Come Prenderti Cura della Tua Tartaruga Scatola

Le tartarughe scatola sono piccole tartarughe terrestri che possono chiudere il loro guscio completamente. Sono affascinanti, piccole creature indipendenti e dovrebbero essere curate solo da adulti o da bambini molto responsabili. I loro bisogni sono complessi ed essendo rettili, non apprezzano coccole e interazione forzate, come fanno cuccioli o gattini. Ma se vuoi portare a casa questa affascinante, squamosa piccola creatura, allora hai bisogno di sapere come prenderti cura di essa nel miglior modo possibile. Se vuoi iniziare, avanza lentamente fino al Passaggio 1.

Procurarsi una Tartaruga Scatola

  1. Procurati la tua tartaruga dall'associazione locale di salvataggio di tartaruge o società di amanti dei rettili. Fai una ricerca su Internet per trovare quelle nella tua zona, o verifica con il dipartimento di biologia in un'università vicina. Ci sono tantissimi rettili indesiderati che hanno bisogno di una buona casa. Non acquistarli dai negozi di animali, soprattutto perché alcuni ottengono le tartarughe attraverso la "raccolta" sempre più illegale o il bracconaggio nelle zone umide e altri habitat delle tartarughe.
    • I negozi di animali vendono quasi esclusivamente tartarughe catturate dai loro habitat naturali; dovresti cercare allevatori e commercianti, invece, su siti affidabili, o controllare le organizzazioni di soccorso che hanno tartarughe che hanno bisogno di una buona casa.
  2. Trova un buon veterinario per rettili. Puoi chiedere in giro alle società di amanti dei rettili o fare una ricerca su Internet. La maggior parte dei veterinari non sa molto di rettili o di altri animali "esotici", perché gran parte della loro formazione si concentra sui mammiferi. Evita di andare da un veterinario medio non esperto di rettili quando la tartaruga è in difficoltà. Cani e gatti costituiscono il reddito sicuro della pratica veterinaria, quindi un veterinario con un'ampia conoscenza dei rettili l'ha accumulata per passione e il suo lavoro è veramente prezioso. Porta la tua tartaruga dal veterinario una volta all'anno, quando è sana o pensi che sia malata.
  3. Decidi se desideri tenere la tua tartaruga al chiuso o all'aperto. Ci sono dei vantaggi in entrambe le scelte. Se vuoi tenere la tartaruga al chiuso, puoi tenerla in un grande acquario di vetro, che può essere più facile da mantenere. Se vuoi tenerla all'aperto, potrebbe essere necessario fare un grande recinto in legno (o acquistarne uno). Tenerla al chiuso è più facile, perché non devi andare all'aperto o preoccuparti di cose come la temperatura o altri animali o elementi che possono influenzare la tua tartaruga. Tuttavia, le tartarughe sono abituate a stare in natura e potrebbero essere un po' più felici all'aperto.
    • Anche se decidi di tenere la tartaruga all'aperto, è consigliabile non lasciarla andare in giro nel giardino sul retro. Questo è semplicemente troppo pericoloso e renderà la tartaruga soggetta ad attacchi da parte di altri animali.

