Come Scrivere un'Introduzione

Un'introduzione ben scritta dà al lettore un'idea generale sull'argomento di cui stai per scrivere. Pone le domande che troveranno risposta nel corso della lettura. Invita alla riflessione. Se vuoi scrivere un'introduzione eccellente e non sai da dove cominciare, continua a leggere. Imparerai come iniziare, come strutturare la parte centrale, e come confezionare il tutto.

Consigli Basilari per Scrivere l'Introduzione a un Saggio

  1. Cattura l'attenzione del lettore con una prima frase d'effetto. La prima frase dovrebbe attrarre il lettore e invogliarlo a continuare la lettura. Se il tuo incipit non è interessante o è scontato, il lettore potrebbe non essere motivato a continuare. Dai il giusto tono sin dall'inizio con una frase coinvolgente.
    • Fai una domanda. Una domanda ben fatta spingerà il lettore a proseguire nella lettura per avere la risposta.
      • Ad esempio: "Cosa hanno in comune i delfini e gli aerei da combattimento?"
    • Coinvolgi il lettore con un fatto importante o un dato statistico. Ti permetterà di mettere ciò di cui andrai a scrivere in un contesto.
      • Ad esempio: "Il Golden Gate viene riverniciato continuamente, 365 giorni l'anno. Sono quasi 200.000 litri di vernice per ogni passata.
    • Usa una citazione. Una citazione di un personaggio famoso (o famigerato) può catturare l'attenzione di chi legge, se il lettore lo conosce.
      • Ad esempio: "Machiavelli un tempo scrisse: 'Nessuna grande conquista è stata mai ottenuta senza affrontare dei rischi'."
    • Definisci una parola-chiave o un'espressione. Se la parola-chiave o l'espressione che stai usando è insolita, particolare, o troppo specifica, dovresti prima di tutto darne una definizione.
      • Ad esempio: "Miriam-Webster definisce la tenacia come 'la persistenza nel mantenere, rispettare o cercare qualcosa di desiderato o a cui si dà valore".
  2. Fai una breve presentazione degli argomenti che affronterai nel saggio. Dopo la prima frase d'effetto, e magari dopo una o due frasi che la sviluppano, potrai spiegare brevemente di quale sarà l'argomento trattato. Questo darà al lettore un percorso, o una guida, che potrà usare nel proseguo della lettura.
    • Non devi saltar fuori col dire "questo saggio è su X" se non pensi sia il caso. Puoi costruire questo sommario brevemente e in maniera elegante senza farlo notare.
      • Ad esempio: "I primi coloni americani soffrirono di una grande varietà di malattie nel XVII secolo. Questo li spinse a sperimentare delle medicine fatte in casa."
    • Non svelare ogni singolo dettaglio nel tuo breve sommario. Se si chiama breve sommario ci sarà un motivo. Potrai dire al lettore quanto basta senza rivelare ogni fatto o argomento significativo del tuo saggio.
  3. Passaggio alla tua tesi. La tua tesi è probabilmente la parte più importante dell'introduzione. È il tuo argomento concentrato in una frase. Se qualcuno ti dovesse chiedere di descrivere la tua posizione usando una sola frase, tu gli diresti la tua tesi. Ecco due esempi:
    • "Il cosiddetto anno sabbatico sta diventando sempre più necessario per delle buone ragioni: permette ai giovani studenti di avere esperienza di responsabilità maggiori in un'atmosfera di divertimento prima di andare all'università, dove sviluppare queste capacità può essere difficile."
    • Nella "Tela di Carlotta" l'autore E. B. White sostiene con forza che le donne meritano gli stessi diritti e la stessa partecipazione degli uomini nelle decisioni che riguardano la società, anche se i personaggi del libro sono animali.
  4. Non fare questi errori quando scrivi la tua la tesi. La tesi è la frase più importante dell'introduzione, quindi devi essere sicuro che sia scritta nel giusto modo e che non contenga nessun tipo dei seguenti errori comuni:
    • La tua tesi non è un fatto o una constatazione. Dovrebbe esprimere una posizione chiara; è un giudizio al quale qualcun altro potrebbe opporsi.
    • La tua tesi non è scritta come un elenco, come una domanda, o un punto di partenza per parlare di qualcos'altro. Si concentra sull'idea singola, o su un insieme di idee, ed è un giudizio.
    • A meno che non te ne sia dato il permesso, la tua tesi non dovrebbe mai essere messa in prima persona (contenendo le parole "io" o "io penso")
  5. Se necessario, poni un elemento di transizione fra la tesi e il primo paragrafo. Di solito, la tua tesi sarà l'ultima frase dell'introduzione. Non sempre è così, comunque. Qualche volta, avrai una frase o due dopo la tesi, come elemento di transizione dall'introduzione al paragrafo vero e proprio.
    • Esempio: "Una volta ottenuta un'ampia protezione ambientale in determinate zone chiave dell'Africa, il numero degli elefanti è iniziato a crescere significativamente."

