Come Perdonare Se Stessi

Perdonare è difficile. Ammettere che esiste un problema, e quindi giungere a una soluzione, richiede tempo, pazienza e coraggio. Quando dobbiamo perdonarci per ciò che abbiamo commesso, questo processo può essere ancora più complicato. Quello del perdono, quindi, non è affatto un percorso agevole. Tuttavia, imparando a prendere consapevolezza di chi sei e a capire che la vita è un viaggio, non una corsa, anche tu riuscirai a perdonare te stesso.

Imparare a Perdonarti

  1. Comprendi perché devi perdonarti. Quando riconosci di aver sbagliato, potresti sentirti in colpa e avvertire il bisogno di perdonarti. In questi casi i ricordi del passato potrebbero procurarti questo senso di disagio. Per individuare la fonte da cui scaturiscono queste sensazioni, domandati:
    • Mi sento così perché le conseguenze del mio comportamento mi fanno sentire male?
    • Mi sento così perché sono da biasimare per quanto di negativo è successo?
  2. Accetta il fatto che i fallimenti non ti rendono una pessima persona. Tutti possono sbagliare nella vita. Non pensare che, fallendo in qualcosa – che si tratti di un lavoro o un rapporto – diventi una cattiva persona. Come Bill Gates ha detto: "Va bene festeggiare i successi, ma è più importante prestare attenzione alle lezioni che impariamo quando commettiamo degli sbagli". Imparare dai propri errori è il primo passo per arrivare a perdonare se stessi.
  3. Non temere di ricominciare. Per riuscire a perdonarti, non devi avere paura di ripartire da zero. Imparare a concedersi il perdono non vuol dire soltanto imparare a vivere con il proprio passato, bensì fare tesoro delle esperienze. Perciò, prendi quello che hai appreso e applicalo nella tua vita per migliorarti.
  4. Adotta una nuova mentalità, imparando dagli errori del passato. Un modo per voltare pagina consiste nello smussare alcuni aspetti del proprio carattere in base a ciò che le esperienze di vita ti hanno insegnato.
    • Stabilisci degli obiettivi per il futuro che contribuiscano a migliorare il tuo modo di ragionare e renderlo più forte. Un simile sguardo verso il futuro ti permetterà di perdonarti oggi e di concentrarti sui cambiamenti positivi che sei in grado di effettuare.
    • Quando ti senti in colpa, ricorda le parole di Les Brown: "Perdona i tuoi difetti e i tuoi errori, poi vai avanti". Ti aiuteranno ogni volta che commetti uno sbaglio.

Lasciarti alle Spalle il Passato

  1. Renditi conto che nessuno è perfetto. Dovresti perdonarti anche se ti sei comportato male nei confronti di qualcun altro. Innanzitutto, tieni presente che non hai nulla da biasimarti per le azioni degli altri. Tutti commettiamo errori e passiamo momenti nella vita in cui non ci comportiamo bene. Se prendi consapevolezza di questo, compirai il primo passo che ti porterà a migliorare.
  2. Non soffermarti sugli errori del passato. È utile farne tesoro, ma indugiando eccessivamente, non arriverai a perdonarti. Questo atteggiamento potrebbe impedirti di essere consapevole del presente. Potresti ritrovarti in una impasse e accorgerti di essere ossessionato da quanto hai fatto o non fatto. Piuttosto, concentrati sul presente e su come puoi agire in futuro per migliorare la tua vita.
  3. Pianifica fin da oggi un futuro luminoso per non farti soffocare dal passato. Considera di assumere un approccio nei confronti della vita che ti porti a "risolvere i problemi e andare avanti". Se un incontro ti fa rivivere con tormento qualcosa accaduto in passato, concentrati su ciò che puoi controllare.
    • Cerca di risolvere i problemi che sai di poter gestire e prova a lasciar andare tutto il resto. Non dovresti continuare a ripetere gli stessi errori.
  4. Impara a essere consapevole. Essere consapevoli delle proprie azioni può aiutare a riprendersi. Se hai un forte senso dell'io e porti a termine con cognizione di causa tutto ciò che decidi di fare, hai la possibilità di costruire un futuro migliore e perdonarti per atteggiamenti o reazioni che hai assunto in passato.
  5. Analizza le tue decisioni passate. Non è saggio soffermarsi sugli errori, ma bisogna imparare dagli sbagli per andare avanti nel modo più sano.
    • Un modo per perdonarsi consiste innanzitutto nell'individuare i fattori, o le cause, da cui scaturiscono le emozioni. Se riesci a capire come ti sei comportato fin dall'inizio, allora potrai cambiare la tua prospettiva riguardo al futuro.
    • Chiediti: "Che cosa ho fatto la prima volta e che cosa posso fare adesso per evitare che si verifichi lo stesso risultato?".
  6. Riconosci le situazioni in cui provi forti emozioni. In questo modo riuscirai a individuare chiaramente le circostanze in cui ti senti a disagio. Una volta identificata la situazione, sarà più facile pianificare una soluzione. Chiediti:
    • Mi sento ansioso o in colpa quando mi avvicino al mio capo?
    • Avverto forti emozioni negative quando parlo con il mio partner?
    • Stare insieme con i miei genitori mi fa sentire in collera o nervoso?

