Come Essere un Coniuge Migliore

Per quanto riguarda il matrimonio, in tutto il mondo le persone spesso confondono l'essere un buon partner con altri aspetti di una relazione. Ad esempio, è positivo che un coniuge sia in grado di provvedere alla propria famiglia, tuttavia questo non lo rende automaticamente un buon partner più di quanto il trovarsi nel suo garage non faccia di lui una macchina. Ricorda che servono due persone per fare una coppia felice, ma ne basta una sola per mandare in crisi un matrimonio. Questo articolo vuole offrirti degli spunti per mantenere vivo il rapporto con il tuo coniuge.

Passaggi

  1. Tempo. Sostanzialmente, per quanto riguarda le relazioni, il tempo è amore. Osservando il modo in cui una persona investe il proprio tempo e il proprio denaro, si può dire molto del modo in cui vive la propria vita e delle cose che le stanno veramente a cuore. Metti a fuoco quali sono le tue priorità e dedica loro del tempo. Il tuo lavoro o il tuo hobby sono più importanti del tuo matrimonio? Come spendi il tuo tempo? Come passa il suo tempo tua moglie o tuo marito? Essendo questo articolo particolarmente lungo rispetto a quelli che generalmente trovi in questo sito, dedicare del tempo alla lettura di ciò che segue è già di per sé un buon inizio.
  2. Cerca di capire a che punto è la tua relazione. È fondamentale che tu rifletta su te stesso, sul tuo partner e sulla vostra relazione in generale, per mettere a fuoco gli aspetti su cui è necessario lavorare di più. Per esempio, chi si occupa di lavare i piatti? Si tratta della stessa persona che prepara sempre da mangiare? In base a questo esempio, se è sempre il tuo partner a occuparsi di queste mansioni, potrebbe essere il caso di agire e dividersi i compiti. Scoprirai che modificare alcuni dei tuoi comportamenti e il tuo modo di vedere le cose, ti aiuterà quasi automaticamente a definire meglio la vostra relazione. A volte è molto più difficile rendersi conto che effettivamente c'è un problema, piuttosto che trovare un modo per risolverlo.
  3. I cambiamenti possono essere dolorosi. Il cambiamento non è mai una cosa facile. Anzi, spesso si traduce in un momento difficile da affrontare e, in alcuni casi, può causare sofferenza o scatenare reazioni violente. Ad esempio, un tossico che è sul punto di farsi un'iniezione al braccio sa di aver bisogno di cambiare, tuttavia ha paura di affrontare i sintomi della disintossicazione. Le persone raramente si rifiutano di cambiare perché non sanno cosa fare, piuttosto rifiutano il cambiamento perché potrebbe comportare qualcosa di spiacevole o imbarazzante. Se non prendi il controllo sulla tua vita facendo dei cambiamenti ora, potresti dover subire dei cambiamenti più avanti senza poterci fare nulla. Qualsiasi prospettiva ora possa sembrarti difficile sarà migliore di qualcosa d'imprevedibile in futuro. Tra due mali, è meglio scegliere quello che si conosce. Impegnati ad affrontare dei cambiamenti adesso, anche se dovessero farti soffrire, perché un domani potresti non avere più il controllo della situazione.
  4. Ricorda che le persone hanno bisogno di avventure e distrazioni per essere felici, anche se non sempre lo ammettono. Ad esempio, quando si tratta di affrontare dei rischi o anche semplicemente di socializzare con gli altri, il tuo coniuge potrebbe trovarsi in difficoltà a causa del suo carattere. In questo caso è importante che tu trovi un'attività in cui coinvolgere il tuo partner e cercare di farla insieme, anche se l'altro cerca di tirarsi indietro. Scegli qualcosa che non avete mai osato fare, ma che credi possa essere interessante per entrambi. Non è necessario scegliere attività troppo estreme. Ad esempio, se avete sempre evitato di correre dei rischi per paura di farvi male, potreste noleggiare dei quad (quadricicli fuoristrada) e, una volta indossati gli indumenti di protezione (casco, guanti, ecc.), fare un'escursione di coppia. Il che non significa correre alla velocità della luce, ma semplicemente, facendo sempre molta attenzione, intraprendere un'attività che faccia uscire te e il tuo coniuge dalla vostra "bolla di sapone". Man mano che proverete nuove esperienze, troverete un'attività che possa essere stimolante, eccitante e appagante per entrambi.
