Come Assumere la Polvere di Curcuma

La polvere di curcuma è stata usata per molto tempo come una deliziosa spezia nella cucina dell'Asia meridionale. Questa pianta però ha anche molte proprietà benefiche per la salute, dal favorire la digestione alla prevenzione di gravi malattie neurodegenerative come l'Alzheimer. Sebbene abbia un sapore un po' amaro e forse anche sgradevole quando è nella sua forma cruda, ci sono molti modi per incorporare questa spezia dalle potenti proprietà antiossidanti nell'alimentazione e nelle cure di tutti i giorni.

Assumere la Curcuma in Forme Differenti

  1. Prendila sotto forma di radice. Puoi trovare la curcuma nel tubero della "curcuma longa". Un po' come lo zenzero, puoi mangiarla ancora grezza quando è una radice, sebbene in questo modo il sapore risulti un po' amaro.
    • Prefiggiti di consumare circa 1,5-3 g di radice ogni giorno.
  2. Aggiungi la curcuma in polvere nei cibi e bevande. Puoi trovarla facilmente in commercio anche in questa forma; dovresti assumerne circa 400-600 mg, tre volte al giorno. Puoi incorporarla nelle salse, nelle zuppe o anche in alcune bevande come il latte e le tisane.
    • Per preparare una tisana di curcuma, fai bollire 240 ml d'acqua e fai sciogliere 2 g di curcuma in polvere. Puoi anche aggiungere limone, miele e zenzero per migliorarne il gusto.
    • Se la tisana non è la tua bevanda preferita, puoi scegliere di aggiungere un cucchiaino di curcuma in polvere in un bicchiere di latte per sfruttare al meglio le sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.
  3. Usa la tintura madre di curcuma. In questa forma tutte le proprietà benefiche della radice sono state concentrate nel liquido. Puoi aggiungere facilmente 2-3 gocce di tintura madre nell'acqua, tè, zuppe o in qualunque altra sostanza liquida che consumi ogni giorno.
    • Puoi acquistare questo prodotto nei principali negozi di alimenti naturali o nella sezione degli integratori dei principali supermercati o farmacie ben fornite.
  4. Prepara un impasto di curcuma. Se hai dei tagli o ustioni sulla pelle, un impasto di curcuma può essere il rimedio migliore per trattarli, perché puoi applicarlo direttamente sulla zona interessata.
    • Mescola acqua, polvere di curcuma e zenzero. Usa una piccola spatola o un pennellino (entrambi puliti e sterilizzati) per applicare l'impasto sull'area lesionata. Se hai deciso di usare le mani, assicurati che siano pulite prima di mettere l'impasto sulla ferita. Lascia che il prodotto agisca per alcune ore.
    • Se si tratta di un'ustione minore, puoi applicare un impasto di curcuma e aloe vera. Mescola in parti uguali questi due ingredienti per creare un impasto.
  5. Assumi la curcuma in compresse. In commercio puoi trovarla anche sotto forma di integratore. Il dosaggio può variare in base al diverso tipo di confezione, ma di solito è in compresse da 350 mg. Puoi prenderne da 1 a 3 al giorno; se soffri di mal di stomaco puoi anche prendere il dosaggio più alto (3 compresse). Trovi questo prodotto nel reparto supplementi alimentari dei principali supermercati.

Sapere quando Evitare la Curcuma

  1. Adatta il dosaggio. Sebbene la curcuma offra enormi benefici per la maggior parte delle persone sane, devi però evitare di eccedere nel dosaggio raccomandato, altrimenti potresti provocare problemi di stomaco. Rivolgiti al medico per conoscere la quantità corretta di curcuma da integrare nella tua alimentazione quotidiana.
  2. Non assumerla per scopi medicinali, se sei incinta o stai allattando. Anche se puoi consumarla tranquillamente come spezia nei cibi, non devi aumentarne il dosaggio con compresse o in forma liquida.
  3. Evitala, se hai il diabete. Se hai livelli anomali di zucchero nel sangue, devi parlare con il medico prima di iniziare ad assumere la curcuma, in quanto tende ad abbassare la glicemia; se hai questo problema, non puoi prenderla a scopo medicinale.
    • Tieni presente che la curcuma può anche interferire con alcuni farmaci su prescrizione per la cura del diabete.
  4. Non assumerla se soffri di eccessiva acidità di stomaco. Se stai prendendo dei farmaci per questo problema - come la famotidina, la ranitidina o l'omeprazolo - devi evitare di prenderla, perché può interferire con la terapia.
  5. Devi rinunciare a questa pianta anche se hai problemi alla cistifellea. La curcuma è in grado di regolare la quantità di bile prodotta da una cistifellea sana. Ma se la colecisti ha dei problemi, allora la pianta può interagire negativamente, causando i calcoli o anche ostruzioni ai dotti biliari.

Conoscere i Benefici della Curcuma

  1. Allevia l'indigestione. La curcuma contiene un composto chiamato curcumina che si è dimostrato efficace per lenire i disturbi di stomaco perché agisce sulla cistifellea; inducendola a produrre una quantità maggiore di bile, la curcumina migliora la capacità digestiva e allevia i sintomi del gonfiore addominale.
  2. Riduci l'infiammazione. La curcumina è anche un efficace antinfiammatorio e in quanto tale è in grado di lenire una vasta gamma di patologie, come l'artrite, la psoriasi, i dolori cronici alla schiena e al collo.
    • La curcumina inoltre interferisce con la produzione dell'enzima COX-2, responsabile dell'infiammazione dolorosa.
  3. Cura le ferite e i tagli. Questa pianta possiede forti proprietà antibatteriche che promuovono la cicatrizzazione dei tagli e li protegge dalle infezioni.
  4. Previeni le malattie cardiache. Spesso i problemi cardiaci derivano da un accumulo di placche nelle arterie che conducono il sangue al cuore. I componenti antinfiammatori di questa spezia migliorano la circolazione e aiutano le arterie a restare pervie.
    • Usando la curcuma per garantire una buona circolazione del sangue puoi ridurre il rischi di infarto e ictus.
  5. Previeni il cancro. Sebbene non ci siano prove definitive in merito alla curcuma come agente inibitore dei tumori, i risultati preliminari suggeriscono che questa pianta sia in grado di rallentare o prevenire lo sviluppo di cellule cancerose nel colon e nei polmoni.
    • Il tasso di questi tipi di carcinomi tra la popolazione indiana è uno dei più bassi (13 volte inferiore a quello degli Stati Uniti). Molti ricercatori credono che le spezie che vengono utilizzate nei curry, come la curcuma, siano responsabili di questi ottimi risultati.
    • Le potenti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie della curcuma sono ritenute molto utili per la prevenzione dei tumori. L'infiammazione spesso gioca un ruolo importante nello sviluppo di cellule cancerose.
    • Non cercare però di curare un carcinoma solo con erbe e vitamine. Se sei malato, devi collaborare con l'oncologo e sottoporti ai trattamenti.

Consigli

  • Molti medici paragonano i benefici antinfiammatori e antiossidanti della curcuma a quelli degli antidolorifici FANS da banco; tuttavia, la curcuma prevede un numero minore di rischi ed effetti collaterali rispetto ai medicinali.
  • Ricordati di non confondere la curcumina presente nella curcuma con la pianta erbacea "cumino". Si tratta di due cose diverse e i benefici che puoi ottenere dalla curcuma non sono possibili con il cumino.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.