Mostrare Perdono a Te Stesso e agli Altri

  1. Accogli le persone nella tua vita. Come il filosofo Derrida disse una volta: "Spesso il perdono viene confuso con aspetti simili, talvolta in maniera calcolata: scuse, rimpianti, amnistia, prescrizione, ecc."..
    • Il perdono è una strada a doppio senso. Probabilmente non arriverai a perdonarti se non impari a perdonare gli altri. Pertanto, non dovresti scacciare le persone dalla tua vita se vuoi avere tutto il sostegno che ti occorre per concedere a te stesso il perdono.
    • Parla con le persone a cui vuoi bene per trovare un appoggio mentre fai di tutto per perdonarti.
  2. Elabora una soluzione o un piano. Per assolverti da qualcosa, devi essere consapevole degli errori da perdonarti. Scrivendo un piano preciso fin nei minimi dettagli, riuscirai a riflettere su ciò che è importante e avrai un insieme ordinato degli sbagli per cui devi chiedere scusa a te stesso o a qualcun altro. Prendi in considerazione i seguenti aspetti quando sei in cerca di una soluzione per chiedere perdono:
    • Afferma o chiedi scusa usando un linguaggio diretto. Non girare intorno al problema. Prova a dire direttamente: "Mi dispiace" oppure "Mi perdoni?". Non dovresti essere ambiguo o risultare falso.
    • Cerca di capire come puoi effettivamente trovare una soluzione. Se intendi chiedere scusa a qualcuno, rifletti sulle azioni che possono aiutarti a porre rimedio alla situazione. Se il perdono riguarda te stesso, chiediti quali passi devi compiere per andare avanti nella vita in maniera più saggia.
    • Prometti a te stesso e agli altri che farai di tutto per comportarti meglio in futuro. Non ha senso scusarsi se alle parole non seguono i fatti. Assicurati di non ripetere gli stessi errori.
  3. Domanda scusa alle persone. Se chiedi loro perdono, ti sentirai meglio con te stesso.
    • A volte, chiarendo la situazione, è possibile risolvere un problema. In questo modo avrai anche l'opportunità di far capire che ai tuoi occhi il problema aveva assunto proporzioni più grandi di quanto non fossero in realtà. È stato dimostrato che, chiedendo perdono, è possibile arrivare a risultati più positivi e instaurare relazioni più forti.