  5. Pensa al tuo matrimonio come a un qualcosa di meccanico, simile a una macchina. Non ti fideresti a guidare un'auto senza fare mai il controllo dei liquidi. Allo stesso modo, di tanto in tanto dai una "controllatina all'olio" del vostro matrimonio. Prova a rivolgerti a un consulente matrimoniale o a una guida spirituale insieme al tuo partner, anche quando entrambi pensate che nel vostro matrimonio stia andando tutto bene. La realtà è che, molto spesso, in una relazione entrambi i partner rischiano di assecondare comportamenti sbagliati l'uno dell'altro senza rendersene conto. Spesso capita che non si dia grande importanza alla mancanza di comunicazione nella coppia, o ad altre difficoltà dal punto di vista relazionale. Una situazione esemplare può essere quella in cui Luca abbia la tendenza a non raccontare mai nulla alla moglie Anna. Quando un amico della coppia fa notare loro che Luca potrebbe avere un problema di comunicazione, ecco che Anna risponde a quest'osservazione dicendo "Luca è sempre stato così, è il suo modo di essere. Ho imparato a conviverci.". Ricorda: accettare determinati comportamenti negativi per evitare delle discussioni non significa risolvere il problema, tu e la relazione con il tuo partner rischierete comunque di soffrirne.
  6. Non ridurre il rapporto a uno stereotipo di quello che dovrebbe essere un matrimonio. Ad esempio, non è detto che limitarsi a usare sempre e solo nomignoli come "amore" o "tesoro" faccia sempre bene a una relazione, anzi cerca di chiamare quasi sempre il tuo partner per nome. I soprannomi possono far piacere se usati di tanto in tanto, ma se ogni volta che apri la bocca per chiamare il tuo partner tutto quello che sai dire è "Amoooooore?", sappi che rischi di trovarti in una situazione spiacevole. Il tuo partner potrebbe cominciare a sospettare che tu possa confondere la vostra relazione con quelle avute in precedenza con altre persone che chiamavi in quel modo, e questo può decisamente diventare un problema.
  7. Sii disciplinato e collaborativo. I pigroni non piacciono a nessuno, quindi cerca di dare il tuo contributo in casa. Anche dopo una faticosa giornata di lavoro, offriti di sbrigare qualche faccenda in casa, come cucinare la cena o pulire la cucina dopo mangiato. Non partire mai dal presupposto che, siccome tu hai lavorato tutto il giorno, sia il tuo partner a doversi occupare di tutto in casa. Tutti abbiamo bisogno di una pausa, anche il tuo partner. Vai a letto presto, alzati presto la mattina. Mantieni una certa disciplina nella vita di tutti i giorni, nell'igiene personale e nella pulizia in generale. Se dimostrerai di avere rispetto per te stesso, anche per il tuo partner sarà più facile rispettarti.
  8. Non viziate i vostri figli o gli animali da compagnia. Se sentite di non essere persone in grado di mettere in pratica delle regole in casa e farle rispettare, forse è il caso di riconsiderare l'idea di avere dei figli o di prendere un animale domestico dal carattere difficile. Finireste col dover dover badare a un cucciolo pestifero, oppure col gestire dei figli fuori controllo, che avranno imparato solamente a disturbare e mancare continuamente di rispetto agli altri, per cui si verrà a creare costantemente lo stressante meccanismo del "genitore buono/genitore cattivo" in famiglia. Ad esempio, mettiamo che tu giri troppo intorno alle regole riguardo agli spuntini dei bambini e non ti preoccupi eccessivamente se i tuoi figli non le mettono in pratica: i bambini non ti rispetteranno e si prenderanno regolarmente una strigliata dal tuo coniuge. In questo modo costringi il tuo coniuge ad assumere un ruolo molto spiacevole nella dinamica dei rapporti di autorità in famiglia. Ricorda che se i tuoi figli e il tuo animale domestico non ti portano rispetto, sarà difficile anche per il tuo partner rispettarti. Quando invece il problema è la tendenza a viziare troppo un figlio, senza punirlo mai, il rischio è quello di crescere un figlio teppista o comunque una persona che, diventata adulta, renderà la vita difficile a tutti. Viziandolo, rischiate di condannare il vostro bambino a una vita di frustrazioni e isolamento perché il suo comportamento non sarà accettato dagli altri. Del resto, perché creare delle regole se non siete in grado o non volete farle rispettare?
