Come Evitare le Relazioni Codipendenti

Il modo migliore per evitare le relazioni codipendenti è smettere di esserlo tu stesso. Essere codipendenti significa semplicemente dare per ricevere. Quando cerchi di far funzionare una relazione manipolando l'altra persona allo scopo di ottenere da lei tutto quello che puoi, la relazione è destinata al fallimento.

Passaggi

  1. Se necessario, rivolgiti a uno psicologo. Per far sì che una relazione sia sana, devi cominciare con l'essere sano tu stesso. Rivolgiti a uno psicologo, o a un amico che possa aiutarti a crescere, qualcuno con cui tu possa confidarti sinceramente. Anche se è più difficile da accettare, l'intervento di un estraneo può esserti utile.
  2. Dai il 100% alla relazione, e non aspettarti niente in cambio. Si chiama amore incondizionato. Per poter dare amore incondizionatamente, devi conoscerlo e sperimentarlo! Se lo fate entrambi, la relazione è destinata a crescere: significa passare del tempo con la persona amata, godersi la relazione a apprezzarla per quello che è. Non significa invece fare della relazione il centro della tua vita, trascurare il lavoro, i tuoi amici, i tuoi hobby e dimenticare i tuoi bisogni. Dai liberamente quello che puoi, senza sacrificarti e senza risentimento, e prenditi cura di te stesso senza aspettarti che sia il partner a farlo. Se non ti prendi cura di stesso, arriverai al punto di non essere in grado di occuparti né del partner, né di nessun altro.
  3. Affronta il dolore. Quando ti senti ferito e provi rabbia, devi essere disposto ad osservare la causa del comportamento che ti ha ferito, ed affrontarla. E' come contare fino a dieci, e decidere di parlare prima di agire. Se senti il bisogno di sfogare la rabbia, ricordati che puoi sempre farlo dopo. Ma quando individui la causa del comportamento, puoi aiutare l'altra persona a capire cosa è successo, e dire chiaramente che ti senti ferito. Facendo così, contribuisci a costruire la relazione anziché a distruggerla.
  4. Cerca di comprendere il concetto di “confini personali”, e mantieni saldi i tuoi. Parlane con il partner, comprese le zone grigie dove è possibile un compromesso, e che esistono in tutte le relazioni sane. Rispetta i confini del partner. Quando ti senti ferito o arrabbiato, fermati a riflettere sul motivo per cui lo sei. Cerca di capire se il problema deriva dal fatto che stai oltrepassando i confini dell'altra persona, o è l'altra persona ad invadere i tuoi, e se stai cercando di invadere i suoi confini comportandoti in modo irragionevole: ti aiuterà a lasciar andare quest'impulso poco sano. Se invece le tue intenzioni sono ragionevoli, ad esempio stai cercando di stabilire i tuoi confini, afferma pure i tuoi diritti in maniera decisa.
  5. Durante le discussioni evita di offendere il partner. Evita anche di etichettarlo. Non dire, per esempio, "Sei pigro". Concentrati invece sui tuoi sentimenti, sui tuoi bisogni e sulle tue istanze. "Ho la sensazione di dover essere sempre io a fare le pulizie" non è un'offesa. "Sei uno sciattone: non fai mai niente in casa" è un'offesa. Se usi coerentemente questo approccio, puoi stabilire un buono schema di comportamento.
  6. Traduci le offese da parte del partner in una discussione costruttiva su quanto è stato realmente detto. "Sono arrabbiata perché non ti impegni abbastanza nelle pulizie" è una traduzione in termini informativi dell'offesa di cui sopra. Accettare che l'offesa voglia dire semplicemente "Sono stanca e frustrata" è fondamentale. Si tratta in realtà della descrizione non obiettiva di una situazione che il partner percepisce come reale. Può addirittura non essere vero, e in questo caso comunicare in maniera civile può portare a risolvere il conflitto. Se sei più efficiente nelle pulizie e finisci il lavoro in metà tempo, può sembrare che tu faccia meno, mentre in realtà fai meglio. Al contrario, se il partner è più bravo, i tuoi risultati possono deluderlo, anche se ci hai messo il suo stesso tempo e impegno. Discutere questioni del genere senza arrabbiarsi e senza offendere rappresenta una modalità "problem solving" fondamentale nella gestione di ogni relazione sana.
  7. In ogni relazione c'è conflitto. Quando i partner individuano un metodo di risoluzione dei conflitti di cui sono entrambi soddisfatti e in cui entrambi si sentono a loro agio, tendono a convivere più felicemente, indipendentemente da quello che pensano gli altri. Certe coppie si offendono allegramente dalla mattina alla sera senza prendersi mai sul serio, e sanno che quando le offese smettono, allora sì che la cosa si fa seria. Individuate le situazioni in cui tu e il partner vi sentite a vostro agio, ed esplorate modi diversi di gestire i conflitti finché non trovate quello più adatto a voi.
  8. Identifica i comportamenti e i meccanismi di dipendenza che fanno parte della relazione. Diventa consapevole dei giochetti mentali che mettono in atto le persone soggette a dipendenza, Se non sei cresciuto in un ambiente familiare colpito da alcolismo o altre dipendenze, puoi non renderti conto dei giochi manipolatori messi in atto da chi ne è affetto. Informati sull'argomento e trova risorse online per indagare su eventuali comportamenti offensivi all'interno della tua relazione, sia tuoi che del partner. A volte, gli atteggiamenti sani possono risultare estremamente offensivi se la relazione è in fase di cambiamento, ma sono necessari ai fini della crescita. Chiunque cerchi di modificare lo schema sembrerà agire in maniera offensiva o egoistica.
  9. Individua i processi malati che metti in atto nel momento in cui dai troppo, attivando comportamenti offensivi o meccanismi di dipendenza.
  10. Cerca di capire se stai cercando di controllare la vita del tuo partner. Se alla fine si fa sempre a modo tuo, questo è un sintomo di codipendenza. Nelle relazioni sane c'è sempre un dare e un avere. Se il partner non fa mai niente senza prima consultarti, è un segnale di pericolo, e qualcosa su cui lavorare.

Consigli

  • Chiedi aiuto, se ne senti il bisogno.
  • Prenditi cura di te stesso, conosci i tuoi limiti, stabilisci dei confini, dì di no. Se rispetti te stesso, puoi aspettarti rispetto anche da parte degli altri. Se non lo ottieni, vai via.

Avvertenze

  • Dare troppo non è mai consigliabile in una relazione.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.