Scrivere un'Introduzione a un Saggio Personale

  1. Comincia con una frase d'effetto. Come già menzionato sopra, la tua frase potrebbe essere praticamente qualunque tu voglia scegliere - specialmente in un saggio personale - purché prepari o tratti gli argomenti dello scritto. Alcuni di queste frasi d'inizio potrebbero essere dei buoni punti di partenza o servirti da esempio per la tua introduzione:
    • "Stavo camminando giù per il vialetto quando avvenne il disastro."
    • "Sebbene non fosse conosciuta a quei tempi, mia madre stava per fare una dichiarazione politica lungimirante la mattina del 4 giugno del 1976, senza dire nemmeno una parola."
    • "Ho fatto alcuni sbagli nella mia giovinezza, ma nessuno tra questi è riuscito a insegnarmi tanto quanto la prima volta che ho disobbedito alla legge."
  2. Non aver paura di essere "veramente" personale. I saggi personali sono potenti perché vi si condivide le informazioni che di solito non sono condivise. Questo può essere qualsiasi cosa, da una fobia a un amore. Non aver paura di fornire questo tipo di informazione nella tua introduzione, se ha a che vedere con la storia che stai raccontando. Senza cadere nell'eccesso, racconta la tua parte nella storia ponendoti con sincerità e onestà nei riguardi dell'avvenimento.
  3. Considera che un saggio personale non necessariamente conterrà una tesi di tipo tradizionale. Sebbene la tua introduzione potrebbe includere un qualche tipo di tesi, non sarà lo stesso tipo di tesi che troveresti su un saggio divulgativo o un studio. E questo va bene. L'introduzione del tuo saggio personale può semplicemente essere una storia, o una spiegazione di eventi. A meno che non ti aiuti a raccontare la storia, o ti offra un'informazione utile che avrà un ruolo nel proseguo della storia, l'introduzione non deve contenere una tesi di tipo tradizionale.

Scrivere l'Introduzione a una Relazione Scientifica

  1. Tieni bene a mente la differenza fra un riassunto e un'introduzione. Un riassunto è un sommario dell'esperimento. Presuppone che il lettore sappia qualcosa in materia, ma che non abbia letto il saggio stesso. Dovrebbe essere di circa 200 parole. Un'introduzione, invece, offre i dettagli sul tipo di esperimento, l'oggetto e l'importanza, così come dà informazioni di carattere generale per capire l'esperimento. Non ha niente a che vedere con i risultati dell'esperimento.
  2. Spiega brevemente l'esperimento. Che tu stia lavorando su modelli climatici, replicazione del DNA e dell'RNA, o sulla tettonica delle placche, una buona introduzione spiega adeguatamente ciò che verrà trattato nell'esperimento. Una buona introduzione farà chiarezza su quali fattori determineranno se l'esperimento è destinato al successo.
  3. Spiega gli obiettivi dell'esperimento. Cosa cerchi di capire intraprendendo questo esperimento? Questi obiettivi possono essere legati alla tua ipotesi ma non ne sono il sinonimo. I tuoi obiettivi potranno essere analizzati nelle conclusioni, e per questo è estremamente importante essere chiari.
  4. Presenta ogni previsione teorica dei risultati che possono prospettarsi, se il caso. Potrebbe essere utile fare una lista delle previsioni teoriche sui possibili esiti dell'esperimento, specialmente se si tratta di una ricerca innovativa. Questo stabilisce un confronto fra ciò che ci si aspetta e ciò che avviene realmente.

Scrivere l'Introduzione ad una Recensione Letteraria o Cinematografica

  1. Inizia con una giudizio. Questa dichiarazione può essere sull'opera stessa, oppure una conclusione a cui sei arrivato riguardo il tema o il significato di quest'ultima. Un giudizio ha il vantaggio di apparire autorevole e dovrebbe catturare l'attenzione del lettore. Ecco un esempio di prima frase con un bel giudizio:
    • "Può esserci un "eccesso di bellezza" in un film, e questo è il caso di 'The Tree of Life' di Terrence Malick"
  2. Se possibile, aggancia la tesi all'introduzione. La tua tesi sarà un'analisi e una presentazione del lavoro artistico di cui stai facendo la critica. Più in generale, puoi appoggiare o rifiutare un lavoro artistico, oppure scegliere di dare un breve giudizio generale e concentrarti poi sulla descrizione dell'opera. Visto che molti lettori di critica cinematografica, comunque, si aspettano un giudizio sul film che stai recensendo, è meglio almeno farne menzione nell'introduzione se si ha intenzione di proporne una.
  3. Colloca l'opera nel suo contesto letterario o cinematografico, se necessario. Molti lettori di recensioni artistiche serie si aspettano che i critici collochino l'opera d'arte in un contesto letterario o cinematografico. Cosa significa questo? Significa parlare dei libri o film che lo hanno influenzato, se esiste un legame con un certo movimento artistico, o se sono presenti delle implicazioni politiche, ad esempio. Molti lettori apprezzano il fatto che nell'introduzione vi sia un riferimento a un quadro generale

Scrivere un'Introduzione per una Ricerca

  1. Comincia con l'introdurre il soggetto della ricerca. Le ricerche possono essere scientifiche o umanistiche, quindi, qualsiasi sia il tuo argomento, restringi un po' il campo per dare al lettore della tua ricerca una traccia dei settori scientifici o umanistici sui quali ti concentrerai. Alcuni esempi potrebbero essere:
    • "Gli studenti migliori hanno studiato lingue e cultura in parallelo sin da quando è stata stabilita la connessione tra le due."
    • "Nel corso del 20º secolo, il nostro punto di vista sulla vita su altri pianeti è cambiato drasticamente."
  2. Considera la possibilità di pianificare il percorso che seguirà la tua ricerca. Se è complessa e tratta molto materiale differente, potrebbe essere di aiuto spiegare chiaramente nella tua introduzione dove la tua ricerca lo condurrà nel resto dello scritto. Questo aiuterà il lettore a strutturare l'argomento base della ricerca prima che lui o lei lo legga, rendendo in definitiva la comprensione più facile.
  3. Colloca la tua tesi in un punto chiaro. Di solito verso la fine, metti una tesi chiara che sia supportata dall'evidenza, se possibile. Dato che le ricerche si basano così strettamente sull'evidenza, mettere la tesi ben visibile in una posizione centrale ti aiuterà a sostenere i tuoi argomenti.

Consigli

  • Non usare stereotipi, cliches (espressioni abusate dallo scarso significato residuo) o costruzioni noiose quando scrivi la tua introduzione.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.