Come Prendersi Cura di un Cucciolo di Bulldog Inglese

I bulldog inglesi sono famosi per il loro aspetto tarchiato, le guance cadenti, la pelle rugosa e il muso "schiacciato". Sono cani belli e divertenti, ideali come animali da compagnia. I cuccioli di bulldog hanno bisogno delle stesse attenzioni di qualunque altro cagnolino; tuttavia, per alcune loro caratteristiche uniche, hanno bisogno di un po' di attenzioni speciali. La cosa importante è riuscire a capire le esigenze specifiche di questa razza, in maniera che il tuo cucciolo possa essere un compagno fedele per gli anni a venire.

Alimentazione

  1. Cambia gradualmente la marca del suo cibo. Acquista una piccola quantità di cibo per cani con cui è stato nutrito il cucciolo prima che lo portassi a casa. In questo modo, il suo sistema digestivo non subirà uno shock causato dal cambiamento. Se vuoi modificare il suo tipo di alimentazione, devi farlo lentamente. Mescola i due diversi alimenti tra loro in parti uguali per una settimana, poi metti solo ¼ del vecchio cibo e ¾ di quello nuovo per un'altra settimana, finché non lo sostituirai completamente.
  2. Dagli da mangiare a orari regolari. Devi alimentarlo tre volte al giorno rispettando sempre gli stessi orari per i primi quattro mesi. Al sesto mese puoi iniziare a ridurre i pasti a due volte al giorno e a 12 mesi puoi arrivare a dargli un solo pasto giornaliero.
  3. Assicurati che si tratti di cibo di alta qualità e ben bilanciato. In genere quello presente in commercio già pronto è perfetto per il cucciolo. Leggi sull'etichetta i primi cinque ingredienti; il primo o i primi due dovrebbero essere di carne (non la carne separata meccanicamente che va comunque bene, ma che dovrebbe trovarsi tra gli altri ingredienti in fondo alla lista), seguita dalle verdure e poi dai cereali.
    • Ogni tanto il bulldog può manifestare delle intolleranze alimentari (diarrea, vomito o problemi alla pelle) a uno o più ingredienti. Se anche il tuo cucciolo presenta questi sintomi, devi rivolgerti al veterinario per capirne la causa e seguire una dieta restrittiva per minimizzare il disturbo.
  4. Non dare al cucciolo cibo per gli umani, soprattutto quello che è pericoloso per il suo apparato digestivo. Tieni presente che alcuni alimenti per consumo umano possono farlo vomitare o addirittura ucciderlo. Tra i cibi tossici per i cani ci sono (ma non sono i soli):
    • Avocado;
    • Alcool;
    • Cioccolato;
    • Uva e uva passa;
    • Erba cipollina, cipolle e aglio;
    • Noci;
    • Impasti lievitati;
    • Qualunque cibo con il dolcificante xilitolo, soprattutto quello presente nelle gomme da masticare senza zucchero.
  5. Controlla il peso del tuo nuovo amico. Il bulldog inglese tende a ingrassare piuttosto facilmente, quindi devi continuamente monitorare il suo peso in modo che non aumenti troppo. Se ti accorgi che il tuo cucciolo inizia ad appesantirsi eccessivamente, contatta il veterinario per trovare il modo migliore e più sicuro per riportarlo al suo peso forma.
    • Ricorda che i dolcetti sono tutte calorie in più, quindi fai attenzione e offriglieli con parsimonia e in piccole quantità. Riservali solo per l'addestramento.
    • Tieni monitorato ogni mese il body condition score (BCS) del cucciolo per determinare se è in sovrappeso o sottopeso. Per essere normopeso, il cane deve avere l'addome rientrante (osservandolo di profilo) e le costole non devono essere visibili, ma percepibili al tatto. Un cane grasso perde la sua silhouette addominale e il grasso si accumula in quest'area e sulla cassa toracica. Quando il cane è sottopeso, invece, l'addome è ancora meno visibile e puoi vedere e toccare molto facilmente le costole.
  6. Fai in modo che abbia sempre acqua fresca. Si tratta di un dettaglio fondamentale, soprattutto quando il clima è umido e caldo; in ogni caso non impedire mai al tuo amico scodinzolante di bere. Ricorda anche di lavare le ciotole dell'acqua e del cibo un paio di volte a settimana con acqua e sapone, perché il bulldog inglese tende a sbavare molto.

