Come Fare un Film

Se vuoi girare il tuo film, capire da dove iniziare può essere una sfida. Truccatori? Computer grafica? E come riuscirai a ricreare quell'inseguimento in auto? Continua a leggere per trovare consigli su come iniziare a creare il tuo primo film.

Procurarsi l'Attrezzatura di Base

  1. Trova una videocamera. Molti registi fai da te hanno usato videocamere economiche per realizzare film professionali. Spesso, però, l'aspetto "fatto in casa" delle riprese è direttamente legato alla storia, e questo fonde forma e contenuto. Decidi che tipo di videocamera ti serve e quale puoi permetterti. Il prezzo può variare da poche centinaia di euro a diverse migliaia. Se hai già una videocamera relativamente economica, considera di girare una storia che funzioni con questo tipo di riprese.
    • Puoi trovare molte videocamere tra i 100 e i 300 €. Le compagnie come JVC, Canon e Panasonic, offrono videocamere economiche mobili, efficaci e che danno ottime riprese. "The Blair Witch Project" è stato girato con una videocamera RCA acquistata in negozio per pochi soldi.
    • Tra i 500 e gli 800 € troverai modelli Panasonic e Sony molto buoni che sono stati usati per film come "Open Water" e molti documentari. Se fare film per te è una vera passione, e non ti limiterai a un singolo film, considera di investire in una buona videocamera.
  2. Decidi come monterai il film. A meno che tu non voglia fare le cose davvero di fretta e montare le riprese solo sulla videocamera, ovvero girando tutto in ordine e con un solo ciak perfetto, dovrai importare le riprese su un computer. I computer Mac offrono il programma iMovie e sui PC troverai Windows Movie Maker, dei programmi di editing video molto semplici che ti permetteranno di eseguire il montaggio delle riprese, mixare l'audio e aggiungere dei titoli di coda.
    • Puoi passare a programmi più complessi e professionali come Video Edit Magic o Avid FreeDV. Se non puoi permetterteli, prova due programmi gratuiti ma molto professionali come Open Shot e Light Works.
  3. Trova un luogo dove girare. Girare un film epico ambientato nello spazio sarà difficile se le riprese sono nella tua cameretta, così come girare un film crudo e realistico su una prostituta eseguendo le riprese in un centro commerciale. Considera le location disponibili e considera che storie possono svilupparsi a partire da quelle ambientazioni. "Clerks" è, per esempio, un film che racconta la storia di un gruppo di ragazzi svogliati che lavorano in un negozio. Senza poter accedere a un negozio, girare quel film sarebbe stato difficile.
    • Le attività e i ristoranti spesso non concedono volentieri ai registi di usare i loro locali per girare, ma puoi sempre chiedere. Alcune persone saranno eccitate all'idea di fare parte di un film.
  4. Trova delle persone disposte ad aiutarti. Salvo rare eccezioni, produrre un film richiede un numeroso gruppo di persone che lavorano verso un obiettivo comune: una bella storia da raccontare con delle immagini. Ti serviranno attori e cameraman. Chiedi ai tuoi amici di ricoprire questi ruoli, oppure pubblica un annuncio su Facebook o Craigslist per attirare l'attenzione sul tuo progetto. Se non puoii offrire un compenso, chiariscilo da subito.
    • Se vivi in una città universitaria, considera se affiggere dei volantini nella facoltà di recitazione per attirare i talenti locali. Potresti essere sorpreso di quanto molte persone saranno eccitate dall'idea di partecipare a un progetto come il tuo.

