Come Creare un Habitat per le Tartarughe di Terra

Le tartarughe di terra amano gli ambienti caldi e umidi. Per mantenere in salute quelle tenute in cattività, è importante ricreare il loro ecosistema ideale e fornire loro tanta luce, calore e un posto dove possano scavare. Una tartaruga di terra in salute può vivere fino a 75 anni.

Preparare il Recinto

  1. Decidi se tenere le tartarughe dentro o fuori casa. Le tartarughe di terra possono essere tenute in entrambe le situazioni, purché il clima lo permetta. Questi animali hanno bisogno di stare al caldo (crogiolandosi al sole o riposando sotto una lampada riscaldante). Per decidere se tenere le tue tartarughe dentro o fuori casa, prendi in considerazione gli aspetti positivi e quelli negativi legati a un determinato tipo di scelta: fuori casa è più facile trovare un posto per il recinto, ma prendersi cura degli animali dentro casa è meno faticoso. Sappi che le tartarughe hanno bisogno di temperature specifiche per sopravvivere, quindi, se abiti in un posto freddo, potrebbe essere problematico tenerle all'aperto.
  2. Crea l'habitat adatto dentro casa. Per iniziare, procurati una scatola di legno compensato o un contenitore di plastica. Costruisci un recinto lungo almeno 1,5 m su ogni lato. Il recinto deve essere lungo almeno 8 volte l'animale (una tartaruga di terra adulta è lunga 15-20 cm). Tieni presente che si tratta delle misure minime; se possibile, costruisci un recinto di dimensioni maggiori.
    • Se costruisci un recinto di legno, non usare il cedro o il pino: le sostanze acide presenti all'interno di questi legni possono nuocere alla salute delle tartarughe.
    • Prepara la base del recinto. Per dare alla tartaruga la possibilità di scavare, copri il fondo del recinto di sabbia e terra. Quando si tiene una tartaruga dentro casa, è importante creare per lei un ambiente simile a quello che incontrerebbe all'esterno.
  3. Costruisci un tavolo per tartarughe. Il recinto può essere costruito in svariati modi, ma un tavolo per tartarughe rappresenta una soluzione semplice ed economica. Inizia con una libreria (o un guardaroba senza ante) poggiata a terra, con l'apertura rivolta verso l'alto; metti al suo interno una bacinella piena d'acqua (la bacinella dovrà essere abbastanza grande da permettere alla tartaruga di starci dentro, ma non dovrà superare i 10 cm di profondità, per evitare che l'animale affoghi); spargi un substrato di terriccio e sabbia (dello spessore di 5 cm) all'interno del recinto.
  4. Costruisci un recinto fuori casa. Scegli una zona calda, asciutta e soleggiata. Il recinto dovrà essere largo almeno 1,5 metri quadri, in modo che le tartarughe abbiano abbastanza spazio per muoversi al suo interno. Recinta la zona per impedire alle tartarughe di scappare (eventuali predatori potrebbero attaccarle se si allontanano troppo).
    • Tieni in considerazione il clima della tua zona; la temperatura esterna dovrebbe aggirarsi attorno ai 18-26 °C. Se non vivi in una regione tropicale o subtropicale, costruisci un recinto dentro casa.
    • Le tartarughe di terra adorano scavare, quindi pianta le recinzioni in profondità. Se possibile, costruisci il recinto sopra qualcosa di solido (cemento, mattoni o legno), in modo che non possano scavare dei cunicoli troppo profondi. Un'ottima soluzione, efficace ed economica, consiste nel disporre sotto al recinto una rete per galline.
    • Per capire se il tuo giardino riceve abbastanza sole, valuta la direzione in cui è rivolto. Se è rivolto verso nord, con ogni probabilità le tue tartarughe andranno in letargo verso settembre; se invece il clima è abbastanza caldo e asciutto, andranno in letargo verso ottobre.
  5. Prepara il substrato. Disponi uno strato di sabbia e terra sul fondo del recinto, spesso almeno 15 cm. È importante che le tartarughe abbiano della terra in cui scavare. Usa del terriccio finissimo e asciutto: un ambiente umido può causare problemi respiratori e infezioni al carapace dell'animale.
    • Non usare un materiale su cui si sviluppa facilmente la muffa, come la corteccia.
    • I fogli di giornale, il pellet e la sabbia non trattengono abbastanza umidità e non sono materiali in cui la tartaruga può scavare agevolmente.
    • Evita il terreno argilloso perché trattiene troppa umidità rispetto al terriccio classico.
    • Puoi mescolare diversi tipi di materiale per creare un substrato adatto alla tartaruga; comunemente, si unisce del terriccio universale con della sabbia.

