Come Preparare il Caffè

In tutto il mondo, le persone si svegliano con l’intenso aroma di un buon caffè oppure si precipitano subito al bar per averne una tazza! Tutti i bevitori di caffè sono afflitti da questo dilemma: prepararlo a casa o berlo al bar? L’espresso al bar ha i suoi vantaggi, ma con quello che spenderesti in un paio di giorni potresti garantirti una settimana o due di buon caffè casalingo. Ecco quindi come prepararlo a casa.

Usare una Macchina per Caffè Americano

  1. Procurati tutti gli ingredienti. Avrai bisogno della macchina per caffè con la sua caraffa, il filtro, il macinacaffè e una tazza.
  2. Macina i chicchi. Imposta il macinino a una grana media (o segui le istruzioni della macchina da caffè). Puoi usare del macinato già pronto, ma perderai un po’ di aroma. La selezione dei chicchi è la chiave per una buona bevanda. Se vuoi un caffè leggero e piacevole, prova un caffè aromatizzato o una miscela delicata. Se preferisci una bevanda forte ed energizzante, allora puoi scegliere l’espresso o il Kona. Puoi anche provare delle combinazioni.
  3. Metti il filtro nel cestello di estrazione. Segui le istruzioni per il tuo specifico modello di macchina e utilizza un filtro dalle dimensioni corrette. Se il cestello è estraibile, puoi toglierlo insieme al filtro per sciacquarli in acqua bollente. Questo toglierà il retrogusto di carta dal caffè.
    • Esistono anche dei filtri riutilizzabili che si adattano alla maggior parte di modelli di macchine da caffè. Questi eliminano il problema del gusto di carta e sono semplici da pulire.
  4. Aggiungi il macinato. La maggior parte delle macchine richiede circa 30 g di caffè per 240 ml di acqua. Ovviamente puoi adattare questa proporzione ai tuoi gusti: per un caffè più forte aggiungi più macinato, per uno leggero usane meno. Se ti sei sbagliato e hai preparato un caffè troppo intenso, puoi diluirlo con acqua calda.
  5. Riempi il serbatoio. Usa la caraffa per misurare la quantità di acqua da versare nel serbatoio (la maggior parte è graduata).
  6. Accendi la macchina. Schiaccia il tasto/interruttore On. Dopo circa un minuto o due, l'apparecchio avrà scaldato l’acqua e inizierà a estrarre il caffè. Alcuni modelli sono più rapidi, altri meno. Sappi che un’estrazione lenta non è una cosa negativa, tutt’altro, conferisce al caffè un aroma più “rotondo”. Ascolta della musica e tieniti occupato mentre aspetti che il caffè sia pronto, il che avverrà quando non senti più il rumore di bolle.
  7. Goditi la tazza di caffè! Aggiungi del latte e/o dello zucchero secondo i tuoi gusti.

Usare la Caffettiera Francese

  1. Prendi tutto ciò di cui hai bisogno. Ti servirà una caffettiera francese, del caffè macinato grossolanamente, un cucchiaio di legno o plastica, un timer e delle tazze.
  2. Macina il caffè. Per una caffettiera francese è necessaria una grana grossolana, così da estrarre tutto il corpo dell’aroma. Se devi comprare il macinino, scegli un modello a macine coniche al posto di uno a lame perché offre un prodotto uniforme.
  3. Aggiungi il caffè alla caraffa. Travasalo direttamente nella caffettiera pulita e asciutta. La regola generale indica un cucchiaio di caffè per ogni tazza. Generalmente la caffettiera francese è da 4 tazze, quindi aggiungi 4 cucchiai di macinato.
  4. Fai appena bollire l’acqua. Travasala nella caffettiera in modo che il flusso copra tutti i chicchi di caffè. Il livello deve raggiungere la parte superiore dell’anello di metallo.
    • Lascia un po’ di spazio nella parte alta della caffettiera per permettere ai chicchi di espandersi o di fiorire, in modo da formare la crema, lo strato di schiuma chiara che si vede solitamente sull’espresso.
  5. Imposta il timer. La chiave per ottenere un buon caffè con la caffettiera francese è il rispetto dei tempi. Imposta il timer a 4 minuti non appena hai terminato le procedure del passaggio precedente.
    • Dopo un minuto, mescola i chicchi di caffè per spezzare la fioritura e ridistribuire il macinato in modo uniforme. Aggiungi altra acqua bollente fino alla parte superiore dell’anello di metallo. Per queste operazioni non usare un cucchiaio di metallo perché potresti accidentalmente rompere la caffettiera. Usa invece un cucchiaio di legno o di plastica. Vanno bene anche dei bastoncini impermeabili (quelli che si usano nei ristoranti orientali).
  6. Metti il coperchio. Inserisci il tappo bucherellato sopra la caffettiera accertandoti che sia ben allineato con il bordo della caraffa.
  7. Premi! Quando sono trascorsi i 4 minuti, abbassa con decisione e delicatezza lo stantuffo. In questa maniera separi la parte liquida dal macinato e fermi il processo di estrazione.
    • Nota: se ti sei dimenticato di mescolare i chicchi dopo un minuto, questa fase potrebbe rivelarsi un po’ complicata. In tal caso non forzare lo stantuffo, sollevalo leggermente e ripeti fino ad arrivare al fondo. Se forzi il meccanismo, potresti romperlo e fare un grande pasticcio, oltre al fatto che non avrai la tua tazza di caffè!
  8. Versa la bevanda e gustala! Versati la tazza di caffè e metti quello che avanza in un thermos per tenerlo caldo. Aggiungi latte e zucchero secondo i tuoi gusti.

