Come Regolare la Chitarra Elettrica

Conoscere meglio la propria chitarra è un’ottima cosa che tornerà utile col tempo. In questo articolo troverai la procedura passo passo per tarare la tua chitarra da solo. Come per ogni progetto, la prima cosa da fare è procurarsi un buon set di attrezzi.

Regolare il Manico

  1. Verifica che il manico sia dritto. Fai un'ispezione alla ricerca di punti incurvati o deformati. Per un controllo più accurato, fai scorrere un normale righello per tutta la lunghezza della chitarra, appoggiandolo sui tasti. Fallo su entrambi i lati per accertarti che il manico non sia ritorto.
    • Il manico deve avere una leggerissima curvatura verso l'interno, per cui la paletta è leggermente incurvata verso il ponte. Gli ingeneri che progettano le chitarre chiamano questa curvatura "relief." Fra il ponte e il manico la differenza deve essere davvero minima. Se il manico si incurva allontanandosi dalle corde, all'indietro, potresti avere dei problemi che interferiscono con l'action della chitarra. In questo caso devi portare lo strumento al negozio per le opportune regolazioni.
  2. Esegui delle misurazioni più accurate se pensi che il manico sia incurvato eccessivamente. Controlla l'altezza della corda di Re per verificare quanto è dritto il manico. Dopo avere accordato lo strumento, suona la corda dal primo al 22esimo tasto (o fino all'ultimo disponibile sulla tua chitarra) e poi misura la distanza fra la tastiera e la corda al 12esimo tasto. In teoria dovresti essere in grado di infilare al di sotto della corda un biglietto da visita. Puoi controllare il livellamento di tutto il manico ripetendo questa verifica sui vari tasti usando la corda come bordo dritto di riferimento.
    • Se hai a disposizione uno spessimetro, prendi un capotasto e mettilo sul primo fret. Premi la corda più bassa all'ultimo fret. Con lo spessimetro verifica la distanza fra la corda e la tastiera a livello dell'ottavo fret. Il valore che dovresti trovare è di circa 0,254 mm. Se la misura che rilevi è decisamente superiore, devi stringere il truss rod ruotandolo con una chiave a brugola in senso orario.
  3. Regola il truss rod per agire sul manico. Se devi modificare la curvatura del manico, togli la copertura al truss rod che si trova solitamente nella parte finale del manico nella maggior parte dei modelli. In altri potrebbe trovarsi vicino al ponte, quindi controlla bene la tua chitarra. Regola questa vite/dado in maniera molto delicata, lavorando per un quarto di giro alla volta e con la chiave della giusta misura.
    • Se il manico è troppo convesso, devi ruotare il truss rod in senso antiorario sollevando le corde. Quando ti appresti a fare queste modifiche, esegui rotazioni di un quarto di giro per volta, aspetta che lo strumento si stabilizzi per un po' e riaccordalo prima di tentare altre modifiche o tentare di suonare. Aspetta tutta una notte.
  4. Controlla l'angolo fra il corpo della chitarra e il manico. Se il truss rod è impostato correttamente ma le corde sopra il 12esimo tasto sono troppo lontane dalla tastiera, è possibile che esista un angolo fra il manico e il corpo. Assicurati di appoggiare lo strumento su una superficie piana, togli le corde prima di svitare il manico. I manici che sono imbullonati al corpo possono essere rimossi svitando quattro viti che si trovano sul retro dello strumento e che garantiscono che la congiunzione sia a filo.
    • Il manico dovrebbe essere parallelo al corpo, ma spesso potrebbe esserci parecchia segatura lasciata dal processo di produzione, in questo caso il manico sarà storto. Se è il tuo caso, pulisci la zona e riavvita il manico.
    • Se l'angolo fra manico e corpo è ancora sbagliato, puoi modificarlo inserendo degli spessori sia a livello delle due viti inferiori (per inclinare il manico verso l'esterno) o sulle due viti superiori (per inclinare il manico verso l'interno). Qualunque cosa abbastanza sottile come un foglietto post-it andrà benissimo. Questo si incolla alla superficie e non si muoverà, a meno che non sviterai di nuovo i bulloni. Se hai bisogno di un distanziatore più spesso, piega il post-it su se stesso.