Prenderti la Responsabilità delle Tue Azioni

  1. Sii onesto con te stesso riguardo al tuo comportamento. Prima di riuscire a perdonare pienamente, devi riconoscere quello che hai fatto.
    • Potrebbe essere utile mettere per iscritto le azioni che provocano sensazioni forti. Così facendo, riuscirai a individuare esempi concreti delle ragioni per cui provi sentimenti negativi nei tuoi confronti.
  2. Smetti di razionalizzare e inizia ad assumerti la responsabilità di ciò che dici e fai. Un modo per essere onesti con se stessi è quello di accettare le conseguenze delle proprie azioni. Se hai detto o commesso qualcosa di sbagliato, devi prenderti la responsabilità del tuo comportamento prima concedere a te stesso il perdono.
    • Un modo per raggiungere questo obiettivo consiste nel liberarti dello stress. Più lo trattieni, più danni recherai a te stesso.
    • A volte lo stress può indurti a scaricare la rabbia repressa e danneggiare te stesso quanto le persone che ti circondano, ma se ti perdoni, la collera scomparirà, e con sé anche tutte le cose negative. Di conseguenza, sarai più concentrato e meglio predisposto a considerare la realtà in maniera positiva anziché negativa.
  3. Accetta il senso di colpa che avverti. Accettare la responsabilità delle proprie azioni è un conto, ma comprendere le emozioni che le accompagnano è un altro. Provare forti emozioni, come il senso di colpa, non è solo un'esperienza comune per tutti, ma anche un bene. Il senso di colpa, infatti, ti incoraggia a darti da fare per te stesso e gli altri..
    • Potresti sentirti in colpa per ciò che pensi. Probabilmente qualche volta avrai augurato dolore o sfortuna alle persone o provato il desiderio di soddisfare qualche piacere carnale o la tua avidità.
    • Se sei tormentato da questi sensi di colpa, sappi che sono piuttosto diffusi. Anche i tuoi possono dipendere da forti emozioni. Pertanto, è meglio affrontarle e riconoscere il motivo per cui ti senti in questo modo. Solo così riuscirai a perdonarti.
    • Probabilmente a causa dei tuoi sensi di colpa ti giudicherai (o giudicherai gli altri) molto severamente. Potresti scaricare su te stesso e su altre persone quello che provi oppure potresti accusarle delle tue insicurezze, andando a ingigantire i tuoi sensi di colpa.
    • Se ti accorgi di accusare qualcuno, fai un passo indietro e cerca di capirne il motivo. Potrebbe essere utile nel tuo percorso di auto-perdono.
    • Potresti sentirti in colpa per il comportamento di un qualcun altro. Non è raro in una coppia provare questo sentimento a causa della condotta del proprio partner. Perciò, potresti sentirti responsabile delle azioni o delle insicurezze di chi ti sta accanto.
    • È necessario individuare le regioni per cui ti senti in questo modo in modo da renderti conto se devi perdonare te stesso o un'altra persona.
  4. Riconosci i tuoi valori e i tuoi principi. Prima di concederti il perdono, devi individuare le cose che per te hanno un certo significato e nelle quali credi. Prova a riflettere per un momento sul modo in cui potresti porre rimedio ai comportamenti di cui ti senti colpevole e su come potresti cambiare la situazione. Il modo in cui agisci potrebbe basarsi su un sistema di convinzioni religiose o culturali.
  5. Analizza le tue esigenze in contrapposizione ai tuoi desideri. Quando avverti un senso di inadeguatezza, un modo per perdonarti consiste nel capire che cosa reputi necessario nella tua vita in rapporto a ciò che desideri.
    • Stabilisci quali sono i tuoi bisogni più concreti – come una casa, il cibo e le esigenze sociali – e confrontali con ciò che desideri più ardentemente – un'auto più bella, una casa più grande, un fisico più prestante. Individuando i tuoi bisogni in rapporto ai tuoi desideri, potrai renderti conto che forse sei stato troppo severo con te stesso o che forse non puoi controllare ogni aspetto della realtà.

Mettiti alla Prova per Fare del Bene

  1. Diventa una persona migliore imponendoti delle sfide personali. Per non ritrovarti in una situazione di dubbi e sensi di colpa, metti in atto delle piccole sfide che ti permettano di migliorare personalmente.
    • Puoi farlo elaborando un programma mensile che riguardi un aspetto che desideri migliorare. Impegnandoti in qualcosa per un mese – per esempio, tenere sotto controllo il consumo delle calorie – comincerai ad acquisire abitudini che ti porteranno a fare dei progressi. Arriverai a perdonarti attraverso atteggiamenti costruttivi.
  2. Lavora sui difetti che hai notato di avere. Cerca di effettuare un bilancio personale per capire quali sono gli strumenti che ti servono per migliorare.
    • Per esempio, se ti senti in colpa perché hai rimandato qualcosa, stila un elenco delle cose da fare e cerca di rispettarlo. È importante individuare gli aspetti che sottostanno al proprio controllo. Questo esercizio ti consentirà di perdonarti mediante i progressi personali.
  3. Prendi coscienza di te stesso. L'auto-consapevolezza è la capacità di prevedere le conseguenze delle proprie azioni. Riflettendo su te stesso e sulle tue azioni, sarai in grado di diventare una persona migliore e al contempo di stabilire da solo delle regole morali da seguire. Puoi arrivare a questa presa di coscienza mettendo in luce i tuoi punti di forza, osservando le tue reazioni alle situazioni ed esternando le emozioni che provi.

