Come Proteggere le Piante dal Freddo

Se il tempo è un po' troppo freddo e le tue piante un po' troppo sensibili, ecco alcuni suggerimenti da seguire per proteggere il tuo giardino in inverno. Tutto dipende dalla sensibilità delle piante, dalla temperatura esterna e dalla sua durata e da quanta energia vuoi impiegare. Per alcune combinazioni di clima e piante, una maggiore attenzione non aiuterà a farle crescere, ma in molti casi può fare la differenza.

Passaggi

  1. Porta le piante in vaso in un luogo chiuso. La soluzione più semplice al freddo è quella di rimuovere semplicemente le piante dalle zone a bassa temperatura. Se possiedi delle piante in vaso o dei cesti di fiori all'aria aperta, portali dentro casa. Perfino portarli in garage o in un solarium andrà bene, in quanto consentirà di aumentare la temperatura di almeno 10 gradi Fahrenheit. Se sei bravo a farlo, la soluzione migliore consiste nel posizionare le piante all'interno della tua casa come decorazione. Beneficeranno del calore di cui hanno bisogno senza intralciare i tuoi spazi..
    • Sistema le piante in vaso vicino alle finestre o in un luogo luminoso; ideali sono le finestre esposte ad est e ovest perché ricevono più luce rispetto a quelle posizionate a nord e sud.
    • Evita di posizionare le piante in vaso in luoghi ventilati, perché potrebbero appassire o addirittura morire.
    • Anche sistemarle troppo vicino alle finestre può danneggiarle, perché se fuori è troppo freddo, il gelo può trasferirsi sulle piante attraverso il contatto col vetro.
  2. Applica uno strato di pacciamatura. Il pacciame agisce da isolante, trattenendo il calore e l'umidità nel suolo. È utilizzato per proteggere le radici delle piante dalle temperature fredde. Spesso non sono le basse temperature a rovinare una pianta, piuttosto il cambio repentino tra caldo/freddo o il gelo/disgelo. Analogamente, il suolo freddo può impedire all'acqua di essere assorbita dalla pianta. Indipendentemente dal motivo, applicare uno strato di 2-3 centimetri di pacciame aiuterà a prevenire questi problemi.
    • Il pacciame è costituito da frumento o paglia di pino, è facile da rimuovere ed è un ottimo isolante.
    • Alcune piante, come le rose e le fragole, possono essere svernate ricoprendole completamente con uno strato di pacciame pulito.
    • L' isolamento funziona in due modi. Può evitare che il terreno si raffreddi troppo velocemente, ma anche il contrario e cioè che si riscaldi altrettanto rapidamente con l'arrivo delle alte temperature. Dovresti rimuovere il pacciame una volta arrivata la primavera.
  3. Copri le piante. Coprile con una vecchia coperta o un telo cerato. Se hai bisogno di proteggere le tue piante per pochi giorni, specialmente nelle fredde notti invernali, puoi coprirle semplicemente con una vecchia coperta. Una volta scelta la copertura più adatta, sistemala sulle piantine in modo da non toccare le foglie o i rami. Per evitare il contatto diretto con la pianta, potresti utilizzare un paio di paletti per sostenere la copertura. Questo metodo è l'ideale per proteggere le piante dal gelo piuttosto che dalle basse temperature, perché in realtà non aiuta ad aumentare la temperatura esterna.
    • Scopri le piante durante il giorno in modo che possano ricevere la luce e l'aria necessarie.
    • Ricorda di fissare il telo a terra o ad un palo per non farlo volare via.
  4. Costruisci una serra. Puoi costruire una semplice serra piegando delle barre di metallo sottili ad arco e fissandole al terreno del tuo giardino. Poi, sistema un telo di plastica trasparente sugli archi in modo da coprire le piante sottostanti. Questo metodo è ideale per intrappolare il calore e bloccare il gelo ed è la soluzione migliore per proteggere le piante durante l'inverno... D'altro canto, è un metodo che richiede un po' di impegno e non è di certo una soluzione immediata.
    • Puoi optare per una serra permanente, con una finestra laterale da tenere aperta nelle giornate più calde.
    • Costruisci una serra a tunnel seguendo queste semplici istruzioni.
