Come Non Annoiarsi a Lezione

Essere annoiati può influire in modo significativo sul tuo rendimento scolastico e su quanto ti piace andare a scuola. Esistono varie ragioni che determinano la noia, dalla mancanza di impegno in una determinata materia alla sensazione che essa sia al di sotto delle tue facoltà intellettive, o semplicemente si tratta di fasi di noia momentanee. In ciascun caso è importante intervenire sulla causa e trovare metodi costruttivi e divertenti per fronteggiare il problema.

Perché Sei Annoiato?

  1. Scopri da cosa è alimentata la tua noia. È importante perché, quando hai un’idea chiara dell’origine del problema, puoi scegliere la soluzione che è più probabile che funzioni.
  2. Considera se sei annoiato durante tutte le lezioni o soltanto alcune. Forse c’è un problema alla base del fatto che alcune lezioni non ti piacciono mentre altre le adori. Il risultato può essere che ti senti annoiato durante le lezioni monotone e rinvigorito quando sei interessato all’argomento.
    • L’argomento in questione è troppo difficile? A volte la noia è un modo per sviare la necessità di lavorare più duramente o chiedere aiuto.
    • L’argomento in questione è troppo semplice? Se senti di esserci già arrivato, di averlo trattato e di voler essere stimolato molto di più, ti annoierai molto facilmente.
    • Durante la lezione viene utilizzato un metodo di insegnamento che non consideri interessante? Per esempio, l’utilizzo costante di fogli di esercizi può causare noia perché non viene usato nient’altro per creare un po’ di varietà.
  3. Decidi quando scegliere di essere annoiato. Ci sono alcune volte in cui vuoi semplicemente essere annoiato perché non hai intenzione di star dietro alla lezione. È molto semplice e devi domandarti se questo è l’approccio migliore per il tuo apprendimento e per il tuo futuro.

Trovare una Soluzione alla Noia Costante

  1. Ascolta con maggiore attenzione. Se sei a lezione, la prima cosa che dovresti fare è stare attento. Cerca di ripassare quello che hai imparato ponendoti delle domande sul capitolo o sulla lezione che stai imparando e cerca di capirne di più.
  2. Chiedi aiuto. Se la noia è il risultato della mancata comprensione del materiale didattico, chiedi aiuto. L’intero concetto dell’istruzione ruota attorno all’apprendimento e non consiste nel comportarti come se sapessi quello che stai facendo quando in realtà non è così. Se chiedi aiuto, gli insegnanti ti considereranno come una persona motivata, disposta a imparare, non come uno stupido. Se le lacune nella tua conoscenza sono piuttosto ampie, potresti anche chiedere ai tuoi genitori di essere seguito da un insegnante privato. Avere un insegnante privato implica ricevere una formazione su base individuale e il più delle volte scoprirai che questo si traduce in un apprendimento più rapido e in una comprensione più semplice, consentendoti così di recuperare velocemente.
    • Se l’insegnante insinua che sei stupido, è il caso che di rivolgerti a qualcuno spiegando l’approccio dell’insegnante all’insegnamento per impedire che questa situazione si ripercuota su di te. Qualsiasi persona che abbia l’idea di chiedere aiuto merita di essere aiutata.
    • Studia più efficacemente. Esistono svariate guide online per migliorare i tuoi metodi di studio, in modo da capire meglio la materia e sapere come migliorare i tuoi voti.
  3. Chiedi di cambiare corso o classe passando a un altro livello. Se ritieni che il livello di lavoro sia al di sotto delle tue capacità, chiedi se puoi essere spostato in un corso più stimolante o addirittura cambiare classe passando a un altro livello. Sarà necessario il coinvolgimento dei tuoi genitori e dovrà esserci prova del fatto che sei in grado di lavorare a un livello più elevato. Inizia parlando con i tuoi genitori, quindi fai in modo che fissino un appuntamento con la scuola.
  4. Chiedi che venga cambiato il modo di cui viene tenuta la lezione. Per esempio, se ti vengono dati sempre fogli di esercizi, chiedi al tuo insegnante se è possibile imparare in modo diverso, ad esempio leggendo in classe, guardando dei filmati, facendo esperimenti o visitando luoghi, ecc. Forse il tuo insegnante non si è reso conto della presenza eccessiva di un unico stile di presentazione del materiale a voi come classe, e richiamare l’attenzione semplicemente sulle cose che non funzionano potrebbe determinare un cambiamento in senso positivo.