Scrivere il Film

  1. Immagina una storia visiva. Dal momento che la maggior parte dei film sono essenzialmente storie rappresentate su video, il primo passo è trovare un'idea da trasformare in film. Pensa a qualcosa che hai bisogno di vedere perché sia credibile. Non devi pensare a ogni dettaglio, ma dovresti avere un'idea di base della storia.
    • Pensa ai film che ti piace guardare o ai libri che ti piace leggere. Considera ciò che li rende così interessanti. I personaggi, l'azione, le descrizioni o il tema? Qualunque cosa sia, tienila a mente per pianificare il tuo film.
    • Crea un elenco di tutti gli oggetti di scena, delle location e degli attori che al momento sono disponibili nella zona, quindi sviluppa un film a partire da queste informazioni. Tieni un diario su cui scrivere i sogni, perché come i film, i sogni sono storie visive. Tieni un quaderno dove scrivere tutte le tue idee. Leggi le notizie sul giornale. Trova un'idea di base e usala per sviluppare la storia. Restringi il campo man mano che scrivi la trama.
  2. Sviluppa l'idea in una storia. La costruzione di una storia che ti permetta di esprimere la tua idea deve partire dai personaggi. Chi sarà il protagonista? Che cosa vuole? Che cosa gli impedisce di ottenerlo? Come cambierà il protagonista nel corso della storia? Se riescii a rispondere a tutte queste domande, sarai sulla buona strada per scrivere una grande storia.
    • È stato detto che tutte le storie si basano su due premesse generali: uno straniero arriva e cambia lo status quo, o un eroe parte per un viaggio.
    • Assicurati che la tua storia abbia un inizio, nel quale saranno introdotti l'ambientazione e i personaggi, una parte centrale, nella quale si sviluppa il conflitto e un finale, nel quale il conflitto viene risolto.
  3. Scrivi la sceneggiatura. Una sceneggiatura divide ogni momento della storia in singole scene che possono essere riprese. Anche se puoi essere tentato di indossare gli abiti di scena e iniziare a girare ogni scena come la immagini, otterrai un risultato migliore se pianificherai tutto in anticipo e penserai al tuo film scena per scena.
    • Nella sceneggiatura sono scritti tutti i dialoghi, attribuiti ai personaggi che devono recitarli, oltre a descrizioni fisiche, esposizioni e movimenti della videocamera. Ogni scena dovrebbe iniziare con una breve descrizione dell'ambiente (esempio: interno, notte).
    • Scrivi pensando al budget che hai a disposizione. Per il tuo scopo, potrebbe essere molto meglio tagliare dalla storia l'epico inseguimento di 30 minuti in auto e arrivare direttamente alle sue conseguenze. Magari il tuo protagonista è a letto, fasciato e ferito, che si chiede "Che è successo?".
  4. Crea lo storyboard del tuo film. Uno storyboard è una versione del tuo film simile a un fumetto, senza però i dialoghi. Puoi realizzarlo su larga scala, disegnando solo ogni scena principale o transizione, oppure, se la tua storia ha molte componenti visive, puoi occupartene anche a livello più dettagliato, pianificando ogni ripresa e angolo della telecamera.
    • Questa operazione ti permetterà di girare in modo più fluido un film lungo, e ti aiuterà a prevedere in anticipo le scene e le sequenze più difficili da girare. Puoi provare a girare senza creare uno storyboard, ma questa soluzione non ti permetterà solo di visualizzare il tuo film, ma ti aiuterà a far comprendere la tua visione anche agli altri membri della troupe.

Pensare in Modo Visivo

  1. Sviluppa l'estetica del film. Le pellicole si basano sulla vista, dunque dovrai pensare alle sensazioni che comunicano. "Matrix", ad esempio, con i toni monocromatici e giallo-verdi, ti fa entrare immediatamente in un mondo digitalizzato. "A Scanner Darkly", di Richard Linklater, che è stato rotoscopato e ha un look da cartone animato unico e memorabile, è un altro esempio. Ecco qualche idea da considerare:
  2. Preferisci un film dalle riprese fluide e montate in modo professionale o uno stile "grezzo" che dia l'impressione che il film sia stato girato tenendo la telecamera in mano. Pensa a “Melancholia” di Lars von Trier: le scene di apertura sono state girate con una telecamera ad alta velocità, e dunque appaiono fluide. La maggior parte del resto della pellicola, invece, è stata girata con una telecamera tenuta in mano, comunicando i conflitti emotivi e spirituali che fluttuano nella storia.
  3. Progetta i costumi e i set. Pensa all'aspetto che vuoi dare alle ambientazioni del tuo film. Puoi girare in una ambientazione reale o dovrai costruire un set? Le riprese panoramiche dei film epici degli anni '60 e '70 sfruttavano una combinazione di grandi spazi aperti e set costruiti in studio. Le scene di "The Shining" sono state girare in una baita in Oregon. Dogville è stato girato in uno studio scarno, con solo accenni di edifici come oggetti di scena.
    • I film si affidano molto ai costumi per comunicare elementi fondamentali del carattere dei personaggi agli spettatori. Pensa ad esempio a "Men in Black".
  4. Considera l'illuminazione. Alcuni set hanno luci morbide che favoriscono sia gli attori sia la scenografia e che creano atmosfere da sogno, altri presentano un'illuminazione vicina a quella della realtà, e altri ancora si caratterizzano per le luci fortissime. Ad esempio Domino con Keira Knightley.
  5. Costruisci il set, o trova una location adatta alle riprese. Se giri le scene in un'ambientazione reale, trova la zona più adatta e assicurati che sia possibile effettuare le riprese. Se stai lavorando su un set, inizia a costruirlo e aggiungere gli oggetti di scena.
    • Se puoi farlo, usare vere ambientazioni è molto più semplice. È più facile girare in una tavola calda che arredare una stanza per farla diventare un ristorante.