  9. Mantieniti in forma e mangia sano. Nessuno desidera sposare un partner che ha sempre trovato fisicamente attraente, per poi svegliarsi sei anni dopo nel letto con una persona sedentaria e fuori forma. Mantenerti in forma ti aiuterà anche a tenere viva la passione nel tuo matrimonio.
  10. Tieni presenti i desideri e le fantasie erotiche del tuo coniuge. Molti tentativi di vivere determinate fantasie che sfidano le regole della fedeltà coniugale, come le relazioni aperte o i rapporti poligami, finiscono sempre in lacrime e non sono MAI una buona idea. Cerca piuttosto di movimentare un po' le cose. Come marito, fai qualcosa di diverso per tua moglie, stupiscila con delle attenzioni che non si aspetta. Puoi provare a parlale in modo diverso, oppure ad affittare un costume da pompiere sexy. Qualsiasi cosa tu faccia, anche se lei dovesse reagire ridendo, sarà sempre comunque rispettando e apprezzando il tentativo di soddisfarla in modo speciale. Come moglie, prova a indossare una parrucca di un colore diverso da quello dei tuoi capelli, e prova a parlare a tuo marito con un accento differente dal solito. Potete provare entrambi cose nuove in camera da letto, come usare dei sex toys o giocare col cibo. Il punto fondamentale è mantenere sempre un comportamento civile e rispettoso, evitando assolutamente commenti come "Stai indossando quella parrucca perché pensi che mi piaccia la collega bionda con cui lavoro?". La parola chiave è "semplicità". Se non sapete da dove cominciare, provate con qualcosa di simpatico, come usare della panna montata.
  11. Fai una lista con il tuo coniuge. Chiedi a tuo marito o tua moglie di fare una lista di 10 cose positive e di 10 cose che non apprezzate o che non trovate interessanti l'uno dell'altro. La seconda lista non deve per forza contenere aspetti estremamente negativi o un giudizio crudele sul modo di essere dell'altro. Considerateli semplicemente come elementi su cui poter lavorare per migliorare la vostra relazione. Non contano le caratteristiche dell'altro che non si possono cambiare, come l'altezza o la forma del naso, perché otterreste un effetto indesiderato. Piuttosto, inserite nella seconda lista elementi del vostro partner che, con un po' di impegno e volontà, potrebbero cambiare anche solo di poco. Una volta terminate le liste, dovrete scambiarvele. Non offendete il partner una volta che avrete letto il risultato, ma cercate piuttosto di guardare a voi stessi dalla sua prospettiva. Anche se la lista può essere difficile da leggere, si tratta di uno strumento molto utile. È importante capire, infatti, che il vostro partner ha quella determinata visione di voi a prescindere dal fatto che abbia provato o abbia mai voluto condividere con voi il suo pensiero. Inoltre, la lista vi indica quali aspetti positivi di voi potete rafforzare ulteriormente, oltre a suggerire su quali aspetti invece dovreste lavorare per migliorarvi.
  12. Ditevi "ti amo" e ditelo col cuore. Loda il tuo partner in modo sincero, nel senso di esprimere a parole la tua gratitudine per cose che il tuo partner fa e che apprezzi davvero. Questo è il caso di un marito che dopo cena dice alla moglie "So quanto è dura qui a casa e con i bambini. Lo apprezzo davvero, e sono sicuro che comporta compiti spesso anche più difficili di quelli che svolgo io al lavoro.". Non aspettarti mai che il tuo coniuge "sappia già" come ti senti, sei tu a doverglielo dire. Fallo in modo educato e metti a fuoco con attenzione gli aspetti di cui vuoi parlare. Dire cose come "Amore, come pulisci la tavoletta del bagno tu, non ti batte nessuno!", potrebbe avere conseguenze alquanto spiacevoli anche se l'hai detto scherzosamente. Pensa sempre prima di parlare.