Consigli

  • Invece di pensare al passato, concentrati sul presente e preparati per il futuro. Ricorda di non rinchiuderti nel passato! Sei una persona fantastica e bella! Impara dai tuoi errori, perdona te stesso e vai avanti!
  • Pensa a come hai perdonato gli altri in passato. Fai tesoro di queste esperienze e applica quello che hai imparato nelle varie situazioni della vita. L'aspetto rassicurante è che sai di avere la capacità di perdonare, perciò non ti resta che incanalarla nella giusta direzione.
  • Molto probabilmente gli errori del passato ti hanno fatto diventare la persona che sei oggi. Quindi, non considerarli come semplici errori, ma come lezioni di vita.
  • Gli errori che commetti non definiscono chi sei. Credi nel fatto di essere una persona meravigliosa. Pensa a tutti gli sbagli mostruosi commessi dalla gente normale o buona e dai quali hanno imparato. Ti accorgerai che i tuoi non sono così terribili!
  • Le persone che siamo sono il risultato delle cose belle e brutte che ci capitano nella vita, così come delle cose buone e cattive che abbiamo fatto. Il modo in cui reagiamo di fronte agli avvenimenti negativi è importante quanto il modo in cui reagiamo di fronte a quelli più felici. Una persona che tende a rimuginare e a ingigantire un brutto evento sarà più propensa a vivere con rabbia e risentimento e aspettarsi un futuro negativo rispetto a un'altra che vede le insidie come incidenti isolati che non incidono sul proprio modo di essere.
  • Perdonare se stessi e gli altri non vuol dire dimenticare il passato. Significa annullare dentro di sé ogni risentimento, anche se il ricordo resta. È paragonabile all'elaborazione del lutto.
  • La vita va avanti, perciò perdona e dimentica.
  • Perdona chi ti fa un torto e, se tutto va bene in futuro, capirà che le sue azioni erano sbagliate, riconciliandosi sia con te che con se stesso. Vai avanti perché la vita è troppo preziosa per essere vissuta nell'amarezza.
  • Procurati un anti-stress. Quando inizi a sentirti in colpa, usalo.
  • Un altro ottimo modo per perdonare se stessi consiste nell'aiutare gli altri. Così facendo, proverai tanta compassione verso di loro da azzerare il tuo senso di colpa. Ricorda di non pensare agli errori che hai commesso, perché la vita è troppo breve per essere vissuta con sofferenza.

Avvertenze

  • Non frequentare persone che richiamano il tuo passato in modo negativo. Allontanati da tutti coloro che ti irritano, ti sottovalutano o ti sminuiscono e che non considerano la tua vulnerabilità.
  • Evita di parlare dei tuoi errori e di metterti in cattiva luce con le altre persone. Se ne convinceranno anche loro. Vai in terapia per scacciare dalla mente questi pensieri negativi e non farti più influenzare.
  • Stai lontano dalle persone che ti impediscono di migliorare. Il più delle volte sono concentrate sulle loro insicurezze e vedono come una minaccia chi riesce a superare le ostilità della vita. Accetta il fatto che in qualche caso, perdonando te stesso, rischi di perdere qualche relazione in cui la negatività era una fonte di potere che l'altra persona esercitava su di te. Chiediti se preferisci continuare ad avere un rapporto infelice o voltare pagina per diventare una persona nuova, capace di stabilire relazioni più sane.
  • Saper perdonare è una qualità molto difficile da coltivare, ma una delle più importanti. Imparando a perdonare sia te stesso che gli altri, farai un grande passo avanti nella tua crescita personale – un premio che ti ripagherà di tutti gli sforzi profusi.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.