Come Controllare la Rosacea

La rosacea è una malattia dermatologica comune che colpisce le persone di tutte le età. Si manifesta spesso con arrossamenti, eritemi e alterazioni rossastre della cute, che peggiorano con il tempo se non vengono trattati. Sebbene non ci sia una cura, puoi tenere sotto controllo la rosacea minimizzando il rischio di sfoghi e trattando le fasi acute.

Ridurre al Minimo gli Sfoghi

  1. Evita i fattori scatenanti. I medici non sono certi delle cause originarie della malattia, ma sanno che alcuni fattori possono innescare le fasi acute o peggiorare la situazione. La maggior parte delle volte, gli sfoghi sono dovuti a un aumento dell'afflusso di sangue alla superficie della pelle. Evita alcuni degli elementi descritti di seguito, che possono peggiorare la rosacea:
    • Bevande e cibi molto caldi;
    • Alimenti piccanti;
    • Alcolici;
    • Luce solare;
    • Stress, imbarazzo o rabbia;
    • Attività fisica o allenamento vigoroso;
    • Bagni e docce caldi, saune;
    • Farmaci come i corticosteroidi e per il controllo della pressione arteriosa;
    • Vento;
    • Clima freddo;
    • Umidità;
    • Alcuni cosmetici e prodotti per la cura della pelle.
  2. Proteggi la cute. Esponendo la pelle agli elementi climatici, puoi far innescare le fasi acute e aggravare la malattia. Proteggendoti dal sole, dal vento e dal freddo, puoi ridurre al minimo gli sfoghi e controllare la rosacea.
    • Applica una protezione solare con un fattore minimo di 30 e che filtri i raggi sia UVA sia UVB. Ricorda di spalmarla spesso.
    • Mantieni la pelle fresca riparandoti dalla luce solare diretta, usando il ventilatore e restando in ambienti climatizzati durante l'estate.
    • Metti una sciarpa sul viso o un passamontagna nei mesi invernali, in modo da riparare la pelle dal vento e dal freddo.
  3. Usa detergenti delicati. Lava il viso e le zone soggette alla malattia con saponi neutri. In questo modo, non solo eviti le fasi acute, ma riduci anche il rischio di sfoghi o infezioni perché ti sbarazzi dei batteri presenti sull'epidermide.
    • Usa una piccola quantità di detergente delicato con un pH neutro, come Dove o Cetaphil.
    • Cerca dei prodotti senza profumi e testati contro le allergie. Ricorda che la dicitura "ipoallergenico" non equivale a "testato contro le allergie", che è invece quello che dovresti comprare.
    • Usa le punte delle dita per lavarti, evita di usare un panno o una spugna perché irritano la cute.
    • Risciacqua con acqua tiepida per evitare l'arrossamento, l'irritazione e per non eliminare tutto il sebo.
    • Asciuga la pelle tamponandola.
    • Valuta di sottoporti a un patch test prima di usare un prodotto, per assicurarti di non avere reazioni avverse.
  4. Idrata la pelle. I medici sono convinti che l'idratazione non solo crei una barriera protettiva che previene le fasi acute, ma sia anche in grado di alleviare il disturbo. Spalma un idratante specifico sulla cute dopo il bagno.
    • Chiedi al dermatologo di suggerirti o prescriverti una crema adatta a te. Esistono molti prodotti disponibili sul mercato, specifici per le persone affette da rosacea.
    • Prima di spalmare la crema, aspetta dieci minuti dopo il bagno o dopo aver applicato un medicinale, in modo da ridurre la sensazione pungente o di bruciore.
    • Valuta di comprare una crema emolliente che contenga un filtro solare ad ampio spettro. Questi prodotti plurivalenti minimizzano il rischio di sfoghi.
  5. Presta attenzione agli irritanti noti. Alcuni studi hanno dimostrato che certi ingredienti contenuti nei prodotti per la pelle possono irritarla o innescare le fasi acute di rosacea. Leggendo le etichette puoi evitarti qualche sfogo. Fai attenzione a:
    • Alcol;
    • Amamelide;
    • Profumi;
    • Mentolo;
    • Menta;
    • Olio di eucalipto;
    • Agenti esfolianti.
  6. Tieni le mani e le dita lontane dalla pelle. Toccandoti e strofinandoti, irriti la cute e causi gli sfoghi. Fai uno sforzo consapevole per non toccare il viso o le altre parti interessate dalla rosacea.
    • Non stuzzicare o schiacciare alcuna lesione causata dalla malattia che possa sembrare acne.
    • Non appoggiare il mento o il viso sulle mani.

