Come Prevenire le Eruzioni Cutanee

Le eruzioni cutanee si manifestano come delle zone di pelle infiammata o arrossata e possono essere accompagnate da altri sintomi (dolore, prurito e gonfiore). Potrebbero essere causate da reazioni allergiche, infezioni, malattie infiammatorie, contatto con agenti irritanti, calore o altre patologie. Sebbene alcune spariscano da sole, altre richiedono invece delle cure. È comunque possibile prendere delle precauzioni per evitare alcuni diversi tipi di sfoghi.

Prevenire la Miliaria

  1. Evita le situazioni che portano a sudare. La miliaria (o sudamina) si manifesta quando i dotti sudoripari nella pelle si ostruiscono. In questo caso il sudore non evapora, ma rimane intrappolato nella pelle, causando eruzioni cutanee.
    • Tale disturbo è abbastanza frequente negli ambienti umidi e caldi.
    • Mantieni il corpo asciutto ed evita di uscire all'aperto nelle ore più calde del giorno.
    • Accendi il condizionatore d'aria.
    • Fai una doccia per abbassare la temperatura del corpo o applica un panno fresco e bagnato sulle zone della pelle surriscaldate.
  2. Non fare attività fisica troppo impegnativa quando il clima è umido e torrido. Il calore rilasciato dal corpo, in aggiunta al clima caldo, causa degli sfoghi cutanei in determinate parti del corpo dove c'è maggiore concentrazione di ghiandole sudoripare, come le ascelle.
    • Anziché fare attività fisica all'aperto durante la stagione estiva, vai in una palestra dotata di condizionatori d'aria.
    • Fai una doccia fresca subito dopo l'esercizio fisico.
  3. Indossa abiti comodi e leggeri. Quelli troppo aderenti possono irritare la pelle e causare eruzioni intrappolando il calore corporeo.
    • Fai respirare il corpo indossando indumenti leggeri e non troppo stretti. Questo vale anche per i bambini e i neonati. Non devi coprirli troppo o fasciarli quando il clima è caldo.
    • Durante l'allenamento però vale la regola opposta. Per evitare sfoghi cutanei, dovresti indossare capi di abbigliamento ben aderenti, ideati appositamente per allontanare il sudore e l'umidità, soprattutto se svolgi un'attività fisica particolarmente impegnativa, come il ciclismo o la corsa.
  4. Bevi molta acqua. Il corpo ha bisogno di liquidi per funzionare adeguatamente ed è importante reintegrare quelli persi con la sudorazione.
    • Bevi acqua durante tutto il giorno, per evitare di disidratarti.
    • Dovresti consumare almeno da due a quattro bicchieri (0,5 - 1 litro) di liquidi freschi ogni ora.

Prevenire l'Intertrigine

  1. Tieni le pieghe della pelle asciutte e pulite. L'intertrigine è una patologia dermatologica causata dall'attrito della cute, che porta irritazione ed eruzioni. È piuttosto comune in quelle parti del corpo che sono calde e umide, soprattutto quelle che strofinano contro altre zone di pelle, come l'inguine, sotto il seno, tra le cosce, sotto le braccia o tra le dita dei piedi. Può anche portare a infezioni batteriche o micotiche. Diversamente dagli sfoghi causati dal calore, può verificarsi in qualunque ambiente.
    • Mantieni la pelle pulita e asciutta, soprattutto quella che entra continuamente in contatto con altre parti del corpo. Applica un antitraspirante sotto le ascelle. Anche la vaselina può esserti di aiuto, in quanto forma una barriera protettiva su alcune parti, come l'interno cosce. In alternativa, puoi mettere una polvere come il talco per bambini o un altro prodotto medicale per assorbire l'eccesso di umidità.
    • Indossa calzature aperte sulla punta o i sandali, che sono adatti per ridurre l'umidità che tende a formarsi tra le dita dei piedi.
  2. Applica una crema protettiva. In farmacia e nelle parafarmacie puoi acquistare alcuni prodotti medicali in crema. Possono esserti di aiuto delle creme contro la dermatite da pannolino da spalmare su quelle zone che sono spesso umide e che si strofinano spesso contro altra cute, come l'area inguinale. Puoi anche procurarti un prodotto a base di ossido di zinco, che agisce altrettanto bene.
    • Se tendi a soffrire spesso di intertrigine, chiedi al medico di prescriverti una crema emolliente a base di dimeticone, che è più efficace di un farmaco da banco.
  3. Indossa indumenti puliti e comodi. Se strofinano e creano attrito sulla pelle, possono provocare eruzioni cutanee. Scegli fibre naturali, come il cotone, la seta o il bambù quando è possibile, perché i tessuti sintetici irritano la pelle e spesso non la fanno respirare bene.
  4. Perdi peso. L'intertrigine colpisce soprattutto le persone in sovrappeso o obese, dato che hanno maggiori zone di pelle che entrano in contatto tra loro. Parla con il medico per sapere se i tuoi sfoghi cutanei possano ridursi con una dieta dimagrante.
    • Non iniziare però un regime dietetico senza prima consultare il medico.

