Come Superare l'Esperienza di un Parto Difficile

A volte un parto può rivelarsi inaspettatamente laborioso, soverchiante e anche straziante. Se hai avuto esperienza di un parto difficile, segui questi passaggi per aiutarti a superarlo.

Concediti il Tempo di Esprimere le tue Emozioni

  1. Non aver paura di essere in lutto. Soprattutto se il tuo bambino è nato morto o se il tuo parto è stato traumatico, ti servirà tempo per elaborare le tue emozioni.
    • È probabile che passerai in maniera naturale attraverso gli stadi del lutto, compresi lo shock o negazione, la rabbia, la contrattazione, la depressione e l'accettazione. Attraversare ogni stadio potrebbe richiederti diverse quantità di tempo, e potresti aver bisogno di maggior aiuto durante gli stadi che ti angosciano di più.
    • Se ne hai bisogno, abbandonati al pianto.
  2. Parla delle tue emozioni con persone care. Condividere i tuoi pensieri con le persone a cui vuoi bene fa sapere loro cosa stai attraversando e può aiutarle a sapere qual è il modo migliore di aiutarti a superare le tue difficoltà.
    • Molte donne provano emozioni negative dopo il parto, soprattutto se hanno avuto problemi con situazioni inattese, un parto traumatico o la delusione del risultato. Potesti scoprire che amici e membri della famiglia possono offrirti consiglio e un sostegno amorevole per aiutarti a superare la tua esperienza.
    • È importante che tu condivida i tuoi sentimenti con le persone care e che le informi delle tue difficoltà. Potrebbero essere in grado di offrirti assistenza facendoti da babysitter, aiutandoti coi doveri di casa, comunicando ad altri la notizia nel caso in cui il bambino sia nato morto o creando le condizioni e le opportunità perché tu possa guarire.
  3. Considera la possibilità di unirti a un gruppo di supporto. Esistono molti gruppi online e nella comunità dedicati alle donne che hanno sofferto una perdita o una delusione nei confronti del parto.
    • Esiste una grande comunità di donne che cercano consolazione, supporto e guarigione comunicando le loro sfide e le loro pene a persone che possono comprendere personalmente le loro emozioni. Considera l'idea di cercare un gruppo che affronti in modo particolare i tuoi problemi, come il parto di un bambino morto, parti con taglio cesareo d'emergenza, difetti di nascita o patologie, o depressione post partum.
  4. Se ne hai bisogno, cerca una consulenza professionale. L'esperienza di un parto difficile non è una questione di poco conto, e, in alcuni casi, può sviluppare una depressione.
    • Se provi sensazioni intense e persistenti di tristezza, rabbia, colpa, inutilità o un'altra emozione che ti affligge, parlane con un medico. Potrebbe essere appropriato cercare una consulenza professionale, anche per un breve periodo di tempo, per aiutarti a elaborare le tue emozioni e le sfide che riguardano l'esperienza del tuo parto.

Sviluppa un Forte Legame col tuo Bambino

  1. Abbraccia il tuo bambino o passa del tempo con lui. Se il tuo bambino è morto o è nato molto prematuramente, il tempo che puoi passare ad abbracciarlo o toccarlo potrebbe essere limitato. Quando ti si presenta l'opportunità di stare vicino a lui o a lei, approfittane.
    • Se il tuo bambino è in vita e fuori dall'ospedale, passa del tempo con lui, se possibile, abbracciandolo, coccolandolo e giocando con lui.
    • Cantagli delle ninnananne, leggigli storie e parla con il tuo piccolo, anche se non è in grado di ascoltarti.
  2. Documenta la nascita del tuo bambino. Assicurati che l'ospedale sia in grado di effettuare misurazioni e prendere le impronte della mano o del piede del tuo bambino, e che ti permetta di tenere capi di vestiario o una ciocca di capelli come ricordo.
    • Potresti voler creare un album di ritagli o una scatola di ricordi, anche se al momento l'idea non ti sembra attraente, per aiutarti a elaborare in futuro le tue emozioni. A volte, l'atto di raccogliere e mettere insieme tali oggetti o documenti potrebbe anche fornirti un legame o un senso di maternità, di orgoglio e persino di pace.
    • Prendi delle fotografie del tuo bambino. Che il tuo bambino sia vivo o morto, a casa o all'ospedale, malato o in salute, che sia adottato o che venga a casa con te, scattare fotografie può aiutarti a documentare l'imponente esperienza di dare alla luce un essere umano unico, e potrebbe aiutarti durante il processo dell'elaborazione del lutto. Inoltre, avere delle fotografie su cui riflettere in futuro potrebbe esserti di conforto.
  3. Partecipa ai riti religiosi o culturali come faresti normalmente. Partecipare a esperienze che ti aspettavi di avere prima del parto potrebbe ristabilire un senso di pace o di speranza, aiutandoti a superare l'esperienza di un parto difficile.
    • Se preferisci, fai battezzare o circoncidere il tuo bambino o fallo partecipare in un altro modo. Seguire gli stessi passi che avresti intrapreso se il tuo parto fosse stato meno traumatico potrebbe aiutarti a dare a te stessa una parvenza di normalità.

Consigli

  • Ignora i giudizi culturali su come dovresti o non dovresti sentirti dopo aver partorito; le tue emozioni ed esperienze sono uniche per te, e dovrai elaborarle personalmente per guarire adeguatamente.
  • Non punire te stessa perché ti senti delusa o turbata; con il tempo, le tue emozioni svaniranno o cambieranno, e sarai in grado di riprenderti.

Avvertenze

  • Se nutri pensieri di suicidio o autolesionismo, chiama immediatamente i servizi di emergenza o il tuo medico: sono sintomi di depressione altamente rischiosi e non andrebbero ignorati.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.