Prendersi Cura della sua Salute

  1. Quando lo porti a casa, controllagli i denti. Fornisci al cucciolo molti giocattoli masticabili per aiutarlo in questo periodo di cambiamento. Puoi rivolgerti al negozio di animali per trovare diversi accessori e giocattoli adatti alla sua età; evita quelli troppo economici o di bassa qualità, perché potrebbero provocargli una grave diarrea, gonfiore e anche soffocarlo.
  2. Controlla la salute del cucciolo. Per esempio, presta particolare attenzione se soffre di diarrea quando gli cambi il cibo. Se inizia ad avere problemi intestinali, tienilo a digiuno per 12 ore. Se la diarrea non si placa entro 24 ore, rivolgiti subito al veterinario per evitare il pericolo di disidratazione. I cuccioli possono disidratarsi molto facilmente, quindi devi affrontare seriamente questo problema, se si verifica.
  3. Sottoponi il tuo amico peloso a dei trattamenti preventivi contro i parassiti. I cani possono essere infestati da ospiti indesiderati: zecche, pulci, acari, pidocchi e vermi intestinali. L'organismo del tuo cucciolo è un ambiente ideale per questi parassiti, se non viene sottoposto a regolari trattamenti. Il veterinario conosce sicuramente i parassiti peggiori della tua zona e saprà trovare la terapia adatta per prevenire le infestazioni.
    • La dirofilariosi è una malattia molto diffusa causata dalla zanzara e interessa quasi tutto il territorio nazionale. È importante sottoporre il cane a un prelievo del sangue annuale per essere certi che non venga infettato dal fastidioso parassita che provoca questa malattia; in caso di infezione deve essergli somministrata una compressa ogni mese o un'iniezione per almeno sei mesi, in modo da uccidere il microrganismo presente nel sistema sanguigno. C'è un trattamento per combattere la dirofilariosi, ma è costoso e richiede un notevole impegno fisico per il cane, che può impiegare mesi prima di debellare l'infestazione.
    • Un altro vaccino che puoi prendere in considerazione, soprattutto se vivi in un'area particolarmente soggetta a questa infestazione, è quello contro la malattia di Lyme. Si tratta di un trattamento più adatto per i cani da caccia, quelli che trascorrono molto tempo all'aperto o che vivono nelle fattorie, in quanto hanno maggiori probabilità di contrarre questa malattia veicolata dalle zecche. Oltre a dolore alle articolazioni, gonfiore e febbre, l'animale potrebbe anche soffrire di una patologia renale, generalmente fatale, come conseguenza della malattia di Lyme.
  4. Porta il cucciolo dal veterinario per dei controlli periodici. In genere la persona che possiede la madre dei cuccioli dovrebbe portarli alla loro prima visita quando hanno sei settimane. Il medico osserverà i singoli esemplari per assicurarsi che non abbiano ernie, problemi al cuore, ai polmoni, agli occhi o alle orecchie. In questa occasione, di solito, vengono sverminati e sottoposti al primo vaccino (quello contro il cimurro). Quando hanno 9 settimane e poi ancora all'età di 12 settimane, vengono nuovamente sverminati e rivaccinati contro il cimurro. Successivamente questi trattamenti vengono eseguiti una volta all'anno o in base a determinate programmazioni che verranno stabilite da te o dal veterinario.
    • Quando hanno 12 settimane, i cuccioli devono essere vaccinati anche contro la rabbia, anche se questo può variare molto in base alle leggi locali. Si tratta di un trattamento obbligatorio in molte città e potrebbero esserci pesanti sanzioni per chi non vaccina il proprio cucciolo, soprattutto se l'esemplare morde una persona o un altro animale.
    • Man mano che il cane cresce, sono necessari dei controlli medici più frequenti. Due visite annuali presso l'ambulatorio veterinario possono scongiurare delle malattie prima che diventino dei problemi più gravi. I cani più anziani spesso soffrono di artrite e malattie cardiache, proprio come le persone avanti con gli anni. Ci sono dei trattamenti efficaci e sicuri che possono aiutare il tuo vecchio cane a vivere una vecchiaia piacevole e ragionevolmente priva di dolore.