Regolare Luce e Calore

  1. Fai in modo che le tartarughe ricevano abbastanza calore. La temperatura del loro habitat dovrebbe aggirarsi attorno ai 21-32 °C durante il giorno e 15-18 °C durante la notte. Se le tieni in casa, metti a loro disposizione un posto dove stare al caldo ed essere esposte a molta luce (al sole o sotto una lampada).
    • Puoi mettere un termostato all'interno del recinto per monitorare la temperatura interna e mantenerla costante (questo aspetto è molto importante, soprattutto durante il periodo di ambientamento delle tartarughe).
    • Se durante la notte il clima è secco, le tartarughe non dovrebbero avere problemi, anche se fa fresco (assicurati soltanto che ricevano abbastanza calore durante il giorno).
  2. Allestisci una zona dove possano scaldarsi. Le tartarughe devono stare al caldo per digerire il cibo. Non dovrai costruire nulla di particolare, assicurati semplicemente che una zona del recinto sia abbastanza calda da permettere alle tartarughe di digerire il pasto che hanno consumato. Una lampada riscaldante può alzare la temperatura di una piccola zona fino a 35-37°C.
    • Procurati una lampadina riscaldante in ceramica, che non fa luce, in modo da poterla accendere anche di notte.
    • Se abiti in una regione calda e costruisci il recinto all'aperto, non dovrai preoccuparti di allestire un'area dove gli animali possano riscaldarsi: le tartarughe si crogioleranno semplicemente al sole.
  3. Illumina il recinto durante il giorno. Se tieni le tartarughe al chiuso, lontano dalla luce del sole, illumina il recinto con una lampada UVB da almeno 5 watt. Piazza la fonte di luce al centro del recinto, in modo da illuminare l'intera area. Lascia accesa la lampada per 12-14 ore al giorno.
    • Le tartarughe amano stare al caldo, ma non sopportano temperature superiori ai 26 °C. Se la temperatura all'interno del recinto diventa eccessiva, appendi la lampadina riscaldante più in alto.
  4. Mantieni il livello di umidità attorno al 50-60%. Se possibile, usa un umidificatore per regolare il livello di umidità. Metti l'umidificatore dentro al recinto oppure umidifica la stanza in cui si trovano le tartarughe; questo diventa particolarmente importante se abiti in una regione fredda e sei costretto a riscaldare la casa (il riscaldamento tende a rendere l'aria più secca).