Costruire una Casa per la Tartaruga

  1. Crea un recinto all'aperto per la tua tartaruga. Fai un recinto di un minimo di 1,2 metri per 1,8 metri per una tartaruga scatola; più grande per più di una tartaruga. Utilizza tavole di legno liscio larghe circa 30 centimetri. Nella parte superiore di ogni angolo, attacca un pezzo triangolare di legno che si collega ad ogni lato. Ciò fornirà maggiore stabilità alle pareti, e fornirà un bordo, sul quale l'animale non potrà salire. Le tartarughe cercano sempre di arrampicarsi fuori dagli angoli!
  2. Considera la possibilità di un contenitore coperto per la tua tartaruga, invece. Se opti per l'acquario di vetro, allora dovresti procurartene uno profondo, da almeno 40 litri. Puoi anche fare una gabbia di compensato o cemento. Le pareti devono essere adeguatamente elevate in modo tale che la tartaruga non strisci fuori. Se sono abbastanza alte (almeno 60 cmi), allora non avrai bisogno di un coperchio. Se disponi di un coperchio, assicurati che ci sia ventilazione cosicchè la tartaruga possa respirare. Invece dell'acquario di vetro, potresti anche optare per una vasca Rubbermaid. Queste vasche e scatole di legno possono essere migliori perché i lati sono opachi, quindi la tua tartaruga non proverà paura o stress per tutte le attività che vede nella stanza in cui si trova.
    • Fodera il fondo della gabbia con una superficie come sabbia, terra o trucioli di legno mescolati con torba. Questo è noto come substrato umido. Se il substrato è asciutto, la pelle della tua povera tartaruga si può rompere.
    • Procurati una lampadina ad incandescenza da 75-100 watt con un riflettore ad una estremità della gabbia. Le tartarughe hanno bisogno di luce per restare al caldo. Se la temperatura della tua camera è normalmente intorno a 23-26 gradi, non è necessaria la lampadina, ma metti la gabbia vicino ad una finestra in modo che la tartaruga prenda un po' di luce solare per almeno 2-6 ore al giorno, pur avendo sempre la possibilità di uscire.
    • Gli acquari possono essere più difficili da pulire rispetto alle recinzioni in legno, quindi sii diligente quando è tempo di pulire.
  3. Procurati il giusto substrato. Il substrato è ciò che dovrebbe stare sul fondo del contenitore, e dovrebbe dare alla tua tartaruga l'umidità e la cura di cui ha bisogno. Per le tartarughe all'aperto, è possibile utilizzare una miscela di terriccio e foglie, facendo in modo che la tartaruga abbia un posto in cui scavare e nascondersi, e che ci sia abbastanza terreno per il letargo. Dovrai sostituire la terra attorno alla piscinetta appena diventa umida, evitando il pericolo di gelate. Per le tartarughe tenute al chiuso, è possibile utilizzare mangime per conigli e mescolare il substrato giornalmente per tenerlo areato. È inoltre possibile utilizzare trucioli di legno o substrato per rettili se non vuoi farne uno tu.
    • Assicurati di spruzzare il recinto quotidianamente per mantenere la tartaruga umida.
    • Parla con un veterinario o con un esperto di tartarughe prima di prendere una decisione riguardo alla mistura da utilizzare.
  4. Pulisci il recinto regolarmente. Che tu tenga la tua tartaruga scatola al chiuso o all'aperto, è importante mantenere l'ambiente pulito. Devi essere diligente nel pulire il substrato almeno una volta alla settimana, la sua ciotola d'acqua una volta al giorno, e poi pulire l'intera gabbia una volta al mese, con detersivo per piatti miscelato con alcune gocce di candeggina (assicurati solo che il sapone sia privo di ammoniaca). Rimuovi la tartaruga prima di pulire e fai in modo che la miscela di sapone sia completamente sparita prima di mettere la tartaruga di nuovo dentro, in modo che le sostanze chimiche nel sapone o nella candeggina non la danneggino.
  5. Fornisci un paesaggio al recinto della tartaruga. Riempi il suo recinto con piante commestibili come la menta, erba comune, o le erbe da cucina come timo o erba cipollina. Fai un parco giochi con piccoli tronchi da scalare, vasi da fiori in cui nascondersi, rocce su sui crogiolarsi e, naturalmente, una ciotola piena d'acqua da bere. Parte del recinto deve ricevere il sole diretto (soprattutto al mattino presto affinchè la tartaruga si crogioli e riscaldi, così avrà appetito) e parte deve stare all'ombra. Le tartarughe apprezzano un mucchio di erba tagliata inumidito ogni giorno; gradiranno scavare e dormire lì.
    • Puoi farlo sia tenendo la tua tartaruga all'aperto, sia al chiuso.
  6. Fornisci abbondante acqua alla tartaruga. Queste tartarughe amano guadare in acqua, quindi assicurati di avere una piccola piscina in cui la tua tartaruga possa giocare. Pulisci l'acqua ogni giorno. Se la tartaruga sta al chiuso, allora dovresti metterla in acqua ogni giorno per evitare che si senta troppo secca. Esse non sono i migliori nuotatori del mondo, ma se sono in un ambiente esterno, allora dovresti fare uno stagno più grande in cui possano nuotare. Alcune amano nuotare per più di un'ora al giorno, mentre altre semplicemente preferiscono guadare… Un po' come succede alle persone.
    • Assicurati di mantenere l'acqua tiepida.
    • L'area con l'acqua dovrebbe avere una facile uscita.
    • Metti l'acqua in un piatto, pentola, bicchiere o ciotola, assicurandoti che sia profonda almeno 60 cm: abbastanza profonda affinchè la tartaruga entri completamente, ma non così profonda da far fatica a nuotare.