  5. Castra o sterilizza il cucciolo quando raggiunge l'età appropriata. È importante sterilizzare (se è femmina) o castrare (se è maschio) il tuo cucciolo. Oltre ai benefici che ne derivano per la salute (meno probabilità di contrarre alcuni tumori o infezioni) ci sono anche dei vantaggi a livello sociale nella riduzione del numero dei cani abbandonati. Un'altra procedura da valutare è l'impianto di un microchip, in modo da potere ritrovare facilmente il cucciolo nel caso si smarrisca.
  6. Ispeziona le sue orecchie una volta alla settimana. La parte interna delle orecchie in genere è di colore bianco o più scuro, in base al colore del pelo dell'animale, quindi è importante verificare eventuali cambiamenti. Le orecchie del cucciolo inoltre non dovrebbero emanare un odore cattivo e non dovrebbero perdere delle secrezioni dall'interno o dal padiglione. Controlla che non ci siano residui, sporcizia o parassiti, come le zecche o gli acari. Se l'animale manifesta uno qualunque dei sintomi elencati di seguito, significa che c'è qualche problema:
    • Si graffia o si tocca l'orecchio con la zampa;
    • Scuote eccessivamente la testa;
    • Esce del cerume o del materiale liquido o marroncino dalle orecchie.
  7. Puliscigli le orecchie regolarmente. Puoi pulirle usando un prodotto appositamente studiato a questo scopo, con acqua ossigenata oppure con una soluzione in parti uguali di aceto bianco e alcol. Impregna un batuffolo di cotone con la soluzione detergente che hai scelto e strofina delicatamente le orecchie del tuo amico a quattro zampe. Se hai dei dubbi o temi possa esserci un'infezione, vai dal veterinario in modo che possa controllare le orecchie con un otoscopio e verificare il timpano.
    • Non inserire mai un cotton fioc o un oggetto simile nel canale uditivo. Le orecchie del cane fanno una curva improvvisa quando si avvicinano alla testa; non sei in grado di vederne completamente l'interno e non devi infilare nulla a quella profondità.
  8. Strofinagli i denti ogni giorno. Questa operazione quotidiana (o almeno 2 o 3 volte a settimana) permette di eliminare i batteri e la placca che si fissano giornalmente sui denti. Inoltre, per te è un'ottima occasione per osservare la bocca del cucciolo e verificare se alcuni denti sono allentati o danneggiati, se ci sono malattie, crescite anomale o qualunque cosa insolita; se noti dei dettagli anormali, rivolgiti tempestivamente al veterinario prima che il problema possa aggravarsi.
    • Non usare mai il dentifricio per gli esseri umani per lavare i denti al tuo amico scodinzolante; usa solo prodotti per uso veterinario. Il fluoro presente nel dentifricio per umani è velenoso per i cani e può provocare gravi problemi di salute.
    • Metti una piccola quantità di dentifricio sulla punta di un dito e lascia che il cucciolo lo lecchi. Il giorno successivo inserisci il dito nella sua bocca e strofina i denti e le gengive sul lato esterno. In seguito prova a mettere un po' di dentifricio su uno spazzolino da denti specifico per cani e lascia che il cucciolo lo lecchi, quindi strofina lo spazzolino lungo i bordi esterni delle gengive e dei denti. Deve essere spazzolata solo la parte esterna dei denti (quella rivolta verso le guance); è un lavoro che non richiede più di 30 secondi.
    • Anche se riesci a spazzolargli regolarmente i denti, ogni tanto è comunque necessaria una pulizia dentale professionale. La placca e i batteri possono accumularsi sotto la linea gengivale e causano problemi in quell'area o nelle radici dei denti. Esattamente come avviene per gli esseri umani, è importante portare il cane dal dentista per eseguire un regolare controllo una volta all'anno.