Usare una Caffettiera Chemex

  1. Riunisci gli ingredienti. Hai bisogno di una caffettiera Chemex, un filtro, del macinato a grana media e delle tazze.
  2. Macina i chicchi. Usa un macinino a macine coniche, impostato a grana media. Hai bisogno di 6 cucchiai di caffè.
  3. Posiziona e sciacqua il filtro. Metti un filtro a pieghe Chemex nel cono della caraffa, con le pieghe rivolte verso il beccuccio.
    • Versa dell’acqua bollente sul filtro per eliminare il retrogusto di carta e per preriscaldare la caraffa. Lascia che l’acqua scoli del tutto dal filtro e poi gettala. Accertati che il filtro sia ben aderente ai bordi del cono della caffettiera.
  4. Versa il caffè macinato. Versane 6 cucchiai nel filtro.
  5. Lascia il caffè in infusione. Fai bollire l'acqua e versala in quantità sufficiente a impregnare tutto il macinato. Fai in modo che il flusso d’acqua bagni tutto il caffè senza però esagerare con la quantità. L’obiettivo, in questa fase, è quello di far gocciolare poca acqua attraverso il filtro. Aspetta circa 30 secondi.
  6. Riempi il cono. Versa l’acqua sul macinato rompendo l’infusione e bagnandolo completamente. Riempi il cono con l’acqua fino a circa 6 mm dal bordo e lascia che l’acqua coli nella caraffa attraverso il macinato.
  7. Versa l’acqua per la terza volta. Quando noti circa 2 cm di macinato che resta appiccicato ai bordi del filtro, versa dell’altra acqua per riportare questi residui al centro del cono. Riempi nuovamente il cono di acqua.
  8. Togli il filtro. Quando l’acqua è percolata del tutto, togli il filtro e mettilo in un luogo dove può sgocciolare senza sporcare.
  9. Goditi il caffè! Puoi servirlo con latte e zucchero secondo i tuoi gusti.

Usare una Tazza a Percolazione

  1. Riunisci tutto il necessario. Avrai bisogno di una tazza a percolazione, un filtro adatto (di solito un modello Melitta n.2), un macinacaffè, una tazza per gli scarti e ovviamente una tazza tipo mug.
  2. Macina i chicchi. Per l’estrazione a percolazione avrai bisogno di un macinato medio-fine.
  3. Monta e risciacqua il filtro. Inseriscilo nel cono sopra la tazza dopo averlo piegato seguendo le cuciture. Versa dell’acqua bollente per sciacquarlo ed eliminare il retrogusto di carta. Questo ti consente anche di riscaldare il cono e la tazza. Accertati di avere eliminato tutta l’acqua prima di estrarre il caffè!
  4. Aggiungi il macinato. Ci vorranno circa 3 cucchiai.
  5. Metti in infusione il macinato. Porta dell’acqua a bollore e versane solo un po’ sul macinato per impregnarlo di acqua. Fai in modo che il flusso di acqua bagni tutta la superficie del caffè ma senza esagerare con la quantità. In questa fase il caffè non deve percolare. Aspetta circa 30 secondi.
  6. Riempi il cono. Versa l’acqua in tutto il cono fermando l’infusione e impregnando del tutto il macinato. Aggiungi acqua finché il livello raggiunge la parte superiore del cono. Lascia che l’acqua attraversi il caffè e coli nella tazza.
  7. Prendi la tua tazza di caffè. Quando questa è quasi completamente piena, togli il cono con il filtro e trasferiscilo nella tazza per i rifiuti così finirà di sgocciolare senza sporcare.