Trovare la Troupe

  1. Scegli un regista. Il registra controlla la parte creativa del film, ed è l'elemento chiave che lega troupe e cast. Se il film e la storia sono idee tue, e il budget non è elevato, probabilmente il regista sarai tu. Dovrai occuparti dei provini, fare da supervisore durante le riprese e offrire i tuoi consigli ogni volta che lo riterrai opportuno.
  2. Scegli un cameraman o direttore della fotografia. Questa figura professionale si occupa dell'illuminazione e delle riprese. Decide con il regista le inquadrature, le luci e i ciak. Gestisce, inoltre, le persone che si dedicano all'illuminazione e alle riprese (se si tratta di un film a basso budget, farà tutto da solo).
  3. Assegna qualcuno alla creazione del set. Questa persona dovrà assicurarsi che il set corrisponda alla visione artistica del regista. Potrebbe anche occuparsi degli oggetti di scena.
    • Costumi, trucco e acconciature potrebbero rientrare nella stessa categoria in una produzione molto piccola. In produzioni più grandi, questa persona sceglierebbe (e magari cucirebbe) ogni costume usato nel film. Nelle produzioni più piccole, questa posizione solitamente è abbinata ad altri compiti.
  4. Incarica qualcuno per gestire audio e musica. Puoi assegnare più di una persona al reparto audio. I dialoghi dovranno essere registrati durante la scena, o inseriti in fase di produzione. Dovranno essere creati gli effetti sonori, come laser ed esplosioni; dovrai trovare, registrare e mixare le musiche; e dovranno essere generati anche i rumori (passi, scricchiolii, piatti che si rompono, porte che sbattono). Il suono infine dovrà essere mixato, montato e inserito nel filmato in fase di post produzione.
  5. Trova il cast per il tuo film. Potresti trovare persone della tua comunità disposte a lavorare in produzioni dal budget ristretto solo per comparire nei titoli di coda. Naturalmente sarebbe vantaggioso far partecipare al tuo film un nome conosciuto, ma imparare a sfruttare al meglio i punti di forza degli attori che hai a disposizione ti garantirà di ottenere un prodotto finale di grande qualità. Seth Rogan è un attore di successo ed efficace perché non recita veramente - interpreta per lo più se stesso. Se hai bisogno di un poliziotto nel tuo film, chiamane uno e chiedi se fosse disposto a girare delle scene nel pomeriggio. Se ti serve un professore universitario, chiama la scuola.
    • Metti alla prova le capacità dei tuoi attori. Se sai che uno di essi dovrà piangere in una scena triste, assicurati che sia in grado di farlo prima di sceglierlo per il tuo progetto.
    • Evita i conflitti di impegni. Assicurati che i tuoi attori siano disponibili a girare quando hai bisogno di loro.