Eseguire la Toelettatura

  1. Lavalo regolarmente. Dato che il bulldog inglese ha delle pieghe sulla pelle, specialmente sul muso e attorno alle labbra, devi esaminarlo attentamente ogni giorno per controllare eventuali segni di infezione. I normali lieviti presenti sul corpo prediligono queste pieghe buie, calde e umide; quindi è buona norma lavare delicatamente e asciugare accuratamente queste zone almeno ogni due giorni, ma anche più spesso, se il cucciolo è particolarmente predisposto alle infezioni.
  2. Spazzolagli il pelo regolarmente. Il bulldog inglese a pelo corto tende a perderlo, quindi è importante spazzolarlo una volta a settimana con una spazzola morbida. Durante questa procedura, presta particolare attenzione alla presenza di pulci, zecche o acari e verifica se il cane ha dei brufoli, bozzi o cisti cutanee. Se noti questi segni, insieme a croste, arrossamento o pelle pruriginosa, dovresti portare il cucciolo dal veterinario.
  3. Controllagli le zampe con una frequenza regolare. Il momento in cui lo spazzoli è ideale per ispezionare anche le unghie e le zampe. Le unghie devono essere tagliate ogni tanto; se non l'hai mai fatto prima, chiedi al veterinario di mostrarti come fare. La procedura deve essere eseguita in modo corretto, per non rischiare di recidere il derma vivo, ossia quella parte di unghia in cui ci sono i vasi sanguigni e i nervi.
    • Se per errore gli è stata tagliata questa "parte viva", diventerà difficile riuscire a tagliargli le unghie in seguito, in quanto avrà paura di provare ancora dolore e di sanguinare.

Addestrare il Cucciolo

  1. Dagli dei comandi diretti. I cuccioli, per istinto naturale, seguono un capo branco e devi fargli capire che sei tu. In qualità di leader, devi insegnargli come comportarsi e adattarsi al suo nuovo ambiente. Tieni presente che non è un "piccolo genio" e non può leggere nella mente delle persone; devi avere pazienza e ripetergli le cose rinforzandole positivamente. Se non sei in grado di gestire un problema che hai riscontrato, devi rivolgerti a un professionista specializzato nel comportamento canino.
  2. Addestra il cucciolo a obbedire ai tuoi comandi. Puoi insegnargli a sedersi, fermarsi e ad avvicinarsi a te quando lo chiami. Inoltre, è importante iniziare a insegnargli a fare i suoi bisogni fuori casa fin da quando è ancora piccolo. Tutti questi esercizi possono essere efficaci se usi il rinforzo positivo. Non devi punirlo quando sbaglia, ma devi apprezzare e premiarlo quando fa le cose giuste. Dagli una ricompensa (che può essere uno snack o anche lodarlo e manifestargli affetto) quando ubbidisce ai tuoi comandi e quando esegue le tue istruzioni.
    • È importante anche insegnargli a camminarti accanto quando lo porti a passeggio al guinzaglio. Le camminate non sono solo utili per aiutarlo a orientarsi nel vicinato, ma sono anche occasioni per fare esercizio fisico e prendere confidenza con il mondo esterno. Assicurati però di non farlo camminare troppo. Se è ancora piccolo, l'animale si stanca molto facilmente, quindi non dovresti sfinirlo.
  3. Inizia presto ad addestrarlo alla socializzazione. È un processo molto importante per assicurarti che il cucciolo prenda confidenza con gli altri cani, altri animali e persone. I cuccioli più giovani, sotto le 14-16 settimane, sono più propensi alla socializzazione, mentre superata questa età diventano più cauti nell'affrontare nuove situazioni, persone o altri animali.
    • Fai in modo che il cucciolo si adatti ad andare in auto e a passeggiare per il quartiere. Devi anche abituarlo a relazionarsi con gli esseri umani di tutte le età, dimensioni, colori e sesso (in modo sicuro e amichevole). Inoltre, assicurati di fargli conoscere in tutta sicurezza altri cani o gatti amichevoli.
    • Un ottimo modo per fargli prendere confidenza con le persone e gli altri animali è quello di portarlo a delle lezioni di socializzazione e obbedienza che vengono svolte a volte nei grandi negozi per animali, presso le cliniche veterinarie o presso alcuni circoli cinofili.
  4. Dai al tuo cucciolo molte attenzioni e amore. È fondamentale creare un forte legame di amore e di fiducia. Sebbene sia importante per il cane obbedire ai tuoi comandi, è altrettanto importante che si senta amato e capisca che ti prendi cura di lui. Trascorri ogni giorno dei momenti di qualità con il tuo nuovo compagno, assicurati che per quasi tutto il tempo si tratti di giochi e coccole e non solo addestramento.