    • Assicurati che le piante in serra ricevano una adeguata ventilazione. Puoi paragonare la temperatura interna a quella della tua auto in una giornata particolarmente soleggiata. Se le temperature diurne sono eccessivamente calde, basta aprire la finestra laterale per permettere all'aria di circolare. Se non lo fai, le piante all'interno potrebbero surriscaldarsi oppure potrebbe crearsi troppa umidità.
  5. Innaffia le piante. Innaffia abbondantemente il terreno in previsione di una notte molto fredda. Il suolo tratterrà meglio il calore e l'acqua evaporerà lentamente, riscaldando l'aria intorno alle piante. Non farlo se è prevista una notte di gelo, perché potrebbe ritorcersi contro anche se una buona irrigazione del terreno aiuta le piante a trattenere il calore del giorno durante la notte..
    • Non irrigare il terreno ghiacciato, perché potresti peggiorare la situazione.
    • Non innaffiare abbondantemente le piante grasse, poiché come è ben noto non tollerano l'umidità.
  6. Fornisci alle piante una fonte di calore. Per preparare le tue piante ad un clima eccessivamente freddo, proteggile con una adeguata fonte di calore. Coprile con un telo di plastica o una coperta, costruisci una serra improvvisata (entrambi già citati) e introduci una fonte di calore all'interno. Le possibili fonti di calore comprendono luci di Natale o una lampadina da 100 watt; queste infatti non sono così calde da danneggiare le piante, ma lo sono abbastanza per aumentare la loro temperatura. Non posizionare la fonte di calore a diretto contatto con le tue piante; allontanala leggermente in modo da aumentare la temperatura senza bruciarle.
    • Usa prolunghe da esterno e materiali omologati per scongiurare eventuali pericoli.
    • Durante il giorno scopri le piante e spegni la fonte di calore per consentire una ventilazione adeguata. Questo aiuterà anche a prevenire eventuali incendi dovuti al surriscaldamento delle lampadine.
  7. Scegli le piante adatte al tuo clima. Questa è sicuramente la soluzione più conveniente. Impara a riconoscere il clima in cui vivi (negli USA c'è un sistema di classificazione gestito dall'USDA) o almeno a sapere quali sono i periodi dell'anno con temperature più o meno rigide, per poter scegliere di conseguenza le piante che meglio si adattano a tale clima. Alcune piante possono appassire, altre perdono le foglie, altre ancora vanno in letargo in inverno. Impara a riconoscerle e a gestirle in base al clima in cui vivi. Lo svantaggio di questo approccio, naturalmente, è che limita la selezione delle piante .
    • Le piante annuali sono quelle che muoiono ogni anno e devono essere ripiantate ogni volta se non si sono riprodotte da sole. Nei climi più freddi è possibile coltivare le piante perenni come se fossero annuali, se non dovessero superare l'inverno. La stagione della crescita delle piante annuali può essere estesa con l'ausilio di ripari o semplicemente coltivandole in serra.
    • Le piante perenni sono quelle che continuano a crescere di anno in anno. Per queste, devi imparare a conoscere tutte le cure di cui hanno bisogno per sopravvivere durante l'inverno.
    • Chiedi consiglio ai vivai della tua zona su come gestire le tue piante durante l'inverno. Puoi anche chiedere dove è meglio piantarle e come prendersene cura, prima di acquistarle.
    • Cerca varietà e cultivar adatte al tuo clima. Esistono varietà più resistenti rispetto ad altre, il che le rende ideali per gli ambienti freddi.

Consigli

  • Informati sulle piante che intendi coltivare, scopri quanto tollerano il freddo, come proteggerle dal gelo e il modo migliore di svernarle. Alcune piante tollerano le coperture e i travasi meglio di altre.
  • Se una pianta è vissuta al chiuso per molto tempo o se è nata al chiuso, cerca dei spostarla all'esterno gradualmente, iniziando da un'ora al giorno e proseguendo poco alla volta. Questa procedura è chiamata "Irrobustimento" e aiuta la pianta ad adattarsi all'aria aperta gradualmente.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.