Come Calcolare l'Errore Assoluto

Per conoscere l'accuratezza di un calcolo, uno ha bisogno di capire la vicinanza di una quantità misurata al valore reale. Più una quantità misurata è vicina al valore reale, più sarà accurata la misurazione. La differenza fra la quantità misurata e quella reale è calcolata con la formula E=xi – xt, dove xi è la quantità misurata, xt il valore reale, e E è l'errore assoluto.La parola "valore assoluto" fa riferimento alla grandezza di un numero a prescindere dal suo segno, mentre "l'errore assoluto" può essere sia positivo che negativo. Se la quantità misurata è minore rispetto a quella reale, allora l'errore assoluto sarà negativo, se è maggiore, l'errore assoluto sarà positivo.Se vuoi sapere come calcolare l'errore assoluto, qui ci sono alcuni semplici passaggi.

Calcolarlo utilizzando la Formula E=xi – xt

  1. Trova la quantità misurata e il valore reale. La quantità misurata è anche chiamata valore dedotto o valore sperimentale. E' facile ottenere siccome è il risultato diretto di una misurazione o di un esperimento. Il valore reale, comunque, potrebbe non essere noto. In questo caso, dobbiamo basarci sul valore accettato.
  2. Sottrai il valore attuale dalla quantità misurata basandoti sulla formula.
    • Ad esempio, una quantità misurata di 100 ha un errore assoluto di +1 se il valore attuale è 99, e un errore assoluto di -1 se il valore attuale è 101.

Calcolarlo Utilizzando l'Errore Relativo

  1. Dividi per 100. L'errore relativo viene calcolato con la formula Er = [(xi - xt)/xt] x100, dove xi – xt è l'errore assoluto e xt è il valore reale o accettato. Questi valori sono utilizzati più frequentemente dati rispetto all'errore assoluto. Puoi tornare indietro per trovare l'errore assoluto.
  2. Moltiplica per xt, il valore attuale. Ora avrai la quantità (xi-xt), che è l'errore assoluto.

Consigli

  • Se il valore reale non è dato, cerca il valore teorico o accettato.
  • Gli errori assoluti possono essere sia positivi che negativi a seconda se il valore misurato è minore o maggiore rispetto al valore attuale.
  • Le quantità sono normalmente indicate come, per esempio, 20.0 ± 2 eV (electron-volts). Questo significa che il valore attuale della quantità rientra in un range da 18 eV a 22 eV. Non c'è alcun errore indicato in questa espressione.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.