Preparare l’Espresso

  1. Sappi cosa significa “espresso”. Questo è un caffè ben diverso da quello che puoi ottenere con una macchina a percolazione o a filtrazione. Non solo è necessaria una macchina specifica, ma anche la miscela deve essere tostata, macinata e compattata nel filtro in maniera particolare. Sebbene sia un processo complesso (e che all’inizio non produrrà grandi risultati), sappi che una volta presa confidenza con la tecnica non potrai bere nessun altro tipo di caffè!
  2. Prepara tutto il necessario. Avrai bisogno di una macchina per espresso, un filtro e cestello puliti, un macinacaffè, una tazza di estrazione e una tazza per degustare la bevanda.
  3. Scalda la tazza di estrazione con il vapore. Scioccare un espresso appena estratto con una tazza fredda non è proprio la cosa migliore da fare per gustarne l’aroma. Puoi anche preriscaldare le tazze dove berrai il caffè.
  4. Macina i chicchi. Devi impostare il macinino a grana finissima e, se possibile, in modo che la polvere ricada direttamente nel cestello del filtro. Riempi il filtro completamente.
  5. Compatta e livella il macinato. Batti con un certo vigore il filtro sul tavolo per distribuire il macinato al suo interno e, con un dito o un cucchiaio, raschia la superficie per livellare il caffè.
  6. Premi il macinato. Usa un tampone e applica una pressione decisa sulla polvere di caffè all’interno del filtro; in questo modo l’estrazione sarà uniforme perché non ci saranno zone dove il macinato è più compatto e altre devo è smosso.
  7. Collega il filtro alla macchina, nel suo alloggiamento specifico. Avvia la macchina per il caffè.
  8. Controlla il processo di estrazione. Deve uscire dal beccuccio come uno o due flussi cremosi, senza schizzi. Dopo circa 25 secondi dovresti avere 45 ml di caffè nella tazza. Prendi la tazza di espresso e assaggialo.
    • Prendi degli appunti all’inizio, così potrai regolare la grana del macinato e ottenere un espresso perfetto con il tempo. Se il caffè esce dalla macchina troppo presto o è troppo liquido, allora dovrai preparare un macinato più fine. Se invece è troppo denso o impiega molto tempo a uscire, dovrai macinare il caffè in modo più grossolano.
  9. Bevi il caffè! Puoi gustarlo liscio, con lo zucchero di canna o come preferisci. Ecco qualche consiglio:
    • Macchiato: caffè espresso con un goccio di schiuma di latte.
    • Con panna: caffè espresso con panna montata.
    • Cappuccino: caffè espresso con latte caldo e uno strato di schiuma di latte.
    • Caffelatte: caffè espresso doppio con latte caldo e schiuma di latte.
    • Caffè Americano: caffè espresso o doppio diluito con acqua calda.

Usare la Moka

  1. La moka (inventata dall’azienda italiana Bialetti) è una caffettiera che permette di preparare un caffè casalingo con un aroma simile all’espresso. Ovviamente non si tratta di un "espresso" in senso stretto, ma di un caffè molto ricco e corposo.
  2. Procurati gli ingredienti. Avrai bisogno di una moka con un filtro pulito, un macinacaffè e una tazza.
  3. Preriscalda l’acqua. Ovviamente finirà di bollire all’interno della caffettiera, ma in questo modo eviti di surriscaldare troppo la moka e quindi di bruciare il caffè rendendolo cattivo. Allo stesso modo, se hai un fornello elettrico, scalda il bruciatore.
  4. Macina i chicchi. Imposta il macinino per ottenere una grana medio-fine, usa un modello a macine coniche.
  5. Riempi con acqua la parte inferiore della moka. Dovrai riempirla fino alla valvola.
  6. Aggiungi il filtro. Metti il filtro nella base della moka e poi riempilo con il macinato. Con le dita o un cucchiaio, livella la superficie del caffè.
  7. Avvita la parte superiore della caffettiera alla base. Mentre rimonti la moka, stai molto attento a non far uscire l’acqua o il macinato. Usa un tovagliolo per evitare di scottarti con la base, dato che è piena di acqua calda.
  8. Metti la moka sul fornello. Stai attento che il manico non si trovi proprio sopra la fiamma o l’elemento riscaldante! Lascia il coperchio aperto per controllare il processo e togli la moka dal fornello quando il caffè è pronto.
  9. Togli la moka. Quando l’acqua inizia a bollire, la bevanda riempirà la parte superiore della caffettiera. All’inizio sarà molto scuro e poi diverrà più chiaro durante il processo. Quando il caffè inizia a diventare “biondo”, togli la moka dal fornello e chiudi il coperchio. Stai molto attento perché è bollente!
  10. Ferma l’estrazione. Immergi la base della caffettiera in acqua fredda o avvolgila in un panno bagnato. In questo modo fermi l’ebollizione e il caffè sarà dolce e ricco.
  11. Servi il caffè e gustalo. Una volta fermata l’ebollizione, servilo. Puoi versare quello che avanza in un thermos per mantenerlo caldo.