Allestimento e Manutenzione

  1. Prepara un nascondiglio. Le tartarughe di terra amano scavare e nascondersi, quindi è importante fornire loro un posto dove possano sentirsi al sicuro. Costruisci una casetta dove possano rifugiarsi o metti a loro disposizione una scatoletta con un foro in cui possano entrare e uscire a piacimento. Le tartarughe tendono a riposare nei loro nascondigli.
    • Fornire un nascondiglio alle tartarughe è particolarmente importante se si vive in una zona dal clima torrido. Assicurati che i tuoi animali abbiano un posto dove rintanarsi quando fa troppo caldo.
    • Se il recinto è all'aperto, assicurati che le tartarughe siano al sicuro dai predatori (dagli uccelli in particolare): le tartarughe sono animali coriacei, ma non possono difendersi da sole.
  2. Fornisci abbastanza acqua e cibo. Le tartarughe di terra non mangiano carne, frutta o granaglie. Si nutrono di verdura (indivia, radicchio, cetriolo), erba e alcuni tipi di fiori. Dai alle tue tartarughe del cibo fresco (e lavato accuratamente) ogni giorno; metti quotidianamente a loro disposizione una scorta di acqua pulita (versata in un contenitore poco profondo).
    • Le tartarughe hanno bisogno di calcio: lascia che rosicchino il pietrisco che si trova nel tuo giardino; adorano anche il trifoglio.
    • Se lasciano degli avanzi, significa che il cibo non è di loro gradimento. Stabilire ciò che preferiscono mangiare è piuttosto facile, basta osservare il loro comportamento.
    • Durante gli acquazzoni, le tartarughe tenute all'esterno potrebbero cercare di uscire dal proprio recinto per bere dalle pozzanghere.
    • Evita di dare alle tue tartarughe del cibo commerciale confezionato, solitamente è poco sano. Mai nutrire una tartaruga con del cibo per cani o gatti, che solitamente contiene carne, granaglie e altri ingredienti poco digeribili per le tartarughe.
  3. Tieni il recinto pulito. Riempi ogni giorno i contenitori di cibo e acqua e assicurati che il cibo non si asciughi all'interno dei recipienti. Sostituisci il substrato una volta al mese (o ogniqualvolta ti sembra particolarmente sudicio). Se non puoi cambiare l'intero substrato, spargi uno strato di materiale pulito su quello sporco.
  4. Presta particolare attenzione, se vuoi tenere più tartarughe nello stesso recinto. Ciò può causare problemi, soprattutto se il recinto è piccolo. Due maschi messi assieme, potrebbero combattere tra loro per il controllo del territorio. Altre dispute potrebbero verificarsi se il rapporto numerico maschi/femmine è sbilanciato in favore dei primi; spesso il maschio è invadente e non lascia mai sola la femmina, che diventa stressata. Se noti che le tue tartarughe si danno fastidio tra loro, separale in recinti differenti.
  5. Sii sempre gentile con le tue tartarughe e lasciale tranquille. Le tartarughe di terra non amano essere afferrate. Quando sposti una tartaruga da un recinto all'altro, procedi con delicatezza. Reggila con entrambe le mani (dopo averle pulite) e non lasciarla assolutamente cadere, nemmeno da pochi centimetri di altezza. Dopo avere acquistato una tartaruga e averla messa nel suo nuovo recinto, non toccarla per qualche giorno; questi animali hanno bisogno di tempo per ambientarsi alla loro nuova casa.

Avvertenze

  • Quando appronti un nascondiglio, assicurati che la tartaruga non possa salirci sopra e cadere accidentalmente. Le tartarughe possono morire se restano a lungo capovolte.
  • Quando le tartarughe restano capovolte sulla schiena (ossia sul carapace), lo stomaco comprime i polmoni causando problemi di respirazione; inoltre, se vengono esposte a una fonte di calore, rischiano di surriscaldarsi se non possono rifugiarsi in un'area più fresca.
  • Se tieni le tue tartarughe all'esterno, assicurati che abbiano a disposizione uno spazio all'ombra dove stare al fresco (è sufficiente che abbiano un posto dove nascondersi).
  • È importante che il recipiente dell'acqua non sia profondo e che l'acqua che contiene non possa sommergere il carapace delle tartarughe (le tartarughe di terra possono annegare facilmente).
  • Se il recinto si trova all'esterno, coprilo; puoi farlo con una rete metallica o di plastica. Ciò eviterà che eventuali predatori (uccelli, cani, gatti e quant'altro) diano noia alle tue tartarughe.
  • Assicurati che all'interno del recinto ci siano delle zone prive di erba. L'umidità intrappolata tra i fili d'erba può causare problemi respiratori e infezioni al carapace delle tartarughe. Se pianti dell'erba (o qualunque altra pianta) all'interno del recinto, non trattarla con pesticidi o fertilizzanti chimici: le tartarughe si cibano d'erba ed eventuali prodotti chimici in essa contenuti possono ucciderle.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.