  13. Interessati costantemente a quello che pensa il tuo partner. Fagli delle domande. Cerca di essere un buon ascoltatore, più che trovare delle buone risposte alle sue affermazioni. Imparare a conoscere il proprio coniuge è un cammino che dura la vita e che non si ferma all'altare.
  14. Non avere paura di affrontare problemi di salute mentale e instabilità emotiva nella coppia. Tratta la depressione, la rabbia o altri disturbi della personalità con estrema serietà! I disturbi mentali e psicologici possono aggravarsi con il tempo. Cerca di fare in modo che, in futuro, se le cose tra voi dovessero prendere una brutta piega, il tuo partner non si trovi nella situazione di chiedersi dov'eri quando aveva più bisogno di te o perché non hai fatto tutto il possibile per disporre dell'aiuto di specialisti. Osserva Madre Natura: quando le cose vanno male, gli animali non si arrendono alle circostanze. Piuttosto rimangono accanto al loro compagno fino alla fine.
  15. Non tradire. Mai. Non importa quanto allettante possa sembrare la situazione. Se scegli di continuare a frequentare un'altra persona fuori dal matrimonio, la cosa giusta da fare, prima di tutto, è lasciare il tuo coniuge. Cerca di avere l'integrità morale necessaria per confessare al tuo partner che stai avendo rapporti sessuali con un'altra persona e che vuoi il divorzio, oppure che hai bisogno di aiuto, nel caso tu voglia salvare il matrimonio. Non è un problema il fatto di considerare sexy un'altra persona al di là di tuo marito o tua moglie, tuttavia cerca sempre di conservare il tuo ardore per quando torni a casa dal tuo partner. Cerca di non metterti in situazioni socialmente imbarazzanti. Per la cronaca, anche nel caso in cui il tuo coniuge fosse una persona estremamente matura, avere una montagna di amici dell'altro sesso e passare con loro un sacco di tempo senza che ci sia anche il tuo partner non è mai una buona idea. Va contro la natura delle cose. Se è importante per te mantenere i tuoi rapporti con innumerevoli amici dell'altro sesso, fai sempre in modo di avere accanto anche il tuo partner. La fiducia è una cosa sacrosanta, ma abusarne mettendola costantemente alla prova non giova alla relazione. Qualora il tuo partner ti dicesse di NON essere affatto geloso delle altre persone con cui trascorri il tuo tempo, i casi sono tre: sta mentendo e in realtà prova una forte gelosia; non ti rispetta e non si sente più attratto da te; oppure ti sta tradendo a sua volta e quindi non gli interessa sapere cosa fai con altre persone.
  16. Individua le tue brutte abitudini e cerca di eliminarle. Non bere né fumare mai eccessivamente. Non guidare dopo aver bevuto ed evita tutti i comportamenti negativi che possono mettere in pericolo la salute della tua famiglia e del matrimonio. Ricorda che finire in galera è SEMPRE una cosa molto grave, nonché una prova durissima da affrontare e da cui ripartire insieme.
  17. Mantieni la tua autonomia. Trovati un lavoro, anche se noioso e poco remunerativo. Non dipendere mai completamente da un'altra persona, perché a lungo andare potrebbe sentirsi usata e manipolata.
  18. In amore, perdonare significa dimenticare! Se non puoi dimenticare i torti subiti, parlane col tuo partner e cercate di risolvere la questione nel modo più maturo possibile. Se sei deciso a perdonarlo, allora dimentica. Non tirare fuori la questione dopo tanto tempo, con frasi tipo "Ti stai comportando esattamente come quella volta che... / Ti sei forse dimenticato di quella volta che... / Tu fai sempre così, come quella volta che...". Una delle cose che le persone tendono a dimenticare è che l'atto del perdono deve dare beneficio prima di tutto a chi ha subito il torto, non a chi lo ha fatto. Deve servire ad alleviare il peso di una data situazione e permettere alla persona che perdona di andare avanti. Ricorda, la benevolenza ti mette in una posizione di grande forza.