Regolare l'Action e l'Intonazione

  1. Modifica l'action delle corde. L'"action" di una chitarra è l'altezza delle corde rispetto alla tastiera. I chitarristi con un tocco leggero solitamente preferiscono una action bassa, mentre quelli dalla “mano pesante” hanno bisogno di un'altezza maggiore per evitare che le corde raschino sulla tastiera. La cosa più importante è che le corde si trovino a una altezza comoda per te e che, suonando, nessun tasto emetta una nota “sporca”. Se hai un paio di chitarre a disposizione prova le seguenti procedure su quella meno preziosa e poi fai un tentativo sul tuo gioiello.
    • Comincia misurando la distanza fra la base della corda e il primo tasto. Questo ti aiuta a capire se l'alloggiamento del capotasto (o ossicino) è stato intagliato alla giusta profondità. Se questo valore non corrisponde, o è molto lontano dalle specifiche che seguono, dovresti portare la chitarra da un liutaio. L'altezza della corda al 12esimo tasto determina se il ponticello deve essere abbassato o alzato. Ecco alcune specifiche standard per la chitarra elettrica:
      • Primo tasto, lato acuto: 0,397 mm.
      • Primo tasto, lato basso: 0,794 mm.
      • Dodicesimo tasto, lato acuto: 1,191 mm.
      • Dodicesimo tasto, lato basso: 1,984 mm.
  2. Esegui una regolazione di massima. Dando per scontato che il truss rod sia ben regolato e che l'angolo del manico sia corretto, modifica l'altezza della corda di Mi cantino in modo che ci stia una moneta spessa 1,6 mm. Se sei in grado di gestirla, puoi anche abbassare l'action.
    • Le corde di Sol e Si possono essere regolate alla stessa maniera, ma il Mi basso, il La e il Re devono essere più distanti dalla tastiera.
  3. Modifica l'intonazione. La chitarra potrebbe essere intonata nei primi 12 tasti, ma quando superi questo fret, potrebbe emettere delle note terribili. Se questo dovesse accadere, sappi che dovrai modificare l'intonazione. Come prima cosa devi avere un ponticello regolabile. Solitamente ci sono delle viti sul fondo del ponticello che ti permettono di inclinarlo in avanti o indietro. Inoltre ricordati che le modifiche sull'intonazione sono l'ultimo passaggio che devi mettere in atto quando imposti la chitarra, perché qualunque altra regolazione agisce anche sull'intonazione.
    • Per procedere, prendi il tuo accordatore e comincia dalla corda di Mi basso, controllando l'armonica al 12 tasto e poi la nota effettiva. Dovrebbe essere la stessa. Se così non fosse, devi apportare le necessarie modifiche.
      • Se la nota al 12esimo tasto è più alta dell'armonica naturale, allora allunga la corda spostando il ponticello verso la parte posteriore dello strumento.
      • Se la nota al 12esimo tasto è più bassa rispetto all'armonica naturale, allora devi accorciare la corda spostando il ponticello verso il manico.
    • Ripeti questo procedimento per il resto delle corde e avrai pressoché intonata la chitarra. Se sei un perfezionista, puoi portare il tuo strumento da un liutaio che ha a disposizione un accordatore stroboscopico molto preciso.
  4. Valuta di modificare i fret se necessario. Se alcuni tasti specifici emettono un ronzio quando li utilizzi, potrebbero essere poco livellati. Se sei coraggioso, puoi tentare di migliorare lo strumento livellandoli. Per prima cosa accertati che il truss rod, l'action e l'angolo del manico siano perfettamente settati. Un manico troppo curvo può peggiorare il suono di tasti poco uniformi. Infine, se alcuni fret sono ancora imprecisi, puoi modificarli con un martello in plastica.
    • Se non è ancora sufficiente, puoi smerigliare i fret. Accertati che il manico sia dritto (senza però arrivare a spezzare il truss rod) e che lo strumento sia adagiato su una superficie piana. Proteggi la tastiera e le zone vicine con del nastro adesivo di carta lasciando esposti solo i fret che devi modificare. Prendi un blocchetto da smeriglio con grana 100. Devi levigare tutti i fret simultaneamente, tutti quelli troppo alti devono essere portati alla stessa altezza degli altri.
    • Se i fret sono in cattive condizioni, potrebbe non essere tanto semplice smerigliarli. In questo caso sarebbe forse più pratico pensare a una loro completa sostituzione, anche se si tratterebbe di una riparazione costosa e complicata. Affidati a un liutaio.
  5. Regola il vibrato. Per apportare la modifica più importante, che è unica sui modelli Floyd Rose, devi assicurarti che il vibrato sia ben bilanciato. Prima di tutto controlla il truss rod oltre all'angolo del manico. Con lo strumento accordato, controlla con cura il vibrato: dovrebbe essere parallelo al corpo. Se non lo è, devi modificare con cura le molle che si trovano nella parte posteriore dello strumento.
    • Accorda di nuovo la chitarra e verifica il vibrato. Continua in questo modo finché il ponte è parallelo al corpo. Una volta portato a termine questo passaggio, dovrai accordare di nuovo lo strumento, regolare ancora l'action e infine modificare l'intonazione. Quando esegui quest'ultima modifica, il vibrato potrebbe muoversi e le molle dovranno essere regolate ancora. In tal caso dovrai rifare l'intonazione.
  6. Finito.

Consigli

  • Se ti sembra che nei primi tasti le corde siano troppo distanti dal manico, potresti abbassare il capotasto. Questa però è un’operazione difficile.
  • Cambia regolarmente le corde. Utilizza sempre corde dello stesso spessore, che va scelto in base ai gusti personali. La maggior parte delle chitarre solid body è già munita di corde leggere (.009-.042). La maggior parte dei chitarristi Jazz preferisce spessori leggermente superiori (0.10-0.46). Stevie Ray utilizzava corde 0.13-0.56, dunque, devi provare differenti spessori finché trovi quello adatto a te. Inoltre, le corde più spesse si prestano meglio allo “slide”, mentre, se fai molto uso del “bending”, dovresti provare le .009 o addirittura .008.

Cose che ti Serviranno

  • Corde nuove (quelle che usi di solito).
  • Pinza tagliafili.
  • Accordatore elettronico.
  • Cacciaviti (secondo il modello della chitarra).
  • Brugole o chiavi da 1/4 o 5/16 in base alla chitarra.
  • Righello o riga lunga.
  • Capotasto.
  • Spessimetro (.002-025).
  • Piccolo righello con sensibilità di 1 mm.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.