Come Fare il Tuo Profumo Personale

Vuoi creare una tua fragranza caratteristica? O magari vuoi realizzare un regalo speciale fatto con le tue mani? Con semplici ingredienti che puoi trovare al supermercato, è possibile creare dei profumi meravigliosi.

Conoscere la Scienza alla Base dei Profumi

  1. Impara a riconoscere le diverse note. I profumi sono una miscela di vari livelli di fragranza, conosciuti anche come "note". Quando spruzzi un prodotto sulla pelle, le note si susseguono nell'ordine seguente:
    • Le note alte sono le prime a essere avvertite. Scompaiono anche piuttosto presto, di solito dopo appena 10-15 minuti.
    • Le note centrali si presentano quando quelle alte scompaiono. Sono il cuore della fragranza e determinano a quale famiglia appartiene il profumo — ad esempio orientale, legnoso, fresco o floreale.
    • Le note di base accentuano quelle centrali, le correggono e sono conosciute come il "tema" di una fragranza. Sono le fondamenta del profumo e possono durare fino a 4-5 ore sulla pelle.
  2. Prendi familiarità con le note alte più comuni. Queste includono basilico, bergamotto, pompelmo, lavanda, limone, lime, menta, neroli, rosmarino e arancio dolce.
  3. Scopri le note centrali più usate. Queste includono pepe nero, cardamomo, camomilla, cannella, chiodi di garofano, aghi di abete, gelsomino, ginepro, citronella, neroli, noce moscata, rosa, legno di rosa e ylang-ylang.
  4. Impara a conoscere le note di base più comuni. Queste includono legno di cedro, cipresso, zenzero, patchouli, pino, legno di sandalo, vaniglia e vetiver.
  5. Impara i giusti rapporti tra le note. Quando crei un profumo, inizia dalle note di base, poi passa a quelle centrali e infine a quelle alte. Il rapporto ideale di miscelazione è 30% note alte, 50% note centrali e 20% note di base.
    • Alcuni esperti consigliano di mescolare al massimo 3 o 4 note dominanti.
  6. Impara la ricetta di base. Per creare un profumo non basta aggiungere le note che preferisci: servirà una base di partenza.
    • Il processo parte con un olio vettore. Le scelte più comuni includono olio di jojoba, di mandorle dolci e di semi d'uva.
    • Dovrai poi aggiungere lentamente delle gocce delle note di base, di quelle centrali e di quelle alte all'olio vettore.
    • Infine, servirà qualcosa per legare gli ingredienti insieme. L'alcol è la scelta più comune, perché evapora rapidamente e aiuta a diffondere le note del profumo. Un prodotto usato spesso dai produttori di profumi fai da te è la vodka di alta qualità, con il 40-50% di volume alcolico.
    • Se stai cercando di realizzare un profumo solido (come un balsamo per le labbra), usa cera d'api sciolta come fissante, al posto dell'alcol o dell'acqua.
  7. Scopri quali note contengono i tuoi profumi preferiti. Se non sai come realizzare la struttura di un profumo, leggi gli ingredienti delle fragranze commerciali che gradisci di più.
    • Se non riesci a trovare gli ingredienti o a distinguerne le note, il sito web Basenotes (in inglese) è un'ottima risorsa che può rispondere alle tue domande.

Conoscere i Materiali che Ti Servono

  1. Acquista dei contenitori di vetro scuro. Molte persone consigliano di usare questo tipo di bottiglie, perché il vetro scuro protegge il profumo dalla luce, che può fargli perdere più velocemente le proprie caratteristiche.
    • Dovresti anche assicurarti che i contenitori non siano già stati utilizzati per il cibo, perché gli odori residui si trasferiranno al profumo.
    • Puoi fare un'eccezione a questa regola se desideri che il profumo abbia delle note di ciò che era contenuto prima nella bottiglia. Fai attenzione, però; i profumi al burro di arachidi, alla banana o al cioccolato potrebbero avere un sapore migliore del loro odore!
  2. Acquista un olio vettore. Questa sostanza trasporta le fragranze infuse nel profumo sulla tua pelle. Generalmente sono prodotti inodori, usati per diluire oli e aromi concentrati che altrimenti potrebbero irritare la pelle.
    • Puoi usare moltissimi prodotti come olio vettore. Se ne gradissi l'odore, potresti usare persino l'olio d'oliva.
    • Un produttore molto noto fa sobbollire dei petali di rosa in olio extravergine d'oliva e poi lega il tutto con olio di vitamina E per stabilizzare il prodotto.
  3. Compra l'alcol più forte che riesci a trovare. Molti produttori fai da te scelgono vodka a 40-50°. Altri preferiscono gli alcol a 80°.
    • Puoi trovare grappe d'uva e di grano a 80°.
  4. Scegli le fragranze. Puoi realizzare il tuo profumo con molti ingredienti diversi. Gli aromi più comuni includono oli essenziali, petali di fiori, foglie ed erbe.
  5. Decidi che metodo usare. Puoi produrre un profumo in modi diversi secondo i materiali a tua disposizione. Quelli più usati sono i materiali vegetali (fiori, foglie ed erbe) e gli oli essenziali; dovrai usare metodi specifici per questi prodotti.