  19. Ricorda che, talvolta, quando ami qualcuno, le intenzioni del tuo partner sono più importanti dei risultati delle sue azioni. Se il tuo coniuge si impegna molto nel fare qualcosa di speciale per te, ma non riesce nell'intento, loda il suo tentativo e fagli capire che è MOLTO più speciale per te il fatto che abbia affrontato il rischio di fallire e che comunque ci abbia provato. Tentare di fare qualcosa al di fuori della propria portata e non riuscirci, è segno di un profondo desiderio di rendere felice l'altra persona.
  20. Porta sempre rispetto al tuo partner. Sempre. Non usare mai un linguaggio volgare e aggressivo e non insultare il tuo partner, a prescindere da QUANTO stai male o da quanta rabbia provi. Le parole feriscono più della spada. Nei momenti in cui sei di cattivo umore o nella foga di un litigio, non dire cose di cui poi finirai per pentirti per anni (e che potrebbero ferire emotivamente il tuo coniuge).

Consigli

  • Non deridere, né sminuire, i tentativi del tuo partner di migliorare la vostra relazione.
  • Ricorda che a nessuno fa piacere fallire. Se il tuo coniuge sta tentando di realizzare o di ottenere qualcosa, cerca di essergli d'aiuto. Sii sempre presente e dagli tutto il tuo sostegno.
  • Se fai fatica a capire una persona, prima di cercare di modificare il suo comportamento o di correggerla, cerca di porti delle domande e di approfondire le tue conoscenze su quello che potrebbe essere il problema.
  • Ricorda che il matrimonio è al centro della vita di ciascuna persona sposata e, perciò, devi mettere tutto l'impegno possibile nella cura del rapporto col tuo coniuge, così come faresti per qualsiasi altra cosa che per te è importante.
  • La semplicità è la chiave di tutto. A volte un semplice bigliettino lasciato sul tavolo in cucina può essere tanto efficace quanto un anello di diamanti.

Avvertenze

  • Non viziare il tuo partner con regali costosi a meno che non si tratti di alcune rare occasione veramente speciali . Riempire una persona di regali cercando di farla felice è controproducente. Una persona emotivamente equilibrata sarà felice anche solo di curiosare tra le vetrine, senza necessariamente dover fare shopping selvaggio. Se non si tratta di oggetti di cui il tuo partner ha davvero bisogno, il tuo rischia di essere un gesto eccessivo.
  • Ricorda che amore e odio sono spesso le due facce della stessa medaglia. Parlami di qualcosa che odi e io ti dirò qualcosa che potresti amare o che hai amato. Mostrami qualcosa che ami e ti mostrerò qualcosa che potresti detestare. Cerca di non forzare troppo le cose con il tuo partner.
  • Evita le "scappatelle" al di fuori della tua relazione. Non finisce mai bene. Dopo che l'eccitazione del momento sarà scemata, e tutti saranno tornati a un "comportamento civile", resteranno solamente l'amarezza e la tristezza, nonché il senso di colpa. Semplicemente non lo fare .
  • Fai attenzione quando proponi al tuo partner di rivolgervi a un consulente matrimoniale in un momento sereno del vostro rapporto. Se il tuo partner non è d'accordo, prova ad andare da solo qualche volta e invitalo a partecipare agli incontri quando avrai sondato le acque.
  • Fai molta attenzione nello stilare liste di aspetti che ti piacciono o non ti piacciono del tuo partner. Sii gentile.
  • Fai attenzione a darci dentro con le fantasie sessuali. A volte è bene che certe fantasie rimangano tali. Si chiamano fantasie per un motivo e, talvolta, non è proprio il caso di metterle in pratica per rischiare di scoprire che non sono poi così eccitanti come sembravano.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.