Prevenire gli Sfoghi di Eczema

  1. Individua ed evita i fattori che scatenano l'eczema. Questa patologia, nota anche come dermatite atopica, è una patologia cronica della pelle che si manifesta con sfoghi arrossati, squamosi e pruriginosi, sensibili al tatto e che possono anche provocare un po' di gonfiore. Le persone che soffrono di questo disturbo sono carenti di determinate proteine nella pelle e certe malattie possono peggiorare la loro situazione. Impara a riconoscere i fattori scatenanti dell'eczema, in modo da evitarli; alcuni sono:
    • Infezioni cutanee;
    • Allergeni, come polline, muffe, acari della polvere, animali o cibi;
    • Aria fredda e secca in inverno, esposizione al freddo o al caldo intenso, improvvisi sbalzi di temperatura;
    • Agenti chimici irritanti o materiali ruvidi, come la lana;
    • Stress emotivo;
    • Profumi o coloranti aggiunti a saponi o lozioni per la pelle.
  2. Informati presso il medico in merito a trattamenti o farmaci per le allergie. Non sempre è possibile evitare tutti i fattori che scatenano le eruzioni cutanee, soprattutto se sei allergico ad alcuni elementi come il polline. Chiedi al dottore di fornirti dei farmaci o dei trattamenti contro le allergie, in modo da ridurre i sintomi.
  3. Fai bagni o docce più brevi. Se ti lavi troppo spesso o troppo a lungo, disperdi più facilmente il sebo naturale, seccando eccessivamente la pelle.
    • Limitane la durata a un massimo di 10-15 minuti.
    • Durante i bagni, usa acqua tiepida anziché calda.
    • Al termine, tampona la pelle delicatamente con un asciugamano pulito e non strofinarla.
    • Usa solo detergenti o saponi neutri e delicati. I detergenti e gli oli da bagno neutri, ipoallergenici sono delicati e non privano la pelle del suo strato protettivo di sebo.
    • Non usare detergenti antibatterici o a base di alcol, perché tendono a seccare la cute.
    • Scegli dei saponi che contengono agenti idratanti.
  4. Idrata la pelle almeno due volte al giorno. Una crema emolliente aiuta a fissare sull'epidermide le sostanze naturali che la mantengono protetta e idratata.
    • Una pelle adeguatamente idratata è in grado di difendersi meglio dalle irritazioni, come quelle dovute all'attrito con tessuti ruvidi, aiutando così a prevenire gli sfoghi di eczema.
    • Applica il prodotto idratante anche subito dopo avere asciugato la pelle al termine del bagno o della doccia.

