Come Avviare un'Impresa di Pulizie

Stai pensando di avviare un’impresa di pulizie? C’è una grande potenzialità nei servizi di pulizie, sia con riferimento alle abitazioni, sia per quanto riguarda gli esercizi commerciali. Avviare un’impresa di pulizie è come avviare una qualunque piccola impresa; avrai bisogno di un buon business plan e di un’eccellente strategia di marketing per avere successo. Ecco come iniziare.

Progettare l’Impresa

  1. Decidi se operare per gli esercizi commerciali o per le abitazioni. Quando avvii un’impresa di pulizie, la prima scelta da fare riguarda la tipologia della clientela, in particolare se operare in aree commerciali oppure residenziali. I clienti ai quali fornirai i tuoi servizi determineranno il tipo di attrezzatura di cui avrai bisogno e il tipo di servizi da svolgere.
    • Le aree commerciali, come gli edifici destinati a uffici, richiederanno, in genere, pulizie di notte o nei fine settimana, analoghe a quelle richieste a un custode. Lavare i pavimenti, pulire i bagni, vuotare i cestini dei rifiuti, pulire i locali destinati a cucina e spesso la pulizia di porte e finestre. Questo tipo di lavoro è duraturo e viene pagato bene.
    • I proprietari di abitazioni richiedono servizi domestici per pulizie generali e spesso per compiti specifici collegati alle loro esigenze. I lavori si fanno generalmente mentre il cliente è a casa. Orientare l’impresa verso i servizi residenziali implica una diversità di clienti, anche perché la maggior parte delle abitazioni richiede pulizie una volta la settimana o giù di li.
  2. Stabilisci che servizi vuoi offrire. Non tutte le imprese di pulizia sono multiservizio; alcune si specializzano in definite tipologie. Dopo aver deciso che servizi offrire, pensa alle capacità che hai, e a quale nicchia di mercato ti vuoi rivolgere. Di seguito, vengono elencate alcune tipologie di servizi che potresti prendere in considerazione:
    • Servizi per la pulizia dei tappeti e/o di lucidatura dei pavimenti.
    • Servizi di pulizia delle finestre.
    • Servizi di custodia.
    • Servizi domestici per residenze private.
    • Servizi di pulizia che usano prodotti naturali.
  3. Valuta l’opportunità di lavorare in franchising, o di avviare un’attività in proprio. Se sei preoccupato della stabilità, operare in franchising può essere la via giusta. Questo può darti la sicurezza che deriva dal lavorare per un marchio noto, che ha già sperimentato un certo livello di successo. Se avvii un’attività in proprio, sta a te creare fiducia nei clienti, ma potrai operare con più flessibilità.
  4. Scegli un’ubicazione. La tua impresa ha bisogno di un riferimento, sia una stanza in casa tua, sia uno spazio commerciale da prendere in affitto. Ci sono vantaggi e svantaggi per ciascuna delle due soluzioni, perciò valuta attentamente le tue necessità prima di prendere una decisione.
    • Se lavori in casa, non dovrai pagare un affitto. Risparmierai un po’, ma dovrai tenere le attrezzature di pulizia in casa.
    • Avere uno spazio commerciale ti consentirà di ricevere i clienti in un ambiente professionale. Puoi avere una scrivania con delle sedie su cui fare accomodare i clienti mentre descrivi i servizi che offri.
    • Avere una facciata ti aiuterà inoltre per la pubblicità e per far conoscere il tuo marchio. Potrai infatti esporre il tuo nome e il logo a chiunque si trovi a passare da quelle parti.

Renderlo Ufficiale

  1. Scegli un nome. Pensa a qualcosa che suoni insieme professionale e accattivante. Scegline uno non comune e gradito ai motori di ricerca in modo che la tua impresa salti fuori quando la gente cerca i servizi che fornisci.
    • Verifica che il nome che hai scelto possa essere un buon nome di dominio. Assicurati che sia disponibile.
    • Controlla che il nome scelto non sia quello di un’impresa già esistente.
    • Disegna un logo per accompagnare il tuo nome. Rendilo moderno ed elegante, perché vuoi stamparlo in un biglietto da visita, usarlo nel sito web e in altro materiale promozionale.
  2. Costituisci l’impresa. Devi far registrare l’impresa presso le istituzioni preposte e adempiere gli obblighi concernenti il lavoro e le tasse.
    • In alcuni casi può essere anche necessaria una licenza o un permesso in base ai servizi che intendi svolgere. Informati presso la Camera di Commercio e le Associazioni imprenditoriali per avere più informazioni.
  3. Fai un’assicurazione. È necessario assicurarsi per l’eventualità di causare accidentalmente danni a terzi. Questo tipo di situazione può far affondare un’impresa di pulizie che non è assicurata per la responsabilità civile. La polizza che scegli non deve essere necessariamente troppo costosa e fuori dalle tue possibilità. Parla con un’assicurazione affidabile per come assicurare le tue attività a un prezzo ragionevole e coerente con il tuo budget di avvio.
  4. Procurati del capitale per l’avvio. Siccome un’impresa di pulizie si basa su servizi da svolgere presso i clienti, ci sono alcune cose fondamentali di cui hai bisogno per avviare questo genere d’impresa. O hai disponibilità di risparmi per comprare queste cose, oppure devi cercare di avere un’apertura di credito a costi ragionevoli per avviare l’impresa.
    • Creare società con un partner, mettendo insieme le risorse, è un modo di risolvere il problema del finanziamento se non hai risparmi sufficienti o non vuoi fare grossi debiti.
    • Puoi anche valutare la possibilità di avere contributi.

