forse causato da un aborto, è possibile che si sia formato del tessuto cicatriziale che blocca una o entrambe le tube di Falloppio.
    • Sebbene si tratti di una patologia piuttosto rara, anche la tubercolosi pelvica può essere tra i fattori responsabili dell'ostruzione delle tube.
  5. Tieni in considerazione gravidanze ectopiche del passato. Le gravidanze si definiscono ectopiche quando l'ovulo fecondato si impianta nel posto sbagliato, in genere nella tuba di Falloppio. Con questo tipo di concepimento la gravidanza non può andare a termine e quando la tuba scoppia o viene rimosso l'ovulo fecondato, possono rimanere cicatrici e ostruzioni.
  6. Valuta precedenti interventi chirurgici. Se ti sei sottoposta a delle operazioni nella zona addominale, compresi gli interventi alle stesse tube di Falloppio, il rischio di sviluppare delle ostruzioni è maggiore.

Consigli

  • Sappi che anche se non trovi nessuna cura efficace per risolvere l'ostruzione delle tube o per restare incinta, hai ancora altre opzioni. Puoi valutare di adottare un bambino, se per te essere mamma è davvero molto importante.
  • Tieni presente che se hai una sola tuba bloccata, puoi ancora rimanere incinta anche senza alcun trattamento medico. La necessità o meno di una determinata terapia dipende dalla causa che ha provocato l'ostruzione e dallo stato di salute dei tuoi organi riproduttivi. Consulta il ginecologo per trovare le soluzioni adatte per te.
  • L'infertilità può essere molto stressante e traumatizzante, quindi è importante riuscire a gestire le emozioni. Valuta di rivolgerti a un terapista o unisciti a un gruppo di supporto se ti senti sopraffatta; cerca inoltre di mantenere delle buone abitudini quotidiane: segui un'alimentazione sana, fai regolare esercizio fisico e dormi molto.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.