Prevenire la Dermatite da Contatto

  1. Evita gli allergeni e gli irritanti per la pelle. La dermatite da contatto è causata da agenti urticanti che toccano la pelle; può anche essere dovuta a una reazione allergica o provocata da sostanze comuni (non di natura allergenica). Tuttavia, sappi che puoi evitare questo disturbo eliminando i fattori scatenanti.
    • Evita di esporre la pelle ai comuni irritanti, come gli acari della polvere, il polline, alcuni prodotti chimici, i cosmetici, gli oli di determinate piante (come l'edera velenosa) e altre sostanze, che possono scatenare una reazione soggettiva. La dermatite da contatto dovuta agli irritanti provoca in genere delle eruzioni secche e squamose, ma non pruriginose. Tuttavia, alcune varianti di questa patologia sono pruriginose e si presentano con vesciche.
    • Alcune persone possono manifestare una reazione agli irritanti subito dopo un singolo contatto, mentre altre lamentano i sintomi solo dopo un'esposizione prolungata.
  2. Sottoponiti ai test allergologici. Se non sai con certezza di soffrire di allergie, il medico potrà prescriverti degli esami allergologici per individuare le sostanze che possono provocare la dermatite da contatto.
    • Tra le sostanze più comuni ci sono il nichel, alcuni farmaci (compresi gli antibiotici per uso topico e gli antistaminici), la formaldeide, gli inchiostri per i tatuaggi permanenti e per quelli con henné nero.
    • Un altro allergene piuttosto diffuso è il balsamo del Perù, usato nei cosmetici, nei profumi, nei collutori e negli aromi. Se un nuovo prodotto ti provoca una reazione allergica, devi interromperne subito l'uso.
    • Controlla sempre le etichette per assicurarti di non comprare per errore dei prodotti che contengono sostanze a cui sei allergico.
  3. Lava la pelle subito dopo il contatto. Se ti sei esposto a qualche agente irritante o allergene, devi risciacquare immediatamente l'area interessata, in modo da ridurre la reazione o anche evitare che si manifesti.
    • Usa acqua calda e sapone o fai una doccia, se la zona contaminata è estesa.
    • Assicurati inoltre di lavare tutti gli indumenti e qualunque altra cosa sia entrata in contatto con la sostanza irritante.
  4. Indossa degli abiti protettivi o dei guanti, quando devi maneggiare degli irritanti. Se devi lavorare con queste sostanze, è importante proteggere la pelle ed evitare il contatto. Metti pertanto una tuta, occhiali avvolgenti e guanti.
    • Ricorda di seguire le tecniche appropriate e attieniti alle linee guida, quando devi maneggiare delle sostanze pericolose.
  5. Applica un prodotto idratante per proteggere la pelle. Uno strato idratante funge da barriera protettiva e aiuta a risanare lo strato di epidermide.
    • Spalma il prodotto prima di un possibile contatto con un irritante e usalo regolarmente per mantenere la pelle sana.
  6. Contatta il medico se manifesti uno sfogo cutaneo dopo avere assunto dei farmaci. Esistono diversi medicinali che possono causare una "dermatite da farmaco", sia come effetto collaterale sia come reazione allergica. Questa reazione inizia solitamente entro una settimana dall'inizio di una nuova terapia e si presenta sotto forma di punti rossi che si diffondono fino a coprire una vasta area del corpo. Tra i medicinali più comuni responsabili di tale reazione ci sono:
    • Antibiotici;
    • Farmaci antiepilettici;
    • Diuretici.