Prestare Attenzione alle Sue Specifiche Necessità

  1. Assicuragli una temperatura mite. I cuccioli di bulldog inglese sono sensibili alle temperature, possono soffrire molto facilmente di un colpo di calore, ma sono anche sensibili al freddo.
    • Fai in modo che rimanga abbastanza al fresco durante i mesi estivi. Qualunque temperatura superiore ai 32 °C può essere molto pericolosa per il cucciolo. Se rimane all'aperto durante le giornate torride, accertati che abbia sempre a disposizione dell'acqua da bere.
    • Quando il caldo è davvero molto forte, lascia il cucciolo fuori casa il meno possibile.
    • I cuccioli di bulldog possono raffreddarsi molto facilmente. Tieni il tuo amico in un ambiente caldo durante i mesi più freddi, per evitare che possa prendere un raffreddore. Durante l'inverno potrebbe anche essere necessario tenerlo caldo usando un maglione o una felpa e delle scarpette per cani quando siete all'aperto. Evita di lasciarlo in ambienti con meno di 15 °C per troppo tempo.
  2. Controllagli la pelliccia alla ricerca di segni di allergie. Come succede ad altre razze comuni, anche i bulldog sono geneticamente predisposti alla dermatite atopica, una malattia della pelle che provoca irritazione. Gli studi hanno rilevato che il 30% dei cani soffre di qualche allergia e che di questi l'85% è sensibile ai pollini, acari e spore di muffa. Contatta il veterinario per trovare dei rimedi, se la pelle del cane diventa rossa e irritata.
  3. Controlla il respiro dell'animale. A causa del suo muso corto (naso), il bulldog inglese tende a soffrire di problemi respiratori. Il clima caldo e umido, un esercizio fisico eccessivo e qualche malattia che colpisce il naso, la gola o i polmoni possono rendergli difficile riuscire a introdurre sufficiente aria nel corpo. Tieni il cucciolo in una stanza con l'aria condizionata quando il clima è particolarmente caldo o umido e fagli fare esercizi solo in ambienti interni quando il clima è estremo.
    • Quando il cane inizia ad ansimare devi interrompere qualunque attività fisica che sta facendo e lasciare che riprenda fiato.

Consigli

  • Usa delle salviette neutre e non profumate per pulire il cane. Lavagli la pancia e le pieghe sul naso ogni giorno. Puliscigli anche l'interno delle pieghe della bocca dopo ogni pasto.

Avvertenze

  • Evita calore e freddo eccessivi, giocattoli in lattice morbido o che si possono rompere; potrebbero farlo soffocare.
  • Il bulldog non è in grado di nuotare e potrebbe annegare anche in acque poco profonde se non tocca. Tienilo lontano dall'acqua oppure mettigli un giubbotto di salvataggio e non perderlo mai di vista.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.