Riprese e Montaggio

  1. Procurati e prova il tuo equipaggiamento. Come minimo, ti servirà una videocamera. Probabilmente ti servirà anche un treppiedi — su cui montare la telecamera per le riprese fisse — attrezzature per le luci e per i suoni.
    • È una buona girare delle scene di prova. Dai ai tuoi attori la possibilità di fare pratica sotto la cinepresa e dai alla troupe la possibilità di coordinare le loro azioni.
  2. Pianifica in modo meticoloso. Ricorda quale ciak è il migliore per ogni scena, per facilitare la fase di montaggio. Se ti tocca riguardare molti ciak sbagliati ogni volta che devi trovare la scena che desideri, la fase di montaggio sarà lunga e difficile.
    • Assicurati che tutti siano sulla stessa lunghezza d'onda all'inizio del primo giorno di riprese. Riunire insieme troupe, cast in un luogo disponibile può essere una sfida, perciò può essere utile scrivere e distribuire un itinerario all'inizio del processo.
  3. Gira il tuo film. Le decisioni che prendi determineranno la differenza tra un "film fatto in casa" e uno dall'aspetto professionale.
    • Alcune persone girano più riprese da diverse angolazioni per ottenere risultati finali più interessanti e avere tante opzioni in fase di montaggio. Come regola generale, i registi professionisti girano ogni scena a tutto campo, a campo medio e con dei primi piani degli elementi più importanti.
  4. Monta il tuo film. Porta le riprese sul computer, caricando i file e registrandoli, per individuare i ciak ben riusciti. Crea una prima bozza di film usando queste riprese. Il montaggio influisce moltissimo sull'aspetto e lo stile finali del film.
    • Creare salti improvvisi ti permetterà di catturare l'interesse del pubblico e di dare al film uno stile d'azione, ma anche le riprese lunghe e costanti hanno un impatto potente — fai attenzione però, perché possono diventare molto noiose. Prendi in considerazione l'inizio di "Il Buono, il Brutto e il Cattivo".
    • Puoi anche montare la musica nelle parti silenziose del film, per esprimere la giusta atmosfera.
    • Montare riprese da angolazioni diverse può permetterti di mostrare più cose che accadono nella stessa scena. Usa gli strumenti di ritaglio o divisione delle clip del tuo programma di montaggio per creare filmati più brevi di più riprese, poi uniscili insieme e abbinali. Capirai presto come fare e grazie ai programmi digitali, potrai correggere gli errori con un semplice click.
  5. Sincronizza gli effetti sonori e la musica. Assicurati che la musica sia in accordo con quello che viene presentato sullo schermo, e che i suoni registrati arrivino forti e chiari agli spettatori. Registra di nuovo le parti particolarmente importanti.
    • Ricorda che se vuoi distribuire un film, usare musica protetta dai diritti d'autore può provocare problemi, perciò è meglio utilizzare musica composta ad hoc per il film; inoltre, potrai sfruttare la voglia di fare esperienza di molti bravi artisti.
  6. Crea le sequenze dei titoli di testa e quelli di coda. Dovrai mostrare i nomi del cast e della troupe alla fine del film. Potrai anche includere dei "ringraziamenti" a tutti gli enti che ti hanno permesso di girare nei loro locali. Ricorda soprattutto di creare titoli semplici.
  7. Esporta il film in un formato digitale DVD. Crea un'anteprima o un trailer. Se vuoi promuovere il tuo film su internet o nei cinema, scegline delle parti per realizzare un trailer promozionale. Non rilevare troppo della trama, ma cerca di catturare l'interesse degli spettatori.
    • Carica il tuo film su Vimeo o YouTube perché tutti lo vedano.

Consigli

  • Finito il film, condividilo con il mondo. Proponilo a un festival o, se è un lavoro informale, pubblicalo gratis sul web. Entrambi i metodi potrebbero farti raggiungere la fama.
  • Segui le regole cinematografiche, come quella dei terzi (immagina lo schermo spezzarsi in terzi verticali e metti a fuoco un punto o un personaggio che sia importante nella scena nel terzo ubicato sull'estrema sinistra). Raramente un personaggio si trova al centro dello schermo. Il tuo film sembrerà molto più professionale.
  • Guarda molti film con occhio critico per capire i toni, gli stili, i suoni e le luci. Cerca anche gli errori per non commetterli. Dopo averne visto uno, vai su IMDB e clicca in particolare sulla sezione "Did You Know?", dove troverai curiosità e gaffe sulla pellicola in questione.
  • Le luci e il suono sono critici. Non si dovranno sentire rumori esterni e l'illuminazione dovrà essere di eccellente qualità. Dovrai disporre di luci che simulino l'alba o un giorno nebbioso o nuvoloso e che aiutino a creare le ombre. Un poster bianco e la carta argentata fanno rimbalzare la luce sulle parti ombreggiate del viso. Per le riprese notturne, usa i fari da lavoro.
  • Se stai girando un documentario non hai bisogno di un copione o di una storyboard, però dovrà avere uno scopo e un pubblico di riferimento e fornire una prospettiva. Il montaggio dovrà essere accurato quanto quello di un film.
  • Non devi pianificare ogni dettaglio. In principio basta avere la trama e il copione. Improvvisare dà un tocco di realismo e di freschezza, specialmente se gli attori fanno un buon lavoro.

Avvertenze

  • Se hai intenzione di girare in una location che non ti appartiene, prima chiedi il permesso al proprietario. In questo modo ti assicurerai che tutto sia svolto nei limiti della legalità, che siano seguite le procedure adeguate e di evitare complicazioni e fraintendimenti. Ottieni sempre un'autorizzazione scritta così da non avere problemi in futuro.
  • Non copiare nessuno durante la stesura del copione. Le tue idee dovranno essere originali. Avere un budget milionario non serve se non sei creativo.

Cose che ti Serviranno

  • Un copione
  • Una telecamera
  • Una troupe
  • Attori
  • Attrezzature tecniche
  • Una location
  • Soldi
  • Un capo
  • Oggetti di scena
  • Un programma di montaggio
  • Una storyboard
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.