Rimedi Rapidi Contro la Noia Momentanea

  1. Il fatto è che chiunque ogni tanto si annoia. Va bene, fa parte della natura umana e ti aiuta a imparare a essere creativo per superare la noia. Questa sezione propone alcuni rimedi rapidi per superare la noia fino alla lezione successiva. Fai soltanto del tuo meglio per non essere una fonte di disturbo per gli altri.
  2. Leggi. Cerca di leggere il tuo capitolo preferito in questa lezione. Leggi anche il tuo libro o un libro che potresti trovare vicino a te. Cerca di nascondere il libro da qualche parte in modo che la tua insegnante non se ne accorga.
  3. Sii produttivo. Scrivi un biglietto per tua mamma o tuo papà esprimendo loro tutto il tuo affetto. Scrivi magari una poesia, un haiku o un limerick. Prova a scrivere una storia su di te e su qualcosa che vorresti fare.
  4. Pensa a qualcosa. Pensa alla tua famiglia e ai tuoi amici. Dovevi ricordarti qualcosa? Qualcuno si è comportato in modo strano? Hai finito i tuoi compiti? Pensa al presente, al passato e al futuro. Potresti voler pensare a quello che vorresti essere.
  5. Disegna. Prova a disegnare il tuo tramonto preferito. Magari preferisci disegnare la tua parata migliore? Esprimi le tue emozioni nelle immagini, poiché in questo modo renderai le immagini più interessanti.
  6. Incontra qualche persona nuova. Trova qualcuno vicino a te. Sussurra “Ehi, come va?” o qualcosa di simile per fare conoscenza. Non dirlo ad alta voce perché l’insegnante potrebbe infuriarsi.
  7. Fai finta di ascoltare. Se stai leggendo da un libro di testo, infila silenziosamente nel libro un altro libro o un foglio di carta. Assicurati di scambiarli di posto quando l’insegnante si avvicina.
  8. Porta a scuola un cellulare o una console portatile. È rischioso perché, se vieni scoperto, può esserti requisito. Appoggia di nascosto un videogioco sul tuo banco e, con il volume basso, gioca o invia messaggi a qualcuno.
  9. Porta una radiolina con le cuffie. Se hai una radio portatile che puoi infilare facilmente in tasca o tenere in maniera discreta, puoi ascoltare una canzone o la radiocronaca di una partita di calcio. In questo caso chi ha i capelli lunghi è avvantaggiato.
  10. Fai gli origami. Prendi un foglietto di carta e piegalo formando un origami che puoi velocemente distendere all’occorrenza facendo finta di prendere o di leggere gli appunti. Cerca di ricordarne uno da fare in queste occasioni.

Consigli

  • Se l’insegnante si avvicina, sii pronto rapidamente a dare l’impressione di essere attento.
  • Cerca di dare l’impressione di essere attento.
  • È meglio non disegnare né inviare messaggi, portare apparecchi elettronici o leggere durante la lezione, altrimenti l’insegnante potrebbe infuriarsi con te e tu ti sarai perso qualcosa di molto importante che l’insegnante ha spiegato alla classe (ma non a te perché non stavi ascoltando).
  • Di’ la verità se vieni sorpreso mentre fai qualcosa che ti distrae. Potresti semplicemente approfittare dell’occasione per esprimere il tuo bisogno di aiuto o di un lavoro più stimolante.

Avvertenze

  • Non distrarre gli altri; la tua noia non giustifica il fatto di dover rovinare l’esperienza di apprendimento altrui.
  • Indipendentemente da quanto ti credi intelligente, se sei troppo distratto rimarrai indietro nell’apprendimento.
  • Se vieni sorpreso mentre fai qualcosa di diverso dalle esercitazioni in classe, potresti metterti nei guai.
  • Se porti con te apparecchi elettronici, libri o fogli di carta per disegnare, potresti metterti seriamente nei pasticci. Informati sul regolamento della tua scuola.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.