Come Coltivare le Ortensie

Da metà estate all'inizio dell'autunno vedrai ovunque bellissimi cespugli di ortensie nei giardini, vicino alle cancellate e nei vasi. Queste piante perenni producono grosse infiorescenze in varie sfumature di rosa, blu, viola, bianco o una combinazione di colori che dura per tutto l'autunno. Leggi per sapere come piantare, curare e essiccare le ortensie, così da poterne godere tutto l'anno.

Piantare le Ortensie

  1. Scegli una varietà. Per capire quale tipologia piantare, dovrai capire quale sia quella migliore per la tua zona. Parti dal consultare una mappa della durezza del terreno per capire in quale zona vivi. Ci sono centinaia di varietà fra le quali scegliere. Se è la prima volta che pianti questi bellissimi fiori, meglio scegliere fra le seguenti varietà che sono le più comuni e resistenti, oltre a produrre fiori che durano a lungo.
    • Ortensia macrophylla e comune, o "grandifoglia": cresce bene nei climi caldi. Non è adatta ai climi più rigidi a meno che non si prendano misure per proteggerle dal freddo.. Cerca la varietà di macrophylla "Endless Summer" – è un tipo di ortensia che fiorisce più volte durante l'estate. Questa tipologia produce grosse infiorescenze rosa o blu che nel corso della stagione intensificano il colore.
    • L'ortensia quercifoglia cresce bene dove le estati sono molto calde senza troppa umidità. Non vanno bene per le zone fredde. Questo tipo di ortensia ha infiorescenze bianche.
    • Le ortensie Annabelle sono più resistenti al freddo rispetto a macrophylla e quercifoglia. Hanno fiori bianchi che diventano verdastri a fine stagione.
    • Le Peegee difficilmente crescono in zone più a nord rispetto a dove crescono le Annabelle. Crescono bene anche nelle zone meridionali. Hanno infiorescenze bianche.
  2. Progetta la piantumazione in primavera o in autunno. Piantando in una delle stagioni di mezzo darai all'ortensia il tempo di acclimatarsi alle condizioni del terreno e radicare prima che le temperature diventino estreme. Cerca le piante a inizio primavera o inizio autunno.
  3. Trova un buon punto. Le ortensie sono facili da crescere sia in giardino che in grossi vasi. Qualsiasi collazione tu scelga, ti servirà un punto in cui prenda il sole al mattino e abbia ombra parziale al pomeriggio. Le ortensie grandifoglie cresceranno anche all'ombra parziale, perciò scegli questa varietà se hai un giardino in ombra.
  4. Arricchisci il terreno con del compost. Le ortensie hanno bisogno di un terreno ricco, ben drenato e umido. Se il tuo è secco o sfruttato, aiutalo con del compost. Se il tuo terreno tende a trattenere l'acqua, puoi aggiungere dello sfagno per aiutare il drenaggio.
  5. Scava una buca nel terreno. Dovrebbe essere profonda quanto il panetto radicale e almeno due volte più ampia. Usa un badile o un forcone per scavarla. Se pianti più di un'ortensia dovresti tenerle a 10-15 cm di distanza, dato che le piante possono diventare molto larghe.
    • Controlla le istruzioni della varietà che scegli. Alcune ortensie possono essere piantate ravvicinate, mentre altre vanno piantate a 20 cm di distanza.
  6. Pianta l'ortensia. È importante assicurarti che le radici siano innaffiate quando vengono piantate, perciò sistema il panetto della buca. Riempi lo spazio con qualche centimetro di acqua e lasciala assorbire bene, poi aggiungi terreno e innaffia ancora. Compatta attorno alla base dell'ortensia.
    • Piantare le ortensie troppo in profondità potrebbe causare un non attecchimento delle radici. Se invece le mantieni troppo in superficie, le ortensie potrebbero crollare con le piogge o i venti forti.