Prevenire gli Sfoghi di Psoriasi

  1. Prendi tutti i farmaci come ti vengono prescritti. Quelli per la psoriasi sono in grado di tenere a bada le fasi attive, purché vengano assunti seguendo le raccomandazioni del medico. Questo aspetto è particolarmente vero per i medicinali che agiscono sul sistema immunitario, ad esempio quelli biologici.
    • È inoltre importante non interrompere le cure farmacologiche senza prima avere consultato il medico. Se smetti di prendere i farmaci per la psoriasi senza il suo consenso, la malattia potrebbe evolvere in una forma più grave.
  2. Evita lo stress. La psoriasi è una patologia dermatologica autoimmune che si manifesta con prurito e pelle squamosa. La causa è ancora sconosciuta, ma ci sono alcuni fattori scatenanti noti che possono aggravare la situazione e provocare eruzioni; tra questi si deve considerare anche lo stress.
    • Prendi delle iniziative per ridurre la tensione emotiva nella tua vita. Prova delle tecniche di rilassamento, come lo yoga e la meditazione.
    • Fai regolarmente attività fisica. L'esercizio aiuta a rilasciare le endorfine e alleviare la tensione.
  3. Fai attenzione a non provocare lesioni sulla pelle. I danni cutanei (come il segno lasciato dalle vaccinazioni, le punture di insetti, i graffi e le scottature solari) possono indurre la formazione di nuovi segni di psoriasi; tale reazione delle pelle è detta fenomeno di Koebner.
    • Indossa indumenti protettivi e prenditi cura immediatamente di tutti i graffi o lesioni, seguendo delle pratiche di igiene adeguate.
    • Previeni le scottature solari usando le creme con fattore di protezione molto alto, abiti coprenti (cappelli, vestiti lunghi e ampi) o riparandoti all'ombra. Limita inoltre il tempo che passi sotto i raggi diretti del sole.
  4. Non assumere i farmaci che scatenano la psoriasi. Alcuni principi attivi sono noti per innescarne le fasi attive, ad esempio gli antimalarici, il litio, il propranololo, il chinino e l'indometacina.
    • Se temi che la terapia farmacologica che stai seguendo sia la responsabile degli sfoghi di psoriasi, chiedi al medico di prescriverti una cura alternativa.
    • Non interrompere le terapie su prescrizione in maniera improvvisa, senza prima consultare il medico.
  5. Cerca di evitare le infezioni e trattale quanto prima. Tutto quello che può alterare il sistema immunitario può anche innescare gli sfoghi di psoriasi — ad esempio, la faringite streptococcica, il mughetto e le infezioni delle vie respiratorie.
    • Vai immediatamente dal medico se temi che si sia sviluppata un'infezione.
  6. Non bere la birra tradizionale. Uno studio clinico ha dimostrato che la birra (ma non quella leggera, il vino o gli altri tipi di alcool) può essere associata a un maggior rischio di psoriasi.
    • Le donne che consumano cinque o più birre a settimana corrono un rischio 2 - 3 volte maggiore rispetto a quelle che non bevono questa bevanda.
  7. Smetti di fumare. È un vizio che peggiora la psoriasi ed è dannoso per la salute in generale. Chiedi consiglio al medico o al farmacista per trovare delle soluzioni per smettere.
    • Le fumatrici sono particolarmente a rischio per quanto riguarda un peggioramento della psoriasi.
  8. Stai lontano dai climi freddi e secchi. Entrambe queste condizioni riducono il sebo naturale presente sull'epidermide e possono innescare delle fasi acute.
    • Resta al caldo e valuta di comprare un umidificatore per la casa.

Consigli

  • Evita gli irritanti e gli allergeni che scatenano le eruzioni cutanee.
  • Chiedi aiuto al medico, se soffri di sfoghi della pelle anomali.
  • Se hai un autoiniettore di epinefrina e temi che stia per manifestarsi una reazione allergica, non esitare a utilizzarlo mentre aspetti i soccorsi.
  • Usa dei medicinali, come il cortisone, che bloccano il prurito; in questo modo, fermi l'eruzione cutanea.

Avvertenze

  • Se pensi che i medicinali stiano causano un problema dermatologico, chiedi consiglio al medico. Non limitarti mai a interrompere le cure prescritte dal dottore.
  • Alcune reazioni allergiche possono sfociare in uno shock anafilattico, una complicazione pericolosa per la vita. Cerca aiuto medico immediato o chiama l'ambulanza, se temi di soffrire di una grave risposta allergica che si manifesta con edema di labbra o lingua, orticaria diffusa, tosse, dispnea o problemi respiratori.
  • Alcune reazioni cutanee possono essere gravi; vai subito dal medico, se non sei in grado di riconoscere la gravità della tua situazione.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.