Organizzarsi

  1. Procurati le attrezzature e i materiali necessari. In base ai servizi che intendi offrire, dovrai avere prodotti per la pulizia dei pavimenti, buste rifiuti, aspirapolvere professionale, e così via. Procurati attrezzature di qualità in grado di durare per molti anni.
    • Assicurati di avere anche quanto necessario per la sicurezza tua e di eventuale personale che potresti impiegare per svolgere il lavoro. Guanti e mascherine, ad esempio, sono necessari se devi usare prodotti chimici tossici.
    • Cerca di prendere in affitto le attrezzature nelle prime settimane per avere la possibilità di acquistare in seguito ciò che realmente ti occorre.
  2. Compra un veicolo aziendale. Potrebbe essere un’auto, un camioncino o un furgone per il trasporto. Potresti usare un veicolo del tuo cliente o procurato in altro modo; tuttavia, se questo non fosse possibile, avrai bisogno di comprarne uno o di fare un leasing. La capacità di trasporto è fondamentale per fornire i servizi ai clienti.
    • L’aspetto del veicolo aziendale è importante. Andare in giro con un furgone ammaccato e che cade a pezzi, non è certo una buona pubblicità per la tua impresa.
    • Dipingi il logo dell’impresa sul veicolo; è un buon sistema per fare pubblicità.
  3. Assumi personale oppure subappalta qualche lavoro in base alle necessità. L’avvio di un’impresa di pulizie si basa generalmente sul lavoro del titolare. Tuttavia, se il lavoro cresce, ci sarà bisogno di assumere del personale o di trovare altre soluzioni. In questo caso, assicurati di ottemperare a tutti gli obblighi previsti.
  4. Crea un listino prezzi. Tenendo conto del costo del lavoro, dei materiali, e di tutte le altre spese, stabilisci a quanto devi vendere i servizi per avere un profitto. Prendi informazioni per conoscere le quotazioni usualmente praticate per i servizi, come la pulizia dei pavimenti e i servizi di custodia. Sei ovviamente libero di contrattare con i clienti i prezzi che vuoi, tuttavia, è bene avere dei riferimenti per non essere fuori mercato.
  5. Organizza la contabilità. Hai bisogno di tenere traccia delle attività svolte, e di ciò che deve essere fatturato ai clienti per il pagamento. Cerca di farti pagare in fretta, e prendi nota dei pagamenti e di ciò che il cliente deve ancora pagare. Assicurati inoltre di contabilizzare le spese aziendali, le tasse, e tutte le altre spese che pesano sull'azienda.
    • Potresti anche usare un software per la contabilità e l’emissione delle fatture.
    • Con l’incremento delle attività, prendi in considerazione la possibilità di organizzare i servizi di contabilità avvalendoti di un contabile.

Costruire un Marchio

  1. Promuovi la tua impresa. Bisogna raggiungere potenziali clienti in tutti i modi possibili, al fine di creare un parco clienti per i tuoi servizi. Anche pochi clienti regolari vanno bene per raggiungere i tuoi scopi, mentre fai pubblicità per incrementare il lavoro.
    • Fai pubblicità nei giornali e nelle riviste locali. Offri condizioni di favore ai clienti che richiedono i tuoi servizi per la prima volta.
    • Organizza un account su Facebook e su Twitter, dove puoi pubblicizzare l’impresa.
    • Assicurati di avere un sito web professionale che elenchi tutti i tuoi servizi e consenta di essere contattato facilmente.
  2. C erca di essere affidabile. È molto importante fare bene il lavoro e avere cura dei luoghi in cui operi. Qualunque segno di danni alla proprietà, d’incidenti verificatisi e non segnalati, e, peggio ancora, di furti, può rovinare la reputazione di un’impresa di pulizie.
    • Se qualcosa si rompe mentre sei al lavoro, fallo sapere al cliente e cerca di sostituirla o di rimborsarla al cliente prima possibile.
    • Rimetti le cose dove le hai trovate dopo averle pulite. Non toccare gli effetti personali del cliente, salvo che non abbia ricevuto istruzioni per farlo.
    • Non accedere nelle stanze che non devi pulire; evita di essere incolpato di qualcosa che non hai fatto.

Consigli

  • Pensa a come investire tempo ed energie per fornirti di prodotti di pulizia specializzati. La maggior parte dei classici agenti di pulizia contiene composti chimici volatili, potenzialmente dannosi per la salute. I nuovi prodotti per le pulizie usano soluzioni più salutari. Rifornirti di prodotti senza o con pochi composti chimici volatili ti può aiutare a distinguerti.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.