Usare Fiori Freschi, Foglie o Erbe

  1. Trova un contenitore di vetro pulito. Il tipo non è importante quanto il materiale: ti basterà assicurarti che sia pulito e di vetro. Dovrà anche avere un tappo che chiuda bene.
    • I produttori di profumi consigliano spesso il vetro scuro, che può far durare la fragranza più a lungo proteggendola dalla luce.
    • Evita di usare dei vasetti che prima contenevano del cibo, perché, anche se li laverai bene, il vetro potrebbe trasferire degli odori.
  2. Procurati un olio inodore. Quelli più usati sono olio di jojoba, di mandorle e di semi d'uva.
  3. Raccogli fiori, foglie ed erbe dalle fragranze gradevoli. Assicurati che i materiali che utilizzi abbiano aromi forti e che le foglie siano secche. Se prendessero aria, potrebbero perdere il proprio profumo.
    • Potresti raccogliere e far seccare più piante di quelle che ti servono, per avere la possibilità in futuro di rinforzare l'aroma dell'olio.
  4. Getta tutto il materiale inutile. Se stai usando dei fiori, ti serviranno solo i petali. Nel caso di foglie o erbe, getta i rametti o le altre parti che possono interferire con l'aroma.
  5. Pesta leggermente il materiale. Questo passaggio è facoltativo, ma può aiutare a far emergere di più il profumo. Ti basterà schiacciare tutto con un cucchiaio di legno.
  6. Versa l'olio nel contenitore di vetro. Basterà una piccola quantità – a sufficienza per coprire i petali, le foglie e le erbe.
  7. Aggiungi i materiali vegetali all'olio e chiudi bene il contenitore.
  8. Lascia riposare il contenuto del vasetto in un luogo buio e fresco per una o due settimane.
  9. Apri, filtra e ripeti. Se l'olio non ha un odore abbastanza forte dopo una o due settimane, potrai filtrare i vecchi materiali vegetali e aggiungerne altri all'olio profumato, prima di farlo ancora riposare.
    • Puoi ripetere questa operazione per diverse settimane o mesi, finché l'olio non ha raggiunto l'intensità desiderata.
    • Assicurati di tenere l'olio! Dovrai invece gettare i materiali.
  10. Conserva l'olio profumato. Quando sei soddisfatto del prodotto finale, puoi aggiungere una goccia o due di conservante naturale, come vitamina E o estratto di semi di pompelmo, per estendere la vita utile del profumo.
    • Se vuoi trasformare l'olio in un balsamo, puoi aggiungere della cera d'api: fondine un po' nel microonde, mescolala al profumo, poi versa la miscela in un contenitore perché possa raffreddarsi e solidificare.

Usare Oli Essenziali

  1. Procurati i materiali che ti servono. Hai bisogno dei seguenti ingredienti:
    • 2 cucchiai di olio vettore (olio di jojoba, di mandorle o di semi d'uva).
    • 6 cucchiai di alcol a 50-85°.
    • 2 cucchiai e mezzo di acqua minerale.
    • 30 gocce di olio essenziale (almeno uno per tipo: di base, medio e alto)
    • Filtri per il caffè.
    • Imbuto.
    • 2 contenitori di vetro puliti.
  2. Versa 2 cucchiai di olio vettore nella bottiglia di vetro.
  3. Aggiungi gli oli essenziali. Dovresti versare in totale 30 gocce. Inizia dalle note di base, poi passa alle medie e infine a quelle alte. Il rapporto ideale è 20% di base, 50% medie e 30% alte.
    • Fai attenzione agli aromi che aggiungi: se un profumo è più intenso degli altri, dovrai usarne una quantità inferiore, così che non domini tutta la fragranza.
  4. Aggiungi l'alcol. Usa un prodotto di alta qualità con un elevato tasso alcolico. La vodka è tra le scelte più comuni.
  5. Lascia riposare il profumo per almeno 48 ore. Chiudi il coperchio e lascia decantare il contenuto della bottiglia per almeno due giorni. Puoi attendere fino a sei settimane, per permettere alla fragranza di raggiungere la massima intensità.
    • Controlla regolarmente la bottiglia per valutare l'intensità del profumo.
  6. Aggiungi due cucchiai di acqua minerale. Quando il profumo è di tuo gradimento, aggiungi due cucchiai d'acqua alla bottiglia.
  7. Agita la bottiglia con vigore. Fallo per un minuto, per assicurarti che il contenuto sia ben miscelato.
  8. Trasferisci il profumo in un'altra bottiglia. Versa il profumo in un contenitore pulito di vetro scuro usando un filtro per il caffè e un imbuto. Se devi fare un regalo, puoi scegliere una bottiglia decorata.
    • Applica sulla bottiglia un'etichetta con gli ingredienti e la data, per avere un'idea di quanto possa durare il profumo. In questo modo, saprai quanto dovrai prepararne la prossima volta.
  9. Prova delle varianti. Per realizzare un profumo solido (come un balsamo per le labbra) invece di uno spray, prova a sostituire l'acqua con della cera d'api fusa. Dovrai aggiungere questo prodotto al profumo e versare la soluzione calda in un contenitore per lasciarla solidificare.
    • Puoi acquistare la cera d'api in erboristeria.

Consigli

  • Quando aggiungi gli ingredienti, non esagerare. Annusali tutti e trova gli abbinamenti giusti. Troppe note possono rovinare un profumo.
  • Per pulire un contenitore di vetro, lavalo nell'acqua più calda possibile, poi mettilo su una teglia e asciugalo in forno a 110 °C.
  • Prova a creare profumi ispirati ai cibi e alle bevande che ti piacciono di più — ad esempio, potresti preparare un profumo chai con olio di cannella, olio d'arancia dolce, olio di chiodi di garofano e olio di cardamomo. Un altro esempio è un profumo alla torta di zucca, che potrebbe contenere i seguenti oli essenziali: cannella, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, vaniglia e arancia.

Avvertenze

  • Evita di mettere del succo di frutta nel profumo, perché potresti farlo cagliare o farlo diventare rancido. Inoltre, i limoni sono fototossici, ovvero applicando il loro succo sulla pelle puoi esporla al rischio di scottature dovute al sole.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.