Prendersi Cura della Tartaruga

  1. Dai da mangiare regolarmente alla tua tartaruga. Le tartarughe adulte devono mangiare almeno 3 o più volte alla settimana, mentre quelle giovani devono mangiare regolarmente. Esse dovrebbero essere nutrite al mattino e hanno bisogno di mangiare una miscela di frutta, verdura e proteine ​​(il 50-75% della dieta di una giovane tartaruga deve essere costituiti da proteine; 10-20% per le tartarughe adulte). Tutta la frutta deve essere lavata o tritata. È inoltre necessario assicurarsi che la tartaruga ottenga abbondante vitamina A. Ecco alcuni alimenti che le tartarughe amano mangiare:
    • Proteine: lumache, lumaconi, cavallette, lombrichi, grilli, topolini, cibo per cani in scatola, priralidi, cicale, e oniscidi.
    • Frutta: pomodori, uva, mango, meloni, fichi, pere, fragole, prugne, pesche noci, lamponi e mele.
    • Verdura: cavolo, verza, spinaci, lattuga a foglia rossa, cavolo cinese, verza cinese, patate dolci, carote, funghi, denti di leone, e zucchine.
    • Alimenti con vitamina A: tutti i topi, le verdure gialle, le verdure a foglia verde scuro, cibo con una spolverata di carbonato di calcio, lattato, citrato, o gluconato ( fai questo ogni 2-4 settimane se la tartaruga non sempre riceve già abbastanza alimenti con vitamina A).
      • Sappi cosa fare se la tua tartaruga è testarda e non mangia. Prova a darle alimenti brillanti, rossi, gialli , o cibi arancioni, o animali vivi per stimolare il suo interesse. Nutri le tartarughe quando sono più attive, che dovrebbe essere la mattina presto o nel tardo pomeriggio. Puoi anche provare ad appannare la gabbia con un po' di acqua prima di dar loro da mangiare.
  2. Dai alla tua tartaruga abbastanza luce solare e calore. La tua tartaruga ha bisogno di un po' di luce solare diretta per metabolizzare la vitamina D3 e per evitare carenze di calcio. La luce non sarà efficace se passa solo attraverso un vetro. Si raccomanda che la tartaruga riceva luce a spettro completo per almeno 12-14 ore al giorno insieme ad altre fonti di luce / calore. Il recinto al chiuso non deve essere più freddo di 15° C e dovrebbe essere di circa 21-27°C durante il giorno.
    • Spegni tutte le luci di notte, ma fornisci calore extra con del riscaldamento, se necessario.
  3. Capisci se la tua tartaruga è malata. Se la tua tartaruga è malata, hai bisogno di essere in grado di riconoscere la malattia il più presto possibile in modo da portarla dal veterinario. Ecco alcune cose da notare:
    • Cambiamenti nel mangiare o nel comportamento per più di 2 settimane
    • Aree grigie o biancastre sul guscio o sulla pelle della tartaruga
    • Un ammorbidimento del guscio
    • Guscio secco o friabile
    • Pelle secca, friabile o trasparente
    • Pelle con una sfumatura di rosso
    • Secrezione dal naso
    • Gonfiori o noduli, in particolare sopra l'orecchio
    • Schiuma o secrezione dai lati della bocca
  4. Preparati per un periodo di letargo. La tua tartaruga scatola vorrà andare in letargo durante i circa 4-6 mesi di freddo, a seconda di dove vivi. Fai fare in anticipo alla tua tartaruga un check-up dal tuo veterinario esperto di rettili. Il veterinario è la persona più adatta per chiarire tutte le tue domande riguardo al letargo. Assicurati che la tua tartaruga sia protetta da danni e che la sua acqua rimanga calda durante questo periodo.
  5. Sii gentile con la tartaruga. Alle tartarughe non piace molto essere maneggiate, ma è comunque possibile costruire un rapporto con la tartaruga senza cercare di coccolarla. Le tartarughe possono mordere se sono infelici, e i loro morsi fanno davvero male! Se sei tranquillo e fai attenzione alla tartaruga, lei si fiderà e ti amerà. Dandole da mangiare, allo stesso orario, e abbastanza presto, costruirai una routine e la tua creatura squamosa preferita ti aspetterà. Più vi conoscerete l'un l'altro, più forte sarà il vostro rapporto.
    • Se devi prenderla, non lasciare che le sue gambette si agitino lontano nello spazio vuoto. Metti una mano sotto i suoi piedi così si sentirà sicuro. La cosa ideale è che tu ti limiti a divertirti a guardare la tua tartaruga scatola da lontano mentre caccia. Di solito è più attiva al mattino e verso il tramonto.
    • A volte, alle tartarughe piace mangiare da un cucchiaio, ma fai in modo che la tua non dipenda da questo.
    • Se tieni la tartaruga al chiuso, portala all'aperto nelle belle giornate. Ma assicurati di metterla in un recinto all'aperto e di tenerla d'occhio, perché può correre veloce! Questo dovrebbe eccitare la tartaruga, ma assicurati che non diventi ansiosa per il cambiamento.
    • Lavati le mani prima e dopo aver toccato la tua tartaruga, oppure i suoi accessori. Mantieni te stesso e la tua tartaruga felici e privi di germi.

Consigli

  • Le tartarughe scatola sono note artiste della fuga. Perlustrano l'habitat in cerca di vie di fuga, mentre salgono e scavano. Sarai sorpreso dal loro impulso a fuggire.
  • Dai da mangiare delle carote alla tua tartaruga.
  • Se la tua tartaruga non mangia, tentala con i due alimenti che considera più deliziosi: lombrichi (le tartarughe sono attratte dal loro movimento) e fragole (ne amano l'odore).
  • Usa i raggi UVA e UVB se la tieni in un terrario.
  • Trova un veterinario esperto di rettili prima di procurarti la tua tartaruga.
  • Non bisogna mai tenere una tartaruga all'interno di in un terrario, a meno che non stia guarendo da una malattia o non sia idonea per il letargo e debba svernare in casa.

Avvertenze

  • Lavati le mani con sapone antibatterico dopo aver maneggiato la tartaruga o aver cambiato la sua acqua. I suoi escrementi possono portare la salmonella e se non li hai fatti esaminare da un laboratorio non puoi saperlo.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.