Come Catturare e Allevare i Bruchi Monarca

I bruchi monarca sono creature molto tenere. Sono mangiatori esigenti e sono molto suscettibili a problemi di salute. Ma le attenzioni che dedichi dalla cattura all’allevamento e al loro rilascio sarà ben ripagata quando vedrai emergere dalla crisalide le ali di una bella farfalla monarca. Solo circa 1 bruco su 10 arriva all'età adulta in natura, quindi oggi puoi diventare un genitore adottivo per questo piccolo insetto!

Creare il Giusto Habitat

  1. Fai qualche ricerca. Prima di uscire e trovare il tuo piccolo amico, è molto importante fare qualche ricerca di base su internet in merito ai bruchi e sui bruchi monarca in particolare. Quanto più sei informato, migliore sarà la cura che potrai fornire al tuo nuovo amico. Informati sull’anatomia e sulle malattie comuni di bruchi e farfalle. In questo modo, sai cosa cercare se il tuo nuovo amico si ammala.
  2. Acquista un contenitore adatto. Come per qualsiasi altro animale, la dimensione del contenitore dovrebbe dipendere dalla quantità di bruchi che desideri allevare. Un barattolo di sottaceti accuratamente pulito può essere adatto per un bruco, ma se vuoi crescerne due o tre è necessario un contenitore più grande. I piccoli trasportini da viaggio per animali sono una buona scelta e possono essere acquistati per un minimo di 5 euro presso la maggior parte dei rivenditori. Se pensi di allevare nidiate più grandi, puoi prendere dei contenitori trasparenti più grandi.
  3. Metti il giusto coperchio. Diversamente dall’opinione comune, i coperchi in metallo con i fori forniscono scarsa ventilazione, lasciando il barattolo troppo caldo o troppo umido. Se non usi un trasportino che prevede un coperchio ventilato, sostituisci il tuo coperchio con un sottile pezzo di tessuto legato con un elastico.
  4. Trova il luogo adatto. Tienilo in una stanza con l’aria condizionata e lontano dalla luce diretta del sole. La luce del sole favorisce la formazione di umidità all’interno del contenitore, con conseguente crescita di muffe e funghi dannosi per i bruchi monarca.
  5. Aggiungi un substrato. Anche se non è fondamentale per il benessere del bruco, rende l'habitat più piacevole alla vista. Puoi mettere la terra del tuo giardino o acquistare del terreno presso un vivaio, se vuoi creare una base naturale. Puoi aggiungere dei quotidiani, asciugamani di carta o la normale carta per rendere la pulizia più facile. Anche la ghiaia degli acquari può essere usata per rendere l'habitat più piacevole. Se vuoi, puoi inserire uno strato di varie foglie sulla superficie.
  6. Metti almeno un grande ramoscello per ogni bruco. Questo è il ramoscello su cui il bruco si impupa. È preferibile che il rametto sia privo di foglie.
  7. Aggiungi qualche comodità. Puoi appendere dei ramoscelli, del tessuto o appoggiare sulla base dei batuffoli di cotone. Alcune decorazioni per acquari o accessori per le gabbie dei criceti vanno altrettanto bene.
  8. Trova e raccogli un po' di euforbia. Questa è l'unica pianta che i bruchi monarca mangiano. Fai una ricerca online e individua alcune varianti di euforbia che puoi trovare nella tua zona e poi vai a raccoglierle. L’euforbia è una pianta molto comune, ma è difficile identificarla. Una volta individuato un asclepiade, raccogline circa tre foglie e aggiungile nell'habitat. Eventualmente puoi acquistare l’euforbia in un vivaio e raccoglierla in seguito.

Trovare o Catturare i Bruchi (o le Uova)