Cura

  1. Tieni il terreno umido. Le ortensie inizieranno ad avvizzire se fa troppo caldo, perciò assicurati di dare l'acqua ogni 2-3 giorni, specie durante i mesi estivi. Innaffia le ortensie vicino alla base delle piante e sopra alle radici, invece che direttamente sui fiori, così eviterai che il sole li bruci.
  2. Pota solo quando è necessario. Le nuove ortensie non vanno potate; se lo fai potrebbero non produrre nuovi butti la primavera seguente. Se hai ortensie da un certo tempo o la tua è piuttosto grande e deve essere tagliata per essere contenuta, assicurati di potare nel momento adatto, a seconda della varietà che hai piantato.
    • Le varietà grandifoglie vanno potate dopo che la fioritura è avvizzita in tarda primavera.
    • La quercifoglia e le altre varietà andrebbero potate quando la pianta è a riposo, nel tardo inverno, prima che nascano i nuovi boccioli.
  3. Proteggi l'ortensia per l'inverno. Coprile con pacciame, paglia o aghi di pino creando almeno 40 cm di copertura. Se hai ortensie piccole puoi coprire l'intera pianta per l'inverno. Togli la copertura a inizio primavera, dopo l'ultima gelata.
  4. Cambia il colore. Il colore delle ortensie dipende dal pH del terreno nel quale sono piantate. Se le hai rosa o blu, puoi cambiare il colore variando il pH del terriccio. Ci possono volere settimane o mesi, perciò porta pazienza!
    • Per trasformare i fiori da rosa a blu, abbassa il pH aggiungendo zolfo o muschio di sfagno.
    • Per cambiare i fiori da blu a rosa (che è più difficile che cambiarli da rosa a blu), aggiungi del calcare al terriccio per alzare il pH.
    • Quelle bianche non cambiano colore.

Tagliare ed Essiccare le Ortensie

  1. Raccogli le ortensie quando i fiori sono maturi. Aspetta finché il colore è bello corposo e i fiori hanno una consistenza cartacea; in questo modo sarà più semplice essiccarli. Usa un paio di forbici o delle cesoie per tagliare gli steli.
  2. Essicca le ortensie per conservarle. Le ortensie si conservano benissimo quando sono secche. Il colore resta brillante per lungo tempo e mantengono la forma per anni prima di disintegrarsi. Per essiccarle, usa uno dei seguenti metodi:
    • Appendile a testa in giù. Attaccale per gli steli a testa in giù, in un posto buio e asciutto. Lasciale appese finché non sono del tutto secche, poi toglile e mettile in vaso.
    • Asciugale in acqua. Sistema gli steli in un vaso con qualche centimetro di acqua. L'acqua evaporerà lentamente asciugando i fiori.
    • Usa il gel di silicio. Metti i fiori in un contenitore e coprili di gel. Dopo un paio di settimane i fiori saranno asciutti e il loro colore perfettamente conservato.

Consigli

  • Se vivi al nord, le piante di ortensia prenderanno molto sole durante il giorno. Possono sopportare molte ore di sole diretto se i climi sono più freschi.
  • Quanto trapianti un'ortensia da una zona a un'altra, meglio aspettare l'autunno quando andranno a riposo. Quando scavi, cerca di rimuovere tutto il panetto radicale.
  • Meglio piantare le ortensie all'inizio dell'estate o dell'autunno e metterle in una zona con molto sole ma anche un po' di ombra.
  • Appena le infiorescenze iniziano a cadere, pota per favorire quelle nuove.

Avvertenze

  • Le ortensie non prosperano e non fioriscono se le pianti all'ombra o non prendono sole a sufficienza.
  • Quando le pianti, aspetta per evitare che geli di nuovo ed evita di farlo nei giorni estivi di maggior caldo.
  • Non innaffiare eccessivamente. Troppa umidità può portare a produrre meno fiori o a far marcire le radici.
  • Non lasciare che il terriccio attorno alla tua ortensia appena piantata marcisca. Controlla regolarmente le piante se è caldo e secco e innaffia di conseguenza.

Cose che ti Serviranno

  • Piante di ortensie
  • Badile o forcone
  • Pacciame
  • Cesoie
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.