Procurarsi un Buon Caffè

  1. Sappi come scegliere i chicchi di caffè. Prima di versare dell’acqua bollente sul macinato, devi sapere con che cosa hai a che fare. Per iniziare, puoi chiedere al tuo amichevole barista che tipo di miscela usa quando prepara il tuo caffè preferito.
    • Il sapore e l’aroma di questa bevanda dipendono da molti fattori: dove sono stati coltivati i chicchi, a quale quota, dalla varietà della pianta, come sono stati lavorati, essiccati e tostati.
    • Quando fai delle domande in merito al caffè, prendi appunti. Il tuo barista potrebbe parlarti di caffè Kona delle Hawaii, di quello Etiope Heirloom oppure potrebbe dirti semplicemente la marca commerciale.
    • Se ti è possibile, compra i chicchi direttamente in una torrefazione e macinali solo nel momento in cui vuoi prepararti il caffè. In questo modo avrai un caffè fresco e più aromatico.

Consigli

  • Il caffè macinato può invecchiare in fretta se non viene conservato in un contenitore ermetico o in un sacchetto sigillabile in plastica.
  • Se ti piacciono le cose dolci, metti un po' di cioccolato o di zucchero insieme al caffè macinato. Produrrà un caffè con un sapore più dolce.
  • Prima di estrarre il caffè, risciacqua il filtro di carta con acqua bollente per eliminare delle particelle o altri residui che influenzano il sapore della bevanda. Puoi usare quest’acqua anche per riscaldare il thermos.
  • Per alcuni, l’aggiunta di latte e zucchero è ciò che rende il caffè più gustoso. Se non sei abituato alla caffeina, ti consigliamo di farlo. Coloro che preferiscono un gusto più forte o quelli più tolleranti alla caffeina possono aggiungere quantità inferiori di questi ingredienti. Lo zucchero altera molto il sapore. Mettine un po' alla volta, continua ad assaggiare, finché non troverai la dose giusta per te.
  • Alcune persone preparano il caffè per il profumo piacevole e forte, in grado di mascherare cattivi odori. Prova a preparare una miscela al 100% di Irish cream (un tipo di caffè aromatizzato) oppure tagliata con metà miscela di nocciole. Se devi coprire una puzza intensa, prepara un espresso intenso.
  • La cosa importante è la scelta del caffè. Può fare la differenza fra una bevanda deliziosa e una tazza di “acqua sporca”.
  • Alcune torrefazioni vendono un caffè più forte di altre. Cerca quello migliore per te.

Avvertenze

  • Non esagerare con il caffè se non sei abituato, altrimenti ti ritroverai estremamente vigile e a soffrire di un orribile mal di stomaco.
  • Non aggiungere caffè a caso. Non avrà un sapore piacevole e sembrerà un surrogato. Puoi variare le dosi, ma annotati quello che hai sperimentato.
  • Il caffè può essere molto caldo. Potresti scottarti: aspetta che si raffreddi un po'.
  • Per chi vuole un caffè filtrato due volte (o per chi mette il caffè appena preparato nuovamente nella macchina per il caffè per avere un sapore più forte): non esagerare o ti ritroverai un caffè con un sapore di bruciato.
  • Non bere troppo caffè, o ti verranno mal di testa, mal di stomaco e diarrea. Questo non è molto piacevole, inoltre il caffè può rovinare lo smalto dei denti.

Cose che ti Serviranno

  • Una macchina da caffè o una caffettiera
  • Caffè macinato o in chicchi
  • Un macinacaffè (meglio se a macine coniche)
  • Filtri di carta
  • Acqua (meglio se filtrata)
  • Zucchero e latte (a piacere)
  • Tazze
  • Cucchiai
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.