  1. Assicurati che sia il momento giusto. È abbastanza facile riuscire a trovare i bruchi monarca nella maggior parte dei mesi dell'anno. È più difficile catturarli nel mese di luglio o agosto ed è quasi impossibile da novembre fino a gennaio. In tutti gli altri mesi, è piuttosto facile trovare le uova o i bruchi.
  2. Cerca l’euforbia. Escluse le fitte o umide foreste, ovunque ci sia euforbia, c'è una buona probabilità di trovare i bruchi monarca.
  3. Cercali. Controlla i lati inferiori delle foglie di euforbia. Le farfalle monarca depongono un uovo per ogni pianta, quindi potrebbe essere su qualunque foglia. Se non trovi uova o bruchi sotto le foglie, continua comunque a cercare. Le uova sono di colore bianco chiaro e i bruchi appena nati sono bianchi con grandi ocelli neri. Quando raggiungono una settimana di vita, diventano a strisce nere, gialle e bianche.
  4. Catturali. Quando hai trovato quello che pensi sia un uovo o bruco monarca, rimuovi la foglia o lo stelo su cui si trova. Non toccarlo con le mani, perché potresti schiacciarlo facilmente. Anche se pensi di essere il più delicato possibile con il bruco, un semplice tocco leggero può comunque danneggiargli un organo.
  5. Stabilisci quanti bruchi desideri allevare. La dimensione dell'habitat non è il problema principale. I bruchi monarca contraggono molto facilmente malattie gravi. Se anche uno solo prende una malattia, potrebbe infettare l'intera covata. Più bruchi vuoi allevare e maggiori sono le probabilità che uno di loro si ammali. Non è consigliato tenerne più di tre in un contenitore, a prescindere dalla dimensione. Se hai un barattolo, limitati a tenerne uno. Se hai un trasportino da viaggio anche grande, limitati a tre.
  6. Trasferiscili. Se non hai un contenitore permanente con te quando vai a caccia di bruchi, mettili assieme alla foglia all'interno di un barattolo e trasferiscili poi nel loro habitat che hai preparato.

Prendersi Cura dei Bruchi

  1. Sostituisci le foglie di euforbia tutti i giorni. I bruchi ottengono la loro idratazione dalle foglie di questa pianta, quindi è necessario che sia sempre estremamente fresca! Inoltre le foglie più vecchie potrebbero ospitare muffe o malattie.
  2. Sii premuroso nel prendertene cura. Dato che i bruchi mangiano così tanto, è necessario anche pulire le loro feci. Puoi usare un panno pulito o una spazzola morbida per togliere i residui ogni giorno. Un ambiente sporco porta malattie.
  3. Conosci i segni delle malattie. Se un bruco si ammala, potrebbe infettare gli altri. Puoi capire che non sta bene perché il corpo diventa nero e si allunga. In questo caso è necessario toglierlo dal contenitore e sostituire tutte le foglie e i ramoscelli presenti nell’habitat.
  4. Crea un ambiente alternativo. Questo diventa un 'ospedale' per i bruchi malati. Può essere anche semplicemente un piccolo vaso con una singola foglia di euforbia.
  5. Sii paziente. Quando il bruco diventa pupa, lascialo tranquillo. Non muoverlo o non spostare il ramo su cui si trova. Togli tutte le foglie, a meno che non ci siano altri bruchi. La farfalla monarca nascerà in circa dieci giorni.

Rilasciare la Farfalla Monarca in Natura

  1. Non aiutare la formazione della farfalla. Quando inizia a emergere dalla pupa, non assisterla. Questa fase consente alla farfalla di distendere i muscoli appena formati proprio come fa un pulcino quando esce dall’uovo.
  2. Concedi alla nuova farfalla un po' di tempo e spazio. Quando esce completamente dalla crisalide, invia il sangue nelle vene delle ali muovendole lentamente, quindi accertati che abbia abbastanza spazio per estenderle completamente. Una volta trascorso il tempo necessario per questa fase, la farfalla è pronta e in grado di volare.
  3. Dille addio. Dopo un buon paio di settimane di divertimento, il lavoro è giunto al termine. Porta il contenitore in una zona isolata (in modo che la farfalla non venga mangiata immediatamente da un uccello), apri il coperchio e lascia che la tua amica svolazzi fuori dal contenitore. Congratulazioni! Hai diffuso la specie!

Consigli

  • Alle farfalle monarca potrebbe piacere anche il prezzemolo; a volte i bruchi si trovano anche sulle piante di prezzemolo in alcuni giardini.
  • Crea un habitat piacevole. Un ambiente ben decorato può essere bello come gli acquari.

Avvertenze

  • Se vuoi allevare il bruco partendo dall’uovo, cerca di non illuderti troppo! Anche se l’uovo è bianco e lo trovi singolarmente su una foglia di euforbia, non è detto che sia necessariamente un bruco monarca; potrebbe trattarsi di un altro tipo di uovo!
  • Non dare al tuo bruco una vaschetta in cui bere. Il contenitore potrebbe diventare troppo caldo o umido.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.