Come Ridurre l'Odore del Furetto

I furetti sono animaletti adorabili e affascinanti. Il loro unico problema è l'odore. Tuttavia, con un qualche accortezza, puoi prevenire l'odore sgradevole del tuo amichetto peloso. Comincia dal primo passaggio per vedere come fare.

Passaggi

  1. Fai attenzione alla dieta del tuo furetto. I furetti sono carnivori, quindi assicurati di non dargli da mangiare cose come mais, grano, frutta, verdura, succhi di frutta o zucchero. Anche gli alimenti a base di pesce aumentano considerevolmente il forte odore di cibo e, quindi, del furetto. Solo perché su una busta è rappresentato un furetto oppure contiene il cibo con cui il negozio di animali nutriva il tuo furetto non vuol dire che offra al tuo animale una giusta nutrizione inodore. Il cibo adatto contiene il 30-40% di proteine e non meno del 19% di grassi. Una buona dieta gli farà fare escrementi ben formati che non puzzeranno molto, inoltre gli darà un pelo lucente, occhi luminosi, tanta energia e felicità.
  2. Pulire la lettiera. La lettiera del tuo furetto deve essere pulita quotidianamente. Assicurati di togliere una piccola quantità di rifiuti per fargli spazio. Se la lettiera puzza notevolmente come il resto della gabbietta potresti ritrovarti alcuni “regalini” sparsi ovunque invece che farli solo nella lettiera. La lettiera nella gabbietta dovrebbe essere ricoperta di carta pellet o pressata. MAI usare la lettiera in argilla dura o in silicone perché potrebbero causare problemi di digestione al tuo furetto oppure rimanergli bloccata in gola. Inoltre non usare una lettiera di truciolato perché potrebbe causare problemi respiratori e non contribuisce a eliminare gli odori.
  3. Lava spesso la sua cuccetta. La sua brandina o il suo lettino si sporcano proprio come i tuoi vestiti e necessita di essere lavato. Anche questo ridurrà notevolmente l'odore della gabbietta. Usa l'acqua calda e un detersivo inodore, perché i furetti potrebbero essere allergici.
  4. Limita il bagno. Contrariamente a quello che si può pensare, il furetto non deve essere lavato spesso. L'odore che emana proviene dall'olio della sua pelle. Se lo lavi spesso con una shampoo apposito potrebbe irritare la sua pelle e causargli problemi ghiandolari, facendolo puzzare ancora di più. Se il tuo furetto dorme nella lettiera sporca o si rotola in una sostanza indefinita maleodorante dovresti fargli il bagno. Quindi, è consigliato l'uso di uno shampoo specifico, acqua tiepida, che a loro sembra fredda, e un balsamo per furetti per diminuire l'umidità sulla sua pelle. Altri detergenti per animali vanno bene, ma attenzione alle eventuali allergie del furetto.
  5. Prendi un deodorante per interni. Ci sono alcuni prodotti sul mercato che possono diminuire l'odore del tuo amico furetto. Se hai fatto tutto quello che è stato descritto in precedenza, non avrai bisogno di questi prodotti, che comunque non funzionano tanto bene. Alcune persone hanno notato che questi prodotti causano diarrea nel furetto. Dovresti aspettare alcune settimane, dopo averlo comprato, per provarlo, per notare qualche cambiamento nel tuo furetto.
  6. Prova uno spray o un deodorante per furetti. Alcuni hanno un ottimo odore di vaniglia o melone e aiutano veramente a coprire l'odore dell'animale. Se hai seguito tutti i consigli finora elencati non ne avrai bisogno. Molti furetti odiano essere spruzzati.
  7. Considera l'odore del tuo furetto migliore rispetto a quello che emana un cane bagnato o la lettiera sporca di un gatto!

Consigli

  • Non usare il tuo shampoo, perché il tuo furetto comincerà a strofinarsi ovunque per togliersi l'odore.
  • Gli odori possono provenire anche dalla casa stessa. Tenere pulita la tua casa, incluso anche i muri, gli angoli e la tappezzeria su cui si strofina aiuta a ridurre l'odore.
  • I cuccioli di furetto hanno un odore molto più forte che si attenua in un odore più tenue, come di muschio, con la crescita.

Avvertenze

  • Se hai notato che il tuo furetto soffre di diarrea da un po', consulta un veterinario.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.