Gestire gli Sfoghi e le Fasi Acute

  1. Vai dal dermatologo. Se hai uno sfogo particolarmente grave, non riesci a controllare le fasi attive o non sei certo di soffrire di rosacea, fissa un appuntamento con il medico. Egli potrà suggerirti un trattamento specifico per la malattia di cui soffri. Esistono quattro varianti di rosacea:
    • Eritemato-teleangectasica: caratterizzata da arrossamento persistente del viso o vasi sanguigni visibili sulla superficie della cute.
    • Papulo-pustolosa: si manifesta con arrossamento costante del volto, papule e brufoli simili all'acne.
    • Fimatosa: la pelle sembra ispessita e dilatata, negli uomini colpisce spesso il naso (rinofima).
    • Oculare: colpisce gli occhi che sono sempre lacrimosi e arrossati, il paziente lamenta sensazione di corpo estraneo, bruciore o dolore pungente, secchezza, prurito, visione sfocata e fotofobia.
  2. Applica una crema emolliente sull'epidermide. Ci sono alcune prove a dimostrazione del fatto che un prodotto emolliente su prescrizione sia in grado di rigenerare la pelle dei pazienti affetti da rosacea. Usa una di queste creme in aggiunta al normale prodotto idratante, per controllare e prevenire le fasi acute.
    • Leggi l'etichetta del prodotto per accertarti che contenga agenti emollienti. Fra questi si ricordano la lanolina, l'olio di semi di girasole, la stearina vegetale e lo sterolo di soia.
  3. Assumi dei farmaci. Molte persone hanno bisogno di una terapia medicinale e di evitare i fattori scatenanti per tenere a bada la rosacea. Assumendo o applicando i farmaci su prescrizione, sei in grado di gestire l'infiammazione e ogni infezione che si sviluppa durante le fasi acute della maggior parte delle varianti di rosacea. I due tipi di medicinali che il dermatologo potrebbe prescrivere sono:
    • Antibiotici: si tratta spesso di lozioni, gel o creme che gestiscono la flogosi. Prima di applicarli, aspetta mezz'ora dopo avere lavato il viso, per ridurre al minimo la sensazione di bruciore. Gli antibiotici per via orale possono essere leggermente più efficaci, ma comportano un maggior numero di effetti collaterali.
    • Farmaci contro l'acne. Molti dermatologi prescrivono l'isotretinoina, un medicinale che viene utilizzato in genere nei casi gravi di acne cistica, ma che aiuta a controllare gli sfoghi di rosacea papulo-pustolosa. Non usare questo principio attivo se sei incinta perché ha effetto teratogeno.
  4. Sottoponiti a un intervento chirurgico. In alcuni casi, inclusi quelli in cui si manifesta un ispessimento cutaneo o una dilatazione dei vasi sanguigni, è necessario affidarsi alla chirurgia. Valuta questa opzione solo se i trattamenti convenzionali non hanno portato ai risultati sperati.
    • Esegui una dermoabrasione per sbarazzarti della pelle ispessita.
    • Riduci la visibilità dei vasi capillari, della cute spessa o dell'ipertrofia dei tessuti con il laser o l'elettrochirurgia.
    • Valuta con il dermatologo altre soluzioni chirurgiche, come la crioterapia, l'ablazione a radiofrequenza e il trapianto di pelle, se non ti senti a tuo agio con le procedure laser o l'elettrochirurgia.
  5. Prova i probiotici. Ricerche recenti hanno dimostrato che l'uso dei probiotici può aiutare contro la rosacea. Esistono sia in formulazione topica sia da assumere per bocca e possono aiutarti a gestire gli sfoghi, oltre a prevenirli.
    • Spalma una crema, una maschera o un detergente probiotici. Tutti questi prodotti proteggono, calmano e riparano la pelle dalle fasi acute.
    • Prendi i probiotici per via orale che spesso sono disponibili negli integratori che contengono lactobacilli e/o bifidobatteri. Puoi acquistarli in tutte le farmacie e negozi di alimenti naturali.
  6. Mangia lo yogurt. Ci sono alcune prove che dimostrano l'efficacia di questo alimento sul controllo della rosacea. Cerca di mangiarne uno ogni giorno contenente fermenti lattici vivi oppure usa quello greco come una maschera facciale.
    • Leggi l'etichetta per assicurarti che lo yogurt contenga fermenti vivi, perché solo questo tipo di prodotto è efficace per tale disturbo dermatologo.
    • Metti lo yogurt greco sulla pelle come se fosse una maschera. Attualmente, non ci sono studi formali in merito all'efficacia di questo rimedio, ma i dermatologi hanno rilevato che i propri pazienti hanno goduto di alcuni benefici.
    • Le maschere allo yogurt idratano la pelle, calmano e leniscono i sintomi della rosacea.
  7. Mantieni l'epidermide ben idratata. Molti dermatologi credono che un'adeguata idratazione cutanea sia il fattore principale per gestire la malattia. Ricorda di applicare un prodotto emolliente anche durante le fasi acute, per guarire in fretta e ridurre le probabilità di recidive.
    • Scegli un prodotto senza profumi e allergeni da usare mentre soffri di qualche sfogo, per evitare di irritare ulteriormente la zona.
    • Idratandoti ogni giorno, crei una barriera di umidità che protegge la pelle dai fattori scatenanti e dagli irritanti.
  8. Prendi un integratore. Anche in questo caso, non esistono prove cliniche a dimostrazione dell'efficacia, ma puoi fare un tentativo abbinando gli integratori ad altri trattamenti. Valuta di prendere:
    • Un prodotto con acido γ-linolenico come l'olio di oenothera o di ribes nero. Assumine 500 mg due volte al giorno e sappi che sono necessarie almeno sei settimane prima di notare i risultati.
    • Integratori erboristici con zenzero o curcuma. Puoi anche utilizzarli in cucina.
  9. Valuta le terapie alternative. Ci sono prove a sostegno del fatto che le cure alternative possono controllare la rosacea, gli sfoghi e prevenire le fasi acute. Prendile in considerazione, ma prima discutine con il dermatologo. Ecco qualche suggerimento:
    • Argento colloidale;
    • Olio di emu;
    • Alloro;
    • Olio di origano;
    • Vitamina K;
    • Anche una dieta antinfiammatoria può rivelarsi utile.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.